Ergonomia sul posto di lavoro: la salute nella vita di tutti i giorni

Uno stile di vita sano inizia sul posto di lavoro. Purtroppo, molti dipendenti e datori di lavoro non prestano attenzione all’ergonomia sul posto di lavoro. Le dimensioni standard per tavoli e sedie e la mancanza di regolazioni individuali portano a problemi che hanno conseguenze a lungo termine. Le deformità posturali possono inficiare gravemente le prestazioni lavorative, ma anche la vita privata. Ha quindi senso che sia i datori di lavoro che i dipendenti si premurino di organizzare una postazione di lavoro ergonomica.

Ma di cosa si tratta esattamente quando si parla di ergonomia sul posto di lavoro e come possono entrambe le parti progettare l'ufficio in modo che tutti rimangano in salute a lungo termine? Abbiamo raccolto per voi le informazioni più importanti sulle indicazioni ergonomiche a lavoro, compresa una checklist gratuita da scaricare.

Perché è importante creare uno spazio di lavoro ergonomico?

Passiamo la maggior parte del nostro tempo al lavoro. Per la maggior parte delle persone, ciò significa stare sedute al computer in ufficio giorno dopo giorno. Ma stare seduti per lunghi periodi di tempo può danneggiare il nostro corpo e comporta sempre il rischio di causare vari disturbi e malattie. Tra questi vi sono i problemi di postura causati da posti di lavoro non correttamente allestiti, nonché problemi cardiovascolari e digestivi, ulteriormente incentivati dalla mancanza di esercizio fisico e da una cattiva alimentazione. Un posto di lavoro ergonomico è progettato per preservare la salute a lungo termine e quindi prevenire possibili problemi di postura o malattie.

Definizione

Ergonomia: il termine deriva dalle parole greche ergon (lavoro, opera) e nomos (legge, regola) e descrive così la legittimità del lavoro umano. L’obiettivo dell’ergonomia sul posto di lavoro è quello di creare condizioni fisiche di lavoro ottimali per mantenere la salute del dipendente a lungo.

Una postazione di lavoro ergonomica non comprende solo la sedia giusta e un tavolo adatto. Anche le condizioni di illuminazione, le attrezzature tecniche e lo stesso spazio di lavoro possono avere una notevole influenza sulla salute sul posto di lavoro. Inoltre, l'attenzione dovrebbe essere portata sulle pause previste per legge, una sana alimentazione e una sufficiente attività fisica sul posto di lavoro. Una postazione di lavoro ergonomica non solo previene danni alla salute a lungo termine, ma promuove anche la produttività e la soddisfazione dei dipendenti.

Quali sono le malattie da ufficio più comuni?

Una seduta non corretta, la mancanza di esercizio fisico e un posto di lavoro scomodo fanno ammalare a lungo andare. Le seguenti malattie sono causate da anni di lavoro in ufficio e sono quindi chiamate anche "malattie da ufficio":

  • difetti posturali e malattie dell'apparato locomotore
  • depressione e burnout
  • malattie respiratorie
  • disturbi digestivi
  • emicrania
  • malattie cardiovascolari

Pertanto, esistono numerose linee guida ergonomiche, che i datori di lavoro sono obbligati per legge a rispettare dal Decreto legislativo del 9 aprile 2008, n. 81 sulla salute e sicurezza sul lavoro. Con l'allestimento di un posto di lavoro individuale ed ergonomico, è possibile prevenire o attenuare lo sviluppo delle malattie elencate in ufficio.

Come si allestisce una postazione di lavoro ergonomica?

Per evitare deformità posturali e malattie a lungo termine, è importante posizionare la sedia da ufficio, la scrivania e il monitor in modo da potersi sedere in posizione eretta e guardare direttamente lo schermo. Per questo motivo, il posto di lavoro viene spesso regolato secondo la sequenza "STA":

  • Sedia
  • Tavolo
  • Attrezzature di lavoro

Assicuratevi che la vostra postazione di lavoro ergonomica sia adattata individualmente al vostro corpo. Questo è l'unico modo per evitare problemi posturali a lungo termine. Inoltre, una scrivania regolabile in altezza consente di passare dalla posizione seduta a quella in piedi, portando più varietà e movimento nella vostra giornata lavorativa.

Consiglio

Come sedersi correttamente: sedersi in modo da formare un angolo di 110-120° tra il torso e la coscia. Posizionare i talloni esattamente all’altezza dell'incavo del ginocchio. Entrambi i piedi devono sempre toccare completamente il pavimento. Tenere una distanza di tre dita tra l’incavo delle ginocchia e il bordo anteriore della seduta. I braccioli devono essere regolati in modo che sia possibile una seduta normale e rilassata.

Per una corretta ergonomia sul posto di lavoro, l’altezza della vostra scrivania dovrebbe essere regolata in modo tale che la parte superiore dei braccioli della sedia sia a diretto contatto con il piano del tavolo. Per quanto riguarda le attrezzature di lavoro, si raccomanda un allineamento parallelo e simmetrico per evitare un eccessivo sforzo su un lato del corpo. Il bordo superiore dello schermo dovrebbe essere all'altezza degli occhi, in modo da poter lavorare in posizione seduta diritta. Anche la corretta distanza dallo schermo è fondamentale per proteggere gli occhi. Ad esempio, la distanza minima per un monitor da 24 pollici è di 100 cm.

Quando si usa la tastiera è bene tenere le mani distese. I supporti per tastiera possono aiutare, ma una tastiera ergonomica separata in due parti aiuta a migliorare la postura del braccio e a ridurre i fastidi a collo e polso. La postura gioca un ruolo importante anche mentre si usa il mouse: idealmente, il braccio che comanda il mouse e il bordo della scrivania formano un angolo retto.

Oltre alla corretta postura, faremovimento e pause con regolarità sono fondamentali per una postazione di lavoro ergonomica. Ogni ora dovreste prendervi almeno cinque minuti di pausa durante i quali i vostri occhi possono distrarsi dallo schermo. Usate questa pausa per muovervi e scaricare la tensione dal vostro corpo.

Anche l'illuminazione e l'acustica possono avere un impatto sulla nostra salute e dovrebbero quindi essere prese in considerazione quando si organizza l’ergonomia di un posto di lavoro: troppa poca luce stanca gli occhi, quindi si dovrebbe prestare attenzione a garantire una certa luminosità di base. In questo caso è preferibile la luce del giorno, per questo motivo il posto di lavoro dovrebbe essere allestito parallelamente a una finestra (se possibile).

Assicuratevi anche che il posto di lavoro sia tranquillo. Un alto livello di rumore riduce la concentrazione e aumenta i livelli di stress. Le apparecchiature rumorose, come stampanti o fotocopiatrici, dovrebbero essere in stanze separate. Inoltre, quando si sistemano le postazioni di lavoro in un ufficio più grande, si dovrebbe prevedere uno spazio sufficiente tra le scrivanie per consentire una sufficiente libertà di movimento e per non disturbare eventuali conversazioni dalle aree di lavoro vicine. Anche la scelta dell’arredamento può contribuire a ridurre i livelli di rumore: i pavimenti in moquette o in plastica morbida isolano meglio dei pavimenti duri, mentre le superfici in acciaio e vetro riflettono il suono più fortemente rispetto ai mobili in legno o ai frontali degli armadi coperti.

Consiglio

Nella nostra checklist “Postazione di lavoro ergonomica” trovate una sintesi di tutti i suggerimenti pratici da scaricare e stampare.

PDF-Download

Checklist: “Postazione di lavoro ergonomica”


Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per te!
Web hosting a partir da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.