IaaS: l’infrastruttura cloud altamente scalabile

Il cloud computing si annovera tra le colonne portanti delle aziende moderne, poiché le risorse virtuali da affittare o comprare su cloud non servono solo a garantire un alto grado di flessibilità ma anche ad alleggerire notevolmente il lavoro del reparto IT. Chi decide di utilizzare servizi come Software as a Service (SaaS), Platform as a Service (PaaS) o Infrastructure as a Service (IaaS), beneficia non solo dei pratici modelli scalabili, ma anche del fatto che non bisogna più occuparsi dell’installazione e dell’aggiornamento delle varie componenti software e hardware. In modo particolare con il modello IaaS, dove si affitta un’intera struttura IT, è particolarmente facile riconoscere in maniera facile e veloce i vantaggi del cloud computing.

Che cos’è IaaS?

Con IaaS, o nella versione estesa Infrastructure as a Service, si indica che un provider dà in affitto diverse infrastrutture IT rendendole disponibili su Internet. Di solito il provider gestisce un data center proprio, all’interno del quale sono amministrati, posizionati e aggiornati gli hardware necessari. I provider specializzati in IaaS dispongono dunque di centri di calcolo (processori, RAM e hard disk) e garantiscono così strutture di rete complete (inclusi firewall, router e sistemi di sicurezza e di backup), di cui voi, come clienti, potete disporre liberamente. Dunque da un lato potete scegliere di quali risorse infrastrutturali disporre e dall’altro quali server, router, firewall desiderate utilizzare e quali prestazioni (CPU, RAM, ecc.) desiderate abbiano i vari elementi di rete.

Le risorse IaaS prese in affitto possono essere diminuite o aumentate in qualsiasi momento, se ad esempio desiderate integrare un ulteriore server o ridurre la capacità di calcolo affittata. Con la maggior parte dei provider si paga solamente per i componenti che vengono effettivamente utilizzati. Questa elevata flessibilità dipende dal fatto che le offerte IaaS non sono legate ad hardware dedicati, che costringerebbero il provider a suddividere le risorse del proprio data center in maniera ottimale tra tutti i suoi clienti. Per garantire l’affidabilità e la sicurezza del proprio servizio in maniera duratura, il provider si occupa unicamente di mantenere aggiornati e moderni gli hardware del proprio centro di calcolo e dell’installazione dei sistemi e degli apparecchi di sicurezza, di cui fa chiaramente parte anche la sostituzione delle parti difettose.

Definizione

IaaS (Infrastructure as a Service) è un servizio cloud, che garantisce al cliente l’accesso a una struttura IT ad alta scalabilità tramite Internet. L’archiviazione, la gestione e l’aggiornamento degli hardware di base sono tutti compiti che spettano al provider. Per le offerte IaaS il modello di calcolo dei costi è il procedimento pay-per-use, che prevede che i clienti paghino solamente ciò che viene effettivamente utilizzato.

Come funziona IaaS e come sono suddivise le responsabilità?

IaaS funziona secondo il principio di shared responsability (o principio di responsabilità condivisa). Sia il provider che l’utente hanno dei compiti da svolgere per mettere a disposizione in maniera ottimale le risorse cloud o per poterle utilizzare. Il provider IaaS è responsabile per la struttura, la gestione e la sicurezza dell’hardware. A questo proposito si parla anche di ambiente fisico, che il provider deve assicurarsi di rendere disponibile agli utenti. Tra i compiti dei gestori di servizi IaaS vi sono anche i seguenti:

  • struttura, manutenzione e costante ammodernamento dell’infrastruttura di calcolo;
  • protezione del data center da influssi esterni;
  • messa a disposizione della capacità di calcolo (CPU, RAM) e della memoria di archiviazione;
  • messa a disposizione delle strutture di server e di rete, nonché di database;
  • creazione di un ambiente di virtualizzazione, attraverso il quale i clienti possano accedere alle risorse IaaS offerte;
  • messa a disposizione dei software necessari per la gestione e l’amministrazione delle infrastrutture IT.

Grazie a queste strutture hardware e software i clienti possono mettere assieme e gestire il proprio centro di calcolo. Ciò include non solo l’organizzazione e l’utilizzo di questo ambiente logico, bensì anche l’adozione di misure di sicurezza a protezione delle risorse IaaS virtualizzate e utilizzate. I compiti che devono essere svolti dagli utenti sono invece i seguenti:

  • scelta e strutturazione dell’infrastruttura virtuale desiderata;
  • installazione, configurazione e aggiornamento costante dei sistemi di gestione e dei relativi software di applicazione necessari per i propri scopi;
  • amministrazione della rete IaaS e configurazione dei firewall;
  • messa in sicurezza dei sistemi di gestione e di quegli altri software installati, per mezzo di software di sicurezza;
  • cifratura dei dati e delle relative connessioni;
  • impostazione dei meccanismi di autentificazione, oltre che dei controlli dell’identità e d’accesso.
N.B.

Molti provider IaaS mettono a disposizione dei clienti diversi strumenti, che alleggeriscono la gestione delle infrastrutture affittate e rendono possibile in breve tempo una cifratura dei dati.

Quali tipi di Infrastructure as a Service esistono?

Le soluzioni IaaS principali sono tre:

  • Public IaaS
  • Private IaaS
  • Hybrid IaaS

Public IaaS è una variante di base del servizio cloud. La denominazione “Public”, ovvero pubblico, lascia intendere che le risorse offerte vengono utilizzate in comune da parte di tutti i clienti del provider e che queste vengono amministrate su Internet. L’utilizzo comune degli hardware porta tuttavia a conflitti, poiché tutte le risorse sono virtualizzate e dunque staccate da uno specifico computer.

Il concetto di Private IaaS si distanzia dall’idea di Infrastructure as a Service da parte di un fornitore di servizi esterno, che viene invece sostituito dal reparto IT di un’azienda. In questo modo l’azienda trae vantaggio dalle possibilità della tecnologia IaaS, senza però perdere il controllo sui dati e sulla sicurezza. Tuttavia viene a mancare il vantaggio della scalabilità flessibile e l’azienda rimane responsabile per l’ambiente fisico.

Con HybridIaaS si ha una soluzione che combina i due modelli precedentemente menzionati. Con questa soluzione le risorse sono sia esterne che interne. In questo modo è possibile gestire autonomamente i dati aziendali particolarmente sensibili, mentre le risorse scalabili esterne possono essere utilizzate per altri scopi.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.

Scenari comuni di utilizzo aziendale delle IaaS

Infrastructure as a Service non è adatto a ogni azienda e a ogni finalità. Per chi ad esempio è alla ricerca di uno spazio di archiviazione, i servizi specializzati offriranno probabilmente delle offerte più convenienti rispetto ai provider IaaS. Lo stesso vale per chi ha bisogno di un semplice sito web per la propria azienda: i provider hanno tutto il necessario, a prezzi probabilmente più vantaggiosi.

La seguente tabella mostra quegli scenari di utilizzo della IaaS che sono più di semplici alternative al classico hosting o che presentano delle infrastrutture locali proprie:

Sviluppo di programmi e test

Le aziende software traggono grande vantaggio dalla flessibilità di una soluzione IaaS. Con poco sforzo è possibile mettere insieme, scalare e infine cancellare ambienti di sviluppo e di test.

Hosting di progetti web che necessitano di molte risorse

Se la IaaS non è adatta per semplici siti web, rappresenta invece la base ideale per i progetti web complessi (in particolare quelli con un traffico fortemente altalenante, come ad esempio gli online shop).

Configurazione di soluzioni di archiviazione e backup particolarmente complesse

Dotare numerosi utenti di un archivio centrale e delle possibilità di backup è un compito molto complesso, ma che con IaaS può essere sbrigato in pochi passaggi.

Messa a disposizione delle web app

Una struttura IT completamente virtualizzata fornisce tutto il necessario per la messa a disposizione di applicazioni web e di quelle server. Grazie all’eccellente scalabilità è poi possibile reagire prontamente a una variazione costante del numero di accessi.

High Performance Computing

La soluzione di compiti complessi con diversi milioni di variabili o calcoli richiede solitamente l’utilizzo di supercomputer o cluster. Grazie alle possibilità di scalabilità praticamente illimitate, IaaS rappresenta un’ottima alternativa.

Analisi dei Big Data

La collezione di enormi quantità di dati utente è una delle fondamenta del marketing moderno. Ancora più importante dell’acquisizione di queste informazioni è tuttavia l’elaborazione delle stesse, cosa che può appesantire non poco il funzionamento degli hardware. Anche in questo caso un setup IaaS impostato in modo ottimale potrebbe essere la soluzione che fa al caso vostro.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di IaaS?

Le soluzioni IaaS convincono per diversi motivi: innanzitutto si risparmia sullo stanziamento o sull’acquisto delle risorse IT necessarie, così come anche sulla configurazione e sull’amministrazione, sempre molto costosa, dei relativi hardware (eccezion fatta per le Private IaaS). Inoltre esse permettono di tenere sempre monitorati i costi in base all’utilizzo, amministrando così alla perfezione il vostro budget. A questo va ad aggiungersi la scalabilità flessibile delle risorse in entrambe le direzioni. Scalabilità che rende possibile un adeguamento dell’ambiente IaaS alle condizioni in continuo mutamento.

Sebbene la mancanza di responsabilità relative alla presenza fisica o meno degli hardware necessari permetta di risparmiare sui costi e sull’impegno, questa caratteristica presenta anche uno svantaggio: come utenti non avete infatti alcun influsso né sulla disponibilità del servizio, né sulla funzionalitàdelle singole componenti. Anche in materia di sicurezza e protezione dei dati non avreste le redini in mano. Un ulteriore svantaggio è che, sebbene con IaaS sia possibile passare da un provider a un altro in qualsiasi momento, la mancanza di standard e interfacce unitarie rendono il passaggio molto scomodo e difficoltoso.

Ecco i principali vantaggi e svantaggi delle Infrastructure as a Service:

Vantaggi di IaaS

Svantaggi di IaaS

✔ Nessun costo hardware, costi regolabili man mano

✘ Dipendenza dal provider, che si fa carico della disponibilità del servizio e della sua sicurezza

✔ Veloce realizzazione e messa a disposizione dei nuovi progetti

✘ L’accesso a Internet è imprescindibile (eventuali problemi con la connessione Internet causerebbero complicazioni anche con l’ambiente IaaS)

✔ Elevata flessibilità grazie alla scalabilità delle risorse necessarie

✘ Il cambio di provider è molto complicato

✔ Non richiede la configurazione, la manutenzione e la modernizzazione dei relativi hardware

✘ Possibili problemi legati alle linee guide sulla protezione dei dati per via del luogo dove si trovano i server del provider

✔ Facile collegamento di più sedi aziendali all’ambiente IaaS affittato

 


Offerta Black Friday
Non perderti la nostra offerta speciale sui prodotti pensati per il tuo successo online. Approfittane subito, hai tempo solo fino al 30 novembre.
Sconti fino al 98%