New Work: sviluppo, significato ed esempi

La digitalizzazione cambia costantemente il nostro mondo del lavoro. Il concetto di New Work, ossia nuovo lavoro, illustra come le aziende dovrebbero affrontare questi cambiamenti. La massima flessibilità e autodeterminazione possibile dovrebbero rendere i dipendenti più soddisfatti e produttivi e assicurare alle aziende più successo nel lungo termine. Nei paragrafi successivi leggete cosa sia esattamente il New Work e quale significato tale concetto assuma già oggi.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

New Work: definizione

Il New Work non è un fenomeno del tutto nuovo: il termine era già usato alla fine degli anni ’70; oggi è emblematico del cambiamento strutturale nel mondo del lavoro e di come le aziende dovrebbero affrontarlo.

I cambiamenti sono causati da un lato dalla digitalizzazione e dall’automazione della vita lavorativa quotidiana: i lavori esistenti vengono eliminati o modificati; per contro, vengono create posizioni completamente nuove. L’intelligenza artificiale e la crescente globalizzazione accentuano questi sviluppi. Al contempo, le richieste della Generazione Y, ossia le persone nate dai primi anni ’80 alla fine degli anni ’90, stanno cambiando. I lavori con un “senso più profondo”, con cui possono realizzare il più possibile da soli, sono sempre più importanti rispetto a stipendi elevati e titoli prestigiosi.

Fatto

Almeno la metà di tutti i lavori conosciuti sono già cambiati o cambieranno a causa della crescente digitalizzazione e automazione del nostro mondo del lavoro.

New Work: importanza per le aziende

Per le aziende, New Work significa da un lato stare al passo con il progresso tecnologico e, allo stesso tempo, offrire ai dipendenti un posto di lavoro attraente: sfide che richiedono un cambiamento strutturale visibile, ma soprattutto un cambiamento all’interno della cultura aziendale o del cosiddetto “mindset”.

Nessuna lista di controllo illustra come dovrebbe essere il New Work in un’azienda. Ciascuna azienda deve rispondere alla domanda “Cos’è il New Work?” secondo la propria situazione e ricavarne misure adeguate. In ultima analisi, sono il mercato, i clienti, la concorrenza e i dipendenti a definire come si presenta la cultura del New Work vissuto. Sicuramente quasi nessuna azienda potrà fare a meno del New Work nel lungo termine, poiché la carenza di personale specializzato è in aumento, soprattutto nei nuovi settori occupazionali emergenti; gli esperti alla fine opteranno per aziende che sanno convincere anche in termini di New Work.

I vantaggi concreti del New Work per le aziende, dimostrati da vari studi, sono i seguenti:

  • aumento della produttività e motivazione dei dipendenti
  • più innovazioni
  • maggiore fidelizzazione dei dipendenti
  • un vantaggio sul mercato grazie a dipendenti e prodotti in costante evoluzione

I pilastri di New Work

Al centro del New Work ci sono i dipendenti, che si aspettano dal loro datore di lavoro la massima flessibilità sotto tutti i punti di vista: nella scelta dei compiti e dei progetti, ma anche per quanto riguarda l’orario e il luogo di lavoro. In termini concreti, il New Work si compone delle seguenti idee di base:

  1. I dipendenti scelgono i loro compiti in base ai loro interessi e alle loro capacità e non in base a condizioni quadro strutturali come i titoli o l’appartenenza a un team. L’idea di fondo è che le persone che sono animate da un’idea ottengono risultati migliori. Nel migliore dei casi, i dipendenti sviluppano così il loro massimo potenziale e fanno progredire l’azienda con nuove idee.
  2. I dipendenti sono liberi di decidere quali progetti completare, quando, dove e come. Il lavoro agile è tanto ovvio quanto lo smart working. Gli strumenti digitali come i tool per il project management contribuiscono a garantire che tutte le persone coinvolte in un progetto possano facilmente coordinare il loro lavoro e conoscere lo stato attuale in ogni momento.
  3. La tecnologia sottrae alcuni compiti ai dipendenti, ma non toglie loro il lavoro. Oggi il lavoro di routine può essere spesso svolto dalle macchine. Le persone hanno più tempo da dedicare a mansioni più entusiasmanti e nuove. Un’ulteriore idea di base del New Work: il lavoro dovrebbe essere sempre fonte di ispirazione!
  4. Il lavoro non è tutto. Anche la consapevolezza di se stessi e degli altri e la salute in generale costituiscono parte integrante del New Work. Il tema del work life balance, cioè la conciliazione perfetta tra lavoro e vita privata, assume grande importanza.
  5. Il team viene messo in primo piano: le persone sono esseri sociali che amano far parte di un gruppo e sono più motivate quando hanno la sensazione di lavorare per un obiettivo comune. Una volta acquisita, la conoscenza non rimane appannaggio di un singolo dipendente, ma viene condivisa il più ampiamente possibile all’interno del team o dell’intera azienda.

Come si può implementare il New Work nell’azienda?

Se volete introdurre il New Work nella vostra azienda, il lavoro inizia partendo dai valori aziendali e dai dipendenti, perché devono essere coinvolti fin dall’inizio. Una sensazione comune di entusiasmo iniziale, il diritto di avere voce in capitolo e la libertà organizzativa sono fondamentali e costituiscono un primo importante passo verso il New Work.

Consiglio

Tecnicamente non siete ancora pronti per il New Work? Allora utilizzate il cloud server di IONOS oppure gestite il vostro cloud storage personale con l’Hosting Managed Nexcloud. In alternativa, eseguite il backup dei vostri dati utilizzando il cloud backup oppure centralizzate le vostre app di Google su Google Workspace.

Esempi concreti di attuazione del New Work a colpo d’occhio

  • Eliminare la rigidità relativa agli orari di presenza e di lavoro. Introdurre l’orario flessibile, una settimana di quattro giorni, una giornata di 6 ore o implementare lo smart working. Anche gli anni sabbatici e il nomadismo digitale, cioè la possibilità di lavorare in modo completamente indipendente dalla posizione, rappresentano buoni esempi di New Work.
  • Organizzare gli uffici in modo tale che sia possibile un lavorocomune creativo, ma anche concentrato da svolgere da soli. Combinare semplici uffici individuali con aree condivise dotate di lavagne a fogli mobili, lavagne per dipingere e altri strumenti. Anche le offerte di coworking e le soluzioni di scrivanie condivise sono ottimali.
  • Introdurre strumenti per la collaborazione digitale: da soluzioni cloud a strumenti di collaborazione come Jira, Trello o Microsoft Teams fino a lavagne digitali e mappe mentali.
  • Introdurre il lavoro agile. Vi sono diversi approcci e metodi come Scrum e il design thinking. Fondamentalmente, questi tipi di lavoro sono caratterizzati da velocità e flessibilità.
  • Eliminare le gerarchie rigide e i tradizionali stili di leadership. New Work non significa che i dirigenti assegnano compiti ai dipendenti e controllano i progressi; il senso, invece, è che diventano facilitatori, motivatori e coach. In un’azienda la fiducia e la comprensione reciproca sono più importanti della posizione gerarchica.

New Work denota un cambiamento strutturale e culturale che richiede tempo e pazienza. Nel migliore dei casi, iniziate con piccoli cambiamenti e, se necessario, richiedete il supporto di consulenti esterni: gli occhi altrui spesso vedono meglio. Inoltre, poiché i mercati, la tecnologia e le persone cambiano costantemente, il progetto New Work non giunge mai a termine. C’è sempre qualcosa da fare e da migliorare.

Indirizzo e-mail professionale e dominio individuale

Scegli un indirizzo e-mail personalizzato e un nome per il dominio che rappresentino al meglio la tua azienda.

Semplice
Sicuro
Conveniente

Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per te!
Web hosting a partir da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.