In cosa consiste Governance, Risk e Compliance (GRC)?

Le grandi imprese attive a livello internazionale sono strutturate in modo complesso e agiscono (se quotate) non solo nel proprio interesse economico, ma anche nell’interesse dei propri azionisti. Ciò richiede una gestione responsabile e una cooperazione armoniosa tra grandi dipartimenti e varie sedi in patria e all’estero. Il GRC (Governance, Risk e Compliance) ha il compito di monitorare tutti questi aspetti e di garantire una gestione aziendale responsabile.

Il modello GRC aiuta a mantenere una visione d’insieme dei complessi processi aziendali e a gestirli con coscienza, in modo che l’impresa possa avere successo economico e operare nel rispetto di tutte le normative e dei regolamenti.

GRC - Definizione e spiegazione

La corporate governance, la gestione del rischio e la compliance sono tre aspetti della gestione aziendale che spesso guardano alle stesse aree e agli stessi processi da prospettive diverse, rendendoli quindi difficilmente distinguibili tra loro per alcuni aspetti. Il termine “Governance, Risk e Compliance”, o la sua abbreviazione “GRC”, viene utilizzato anche in italiano per tutte le misure che garantiscono uno svolgimento corretto, orientato agli obiettivi e legalmente conforme di tutte le attività imprenditoriali (interne ed esterne).

Definizione

Governance, Risk e Compliance: GRC è il termine generico per tutti i processi e le misure che aiutano un’azienda a raggiungere i suoi obiettivi (corporate governance), a identificare e contrastare i possibili rischi (gestione del rischio) e ad attuare e rispettare tutte le normative e i regolamenti applicabili nella sua attività quotidiana (compliance).

Le misure di Governance, Risk e Compliance non sono solo nell’interesse del management aziendale, ma sono anche richiesti dalla legge. I singoli elementi del GRC sono regolamentati da diverse normative, come ad esempio il D.Lgs. 196/03 e il D.Lgs. 231/01, e standard internazionali, come ISO 27001:2005 e BS 25999:2006.

Per comprendere con maggiore precisione quali sono gli obiettivi del GRC e con quali metodi agisce, è utile esaminare individualmente le tre sottoaree.

Corporate governance

L’ambito della corporate governance fa riferimento a una gestione aziendale responsabile a beneficio dell’impresa e dei vari gruppi di interesse esterni (ad esempio gli azionisti). Particolare enfasi è posta sul rispetto delle normative interne obbligatorie e sull’applicazione della legislazione nazionale e internazionale.

Con i suoi requisiti di trasparenza, efficienza e fiducia, la corporate governance costituisce quindi il quadro di riferimento per tutte le decisioni gestionali, indipendentemente dal fatto che si riferiscano a processi interni o esterni.

Gestione del rischio

La gestione del rischio ha lo scopo di identificare precocemente i rischi che potrebbero compromettere il raggiungimento degli obiettivi aziendali e di eliminarli o almeno limitarli adottando le contromisure appropriate.

Questi possono essere rischi interni che sorgono, ad esempio, a causa di lacune di comunicazione, mancanza di competenza dei dipendenti o rivalità tra reparti o sedi. La gestione del rischio si occupa anche dei possibili rischi esterni che possono essere causati dai cambiamenti del mercato (calo della domanda, aumento della concorrenza, crisi economiche).

L’obiettivo è quello di garantire la sopravvivenzae il successo economico dell’azienda a lungo termine.

Compliance

Anche l’area della compliance si occupa di normative e regolamenti che regolano il flusso di tutti i processi aziendali. Per questo motivo è difficile distinguerla dalla corporate governance e i due termini vengono spesso usati come sinonimi.

A differenza della governance, la compliance non riguarda solo il rapporto tra aziende e parti interessate o tra management e dipendenti, ma l’intero sistema etico e morale dei valori su cui l’azienda fonda la propria attività.

Anche se il rispetto dei requisiti di legge e la prevenzione di procedimenti penali costituiscono gli obiettivi principali, gioca un ruolo sempre più importante anche la responsabilità sociale d’impresa. Questo concetto mira a garantire che le imprese si assumono la responsabilità nei confronti della società e dell’ambiente al di là dei requisiti minimi di legge.

Strumenti di controllo del GRC

All’interno di un’impresa, tutti i dipartimenti e i livelli dirigenziali sono tenuti ad agire secondo i principi di Governance, Risk e Compliance. Al di sopra di una certa dimensione aziendale c’è tuttavia il rischio che i dipartimenti perseguano i propri interessi o che le incomprensioni nella comunicazione causino degli errori. Per monitorare e correggere eventualmente questi aspetti, esiste l’audit interno, che verifica l’andamento ottimale e conforme alle regole di tutti i processi aziendali, comprese le stesse misure del GRC. I dipendenti incaricati dell’audit interno sono idealmente diretti sottoposti del management, in modo che possano svolgere il compito in modo neutrale e indipendente dai processi.

Vi preghiamo di osservare la nota legale relativa a questo articolo.


Offerta Black Friday
Non perderti la nostra offerta speciale sui prodotti pensati per il tuo successo online. Approfittane subito, hai tempo solo fino al 30 novembre.
Sconti fino al 98%