Curriculum vitae: esempio e suggerimenti

I candidati che compilano i documenti di candidatura si concentrano di solito sulla lettera di presentazione, la adattano specificatamente al posto vacante e cercano di puntare tutto sulla creatività e sull'autenticità. Il CV, d'altra parte, viene spesso erroneamente trascurato. Infatti il curriculum vitae, abbreviato in CV, è il primo documento letto dai dipendenti dell'ufficio del personale. E per un buon motivo.

Gli uffici del personale di aziende importanti spesso leggono centinaia o addirittura migliaia di lettere di candidatura per ogni annuncio di lavoro. La prima preselezione viene effettuata sulla base dei fatti. Il candidato possiede una laurea, un'esperienza lavorativa o conoscenze adeguate al lavoro? Il curriculum vitae fornisce risposte a queste domande. Per questo, dovreste essere molto meticolosi nel tracciare il vostro percorso lavorativo. A differenza di una lettera di presentazione, qui si deve puntare a essere accurati piuttosto che essere creativi. In primo luogo, è importante informare brevemente e concisamente il destinatario dei documenti di candidatura sulle vostre qualifiche.

Definizione

Il curriculum vitae è una sintesi del percorso di vita del candidato, con gli eventi che sono rilevanti per la sua carriera professionale. Il curriculum vitae è redatto per iscritto (di solito in forma tabellare) e presentato insieme agli altri documenti di candidatura.

Vi mostriamo come creare un curriculum vitae professionale e quali informazioni dovrebbe contenere. Vi forniamo anche un curriculum vitae di esempio gratuito da utilizzare per candidarsi efficacemente.

Requisiti formali

Un curriculum vitae ben formulato si vede di rado oggi. Di norma i responsabili del personale si aspettano maggiormente un elenco sotto forma di tabella. Il vantaggio di un CV di questo tipo è che risulta più chiaro, non supera le due pagine e offre quindi al destinatario la possibilità di avere una visione d'insieme della carriera professionale del candidato in un tempo molto breve. Non esistono dei veri e propri requisiti formali per la redazione di un curriculum vitae tabulare, tuttavia alcuni si orientano al modello europeo o si servono di altri esempi precompilati.

Inoltre, nella prassi si sono affermati i seguenti punti:

  • Il CV non deve superare le due pagine.
  • Scegliete un font facile da leggere e non troppo esotico. Non si deve necessariamente optare per i due font standard Times New Roman o Arial. Altre alternative possibili sono Calibri, Cambria, Garamond, Georgia, Verdana o Helvetica.
  • Utilizzate al massimo due caratteri diversi.
  • Utilizzate caratteri di dimensioni sufficientemente grandi. A seconda del tipo di carattere, si consiglia una dimensione del carattere da 10 a 12.
  • Di solito si usa un'interlinea singola.
  • Abbinate il carattere e la relativa dimensione agli elementi di design utilizzati nella lettera di presentazione.
  • Strutturate il curriculum vitae in sezioni comprensibili e utilizzate un titolo evidenziato in grassetto, un carattere e/o dimensione del carattere diversi per ogni sezione. Per il resto utilizzate con parsimonia elementi stilistici come grassetto, corsivo o sottolineatura.
  • Lasciate spazi bianchi per strutturare il documento, ad esempio con righe vuote, formati di paragrafi o rientranze.
  • Allineate i livelli della struttura creata con linee di allineamento uniformi.

Oggi, il curriculum vitae viene creato con programmi di elaborazione di testi. Scrivete il curriculum con Microsoft Word o con un programma simile per l'ufficio e informatevi se l'azienda si aspetta una candidatura in formato digitale o cartacea.

Microsoft Office 365 con 1&1 IONOS!

Account e-mail Exchange e le ultime versioni delle tue applicazioni Office preferite tra cui Word, Excel e PowerPoint su tutti i dispositivi!

Office online
OneDrive con 1 TB
Supporto 24/7

La candidatura online si è affermata come standard in numerosi settori. I documenti di candidatura sono inviati via e-mail o tramite un modulo online sul sito web del datore di lavoro.

Non inviate documenti digitali in un formato modificabile, ma sempre in una copia che non è possibile alterare. Di norma, gli uffici del personale si aspettano documenti di candidatura digitali in formato PDF. Nella nostra Digital Guide trovate le informazioni su come creare un PDF.

Consiglio

Quando inviate una candidatura via e-mail, fate attenzione a rispettare le consuetudini della comunicazione commerciale online. Abbiamo riassunto le notizie più importanti per voi nella nostra guida alle e-mail commerciali.

Indirizzo e-mail professionale e dominio individuale

Scegli un indirizzo e-mail personalizzato e un nome per il dominio che rappresentino al meglio la tua azienda.

Semplice
Sicuro
Conveniente

Struttura del curriculum vitae

Al momento di creare un CV in forma tabellare dovreste attenervi allo schema stabilito. Di norma, i dipendenti dell'ufficio del personale presuppongono che il vostro CV contenga i seguenti elementi e preferibilmente in questo ordine:

  • Dati personali
  • Percorso lavorativo
  • Scuola e istruzione
  • Conoscenze e competenze specifiche
  • Interessi personali e hobby
  • Data e firma

Un curriculum vitae in forma di tabella dovrebbe essere intitolato "curriculum vitae".

Dati personali

I dati personali includono i vostri dati personali e i dati di contatto con i quali potete essere contattati in caso di domande.

Inserite i dati personali in modo chiaramente visibile, posizionati in modo sensato e senza che occupino troppo spazio nel CV, ad esempio nell'intestazione o nella parte superiore del documento accanto alla foto di candidatura (se ne inviate una). Nel caso di un curriculum vitae a più colonne, i dati personali sono spesso inseriti in una colonna della pagina evidenziata con un colore diverso o delimitata da elementi di design.

Le informazioni obbligatorie di un curriculum vitae sono le seguenti:

  • Nome e cognome
  • Indirizzo
  • Data e luogo di nascita
  • Numero di telefono
  • Indirizzo e-mail

Inoltre, il vostro curriculum vitae può contenere informazioni che in precedenza erano di uso comune, ma che ora risultano facoltative. Siete voi a decidere se desiderate mettere le seguenti informazioni a disposizione dell'azienda:

  • Nazionalità
  • Stato civile
  • Confessione religiosa

Anche la foto è opzionale (a meno che non sia esplicitamente richiesta e necessaria per il lavoro da svolgere). Se si decide di includere una foto alla candidatura, questa dovrebbe soddisfare i requisiti di una foto professionale. I selfie o le foto delle vacanze di solito non sono ben accolte dai dipendenti dell'ufficio del personale.

Consiglio

Avete degli account sui social network? Aggiungete i link appropriati al vostro curriculum vitae e date ai vostri selezionatori l'opportunità di saperne di più su di voi, se necessario. A seconda del settore, si prestano link a piattaforme come LinkedIn, Facebook, Twitter o Instagram. Attenzione alla professionalità! La vostra presenza sui social media dovrebbe essere seria e collegata al vostro lavoro o a interessi rilevanti. Le foto di feste sono di solito accolte male. Coloro che usano Instagram principalmente per documentare i loro pasti dovrebbero esimersi dal lasciare il link, a meno che non si tratti di un lavoro nel settore della ristorazione.

Percorso lavorativo

La cosiddetta forma americana si è affermata nella presentazione della propria carriera professionale. L'esperienza professionale è presentata in senso anticronologico, cioè in ordine inverso, a partire dall'ultima posizione ricoperta.

Le informazioni che dovreste includere in questa sezione includono:

  • Fasi della carriera
  • Stage durante e dopo l'istruzione
  • Lavori rilevanti svolti durante gli studi o lavori minori

Si consiglia di adottare una struttura a due colonne: inserite nella colonna di sinistra il periodo di lavoro e a destra la relativa posizione e le informazioni sul rapporto di lavoro.

Ogni voce deve includere il nome corretto dell'azienda, la sede di lavoro e la denominazione esatta del lavoro. Inoltre, è efficace mettere in evidenza con punti chiave i compiti rilevanti e i successi raggiunti.

Per la durata d'impiego è sufficiente specificare il mese esatto, ad esempio "dal 12/2012 al 08/2015". Utilizzate un formato uniforme.

Ad esempio, formattate le informazioni relative al percorso lavorativo nel vostro CV come segue:

Nella migliore delle ipotesi, la vostra carriera professionale è ininterrotta. Le interruzioni di più di tre mesi tra due rapporti di lavoro richiedono spiegazioni e vengono trattate da personale esperto al massimo durante il colloquio di lavoro.

Scuola e istruzione

Di norma, il percorso formativo è separato dal percorso lavorativo e include i seguenti punti:

  • Studi: nome dell'università, focus, voto finale (se rilevante), facoltativo è il tema della tesi di laurea
  • Formazione professionale
  • Soggiorni all'estero durante il periodo di formazione
  • Diploma di maturità scolastica: nome della scuola, voto finale (se rilevante)

Elencate anche le singole fasi della vostra formazione in senso anticronologico, includendo il nome dell'istituto scolastico, il voto finale e l'argomento della tesi (se rilevanti e soprattutto se vi permettono di fare una buona impressione per la posizione che state cercando di ottenere).

In base alla vostra esperienza professionale, scenderete o meno nei dettagli del vostro percorso formativo. I neolaureati o chi si affaccia ora al mondo del lavoro e che hanno svolto solo una formazione professionale o tirocini dovrebbero descrivere il percorso educativo il più dettagliatamente possibile senza lacune. Per i candidati con alle spalle 20 anni di carriera sono di solito sufficienti i titoli di studio e informazioni generiche sulla formazione.

Conoscenze e competenze specifiche

Avete acquisito ulteriori qualifiche indipendentemente dalla vostra formazione o dalle singole fasi della vostra carriera professionale? Ottimo! Esponeteli nella sezione "Conoscenze e competenze specifiche". Assicuratevi, tuttavia, che i dettagli corrispondano alla posizione per la quale vi candidate.

Il fatto di essere in possesso di una licenza di pesca o di aver completato un corso di motosega in un negozio di fai da te è probabilmente meno interessante per il dipartimento del personale di una compagnia assicurativa, mentre è più probabile che ulteriori corsi e certificati rilevanti per il vostro settore, ad esempio nella gestione dei progetti, siano più interessanti.

In questa sezione, concentratevi sulle conoscenze e sulle competenze che vi qualificano per il lavoro in questione. Rientrano tra queste:

  • Corsi e workshop
  • Conoscenza delle lingue
  • Conoscenze informatiche (ad esempio un software utile per il vostro settore)
  • Certificati pertinenti (ad esempio il tipo di patente di guida o il certificato sulla sicurezza sul lavoro)

Le competenze linguistiche sono di solito fornite con un'autovalutazione della vostra competenza. Sono comuni i seguenti livelli:

  • Conoscenze di base
  • Buona conoscenza
  • Fluente
  • Madrelingua

Per una valutazione più accurata spesso si fa anche riferimento al quadro di riferimento europeo delle lingue.

Dovreste anche valutare le vostre abilità informatiche in modo simile.

Assicuratevi di poter dimostrare tutte le qualifiche specificate, se necessario, ad esempio con certificati o attestati.

Interessi e hobby

Nelle sezioni precedenti del vostro CV, vi siete occupati delle cosiddette "hard skills", le vostre (verificabili) competenze professionali. La sezione "Interessi e hobby" vi offre l'opportunità di dare al personale delle Risorse Umane indicazioni sulle vostre soft skills.

Le soft skills sono competenze esterne o trasversali in ambito personale, sociale e metodico. Per il successo professionale sono rilevanti, tra l'altro, le seguenti competenze:

Competenze personali Competenze sociali Competenze metodiche
Resistenza Empatia Competenze analitiche
Responsabilità personale Capacità di integrazione Talento organizzativo
Dedizione Doti comunicative Capacità di presentazione
Motivazione Facoltà critiche Competenza nella risoluzione dei problemi
Curiosità Abilità di capire le persone Capacità di lavorare sotto stress
Autodisciplina Capacità di lavorare in gruppo  
Autoriflessione Doti diplomatiche  
Fiducia in sé stessi    

Queste competenze sono difficili da dimostrare e, a differenza delle hard skills, sono comunicate implicitamente nel vostro curriculum vitae, per esempio attraverso i vostri hobby e interessi. Anche qui vale la regola di limitarsi alle informazioni rilevanti. Le attività quotidiane come leggere, guardare la TV o ascoltare musica non sono incluse.

Tuttavia, se fate parte di una società sportiva, questo può indicare propensione al lavoro di squadra, competenza nella risoluzione dei problemi, autodisciplina o resilienza, a seconda del tipo di sport. Chi tra gli interessi dichiara la propria passione per i viaggi, può puntare sull'apertura mentale e su una forte responsabilità personale. I cuochi amatoriali possono anche apparire come persone creative o socievoli. Non è comunque scontato che vengano fatte queste interpretazioni. Pertanto è importante rimanere autentici, dichiarare solo gli hobby e gli interessi che effettivamente si hanno e prepararsi per ulteriori domande.

Consiglio

Siete amanti degli sport estremi e vi piace cimentarvi nel paracadutismo, nell'alpinismo o nelle arti marziali? Allora fareste meglio a non inserire queste informazioni nel curriculum vitae. Questo tipo di disponibilità ad assumersi dei rischi non è generalmente ben accolto dai dipendenti del personale, in quanto aumenta anche la probabilità di insuccesso.

Anche le attività di volontariato danno all'ufficio del personale un'indicazione delle vostre competenze extraprofessionali, soprattutto in materia di impegno sociale. Tuttavia, è necessario fornire queste informazioni solo se si è attualmente impegnati in attività di volontariato o se l'attività non è stata svolta troppo tempo fa. Nel migliore dei casi, il vostro lavoro di volontariato si sovrapporrà al profilo della posizione a cui aspirate.

N.B.

Non tutte le attività di volontariato sono adatte per un curriculum vitae. Soprattutto in caso di impegno politico è richiesta una certa cautela. Se non conoscete l'atteggiamento della vostra controparte, potreste segnare un autogol con un'affiliazione "sbagliata" a un partito.

Data, luogo e firma

Confermate la correttezza dei dati firmando il CV. Una firma completa include il vostro nome, la data corrente e il luogo in cui avete scritto il documento. Firmate sempre a mano. Nel caso di documenti trasmessi elettronicamente, è buona norma inserire la firma manoscritta come scansione o foto.

Anche se il curriculum vitae è valido senza firma, questo conferisce al documento un tocco personale. Con la vostra firma personale non solo confermate la veridicità delle vostre dichiarazioni, ma dimostrate anche di conoscere le usanze della comunicazione commerciale professionale.

Esempio di curriculum vitae: modello in formato Word

Volete creare il vostro CV basandovi su un modello professionale? Allora potete utilizzare il nostro curriculum vitae di esempio in formato word.

Ecco come funziona: scaricate il curriculum di esempio in formato word gratuitamente, personalizzatelo e compilatelo, e inviate il modello insieme agli altri documenti della vostra candidatura. Buona fortuna!

Word-Download

Modello di CV per Word

Consiglio

Avete inviato il curriculum vitae perfetto, ma non avete ancora ricevuto nessuna risposta? Dopo circa due settimane è lecito chiedere informazioni al riguardo. Nel nostro articolo di approfondimento sul tema candidatura vi sveliamo come richiedere informazioni sullo stato della candidatura senza fare pressioni.


Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per voi!
Web hosting a partire da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza Clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 € mese IVA escl.