Misure adottate da IONOS per affrontare la pandemia da Coronavirus

Con il presente articolo desideriamo informarvi sui provvedimenti presi da IONOS per fronteggiare l'attuale pandemia da Coronavirus. Gli sviluppi della vicenda sono stati monitorati dall’inizio dell’anno, e in base ad essi abbiamo adeguato il nostro piano di emergenza. Il nostro obiettivo è continuare ad offrirvi i nostri servizi di hosting e cloud e tutelare la salute dei nostri dipendenti.

Servizio clienti

Il nostro servizio clienti opera da diverse sedi geograficamente separate, in grado di collaborare tra loro e prendere in carico i compiti l’una dell’altra, se necessario. Ciò garantisce che le richieste dei clienti possano essere soddisfatte anche in questa situazione di emergenza.

Data center

IONOS offre i suoi servizi di hosting e cloud attraverso numerosi data center situati in Europa. Servizi come e-mail, web hosting condiviso, server di banche dati nonché la nostra infrastruttura cloud sono gestiti in modo ridondante in diversi data center (il cosiddetto mirroring).

L'amministrazione dei nostri data center è possibile tramite accesso remoto da qualsiasi postazione. Al fine di garantire la sicurezza operativa, l'accesso ai data center è attualmente riservato esclusivamente al personale operativo per lavori urgenti, come ad esempio la sostituzione dell'hardware.

I nostri dipendenti che lavorano nei data center sono stati isolati da tutte le altre aree dell'azienda e lavorano in piccoli gruppi senza avere contatti personali tra loro. Ci siamo procurati in anticipo l'hardware aggiuntivo per i lavori di manutenzione e i nuovi ordini. Questo ci rende il più possibile indipendenti da eventuali interruzioni o ritardi delle forniture.

Lavorare da casa

In qualità di fornitore di servizi di hosting e cloud, noi stessi utilizziamo principalmente servizi cloud. Di conseguenza, la maggior parte dei nostri dipendenti è in grado di svolgere il proprio lavoro indipendentemente dal luogo in cui si trova; in particolare il team di servizio di assistenza clienti e dei servizi professionali.

Attualmente, la metà dei nostri dipendenti lavora già con successo da casa. Questo ci permette di garantire i nostri servizi anche nel caso in cui siano necessarie misure di quarantena. Contemporaneamente stiamo ampliando l'accesso alla VPN esistente per fornire a tutti i dipendenti l'accesso ai nostri sistemi interni da casa.

Prevenire l’infezione

Tutte le nostre misure precauzionali si attengono alle raccomandazioni dell'Istituto epidemiologico tedesco Robert Koch, responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive. I nostri collaboratori vengono regolarmente informati su queste raccomandazioni e sulle linee guida aziendali.

Per ridurre al minimo il rischio di infezione, abbiamo inoltre limitato tutti i viaggi di lavoro al minimo indispensabile e ridotto i contatti personali. Per il momento non verranno effettuati viaggi tra le nostre sedi, le riunioni si svolgeranno sotto forma di videoconferenze o conferenze telefoniche.

Con le misure adottate fino ad ora ci sentiamo tutelati, ma continueremo a rivederle in maniera continuativa e, se necessario, ad adattarle ed ampliarle.