Sottodominio: breve descrizione

I sottodomini permettono di suddividere un dominio e si trovano prima del nome del dominio. Tramite i sottodomini è possibile strutturare i contenuti di un sito web e renderli direttamente raggiungibili.

Per poter creare un sottodominio è necessario possedere un dominio registrato. Ad un dominio possono essere attribuiti numerosi sottodomini. I sottodomini vengono spesso utilizzati per evidenziare determinati servizi e permettere di accedervi più facilmente. Inoltre, è possibile attribuire una casella di posta elettronica per ciascun sottodominio, ad esempio se un'azienda ha più reparti.

Ecco un esempio di sottodominio contenente il sottodominio, il nome di dominio e il TDL (dominio di primo livello):

Struttura, lunghezza e caratteri consentiti

La parte contenente il nome del sottodominio si trova prima del nome del dominio. Il nome del sottodominio può essere scelto liberamente. Sono consentite tutte le lettere A-Z, incluse le lettere accentate, le cifre 0-9 e il trattino (-). Il nome del sottodominio deve però sempre iniziare con una lettera o una cifra. Gli spazi vuoti non sono generalmente consentiti.

Un sottodominio può contenere al massimo 63 caratteri.