Cosa fare se lo strumento E-mail Marketing è bloccato

In questo articolo ti spieghiamo cosa fare se il tuo strumento E-mail Marketing è bloccato e come evitare che questo succeda nuovamente in futuro.

Perché il mio strumento E-mail Marketing è bloccato?

Se la tua mailing list supera i limiti riportati nella tabella sottostante (ad es. è composta da troppi indirizzi e-mail inattivi o inesistenti, o da troppi indirizzi e-mail di destinatari che si sono disiscritti), il tuo strumento E-mail Marketing può venir limitato o bloccato. I valori limite riportati nella tabella sottostante si riferiscono ad una mailing list per una sola campagna e-mail.

Criterio Limite massimo Spiegazione
Indirizzi e-mail inesistenti o non attivi ≤ 8% Destinatari a cui non è possibile recapitare l'e-mail perchè l'indirizzo e-mail è inesistente o inattivo.
Disiscrizioni ≤ 1% Destinatari che hanno rimosso la propria iscrizione dalla newsletter.
Indirizzi e-mail bloccati ≤ 30% Destinatari contrassegnati come bloccati perché era già stato stabilito in una campagna precedente che l'indirizzo e-mail non esiste più o è inattivo.
Segnalazioni di spam ≤ 0,08%, max. 50 segnalazioni spam al giorno Destinatari che hanno segnalato le tue e-mail come spam.
Trappole antispam o segnalazioni di uso improrio ≤1 di reclami I provider di posta elettronica (ISP/ESP) utilizzano alcuni indirizzi e-mail come trappole antispam (ad esempio, indirizzi e-mil che non sono stati uatilizzati per molto tempo). Questo permette loro di identificare i mittenti che utilizzano liste con destinatari obsoleti o liste acquistate da terzi.

Contattare l'Assistenza Clienti IONOS in caso di blocco dello strumento E-mail Marketing

Se ti capita che il tuo strumento di E-mail Marketing viene bloccato, contatta l'Assistenza Clienti IONOS. Durante la chiamata ti verranno fatte una serie di domande. Ti consigliamo di leggere le domande in anticipo, in modo da poterti preparare:

  • Come vengono aggiunti i contatti alla mailing list? La lista di contatti è stata costruita nel tempo tramite un modulo di opt-in sul sito web, è stata acquisita o acquistata tramite terzi o altro?
    Crea una panoramica dettagliata di tutti i modi in cui un indirizzo e-mail può essere stato aggiunto alla lista dei destinatari. Assicurati di avere a portata di mano gli URL delle pagine da cui è possibile iscriversi alla tua newsletter.
  • Quando e come è stato aggiunto alla tua lista di contatti l'indirizzo e-mail che si è lamentato?
    Fornisci il maggior numero possibile di dettagli, compresa la data e l'ora dell'iscrizione dell'indirizzo e-mail, e il mezzo con cui l'indirizzo e-mail si è iscritto, ad es. tramite la pagina di iscrizione alla newsletter del tuo sito web, tramite terzi, di persona, ecc. Se l'indirizzo si è iscritto tramite una fonte online, tieni a portata di mano l'URL della pagina.
  • A quando risale la lista/quanto è datata?
  • Come gestisci la tua mailing list?
  • Con quale frequenza aggiorni la mailing list?
    Spiega ogni quanto tempo rimuovi gli indirizzi che hanno contrassegnato la tua newsletter come spam, quelli a cui è impossibile inviare l'e-mail perchè non esistono più o sono inattivi, o quelli che si sono disiscritti dalla newsletter.
  • Quanti invii fa al mese?

Come migliorare la tua reputazione

  • Rimuovi gli indirizzi di ruolo o gli account di ruolo dalla mailing list:
    Gli indirizzi di ruolo, ad esempio info@, contatto@, admin@, sono indirizzi e-mail che non vengono utilizzati da una singola persona ma da un team, un gruppo o un reparto di un'azienda. L'invio di newsletter a indirizzi di ruolo può causare problemi poiché la maggior parte dei destinatari probabilmente non ha mai dato il proprio consenso a ricevere le e-mail. C'è quindi un'alta probabilità che la tua e-mail venga contrassegnata come spam.
  • Non utilizzare mailing list di terzi:
    IONOS non consente l'utilizzo di mailing list di terzi. Tali liste portano a molte disiscrizioni, messaggi di bounce e segnalazioni come spam, in quanto non contengono indirizzi e-mail di persone che hanno attivamente acconsentito alla ricezione di newsletter e molto spesso contengono trappole antispam. Inoltre, l'uso di mailing list di terzi o acquistate è proibito dalla legge nella maggior parte dei Paesi.
  • Rimuovi gli indirizzi e-mail a cui non hai inviato alcuna newsletter per molto tempo:
    Se non invii nessuna e-mail per molti mesi, è possibile che riceverai molti messaggi di bounce a causa di indirizzi e-mail non più esistenti o attivi, e che molti degli indirizzi e-mail presenti nella mailing list ti segnalino come spam poiché si sono dimenticati di disiscriversi dalla newsletter. Rimuovi quindi tutti i contatti a cui non hai inviato newsletter per almeno 6 mesi. Se desideri contattare nuovamente questi indirizzi e-mail, invia una breve e-mail di riconferma dell'iscrizione alla newsletter e crea una nuova mailing list.
  • Gestisci gli iscritti alla newsletter che non leggono le tue e-mail:
    Per mantenere una mailing list di alta qualità, è importante verificare regolarmente se gli iscritti alla tua newsletter aprono effettivamente le e-mail che invii e fare qualcosa per gli iscritti che non leggono le tue e-mail.