Controllare lo stato di un software RAID / Monitoraggio (Linux)

Per Server Dedicato Linux

Puoi rilevare lo stato del software Raid sul server Linux con il comando cat /proc/mdstat.

Nota bene:

I seguenti input e output sono riportati a titolo esemplificativo e potrebbero risultare diversi sul tuo sistema.

Ecco un esempio di messaggio di stato quando entrambi i dischi sono disponibili e montati correttamente:

cat /proc/mdstat
Personalities : [raid1]
read_ahead 1024 sectors
md2 : active raid1 sda3[1] sdb3[0]
262016 blocks [2/2] [UU]

md1 : active raid1 sda2[1] sdb2[0]
119684160 blocks [2/2] [UU]

md0 : active raid1 sda1[1] sdb1[0]
102208 blocks [2/2] [UU]

unused devices: <none>

L'esempio mostra tre arrys RAID (md0, md1, md2). Alla fine della seconda riga di ciascuno di essi, viene mostrato lo stato delle singole partizioni tra parentesi quadre. Una U significa che il rispettivo dispositivo è in ordine (up).

Se manca un disco (qui sdb), l'output è simile al seguente:

cat /proc/mdstat
Personalities : [raid1]
read_ahead 1024 sectors
md0 : active raid1 sda1[1]
102208 blocks [2/1] [U_]

md2 : active raid1 sda3[1]
262016 blocks [2/1] [U_]

md1 : active raid1 sda2[1]
119684160 blocks [2/1] [U_]

unused devices: <none>

Se vedi [U_] significa che c'è qualcosa che non va.

Visualizzare i dettagli del dispositivo RAID

Il comando mdadm -D /dev/md1 ti da informazioni dettagliate su un dispositivo RAID.

Ecco un esempio di un RAID funzionante:

mdadm -D /dev/md1
/dev/md1:
Version : 0.90
Creation Time : Tue Sep 11 21:33:24 2012
Raid Level : raid1
Array Size : 4194240 (4.00 GiB 4.29 GB)
Used Dev Size : 4194240 (4.00 GiB 4.29 GB)
Raid Devices : 2
Total Devices : 2
Preferred Minor : 1
Persistence : Superblock is persistent

Update Time : Wed Jun 10 11:11:05 2015
State : clean
Active Devices : 2
Working Devices : 2
Failed Devices : 0
Spare Devices : 0

UUID : 2db35cef:bde058e8:1f51fb89:78ee93fe
Events : 0.251

Number Major Minor RaidDevice State
0 8 1 0 active sync /dev/sda1
1 8 17 1 active sync /dev/sdb1

Se manca un disco, l'output è simile al seguente:

mdadm -D /dev/md0
/dev/md0:
Version : 00.90.00
Creation Time : Thu Aug 21 12:22:43 2003
Raid Level : raid1
Array Size : 102208 (99.81 MiB 104.66 MB)
Device Size : 102208 (99.81 MiB 104.66 MB)
Raid Devices : 2
Total Devices : 1
Preferred Minor : 0
Persistence : Superblock is persistent

Update Time : Fri Oct 15 06:25:45 2004
State : dirty, no-errors
Active Devices : 1
Working Devices : 1
Failed Devices : 1
Spare Devices : 0


Number Major Minor RaidDevice State
0 0 0 0 faulty removed
1 3 1 1 active sync /dev/sda1
UUID : f9401842:995dc86c:b4102b57:f2996278

Monitorare il RAID

Se hai configurato il sistema operativo del tuo server per l'invio di e-mail, puoi richiedere anche che ti venga inviato un messaggio di errore via e-mail in caso di guasto del disco rigido. A tale scopo, avvia mdadm come demone. Quindi inserisci nel file /etc/mdadm/mdadm.conf (Ubuntu) o /etc/mdadm.conf (CentOS 7) la seguente riga:
MAILADDR admin@example.comTutti gli eventi vengono registrati anche nella directory /var/log/syslog 

MAILADDR admin@ilmiodominio.it

Nota bene:

Puoi utilizzare Postfix, ad esempio, per inviare e ricevere e-mail. Per istruzioni su come configurare Postfix per utilizzare un account di posta elettronica IONOS, consulta il seguente articolo:

Configurare Postfix (Linux)

Esempio di scenario:

L'array dovrebbe essere controllato ogni 300 secondi. Se si verifica un evento, deve essere inviata un'e-mail e l'evento deve essere annotato nel file di log di sistema. L'opzione --daemonise permette al programma di monitoraggio di funzionare continuamente in background. In questo caso il comando dovrebbe assomigliare a questo:

 ./mdadm --monitor --mail=root@localhost --syslog --delay=300 /dev/md0 --daemonise