Il nuovo regolamento dell'UE sul geo-blocking (blocchi geografici)

L'Unione Europea abbatte le frontiere digitali

Il Regolamento dell'Unione Europea relativo al geo-blocking, che entrerà ufficialmente in vigore nel dicembre 2018, consente l'accesso a beni e servizi provenienti da altri Paesi a tutti gli Stati membri dell'UE. L'obiettivo è quello di porre fine a discriminazioni ingiustificate basate sulla nazionalità, sul luogo di residenza o di stabilimento nell'ambito del mercato interno. Le seguenti informazioni non costituiscono consulenza legale e non hanno alcuna pretesa di completezza.

Vietando il blocco geografico ingiustificato nell'Unione Europea, i consumatori e le imprese possono, ad esempio, acquistare un servizio (come l'hosting) in un altro Paese dell'UE alle stesse condizioni dei cittadini nazionali. In questo modo si evita che i consumatori e le imprese di altri Paesi vengano svantaggiati.
Tutti i fornitori di web hosting e cloud hosting devono uniformare le offerte specifiche del Paese (uniformare le funzioni, i costi, i termini di pagamento, ecc.) per rispettare pienamente la nuova normativa sul geoblocco. Ciò significa che, se vivi in uno stato membro dell'UE, puoi scegliere liberamente in quale Paese acquistare i tuoi prodotti. Tieni tuttavia presente le possibili differenze nelle aliquote IVA dei diversi Paesi dell'UE.

Ulteriori informazioni sono disponibili nell'articolo Divieto di geoblocking: cosa dice la nuova ordinanza UE
Il regolamento (UE) 2018/302 del Parlamento europeo può essere letto qui:
REGOLAMENTO (UE) 2018/302 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO.

Conseguenze per i siti web

Se gestisci un sito web o offri un servizio online a pagamento, è possibile che tu debba modificare qualcosa nel tuo sito web in modo tale da essere conforme al nuovo regolamento europeo. Se hai implementato soluzioni tecniche per il tuo sito web che negano o limitano l'accesso alla tua offerta o al tuo sito web da parte di altri Stati membri dell'UE, devi disattivare tutte le impostazioni che svantaggiano gli altri Paesi dell'UE sul tuo sito web.

Anche i reindirizzamenti automatici verso pagine specifiche di un Paese, che vengono attivati in base all'indirizzo IP dei visitatori, devono essere completamente rimossi. Tuttavia è possibile continuare ad offrire siti web specifici per un Paese se il reindirizzamento avviene con il consenso del visitatore e se quest'ultimo ha la possibilità di ritornare alla versione precedente in qualsiasi momento.

Effetti sui negozi online

Se gestisci un negozio online e offri la consegna o il ritiro dei tuoi articoli solo in alcuni Stati membri dell'UE, da ora in poi  è necessario offrire questa possibilità anche ai clienti di altri Stati membri dell'UE. Ciò non significa, tuttavia, che in futuro sarai obbligato a spedire i tuoi prodotti anche a Stati membri in cui prima non hai mai offerto la consegna delle tue merci. È ancora possibile offrire negozi online specifici per un solo Paese. Tuttavia, in questo caso, è necessario fare in modo che tutti i clienti provenienti da qualsiasi Stato dell'UE possano accedere senza restrizioni a tutte le pagine del negozio online e che possano utilizzare le offerte nella stessa misura dei clienti del rispettivo Stato. In sintesi i rivenditori online devono adempiere ai seguenti obblighi per i clienti europei:

  • Garantire un accesso pieno e paritario a tutti i servizi per tutti gli Stati membri dell'UE, indipendentemente dalla nazionalità e dalla residenza.
  • Offrire tutti i beni e servizi per tutti gli Stati membri dell'UE alle stesse condizioni degli Stati in cui l'attività commerciale si svolge. Tuttavia, non sei obbligato a consegnare i tuoi prodotti in tutti i Paesi dell'UE, ma puoi comunque limitare la tua area di consegna solo ad alcuni Paesi.

Il nuovo Regolamento dell'UE che vieta i blocchi geografici non si applica ai clienti di paesi extraeuropei. Il regolamento è valido solo per i clienti che hanno cittadinanza in uno dei 28 Stati membri dell'UE e per i cittadini non comunitari residenti nell'UE. Le nuove regole si applicano anche ai Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein).

Effetti sui prodotti 1&1 IONOS

Il nuovo regolamento dell'UE potrebbe richiedere adattamenti e modifiche anche per i prodotti di e-commerce e marketing online. Anche ordinare uno di questi prodotti da un altro Paese potrebbe avere delle conseguenze sulla sua funzionalità. Rispondiamo a tutte le domande più importanti sui prodotti di 1&1 IONOS interessati: