Come trovare il nome perfetto per un'azienda

Il nome dell'azienda è l'insegna di un'impresa. Non solo compare sui documenti aziendali e nelle firme dei dipendenti, ma nel migliore dei casi diventa anche un marchio riconoscibile. Tuttavia non tutti i nomi hanno questo potenziale. In altre parole è importante trovare un nome per la propria azienda. Non scegliete subito la prima idea buona che vi è venuta in mente, ma riflettete attentamente su quale nome si adatta al vostro settore e al target che mirate a raggiungere.

Nello scegliere un nome per l'azienda ricoprono un ruolo anche le disposizioni legali. Per alcuni tipi di forma giuridica ci sono delle direttive legali che gli imprenditori devono assolutamente tenere in considerazione al momento di decidere il nome dell'azienda.

Verificare prima le disposizioni legali, poi scegliere il nome dell'azienda

Nella fase iniziale prima di pensare al nome dell'impresa, dovete optare per una determinata forma giuridica. Così gli imprenditori che aprono un'impresa individuale sono obbligati a inserire nel nome dell'azienda il cognome del titolare dell'azienda o le iniziali del nome e cognome. Inoltre ci sono regole in base all'attività svolta per la scelta del nome dell'azienda. Ad esempio per le attività commerciali è necessario sempre indicare la forma giuridica dell'impresa (S.p.A. oppure S.N.C.).

Fate attenzione che il nome dell'azienda non risulti erroneo, suggerendo ad esempio servizi falsi o ingannando con una competenza di cui non si dispone. Ogni azienda è obbligata a fornire dati veritieri e chiari. Di conseguenza dal nome si devono desumere chiaramente lo scopo, la dirigenza e la forma giuridica dell'azienda.

Una volta trovata una buona idea per il nome dell'azienda, è utile controllare nel Registro Imprese e presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi se il nome che vorreste dare alla vostra azienda sia già stato registrato. In questo caso il nome non è più disponibile perché un'azienda già esistente ha già registrato i diritti che non vanno violati, pena sanzioni e procedimenti legali.

Consiglio

Per scegliere il nome dell'azienda è spesso utile riflettere sui canali di distribuzione pianificati. Se Internet è tra questi, dovreste assolutamente registrare un dominio con il nome dell'azienda, che dovrebbe quindi risultare disponibile. Quest'azione è estremamente importante perché il vostro dominio rappresenta l'indirizzo al quale sarà raggiungibile il vostro sito aziendale o il vostro futuro negozio online ma è allo stesso tempo anche una base seria per il vostro indirizzo e-mail aziendale.

Checklist: scegliere il nome dell'azienda

  1. Forma giuridica dell'azienda
  • Verificare se la legge obbliga a inserire il proprio nome
  • Verificare le direttive relative al settore
  • Indicare lo scopo, la dirigenza e la forma giuridica dell'azienda
  1. Indicazioni concrete
  • Ideazione di un nome di fantasia, relativo al settore o alle persone che fanno parte dell'azienda
  • Pronuncia e leggibilità
  • Orientamento al target
  • Potenziale del marchio
  • Settori di attività (possibile espansione)
  • Nome dell'azienda internazionale
  • Referenti commerciali
  1. Ottenere feedback
  2. Verificare il registro delle imprese e la registrazione di marchi e brevetti
  • Registro Imprese
  • Camera di commercio
  • Ufficio Italiano Brevetti e Marchi
  • Verificare la disponibilità dell'indirizzo Internet (verifica del dominio)

7 consigli per scegliere il nome dell'azienda

Dopo che vi sarete assicurati di rispettare le disposizioni legali, potete procedere con il compito vero e proprio: trovare un nome adatto e facile da ricordare per la vostra azienda, che sottolinei l'unicità della vostra azienda e si differenzi nettamente dalla concorrenza.

Primo consiglio: ideazione del nome

Anche quando scegliete una forma giuridica per cui vengono date per legge delle specifiche direttive, è possibile sempre ampliare il nome dell'azienda con denominazioni relative al settore o con nomi di fantasia. In generale si distingue tra tre diverse varianti:

  • Nomi di persone: l'imprenditore dà il nome all'azienda. Rimane a propria discrezione la scelta di inserire il nome per intero o solo il cognome.
  • Nome relativo al settore: il nome dell'azienda si riferisce al campo di attività o al settore, non deve però trarre in inganno con servizi o qualificazioni che non corrispondono alla realtà.
  • Nomi di fantasia: viene scelto un nome inventato liberamente.

Tuttavia non dovete scegliere obbligatoriamente solo una delle varianti, ma potete optare anche per una forma mista, combinando ad esempio il vostro cognome con una parola inventata o aggiungere nomi di fantasia a una denominazione specifica del settore.

Il semplice utilizzo di nomi e settori è spesso noioso e rimane meno impresso per i clienti. Il nome dell'azienda "Giardiniere Rossi" si attiene alle disposizioni legali, ma "Foresta di fiori Rossi - Giardiniere e fiorista" o "FlowerPower Giardiniere Rossi" attirano maggiormente l'attenzione e rispettano ugualmente i requisiti legali.

Secondo consiglio: pronuncia e leggibilità

Fate attenzione che il nome della vostra azienda risulti il più possibile facile da leggere e da pronunciare. Evitate nomi lunghi che l’occhio non può catturare con un semplice sguardo. È meglio utilizzare parole brevi, che ad esempio sono presenti in tabelloni pubblicitari o su insegne aziendali e possono essere comprese anche senza prestarvi la massima attenzione, di modo che i potenziali clienti se ne ricordino facilmente. Se avete cognomi complicati che devono comparire nel nome aziendale, nel nome dell’azienda potete mettere particolarmente in evidenza un nome di fantasia e scrivere con caratteri minuscoli il resto del nome, di modo che i clienti si concentrino solo sul nome di fantasia. Un esempio sarebbe “MARE DI FIORI – Giardiniere Rossi”.

Terzo consiglio: rivolgersi al target in maniera creativa

La creatività è di solito ben accetta per trovare un nome per l’azienda, ma non dovreste dimenticare il target al quale vi rivolgete. Per esempio un assicuratore che indirizza la propria offerta soprattutto a famiglie dovrebbe mettere in primo piano la serietà e la professionalità, anche se il più delle volte ne derivano nomi di aziende poco creativi. Se invece offrite assicurazioni per viaggi all’estero e volete raggiungere soprattutto i giovani che fanno il giro del mondo dopo la maturità o vogliono fare le prime esperienze lavorative all’estero, potete scegliere anche nomi più insoliti. In ogni caso dovreste evitare giochi di parole triti e ritriti, perché otterrete solo un effetto buffo.

Quarto consiglio: potenziale del marchio

Nel caso in cui vogliate vendere prodotti, per promuovere il marchio dovreste adattare il nome dell’azienda ai prodotti stessi: Frasi brevi ed efficaci sono particolarmente adatte. Pensate a nomi come “Nivea” o “Tempo” che ora vengono utilizzati come sinonimo di un preciso prodotto.

Consiglio

Per scegliere il nome dell’azienda, informatevi su alcune nozioni fondamentali sul diritto al marchio. Non appena avete trovato un nome per l’impresa che vi sembra adatto per diventare un marchio, potete procedere con la registrazione del nome del marchio.

Quinto consiglio: possibile espansione

Se optate per un’aggiunta al nome che rimanda alla vostra attività, considerate in anticipo se il nome è ancora corretto anche se ampliate la vostra area di attività. "Goodcut sartoria per uomini" potrebbe risultare problematico se dopo qualche anno decidete di produrre anche abbigliamento femminile. In questo caso sarebbe più lungimirante chiamare la vostra azienda "Goodcut sartoria".

Sesto consiglio: orientamento internazionale

Se immaginate che la vostra idea commerciale possa avere successo anche all'estero, sarebbe bene tenerne conto nello scegliere un nome per la vostra azienda: evitate nomi legati a una particolare lingua e optate per un nome facile da pronunciare nelle lingue più comuni. In caso di dubbio, è possibile scegliere direttamente un nome inglese.

Se siete alla ricerca di un nome comprensibile a livello internazionale, potete chiedere pareri anche a madrelingua, per accertarsi che il nome sia facile da pronunciare e non susciti associazioni negative.

Settimo consiglio: ottenere feedback

Prendete in considerazione diverse opzioni e fate un brainstorming con amici o futuri colleghi di lavoro. Più l’incontro risulta versatile e creativo, più è probabile che si trovi il giusto nome dell'azienda. Cercate un feedback anche da persone non coinvolte di cui vi fidate.

Tutelare il nome dell'azienda

Nell’aprire un’attività commerciale, anche se l'iscrizione al registro delle imprese non sempre è obbligatoria, può comunque avere un effetto positivo sul nome della vostra azienda, suscitando un effetto pubblicitario. In questo modo i potenziali partner commerciali possono verificare se la vostra azienda è presente nel registro delle imprese.

Potete anche registrare il vostro marchio presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Scoprite i requisiti da soddisfare, i costi da sostenere e i vantaggi e gli svantaggi che ciò comporta nell’articolo della guida "Come tutelare il proprio nome aziendale".

Consiglio

Con lo strumento gratuito per la verifica dei domini di 1&1 IONOS scoprite velocemente se il nome dell’azienda che avete scelto è anche disponibile come dominio e potete subito acquistarlo.

Vi preghiamo di osservare la nota legale relativa a questo articolo.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.