Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso.
OK
1&1 IONOS: SERVIZI PROFESSIONALI CON CONSULENZA PERSONALEScopri di più

Qual è il mio indirizzo IP?

1&1 IONOS IP Checker

Il tuo indirizzo IP:

3.80.85.76

Altri check gratuiti di 1&1 IONOS:

Analisi sito web

1&1 IONOS analizza il tuo sito web per valutarne le potenzialità di successo online e ti fornisce dei consigli per apportare utili miglioramenti che potrai effettuare direttamente. Durante l'analisi 1&1 IONOS visita l'indirizzo internet da te inserito proprio come farebbe un visitatore o un motore di ricerca, per poi analizzare il codice sorgente del tuo sito web.
Analisi sito web

Domain-Check

La verifica dominio di 1&1 IONOS controlla la disponibilità del nome desiderato e fornisce valide proposte qualora questo risultasse già registrato. La verifica della disponibilità avviene non solo con le estensioni classiche come .it o .com, ma anche con moltissimi nuovi domini di primo livello come .global e .online
Domain Check

Ricerca Whois di un dominio

Con il servizio Whois Domain Lookup sei in grado di ricevere tutte quelle informazioni che sono di pubblico dominio su un qualsiasi nome di dominio registrato. Questo servizio può aiutarvi a trovare chi possiede un dominio o se questo è ancora disponibile o meno.
Ricerca Whois di un dominio

Gli indirizzi IP convogliano i flussi di dati nella direzione giusta

A ogni dispositivo dotato di connessione a Internet, attraverso il quale navighiamo in rete, è associato un indirizzo IP. Questo garantisce che i dati raggiungano effettivamente il destinatario giusto. Senza che ce ne accorgiamo, il nostro indirizzo IP entra in azione ogni volta che apriamo una pagina o inviamo un'e-mail. L'assegnazione viene effettuata sempre dal rispettivo Internet provider. Si tratta per lo più di combinazioni di lettere e numeri generati dinamicamente. Un nuovo indirizzo IP viene assegnato ad ogni connessione del router e almeno una volta al giorno.

Così sono strutturati gli indirizzi IP

Per la navigazione in Internet vengono assegnati due tipi di indirizzi IP: IPv4 e IPv6. L'IPv4 appartiene allo standard più tradizionale. Gli indirizzi generati secondo questo standard sono composti ogni volta da quattro blocchi di numeri compresi tra 0 e 255, separati tra loro da punti. La rapida crescita di Internet ha reso tuttavia necessaria la messa a punto di un nuovo standard, per poter generare un numero sempre maggiore di indirizzi. Per questo è stato introdotto il protocollo IPv6, che è ancora raro però da incontrare nella pratica. Mentre gli indirizzi IPv4 si compongono esclusivamente di cifre e punti, negli indirizzi IPv6 compaiono anche lettere accanto a due punti e cifre.

Creare un piccolo server con il proprio IP

Qual è il mio IP? Come posso scoprirlo? Di norma la maggior parte degli utenti della rete non deve porsi domande simili. Infatti lo scambio di indirizzi IP avviene da sé dietro le quinte, senza che si debba prenderne nota. Chi però ha necessità di accedere dall'esterno a una rete o un router o di consentire a terze persone l'accesso a questi ultimi, deve essere a conoscenza dell'indirizzo IP corrispondente. Richiedono ad esempio l'immissione dell'indirizzo IP la creazione di un server FTP o l'accesso a un game server per un gioco come Minecraft.

Assegnazione sicura e tutela dei dati

Normalmente un utente Internet non vede in un indirizzo IP nulla di più che una casuale successione numerica. Eppure i numeri vengono rilasciati e attribuiti secondo regole ben precise. Contengono, ad esempio, informazioni sul rispettivo Internet provider e il luogo della connessione alla rete. Attualmente in Italia ogni provider deve cancellare per legge i dati al termine di ogni sessione Internet.
Non hai trovato la soluzione più adatta?
Abbiamo l'alternativa ideale per te.

Cosa c’è da sapere sull’indirizzo IP

FAQ
L'indirizzo IP fa sì che i dati arrivino esattamente dove devono arrivare. In questo modo ogni computer collegato a Internet è parte di una rete. In questa rete si inviano e si ricevono dati continuamente. L'indirizzo IP è una sorta di numero di riconoscimento individuale, che consente il trasferimento mirato di dati. Quando, ad esempio, apriamo una pagina, il browser trasmette il nostro indirizzo IP al web server della pagina. In questo modo il web server sa a sua volta, dove deve indirizzare i dati. Il nostro IP-Checker ti mostra questo indirizzo IP pubblico. Dal momento che l'indirizzo IP viene assegnato dal provider, non è possibile cambiare l'indirizzo IP in modo tale che presenti una specifica successione numerica. Possiamo tuttavia provocare l'assegnazione di un nuovo indirizzo casuale tramite riavvio del router.

Esistono poi anche indirizzi IP interni. Questi vengono generati per i dispositivi all'interno di una rete locale e non sono visibili dall'esterno. In questo modo, ogni dispositivo che si connette a una WLAN privata, riceve un proprio IP. Nella norma il router assegna automaticamente indirizzi che cambiano a ogni sessione Internet. In Windows, mediante l'ordine "ipconfig" nel prompt dei comandi possiamo visualizzare i dati di indirizzo di un dispositivo nella rete locale. Gli utenti che utilizzano Mac OS, invece, dovranno digitare nel terminal "ifconfig". Anche il router dispone di un proprio IP, che è possibile visualizzare allo stesso modo digitando questi comandi. Spesso l'IP del router viene connotato come "standardgateway". Si tratta di una successione di numeri statica, spesso 192.168.0.1 o 192.168.1.1. Nelle impostazioni di rete abbiamo la possibilità di assegnare a ogni dispositivo un indirizzo IP fisso.
Normalmente l'indirizzo IP viene assegnato dinamicamente dall'Internet provider a ogni nuova sessione. "Dinamicamente" significa che a ogni connessione viene generato un nuovo indirizzo IP, in ogni caso almeno una volta al giorno. Questa modalità presenta un vantaggio: l'assegnazione degli indirizzi può essere organizzata in modo più efficiente. Gli utenti, infatti, non sono mai tutti contemporaneamente online e il protocollo dinamico può tenere conto degli indirizzi inutilizzati. Inoltre, gli indirizzi IP dinamici aumentano la sicurezza in Internet, rendendo sensibilmente più difficile l'identificazione e gli attacchi mirati dall'esterno.

In Internet vengono adoperati anche IP esterni statici, oltre a quelli dinamici. È il caso, in particolare, dell'IP di una homepage. Gli utenti Internet, infatti, dovrebbero essere messi nella condizione di poter trovare le pagine web con la massima facilità. Per questo è stato introdotto il sistema dei nomi di dominio (Domain Name System, DNS): è molto più facile ricordare un dominio come www.ionos.it che una successione numerica apparentemente casuale. Ogni dominio rimanda a sua volta a un web server con indirizzo IP fisso.
Gli indirizzi IP si distinguono in IPv4 e IPv6. Un indirizzo IPv4 si compone di quattro blocchi di cifre, separati fra loro da un punto. In ogni blocco figura un numero compreso tra 0 e 255: questo rende possibili circa 4,3 miliardi di combinazioni e quindi indirizzi. Considerato che il numero dei domini registrati ogni anno sta crescendo in maniera esponenziale e che continuerà a crescere in futuro, si è previsto che questa risorsa diventerà ben presto insufficiente. Per questo motivo si sta introducendo lo Standard IPv6, grazie al quale sono possibili circa 340 sestilioni di indirizzi. La notazione degli indirizzi IPv6 è meno immediata, dal momento che vengono assegnati sia numeri che lettere sotto forma di otto blocchi divisi dai due punti.

Il nostro IP non è mai una semplice combinazione di numeri e lettere generata casualmente. Determinate categorie di IP vengono assegnate ad esempio ai provider o a grandi aziende. Per gli indirizzi IP non esiste una marca di riconoscimento del paese, come nel caso dei numeri telefonici, in compenso è possibile risalire attraverso l'indirizzo IP al luogo da cui avviene l'accesso alla rete. L'IP inoltre, fornisce informazioni circa il sistema operativo e il browser utilizzati dall'utente Internet. Gli Internet provider ottengono tramite l'indirizzo IP anche informazioni riguardo il comportamento di un utente nel corso di una sessione, ma sono tenuti per legge a cancellare i dati raccolti quando questa termina.
Per ragioni di sicurezza i router bloccano i tentativi di accesso a una rete locale dall'esterno. In alcune situazioni, però, ha senso consentirli. Possiamo così permettere ad altri l'accesso alla nostra rete tramite FTP (File Transfer Protocol) e creare un piccolo server privato per la trasmissione di dati. Anche coloro che desiderano mettere a disposizione dei propri amici un piccolo game server nella rete domestica, hanno bisogno dell'indirizzo IP. Minecraft e altri giochi offrono appositamente per questo scopo un software per il game server.

Per aggirare il firewall di un router, bisogna aprire le cosiddette "porte" per l'accesso dall'esterno. Per connettersi al game server i giocatori necessitano dell'indirizzo IP del server. La conformazione di un firewall dipende da un lato dal sistema operativo, dall'altro dal software per il game server o l'FTP.
Hai bisogno di aiuto per trovare la soluzione che fa per te?

Siamo felici di poterti aiutare nella scelta del prodotto e di fornirti assistenza dopo l'acquisto

02 - 218 026 81
Siamo a tua disposizione, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.