Il sovrapprezzo per le spese generali

Cos'è il sovrapprezzo per le spese generali? Un'azienda sostiene diversi costi che possono essere suddivisi in costi diretti e costi generali. A differenza dei costi diretti, tuttavia, i costi generali non possono essere attribuiti a un oggetto di costo diretto (vale a dire ai prodotti finiti o ai servizi prestati). Se, ad esempio, l'affitto di un capannone di produzione di biciclette ammonta a 20.000 € al mese, non è possibile imputare l’affitto direttamente all'oggetto di costo “bicicletta”. Grazie al calcolo del sovrapprezzo per le spese generali si possono attribuire tali spese generali ai singoli oggetti di costo; aggiungendo successivamente i costi generali ai costi diretti, si ottengono i costi totali di un prodotto o servizio.

Definizione: sovrapprezzo per le spese generali

Si tratta della maggiorazione percentuale sui costi diretti che consente di attribuire i costi generali agli oggetti di costo. L'attribuzione si basa sul principio di causalità. L’importo di maggiorazione può essere determinato per ciascuna tipologia di costi utilizzando una scheda d’imputazione dei costi.

Cosa sono i costi generali?

I costi di un prodotto o servizio si dividono in costi diretti e costi generali. Entrambe le tipologie influiscono direttamente sul prezzo di un articolo o di una prestazione di servizio. I costi diretti, a differenza dei costi generali, possono essere assegnati a un oggetto di costo reale e si possono dunque determinare con relativa facilità. Tuttavia, per coprire anche le spese generali, queste dovrebbero essere incluse nel calcolo al fine di determinare il prezzo totale del prodotto o servizio.

Una distinzione che viene fatta in generale è quella tra i costi generali degli oggetti di costo e i costi generali dei centri di costo. Esempi di comuni costi generali di oggetti di costo sono gli affitti, gli ammortamenti, i costi di formazione, gli stipendi e anche i costi di veicoli, edifici, energia, pubblicità o telefono e Internet. Si parla invece di costi generali dei centri di costo quando ci si riferisce, ad esempio, a filiali, reparti aziendali e gruppi di prodotti. I costi generali possono essere suddivisi in quattro categorie:

  • costi generali dei materiali (ad esempio, gli stipendi dei dipendenti del reparto acquisti, ricevimento merci e controllo merci, l'affitto del magazzino)
  • spese generali di produzione (ad esempio l’affitto dell'edificio di produzione, l’usura delle macchine)
  • spese generali di vendita (ad esempio, stipendi dei dipendenti nei settori vendite e marketing)
  • spese amministrative generali (ad esempio, stipendi per le risorse umane e contabilità, materiale d’ufficio)

Come si calcola il sovrapprezzo per le spese generali?

Prima di determinare l’importo maggiorato e assegnarlo ai singoli oggetti di costo, assegnate le spese generali ai singoli centri di costo. Per centri di costo s’intendono le singole aree aziendali; spesso sono i reparti o le aree funzionali di un'azienda. In questo modo, è possibile identificare quali costi sono stati sostenuti in quali aree aziendali fino ad arrivare al calcolo dei singoli prodotti. Per poter distribuire in una prima fase i costi generali nei centri di costo, è necessario conoscere l’ammontare dei costi generali totali.

Distribuzione dei costi generali nei centri di costo

È possibile assegnare le varie spese generali ai diversi centri di costo utilizzando un programma di contabilità aziendale, ovvero uno strumento di calcolo dei costi. In una tabella le varie voci dei costi generali e l'importo di tali costi in euro vengono assegnati ai diversi centri di costo. Per effettuare tale distribuzione è necessario assegnarli in base alla loro codifica. Nell'esempio che segue sono state utilizzate le codifiche abituali per le voci dei costi generali (stipendi, affitti e assicurazioni):

  • gli stipendi dei dipendenti di un determinato centro di costo
  • l’affitto per la superficie usata (mq) del corrispondente centro di costo
  • l’assicurazione per tutti i dipendenti che lavorano nel centro di costo

Esempio: calcolare il sovrapprezzo delle spese generali utilizzando il foglio di contabilità aziendale.

Al fine di comprendere meglio le voci della scheda d’imputazione dei costi, ipotizziamo qui di seguito e a titolo di esempio un centro di costo dei materiali: 8 dipendenti sono impiegati nell'ufficio vendite, nel ricevimento merci e nel controllo merci. Questi tre reparti appartengono al centro di costo del materiale. Ogni dipendente riceve uno stipendio mensile di 2.500 €, con costi generali pari a 20.000 €. L'importo mensile dell'assicurazione per ogni dipendente di questo centro di costo è di 500 €. Ne conseguono costi generali per l'assicurazione pari a 4.000 €. Per l'affitto del magazzino vengono sostenuti costi pari a 6.000 € (somma corrispondente alle spese generali di affitto).

Costi generali Importo Materiale Realizzazione Amministrazione Fatturato
Retribuzioni 90.000 20.000 30.000 20.000 20.000
Affitto 36.000 6.000 20.000 6.000 4.000
Assicurazioni 14.000 4.000 2.000 4.000 4.000
Importo costi generali 140.000 30.000 52.000 30.000 28.000
Base importo maggiorato   100.000 200.000 150.000 200.000
Percentuale sovrapprezzo   30% 26% 20% 14%

Calcolare il sovrapprezzo per le spese generali

Per calcolare il sovrapprezzo delle spese generali dividete il totale delle spese generali per la base d’importo maggiorato. Questa è costituita dai costi diretti (come i costi dei materiali) del centro di costo corrispondente. Utilizzando il nostro esempio è possibile calcolare il tasso di sovrapprezzo per le spese generali del materiale dividendo il totale delle spese generali di 30.000 € per l’importo base di 100.000 €. Ciò corrisponde a un sovrapprezzo di spese generali dello 0,3 (30%).

Assegnare i costi generali agli oggetti di costo

Nell'esempio precedente la base d’importo maggiorato per i costi generali dei materiali è la somma dei materiali acquistati e utilizzati. Una volta calcolato il sovrapprezzo è possibile attribuirlo ai singoli oggetti di costo. Ad esempio, se i costi del materiale per un prodotto o servizio ammontano a 1 €, vengono addebitati con una percentuale di sovraprezzo del 30%. Ne consegue un costo totale di 1,30 €.

Modalità di calcolo del sovrapprezzo per le spese generali

Il calcolo del sovrapprezzo si utilizza quando in un impianto vengono realizzati più risultati sostenendo diversi costi. Le differenze di costo possono essere ricondotte ai diversi materiali e ai processi di produzione. I sovrapprezzi, inoltre, possono essere riferiti ai costi generali a livello singolo e a più livelli.

Calcolo del sovrapprezzo a livello singolo: nel calcolo delle spese generali a livello singolo, tutte le spese generali vengono ripartite in un'unica tariffa. Il sovrapprezzo è calcolato dividendo il totale dei costi generali per il totale dei costi diretti di un determinato periodo. Lo svantaggio che ne deriva è che si presume che esista una relazione costante tra i costi generali e i diversi elementi di costo diretto.

Calcolo del sovrapprezzo a più livelli: il calcolo dei costi generali a più livelli si basa sul principio della causalità dei costi. Le spese generali vengono imputate alle aree in cui sono state sostenute. I costi generali e diretti sono generalmente sostenuti nei settori del materiale, della produzione, dell'amministrazione e delle vendite. Nel nostro esempio le spese generali sono state calcolate utilizzando il calcolo dei costi generali a più livelli.

Consiglio

Se avete determinato le spese generali calcolando il sovrapprezzo, potete determinare il prezzo totale di un prodotto o servizio sommando i costi diretti e le spese generali. Il contributo di copertura indica in quale misura un prodotto partecipa all'utile operativo. Per avere informazioni sul contributo di copertura e il relativo calcolo potete leggere il nostro articolo sul contributo di copertura.

Vi preghiamo di osservare la nota legale relativa a questo articolo.


Offerta Black Friday
Non perderti la nostra offerta speciale sui prodotti pensati per il tuo successo online. Approfittane subito, hai tempo solo fino al 30 novembre.
Sconti fino al 98%