Hard skills: definizione ed elenco

Dietro il concetto di "hard skills" (noto in italiano anche come competenze tecniche) ci sono tutte quelle abilità che possono essere innanzitutto apprese e poi verificate o dimostrate. Queste includono competenze linguistiche, conoscenza dei programmi informatici, capacità di programmazione e molto altro ancora. Le hard skills rappresentano la vostra cassetta degli attrezzi delle competenze tangibili. Al contrario, le soft skills sono più difficili da valutare e definiscono aspetti caratteriali come la resilienza, la tenacia e il lavoro di squadra. Nel seguente articolo apprenderete il significato di hard skills, quali tipi di hard skills ci sono, come vanno inserite nel CV e quali competenze tecniche sono rilevanti per i datori di lavoro.

Cosa sono le hard skills?

Le hard skills sono quelle competenze che si possono acquisire, quantificare e spesso dimostrare mediante una qualifica o una prova. Quelle più tipiche, che si imparano in parte a scuola, sono ad esempio una lingua straniera, tecniche di dattilografia e competenze informatiche e di software (come MS Office). Nel corso della vostra carriera professionale o della vostra formazione conseguirete spesso ulteriori competenze tecniche, ad esempio ampliando le vostre capacità sul posto di lavoro o frequentando corsi di perfezionamento professionale. Queste possono comprendere competenze e conoscenze in settori quali contabilità, amministrazione, banking, redazione, informatica, ingegneria e manutenzione meccanica, gestione dei server, ricerca, traduzione, project management e molti altri. Molte di queste hard skills possono essere documentate in fase di candidatura con attestati, certificati ed esperienze di lavoro.

Con la vostra personale lista di hard skills mostrate a un potenziale datore di lavoro l’insieme di competenze che offrite. In base a queste competenze un’azienda può valutare la vostra eventuale idoneità a un determinato profilo professionale. Invece le competenze trasversali, meno misurabili e più difficili da identificare, sono prese in considerazione dal datore di lavoro generalmente solo durante il processo di candidatura.

Hard skills vs soft skills

In fase di candidatura o sul lavoro le vostre competenze determinano se siete idonei o meno a un certo posto o a una determinata mansione. Tali competenze si suddividono approssimativamente nelle hard skills, verificabili, dimostrabili e per lo più applicabili attivamente e nelle soft skills intrinseche, legate al carattere e ai rapporti interpersonali. Entrambe le categorie alla fine vi rendono la persona e il lavoratore che siete. Ecco alcuni esempi a confronto:

Hard skills

Soft skills

Competenze apprendibili e verificabili, conoscenze e qualifiche

Proprietà caratteriali; caratteristiche individuali e interpersonali

-Conoscenze linguistiche

-Laurea, formazione, certificati

-Contabilità

-Dattilografia

-Gestione macchine

-Linguaggi di programmazione

-Conoscenze software

-...

-Capacità comunicative

-Flessibilità

-Autodisciplina, autoriflessione

-Lavoro di squadra

-Gestione del tempo

-Empatia

-Spirito critico

-...

Quale significato hanno le hard skills?

Le hard skills sono importanti perché ampliano il vostro curriculum e vi rendono interessanti dal punto di vista lavorativo. Inoltre, grazie alle vostre hard skills si capisce se siete specializzati in un determinato settore e se disponete delle competenze tecniche necessarie. Se per esempio siete in possesso di conoscenze avanzate in diversi linguaggi di programmazione, la maggior parte dei datori di lavoro vi considererà un programmatore competente. Se parlate tre o più lingue, penseranno che abbiate talento per le lingue straniere e una certa esperienza nella comunicazione. Attraverso i tirocini, potrete ampliare il vostro portfolio e dimostrare le competenze acquisite. Le competenze tecniche vi consentono di vendervi come candidato al prezzo più alto possibile; sono la prima cosa che potete offrire a un potenziale datore di lavoro.

Consiglio

Le Hard Skills sono il punto saliente della vostra candidatura. Nella nostra guida ai colloqui potete approfondire come presentare voi stessi e le vostre abilità tecniche nel miglior modo possibile.

Come comunicare le proprie hard skills

Per decidere come presentare al meglio le proprie competenze tecniche, è necessario prima di tutto organizzarle secondo delle priorità. Nel migliore dei casi decidete, per ogni singola candidatura, quali competenze mettere in evidenza nella lettera di presentazione, quali far comparire nel curriculum vitae e quali sono quelle meno rilevanti che potete tralasciare. Già l'annuncio di lavoro riporta sostanzialmente quali competenze specialistiche sono esplicitamente richieste, alle voci "Requisiti richiesti" o "Profilo ricercato".

Le hard skills nel curriculum vitae

Le competenze tecniche rilevanti per la candidatura devono comparire nel curriculum vitae in un semplice elenco: di solito si tratta di competenze tecniche, competenze linguistiche, conoscenze di software e di linguaggi di programmazione, competenze grafiche o attività di consulenza. Le soft skills generalmente non vi compaiono in quanto necessitano di una spiegazione più dettagliata.

Le competenze professionali figurano in genere sotto il campo dell’istruzione o formazione professionale, ad esempio "2012-2015 Laurea triennale in economia aziendale all'Università di Treviri con specializzazione in diritto del lavoro e gestione aziendale" o "Master in Project Management". In questo modo il vostro CV si presenta scorrevole e risulta semplice collegare la vostra carriera alle vostre competenze tecniche.

Le competenze che non rientrano nelle categorie istruzione e profilo professionale possono anche essere elencate brevemente in una categoria separata (ad esempio, "Conoscenze e abilità"). Si noti, tuttavia, che le competenze veramente importanti vanno inserite nelle due categorie sopra citate; l’ultima voce, infatti, compare alla fine del curriculum.

Le hard skills nella lettera di presentazione/motivazione

Se siete in possesso di una delle hard skills elencate come requisito nell'annuncio di lavoro, dovreste sottolinearlo anche nella lettera di presentazione. In questo modo, oltre a rimarcare l’idoneità al profilo professionale ricercato, dimostrate di affrontare con serietà l'annuncio di lavoro e di non presentare semplicemente una candidatura standard. A seconda del profilo professionale, può anche essere utile sottolineare alcune importanti competenze trasversali come l’attitudine al lavoro di squadra e la flessibilità. Ciò suggerisce un certo grado di fiducia in se stessi; attenzione però a non esagerare, altrimenti la lettera di presentazione sarà troppo lunga e potreste apparire presuntuosi agli occhi del lettore.

Elenco: le hard skills più richieste

L’elenco di hard skills non sarà mai definitivo, in quanto ci sono troppe competenze rilevanti in diversi e svariati settori professionali. Per tale ragione il social network professionale LinkedIn ha condotto una ricerca sulle hard skills attualmente più richieste da recruiter e responsabili delle risorse umane. Ve le presentiamo brevemente qui di seguito.

Analisi e interpretazione dei dati

L'analisi e l'interpretazione dei dati sono competenze estremamente pratiche nel mondo del lavoro tecnologico. Con l’applicazione dimetodi statistici, come analisti di dati sarete in grado di trarre preziose informazioni da un insieme di dati. Che si tratti di sondaggi, studi clinici o data mining non esiste attualmente professione in cui non sia richiesto un minimo livello di conoscenza dell'analisi dei dati.

Gestione della conoscenza

La gestione della conoscenza è un termine piuttosto generico che include tutte quelle competenze strategiche e operative che aiutano agestire la conoscenza nel modo più efficace possibile e ad applicarla vantaggiosamente. La gestione della conoscenza si basa su teorie e dati provenienti da settori quali l'amministrazione aziendale, l'informatica o le scienze sociali.

Project management

Nel project management viene posto l’accento sulla “gestione”. Questa hard skill vi consente di classificare le risorse in maniera efficiente e produttiva per concludere un progetto con esito positivo. Se siete supervisori di un team di progetto è spesso necessario un livello appropriato di capacità di leadership. Quando si tratta di ricoprire posizioni dirigenziali, la maggior parte delle aziende attribuisce importanza all’esperienza pratica in questo ambito, in particolare quando il lavoro è orientato al progetto.

Change Management

Chiamato anche "gestione del cambiamento", il Change Management designa la capacità di sviluppare nuove strategie, sistemi, processi, ecc. per cambiare e ridefinire ampiamente un'azienda o parte di essa. Ciò consente al Change Manager di riorganizzare le strutture mal gestite e trasformarle in strutture positive. Questa competenza viene applicata quando ad esempio un'azienda effettua un re-branding o una riorganizzazione interna, ma è utile anche se si desidera riorganizzare il proprio team o ridefinire alcune convenzioni come la divisione del lavoro o il flusso di lavoro.

Conoscenze social media

Milioni, se non addirittura miliardi di persone, utilizzano oggi social media come Facebook e Twitter. Tuttavia, la gestione professionale dei social è una hard skill da non sottovalutare. Da un lato, si tratta di conoscere le funzioni del sito in questione e di avere una certa esperienza al fine di attirare il più possibile l'attenzione. Dall’altro, è importante per l’azienda valutare correttamente la pertinenza, la portata e il gruppo di destinazione di queste reti e farne un uso appropriato, in quanto un utilizzo smodato dei social media può causare gravi danni. Pertanto, sempre più aziende moderne occupano posizioni che richiedono competenze di social media come loro competenza di base.

Competenze digitali

Le competenze digitali non sono una singola abilità ma un insieme di competenze tecniche finalizzate a un efficiente utilizzo degli strumenti digitali. Vi rientrano l'elaborazione dei dati e il backup, la creazione di contenuti digitali e l'utilizzo consapevole di strumenti di comunicazione e di sistemi di gestione di ogni tipo. Le competenze digitali si riferiscono generalmente alla vostra esperienza nelle sue varie sfaccettature e nelle diverse aree di applicazione che utilizzano il computer e/o Internet come strumenti primari.

Gestione aziendale

Questa hard skill acquisisce rilevanza quando vi candidate per una posizione di leadership. In tale posizione, per raggiungere l'obiettivo aziendale è necessaria un’ampia combinazione di competenze. Due di quelle più importanti sono la leadership e la performance che vi renderanno un leader riconosciuto e un’autorità rispettata. Tuttavia, la gestione aziendale implica anche un alto livello di talento organizzativo e richiede pertanto molte competenze trasversali. In genere, la gestione aziendale è una hard skill che si costruisce lentamente nel corso di una carriera e viene documentata dall'esperienza pratica. Sono soprattutto i giovani che ricoprono questo ruolo a doverne acquisire il più rapidamente possibile una conoscenza di base.

Conoscenze di programmazione

La programmazione è oggi una delle competenze più richieste. A seconda del settore e dell’azienda o progetto, alcuni linguaggi di programmazione sono più richiesti di altri. Un programmatore esperto dovrebbe comunque padroneggiare un certo numero di linguaggi in modo da poter lavorare sui progetti in modo vario e flessibile. Alcune aziende richiedono specificatamente certi linguaggi di programmazione; per esempio, una conoscenza di base dell'HTML è richiesta nell’ambito del Content Management (dove l'HTML è in realtà un linguaggio di markup, ma è menzionato insieme ai linguaggi di programmazione).

Elenco: ulteriori hard skills

Una lista definitiva delle hard skills principali è difficile da stilare. A seconda dell’ambito e della posizione, il datore di lavoro può attribuire più valore a competenze più specifiche e tralasciarne altre che in genere sono più importanti. Il profilo professionale individuale è sempre determinante.

Conoscenze linguistiche

Più lingue parlate, più siete idonei per lavori che implicano la comunicazione internazionale. In molti settori industriali è usuale al giorno d’oggi avere almeno una solida conoscenza dell'inglese, oltre che della propria lingua madre. I vantaggi di competenze linguistiche più specifiche dipendono fortemente dal profilo professionale. Nelle aziende internazionali con una forza lavoro variegata, tuttavia, è sempre un vantaggio indicare ulteriori competenze linguistiche, anche se queste sono piuttosto rudimentali.

Creazione del testo, sicurezza testuale

Molti posti di lavoro richiedono di sapersiesprimere in maniera sicura ed efficace nella forma scritta. Se dovete creare contenuti, comunicare tramite testo sul posto di lavoro o scrivere documenti interni in modo pulito e comprensibile dovete tenere presente che la fluidità e la sicurezza del testo giocano un ruolo centrale nel mondo lavorativo di oggi. Nella maggior parte dei casi, la vostra sicurezza testuale sarà data dalla vostra istruzione e formazione. A volte è consuetudine inviare esempi di testi insieme alla propria candidatura, per dimostrare le proprie capacità testuali.

Velocità di battitura

Tra le hard skills la velocità di battitura è forse un'abilità piuttosto banale. Tuttavia, più si è veloci nello scrivere senza errori, più si possono eseguire determinate attività in modo efficiente. Resta il fatto che un sistema di scrittura a tastiera cieca è richiesto come prerequisito solo in pochissimi lavori.

Coaching

Le vostre competenze sono importanti, ma altrettanto importante è trasmettere tali competenze agli altri. Alcuni lavori richiedono nozioni fondamentali di coaching, cioè l'insegnamento personale e orientato agli obiettivi rivolto ad altre persone. Il coaching richiede anche una solida base di competenze trasversali, come una conoscenza generale della natura umana, il talento organizzativo, la capacità di risolvere i problemi e l'empatia.

Conoscenze software

In base al profilo professionale, ci si aspetta che i candidati siano in grado di gestire determinati software in modo sicuro sin dal primo giorno lavorativo. Il più delle volte, i datori di lavoro richiedono un'esperienza di base con i programmi di Microsoft Office come Word ed Excel. A seconda del settore, i datori di lavoro richiedono un utilizzo sicuro di strumenti più specialistici come programmi di editing grafico (Photoshop, InDesign), sistemi di Content Management (WordPress, Typo3) e strumenti SEO (XOVI, SISTRIX).

Consulenza e acquisizione clienti

La comunicazione con i clienti è un compito importante in molte professioni. Di conseguenza, l'esperienza pratica in questo ambito è fondamentale e va considerata come una hard skill utile da apprendere. Questa include molte competenze trasversali: a seconda del settore, del target, del prodotto e della base clienti, più siete empatici, analitici, organizzati e comunicativi, migliore sarà la vostra consulenza. Alcuni settori industriali richiedono la massima flessibilità possibile, mentre altri si affidano a una rigorosa disciplina. La consulenza e l’acquisizione di clienti sono competenze che prevedono il conseguimento di certificazioni in seguito a corsi di formazione e perfezionamento professionale.

Capacità di marketing

Questo termine generico si riferisce a un insieme di hard skills rilevanti per il marketing; occorre sempre fare una distinzione tra il marketing online e il marketing tradizionale. L'esperienza pratica è l'unico modo per identificare le competenze di marketing. Le abilità importanti includono competenze comunicative (interne, interpersonali, pubbliche, orientate al cliente), tecniche di presentazione, capacità di analisi e conoscenze linguistiche. A queste si aggiunge un insieme di soft skills sociali e individuali.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.