Pensare in modo semplice – i migliori software per mind mapping

Il concetto di “mindmap” (in italiano: “mappa mentale”) suona come qualcosa di nuovo, probabilmente anche per il nome in inglese. Ma l’autore, psicologo e oratore inglese Tony Buzan ha coniato il termine negli anni ’70 e a dirla tutta non è stato l’inventore, quanto più un interprete. La mindmap come forma di rappresentazione di pensieri e idee è stata usata per secoli, poiché corrisponde al modo in cui il cervello umano elabora, immagazzina e recupera informazioni.

Non stupisce quindi che professori, studenti, start-up e grandi aziende del nuovo millennio abbiano riscoperto questo pratico strumento. Tutto ciò che serve è una penna e un pezzo di carta, oltre, naturalmente, al pensiero creativo. Ma ci sono anche soluzioni software che non soltanto semplificano e accelerano la creazione e il lavoro con le mappe mentali, ma possono anche ampliare alcuni aspetti. In primo luogo cosa sono le mindmap, a cosa servono, quali sono le caratteristiche di una buona mappa mentale e quali devono essere gli strumenti di mappatura? Scoprite nella nostra guida quali sono i migliori software per mappe mentali.

Che cosa sono le mindmap?

Per dare una prima definizione, con mindmap si indica una forma strutturata di rappresentazione per concetti in cui i singoli elementi sono disposti attorno a un tema centrale e collegati tra loro. Con il suo layout grafico non lineare, aiuta l’utente a recuperare in modo associativo pensieri e idee complessi, persino caotici, disponendoli in modo intuitivo e visualizzandoli in modo accattivante. Al contrario di una lista strutturata in modo cronologico, che perde in termini di intuitività, una mindmap è più simile alla struttura e al funzionamento del cervello umano.

La parola chiave è: radiant thinking, che tradotto significa pensiero radiante. Con questo concetto si intende che il pensiero umano non funziona in modo lineare, ma tramite connessioni. Il concetto di mindmap basa la propria natura sulla proprietà naturale della nostra mente di collegare in modo complesso innumerevoli elementi e concetti. Inoltre dovrebbe coinvolgere entrambi gli emisferi della parte più giovane della corteccia cerebrale e una vasta gamma di capacità corticali simultaneamente, le quali stimolandosi a vicenda dovrebbero aumentare le prestazioni cerebrali in generale.

Ogni mappa mentale segue gli stessi principi di base: innanzitutto ha una struttura simile a una cartina che inizia al centro con un’idea di base (meglio se rappresentata da un’immagine) e da lì si “propaga” verso l’esterno in rami sempre più fini. Tutte le ramificazioni si possono tracciare logicamente in entrambe le direzioni, in modo che le relazioni e le interazioni risultino chiare. Per una migliore illustrazione si utilizzano inoltre diversi tipi di linee, simboli, immagini, forme, caratteri e colori per arricchire la mappa con ulteriori informazioni e per coinvolgere altre aree del cervello. Soltanto in questo modo si stimola la capacità di associazione e si facilita la memorizzazione delle informazioni.

A cosa servono le mindmap?

Poiché corrispondono alla naturale struttura di base del pensiero umano, il funzionamento delle mindmap è comprensibile universalmente e applicabile a quasi tutti i temi.

Le mappe mentali vengono utilizzate nella vita di tutti i giorni, ad esempio per creare note non lineari come le liste della spesa o delle cose da fare. Gli studenti le possono utilizzare per meglio interiorizzare concetti complicati. A volte una mindmap ben congegnata aiuta anche a strutturare e scrivere testi, come accade per questo articolo.

In ambito professionale, inoltre, il mind mapping è molto utile per il lavoro collaborativo: chi parla può illustrare i percorsi di pensiero al pubblico, mentre i gruppi di lavoro possono utilizzare questi schemi come strumento efficace per i processi decisionali e per le campagne di marketing. Altri possibili campi di applicazione sono la pianificazione finanziaria, la registrazione e la gestione di eventi e progetti.

Invece di accalcarsi con i colleghi su un grande foglio di carta, per le aziende e agenzie ha molto più senso utilizzare gli strumenti di mind mapping digitali. Con il loro aiuto l’intero team può lavorare in modo simultaneo e indipendente sulla stessa mappa mentale. Queste soluzioni software sono perciò in grado di migliorare la comunicazione e la collaborazione all’interno dell’azienda, risparmiando tempo, energia e denaro.

Strutturare le informazioni grazie ai software di mind mapping

Come alternativa a carta e penna (o lavagna) ci sono diversi modi per creare mindmap anche con mezzi digitali. Sebbene programmi come Photoshop offrano, se si possiedono le necessarie competenze tecniche e creative, una vasta gamma di opzioni di progettazione, si mostrano relativamente ingombranti e laboriosi per questo compito.

Fortunatamente su Internet si trovano strumenti specializzati di mind mapping – una soluzione ideale se si utilizzano spesso le mappe mentali per la vita privata o professionale. A prima vista i programmi gratuiti di mind mapping sono simili, ma le differenze si nascondono nei dettagli.

Come si riconosce un buon software? Siccome normalmente una mindmap si disegna semplicemente a mano, uno strumento digitale deve offrire notevoli vantaggi per divenire rilevante, tra i quali:

  • Funzionamento intuitivo: solo se l’interfaccia utente è semplice e la creazione di mappe mentali avviene con la stessa rapidità o addirittura più rapidamente rispetto a carta e penna, allora ha senso passare a tastiera e mouse.
  • Automazione: dovrebbe essere possibile creare mindmap chiare e visivamente strutturate con un utilizzo ideale dello spazio e in pochi e semplici passaggi.
  • Prestazioni: ciò che nel mondo fisico è possibile grazie a un semplice foglio di carta non dovrebbe essere un problema nell’ambito digitale. Ciò significa che un buono strumento deve consentire funzioni di modifica, riorganizzazione, copia ed eliminazione dei dati inseriti, anche quando la mappa mentale è molto grande e complessa.
  • Estetica: ovviamente la mappa digitale dovrebbe avere un aspetto migliore di qualunque mindmap scarabocchiata su un tovagliolo. Perciò sono un fattore importante anche design e colori esteticamente accattivanti. L’aggiunta di immagini e simboli costituisce un ulteriore valore aggiunto.
  • Costi: siccome il costo di carta e penna è praticamente nullo, il software di mind mapping dovrebbe offrire un ottimo rapporto qualità/prezzo, il che significa che se non è gratuito deve giustificare i costi con numerose funzionalità aggiuntive che la tradizionale mappa mentale cartacea non può offrire: inserimento di collegamenti, file audio e video, nonché il salvataggio di backup sul cloud.

Un altro aspetto di grande importanza nei tool di mind mapping e brainstorming è quello collaborativo: grazie a più account utente, aggiornamenti in tempo reale, cronologia delle modifiche, nonché funzioni di feedback e condivisione, i programmi ben strutturati consentono ai colleghi di lavorare insieme in tempo reale.

7 strumenti pratici per il mind mapping

I programmi per creare mappe mentali presentati di seguito soddisfano la maggior parte, se non tutti i criteri di qualità appena menzionati, anche se si distinguono tra loro per i punti di forza individuali.

Adatto ai principianti: coggle

I principali punti di forza dell’app coggle sono la sua facilità d’uso e la chiarezza dell’interfaccia. Dopo una rapida registrazione tramite e-mail o account di Google, gli sviluppatori vi promettono che in soli cinque minuti sarete in grado di usare lo strumento grazie all’intuitivo sistema drag&drop (tipico di tali strumenti).

Nonostante sia adatto ai principianti può soddisfare anche gli utenti più esigenti, sia per quanto riguarda le mindmap che per la collaborazione in tempo reale: si possono aggiungere immagini e annotazioni, personalizzare colori e temi, oltre che invitare membri del team al progetto tramite e-mail. I risultati possono essere condivisi su Facebook e Twitter, esportati come PDF o PNG o integrati nel vostro sito web grazie ad IFRAME.

Alcune funzionalità sono tuttavia disponibili soltanto nella versione a pagamento del programma, altrimenti gratuito: per 5 $ al mese (poco meno di 5 euro) potete creare un numero illimitato di mappe mentali e potete usufruire anche delle funzioni di collaborazione tramite e-mail e di upload di immagini ad alta risoluzione. Per 8 $ al mese (poco meno di 7 euro) sono a disposizione anche feature come la gestione degli utenti e dei dati e il framework SAML XML, nonché la personalizzazione della mappa mentale.

Focus collaborazione: mindmeister

L’applicazione mindmeister, di origine tedesca, si propone come “Mindmap Collaboration Tool” con una particolare attenzione a società come Electronic Arts, CNN e Philips e offre una gamma di funzioni che è all’altezza del proprio nome (“Meister” in tedesco significa “campione”). Di queste funzioni fanno parte: la condivisione di mappe mentali attraverso un link diretto, inviti per gruppi, mappe wiki o Google Drive, collaborazione in tempo reale tramite chat live, cambio di cronologia, commenti e votazioni per condividere feedback. Inoltre mindmeister è disponibile come app mobile per iOS e Android.

La versione base gratuita non consente il caricamento di immagini e file ed è limitata a tre mindmap per account. Ulteriori funzioni come le esportazioni in Word e PowerPoint così come la possibilità di utilizzare temi propri aziendali c’è soltanto nei pacchetti a pagamento, che costano circa 5 o 8 euro per 6 mesi. Nell’account aziendale, che costa circa 12 euro, si possono anche utilizzare la condivisione di gruppo, i backup esterni e gli accessi personalizzati.

Open Source: wisemapping

wisemapping è uno strumento open source basato su browser sia per privati che per aziende. Rispetto agli altri programmi di mind mapping qui esaminati è l’unico ad avere la possibilità di ospitare il software su un proprio server senza plug-in, grazie a una licenza personalizzata di Apache Versione 2. Questo risultato è ottenuto mediante un codice sorgente assolutamente trasparente, che si può ottenere dalla homepage ufficiale. Non bisogna pagare per l’utilizzo di questo software, nemmeno in ambiente professionale. È sufficiente contrassegnare le mindmap create con la frase “powered by wisemapping”.

Un ulteriore vantaggio risiede nel fatto che questo strumento può essere testato in modo completamente anonimo, a patto che si acconsenta che le proprie mappe possano essere pubblicate come esempi promozionali sulla homepage del sito. Se la solida funzionalità di questo tool vi avrà convinto, potete registrarvi tramite e-mail, Twitter, Facebook o un account Google+ e potete effettuare una donazione tramite PayPal agli sviluppatori per aiutarli a ottimizzare il software.

Focus estetica: mapul

Con mapul quello che più colpisce è l’estetica che ricalca lo stile manuale dell’interfaccia e delle mappe mentali (non fatevi scoraggiare dall’homepage poco attraente). L’applicazione web sviluppata con l’aiuto di Microsoft Silverlight convince soprattutto sul piano visivo, perché consente risultati artisticamente più accattivanti rispetto alla maggior parte degli altri strumenti. Qui il noioso concetto di diagramma ad albero viene interpretato in modo strettamente letterale: ci sono rami di spessore variabile, tronchi colorati e diramazioni sempre più sottili e i concetti stessi pendono dai rami come frutti maturi.

Se non avete il tempo o la voglia di utilizzare questo stile organico e classico, potete anche utilizzare la funzione layout automatico. In questo modo si creano mindmap esclusivamente utilizzando la tastiera, mentre il programma riprende la disposizione dei rami, che si può modificare in seguito. A causa della forte attenzione alla componente estetica, mapul rimane però indietro rispetto ad altri strumenti in termini di capacità e di collaborazione. Inoltre la maggior parte delle funzioni non sono disponibili nella versione gratuita. Per poter creare più di una singola mappa mentale occorre stipulare un abbonamento, al costo di circa 25 $ (circa 22 euro) per 3 mesi, 35 $ (circa 30 euro) per 6 mesi o 50 $ (circa 43 euro) per un anno.

Completamente gratuito: mind42

Non avete voglia di investire del denaro? mind42 è gratuito al 100%, poiché si finanzia attraverso annunci che però non vi infastidiscono durante l’utilizzo. Tutto ciò che serve è una registrazione via e-mail. Nonostante la gratuità, questa applicazione web è adatta a un esteso uso collaborativo (come dice già il nome: mind42 si legge in inglese “mindfourtwo”, che suona però come mind for two, che significa “mente per due”). Gli inviti tramite e-mail e link diretti così come il collegamento del programma di messaggistica istantanea Google Talk consentono la collaborazione in tempo reale.

Inoltre è possibile aggiungere collegamenti, note e immagini direttamente tramite URL ed esportare le mindmap completate in vari formati, che siano formati comuni come RTF, PDF, JPEG e PNG o file realizzati in Freemind, Mindjet Mindmanager o altri software di mind mapping. Ma c’è uno svantaggio: la cronologia delle modifiche di una mappa mentale è visibile soltanto per il creatore ma non per i membri del team.

Integrato su tutte le piattaforme: Mindomo

Mindomo, sviluppato non come applicazione web, ma come software per il sistema operativo macOS, Windows e Linux, nonché per l’iPad, si presta all’integrazione su tutte le piattaforme, come Office 365, Google Apps, Drive e Dropbox, oltre a sistemi di gestione dell’apprendimento come Canvas, Moodle e itslearning. Il programma è pensato non soltanto per l’utilizzo aziendale, ma anche nel settore dell’istruzione e della formazione. Dal momento che dovrebbe aiutare insegnanti e studenti a lavorare insieme, si può pensare che sia stato investito molto lavoro mentale nello sviluppo e che siano state fatte molte mappe mentali.

Mindmomo ha una modalità di presentazione già pronta per il target accademico. Inoltre ci sono varie interfacce per insegnanti e studenti e si ha la possibilità di integrare alla mindmap file audio, video esplicativi e immagini direttamente da Internet. La versione gratuita del programma offre solo alcune funzionalità e consente un massimo di tre mappe mentali. Tutte le limitazioni vengono eliminate con gli abbonamenti al costo di circa 36 euro (1 utente), di circa 90 euro (1 utente e 5 ospiti) o circa 140 euro (5 utenti) ogni 6 mesi. Si dispone anche di un maggiore spazio di archiviazione, di più formati di esportazione e si possono collegare le applicazioni desktop alle versioni mobili.

Più pratico che bello: FreeMind

Il tool FreeMind per macOS, Windows e Linux è davvero più pratico che chic, ma proprio per questo ha una propria fedele comunità di fan. Lo deve anche al fatto che lo speciale formato FreeMind è riconosciuto da molti altri strumenti di mind mapping e può quindi essere importato. Rispetto alla concorrenza questa applicazione open source e totalmente gratuita appare un po’ obsoleta e si gestisce in modo meno intuitivo, pur rivelandosi flessibile e potente nella sua versione finale.

La funzionalità di FreeMind si limita principalmente ai compiti principali del mind mapping. La collaborazione è possibile anche se limitata, ma per questo scopo ci sono programmi migliori. I punti di forza di FreeMind sono l’integrazione di link e file multimediali, la mappa mentale basata sulla posizione e il supporto dedicato, che aiuta con problemi quali la perdita di dati.

Panoramica dei 7 migliori programmi di mind mapping

Ecco una panoramica di tutte le caratteristiche e dei punti di forza dei programmi di mind mapping presi in considerazione:

Tool

Punti di forza

Formati di esportazione

Disponibile come

Registrazione via

Prezzi

coggle

Servizio adatto ai principianti

PDF, PNG

Applicazione web

E-Mail, Google+

Free: gratuito

Awesome: circa 5 $/mese

Organisation: circa 8 $/mese

mindmeister

Estese funzioni per la collaborazione

DOC, PPT, ZIP, PDF, RTF, formati grafici

Applicazione web, versione mobile per iOS, Android

E-Mail, Google+, Facebook, Twitter

Basic: gratuito

Personal: circa 5 €/mese

Pro: circa 8 €/mese e utente

Business: circa 12,50 €/mese e utente

wisemapping

Possibilità di hosting sul proprio server

PDF, SVG, FreeMind

Applicazione web

E-Mail, Google+, Facebook, Twitter

Gratuito

mapul

Particolarmente accattivante a livello visivo

SVG, JPG

Applicazione web

E-Mail

Free: gratuito

3 mesi: circa 25 $

6 mesi: circa 35 $

1 anno: circa 50 $

mind42

Buon rapporto qualità/prezzo

RTF, PDF, JPEG, PNG, FreeMind, Mindjet Mindmanager

Applicazione web

E-Mail

Gratuito

Mindomo

Integrato su tutte le piattaforme

PDF, TRF, TXT, MPX, HTML, PNG

Versioni per macOS, Windows, Linux, nonché per iPad e dispositivi Android

E-Mail, Google+, Facebook, Yahoo!, Office 365, Windows Live, Clever, MC Online, Yilan

Free: gratuito

Premium: circa 36 €/6 mesi

Professional: circa 90 €/6 mesi

Team: circa 142 €/6 mesi

FreeMind

Pratico, flessibile, per prestazioni elevate

HTML/XHTML, PDF, OpenDocument, SVG, PNG

Versioni per macOS, Windows, Linux

Non necessaria

Gratuito

Conclusione: il software giusto di mind mapping dipende dai vostri gusti ed esigenze

Come potete vedere, la differenza tra i migliori strumenti di mind mapping sul mercato è soprattutto nei dettagli. Ciascuno di questi programmi consente di creare in modo facile e rapido mappe mentali chiare e visivamente accattivanti, ma le funzioni di collaborazione non sono le stesse. Ogni programma ha i propri punti di forza. Quale per voi possa essere il migliore dipende principalmente dalle vostre preferenze personali e dalla vostra disponibilità a pagare per questo servizio. Per facilitare la decisione potete dare uno sguardo alle schermate di esempio o ai video promozionali, testare le versioni di prova gratuite oppure fare un brainstorming servendovi di una mindmap.

Vi preghiamo di osservare la nota legale relativa a questo articolo.