Integrare un Block Storage su un server (Windows)

Per server cloud con sistema operativo Windows Server 2012, Windows Server 2016 o Windows Server 2019

Se assegni un Block Storage ad un server cloud, sulla quale è installato un sistema operativo Microsoft Windows, è necessario integrare successivamente il Block Storage sul server.

Per integrare un Block Storage sul server, procedi come segue:

Requisiti:
  • Hai creato un Block Storage.

  • Hai assegnato il Block Storage al server.

  • Hai effettuato l'accesso al server come amministratore.

  • Stabilisci una connessione al server tramite desktop remoto.

  • Apri il Server Manager.

  • Apri la gestione del computer.

  • Dalla barra di menu a sinistra, clicca su Archiviazione > Gestione disco.
    Il Block Storage assegnato viene mostrato come disco con lo stato Sconosciuto. Inoltre, il suo spazio di archiviazione non è assegnato.

  • Clicca con il tasto destro del mouse sul nome del disco.

  • Clicca su Online.

  • Clicca nuovamente con il tasto destro del mouse sul nome del disco.

  • Clicca su Inizializzazione disco.

  • Nella finestra di inizializzazione del disco, attiva lo stile di partizione GPT (GUID Partition Table).

  • Clicca su OK.

  • Clicca con il tasto destro del mouse sull'area nera del disco.

  • Clicca su Nuovo volume semplice.
    La finestra per dell'assistente per creare un nuovo volume semplice si apre.

  • Clicca su Avanti.
    Viene mostrata la finestra per impostare la dimensione del volume.

  • Lascia l'impostazione predefinita e clicca su Avanti.

  • Seleziona la lettera di unità desiderata e clicca su Avanti.

  • Facoltativo: se utilizzi il Block Storage per la prima volta, è necessario formattare l'unità prima di utilizzarla. Quando si formatta l'unità, tutti i dati in essa contenuti vengono cancellati. Per formattare il Block Storage, seleziona Formatta questo volume con le seguenti impostazioni e seleziona le impostazioni desiderate.

  • Clicca su Avanti.

  • Clicca su Fine.

Il Block Storage viene formattato e successivamente viene visualizzato come unità aggiuntiva su Esplora risorse di Windows.