Comunicazione di assunzione: la comunicazione obbligatoria delle nuove assunzioni

La vostra azienda è in espansione e avete bisogno di fare nuove assunzioni? Oppure lavorate presso un ente pubblico, avete recentemente dovuto rinunciare a un vostro collaboratore e ora avete necessità di sostituirlo? Che vogliate assumere un dipendente a tempo pieno, part-time o per un minijob, dovete sempre e comunque ottemperare all’obbligo di comunicazione di assunzione alle autorità competenti, in questo caso i Centri per l’Impiego. Saranno poi loro a informare l’INPS e l’INAIL, così come l’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Unificato Lav: la comunicazione unificata per le nuove assunzioni

La comunicazione di assunzione è una comunicazione obbligatoria. Queste va fatta utilizzando l’apposito modulo “Unificato Lav”, che il datore di lavoro deve compilare e inviare prima dell’effettivo inizio della prestazione professionale da parte del neoassunto.

L’Unificato Lav è un modello unico, come suggerisce il nome, in formato elettronico e che sostituisce tutte le precedenti comunicazioni cartacee. Questo modello appartiene al sistema informatico delle Comunicazioni Obbligatorie. La cui introduzione si deve alla volontà di semplificare e velocizzare le procedure amministrative inerenti e la trasmissione delle relative informazioni. Allo stesso tempo si rende così il servizio più trasparente e si allacciano gli archivi informatici dei vari enti interessati, ottenendo dati unitari e riuscendo così a fornire un servizio più efficiente alla cittadinanza.

Grazie a questa comunicazione unificata si possono comunicare diversi cambiamenti attraverso la compilazione e l’invio di un solo modulo. Infatti, oltre alle nuove assunzioni, da comunicare entro le ore 24 del giorno precedente all’inizio del rapporto di lavoro, nei successivi cinque giorni l’Unificato Lav, nelle sue varie versioni, può essere utilizzato per la trasmissione di eventuali proroghe, trasformazioni, cessazioni.

N.B.

In casi eccezionali in cui le urgenze produttive siano tali da non poter rispettare questi termini, è possibile utilizzare il modello predisposto per le urgenze “Unificato Urgente o “UniUrg”.

Informazioni da fornire nella comunicazione obbligatoria

Se già abbiamo chiarito le tempistiche relative alla comunicazione obbligatoria, ora andiamo a riassumere quelli che sono i dati per una corretta ed esaustiva compilazione del modello Unificato Lav tramite il quale avviene la comunicazione di assunzione.

Si tratta di poche e semplici informazioni:

  • Dati anagrafici del neoassunto
  • Data di assunzione
  • Tipologia di contratto
  • Qualifica del lavoratore
  • Trattamento economico e normativo

Documenti necessari per assunzione dipendente 2019

Per poter assumere un nuovo dipendente non ci sono particolari ostacoli burocratici per quanto riguarda i documenti, almeno se si tratta di un cittadino italiano o comunitario. Per questi è sufficiente disporre di un documento d’identità valido e del codice fiscale. Nel caso in cui si tratti di un lavoratore proveniente dall’esterno dell’Unione Europea e del mercato unico, che garantisce la libera circolazione delle persone, sarà necessario che questi presenti il proprio passaporto e il permesso di soggiorno che attestino la facoltà di risiedere e lavorare in Italia, chiaramente entrambi in corso di validità. Questi documenti rappresentano la base fondamentale per procedere con la stipula del contratto di lavoro tra datore di lavoro e lavoratore dipendente. A questi vanno poi ad aggiungersi altri documenti opzionali in base alle necessità del datore di lavoro e alla tipologia di mansione che il neoassunto andrà a ricoprire.

Tra i documenti per l’assunzione ci sono in primo luogo gli attestati di abilitazione o certificazione necessari per svolgere attività specifiche. Ad esempio, una di queste è l’attività giornalistica che, in Italia, prevede l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti o come giornalista professionista o come giornalista pubblicista. Un altro documento riguarda l’attività professionale svolta presso altri datori di lavoro. Ciò significa che, dopo aver selezionato il proprio candidato ideale che andrà a ricoprire la posizione aperta, gli si chiede di presentare un documento del precedente datore di lavoro, che attesti e confermi quanto riportato nel curriculum vitae dell’interessato riguardo il servizio prestato, così da evitare che egli vanti esperienze professionali fittizie o distorte.

Lo stesso discorso vale per i titoli di studio, di cui è lecito richiedere una copia. Si può anche richiedere il certificato penale, ovvero un documento rilasciato presso il tribunale di riferimento del territorio che contiene la storia delle condanne penali del cittadino che si è decisi ad assumere. Un documento particolarmente utile nel caso in cui questi andrà a ricoprire una mansione di particolari responsabilità.

Un documento per l’assunzione a metà tra l’opzionale e l’obbligatorio è il certificato medico. Si tratta infatti di un documento obbligatorio per un’ampia serie di categorie professionali molto diverse tra loro. I motivi vanno ricercati sia nella tutela del lavoratore, in caso in cui questi intraprenda un lavoro fisico provante o pericoloso (dai lavori agricoli, ai settori metallurgico, cartario, lavorazione del legno, passando per quello dei rifiuti o a contatto con animali), sia nella tutela dei consumatori, per chi si occupa della produzione e della vendita di generi alimentari. L’obbligatorietà vi è anche nel caso di assunzione di dipendenti minorenni.

N.B.

A doversi sottoporre al controllo medico per l’abilitazione al lavoro sono anche i terminalisti, ossia chiunque ricopra una mansione da svolgersi di fronte a un terminale, o più semplicemente a un computer.

Vi preghiamo di osservare la nota legale relativa a questo articolo.


Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per te!
Web hosting a partir da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.