Kubernetes tutorial: i primi passi

Il software Kubernetes vi permette di gestire grandi quantità di container e vi assiste nel vostro lavoro con numerosi automatismi. Kubernetes, chiamato anche K8s, è stato all'origine di una vera e propria piccola rivoluzione nello sviluppo di software. Vi spieghiamo i passaggi più importanti, dall’installazione al primo cluster, affinché possiate beneficiare delle sue funzioni.

Kubernetes: operazioni preliminari e installazione

Kubernetes lavora con diversi server: master e nodi. Questi non devono necessariamente essere ubicati su server fisici diversi. Le macchine virtuali consentono di attivare più nodi Kubernetes su un singolo computer. Per scopi di testing è particolarmente utile il programma gratuito Minikube, che permette di lavorare anche in locale con Kubernetes. Poiché Minikube crea una macchina virtuale, il programma dipende da un hypervisor. Per questo motivo, è necessario installare anche un programma come VirtualBox. Inoltre dovete disporre dello strumento Kube Control.

N.B.

Questo tutorial su Kubernetes spiega le fasi di installazione in Ubuntu, ma il software può essere eseguito anche in Windows o macOS. Trovate maggiori informazioni nella guida ufficiale.

Installare Kube Control

Per prima cosa, installate Kubectl sul vostro sistema. Questo programma vi serve per gestire i cluster.

curl -LO https://storage.googleapis.com/kubernetes-release/release/$(curl -s https://storage.googleapis.com/kubernetes-release/release/stable.txt)/bin/linux/amd64/kubectl

Minikube

Installate poi Minikube, che crea una macchina virtuale come nodo.

curl -Lo minikube https://storage.googleapis.com/minikube/releases/latest/minikube-linux-amd64 \
&&chmod +x minikube

Avviate Minikube.

minikube start

All'avvio di Minikube, la configurazione corretta di Kubectl dovrebbe avvenire automaticamente. Per passare dalla riga di comando a un'interfaccia grafica, digitate un altro comando, che apre la dashboard nel browser predefinito.

minikubedashboard
Consiglio

Se per il momento non volete installare Kubernetes sul vostro sistema, potete anche accedere a un terminale web degli sviluppatori dove, con un tutorial interattivo, potete scoprire di più sui primi passi con Kubernetes.

Come funziona Kubernetes

Dopo l'avvio di Minikube, il programma crea automaticamente un cluster con un solo nodo. Potete verificare questo con una richiesta a Kubectl:

kubectlgetnodes

Ora potete creare deployment tramite la dashboard. Fate clic sul pulsante Create (in alto a destra) per passare a un editor basato sul web. Qui potete creare un deployment in formato JSON o YAML. Dopodiché Kubernetes genera automaticamente più pod. Regolate il numero desiderato di pod scalando il deployment. La funzione corrispondente è accessibile tramite un pulsante con tre punti che trovate accanto al deployment.

In alternativa, potete creare deployment tramite il terminale. A questo scopo è, tuttavia, necessario che il contenuto sia già integrato in un'immagine docker, salvata in un repository.

kubectl create deployment --image=[Percorso verso l’Image]

Grazie ai comandi in riga di comando è possibile ottenere una grande quantità di informazioni.

Quali deployment sono disponibili?

kubectl get deployments

Quanti pod esistono?

kubectl get pods

Quali servizi sono disponibili?

kubectl get services

Quali nodi sono attivi?

kubectl get nodes

Finora avete soltanto iniziato il vostro deployment, senza pubblicarlo. Una pubblicazione viene avviata con la creazione di un servizio:

kubectl expose deploy test-deployment

In questo modo, il servizio viene pubblicato solo all'interno del cluster. Per poter accedere al deployment anche all'esterno del cluster è necessario aggiungere ulteriori flag:

kubectl expose deploy test-deployment --type=LoadBalancer --port=8080

Con Minikube è poi possibile avviare il servizio:

minikube service test-deployment

Se volete invece cancellare il servizio, utilizzate il seguente comando:

kubectl delete service test-deployment

Potete eliminare anche il deployment:

kubectl delete deployment test-deployment

Per arrestare Minikube, dovete interrompere il processo:

minikube stop

Se invece non volete più lavorare con la macchina virtuale, potete anche eliminarla.

minikube delete

Vengono rimosse anche le impostazioni specificate, i deployment e i pod creati. Se riavviate Minikube in un secondo momento, ripartite nuovamente da un cluster vuoto.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.