In cosa consiste DevOps?

L’agilità gioca un ruolo sempre più importante anche nello sviluppo software. DevOps, tuttavia, non è un sistema convenzionale di sviluppo software, ma va ben oltre perché non cambia solo la produzione delle versioni di software, ma tutta l’interazione all’interno dell’azienda. In senso stretto, si tratta di un sistema di cultura aziendale che ha un impatto significativo sulla produttività e sull’efficienza nell’ambito dello sviluppo software.

DevOps in sintesi

DevOps è una forma di cultura aziendale che può essere integrata nelle società di software e sviluppo software. Consiste in una combinazione di approcci, pratiche e strumenti che consentono alle aziende di snellire in modo significativo l’erogazione di software e la sua utilizzabilità, migliorando al contempo la qualità.

Interazione tra Development e Operation

Una caratteristica fondamentale di DevOps è che i team Development e Operations lavorano direttamente insieme e il loro lavoro viene coordinato meglio, cosa che non sempre avviene nei processi di sviluppo convenzionali. Ciò significa che i potenziali problemi nell’area Operation possono essere presi in considerazione durante lo sviluppo e il team può tempestivamente venire a conoscenza di eventuali elementi innovativi da introdurre durante il processo. Ciò si fa più evidente nel momento in cui si pone l’accento alle sfide che il mercato presenta. Infatti, la Continuous Integration e la Continuous Delivery richiedono tempi di reazione molto brevi quando si creano nuovi prodotti, nuove versioni e aggiornamenti. DevOps si rivela convincente proprio perché i tempi tra i singoli rilasci sono ridotti al minimo.

DevSecOps: integrazione della sicurezza in DevOps

In DevOps, l’attenzione viene posta sull’erogazione di servizi nel processo IT, ma il tema della sicurezza e della compliance IT è inizialmente tralasciato. Per questo motivo è stato creato DevSecOps in cui le componenti di sviluppo (Development) e gestione (Operations) sono state ampliate per includere l’elemento sicurezza (Security). Si tratta dell’integrazione diretta degli elementi di sicurezza più importanti nel processo di sviluppo.

Automatizzazione nel processo di sviluppo

In DevOps vengono combinati vari metodi di sviluppo agili dello sviluppo software e del settore IT. Affinché ciò sia vantaggioso per l’azienda, i diversi processi all’interno dello sviluppo devono essere automatizzati. In molte aziende l’automatizzazione comprende le seguenti aree di lavoro:

  • Soluzioni nel campo dello sviluppo del codice, della revisione del codice e nell’assemblaggio di frammenti di codice
  • Strumenti per la creazione di una nuova build basata sul codice corrente e sulla generazione di versioni
  • Strumenti per la verifica statica e dinamica del codice esistente
  • Strumenti per la documentazione e il rilascio delle versioni
  • Strumenti nell’area della gestione del sistema come Infrastructure as Code (IaC)
  • Strumenti di monitoring per il monitoraggio delle applicazioni
  • Strumenti per ricevere e classificare i feedback dei clienti

Gli strumenti devono essere introdotti e ottimizzati con attenzione

DevOps è ormai così diffuso che esiste un’ampia gamma di tool e strumenti adatti in questo ambito. Ciò non significa, tuttavia, che ogni strumento o soluzione siano adatti in ogni azienda. È quindi particolarmente importante valutare le esigenze individuali prima di stabilire gli strumenti specifici. Anche in questo caso la comunicazione tra i singoli team e le aree di lavoro svolge un ruolo importante, poiché tutti devono essere ugualmente convinti della funzionalità degli strumenti da applicare.

C’è anche tutta una serie di strumenti, come gli strumenti di Continuous Integration frequentemente utilizzati, che può essere usata in modo logico e mirato nel contesto DevOps.

L’importanza dell’automatizzazione per il processo DevOps

A causa dei cicli molto veloci del prodotto e delle versioni, quasi nessuno è in grado di gestire le linee di codice generate. Ciò significa che è necessario utilizzare sistemi automatizzati, soprattutto per il rilevamento degli errori e per trovare, ad esempio, semplici errori di codice o interruzioni logiche nella programmazione. I vari sistemi automatizzati semplificano inoltre la compilazione, la verifica e il monitoraggio dell’intero processo, in modo che i dipendenti responsabili possano concentrarsi sugli errori rilevati. Questo non solo impedisce l’immissione sul mercato di software con errori, ma permette anche agli esperti di correggere rapidamente gli errori gravi.

Senza le soluzioni di automatizzazione, i processi DevOps implicherebbero un dispendio di personale e di tempo molto elevato, il che renderebbe nuovamente obsoleto il vantaggio di questa strutturazione di sviluppo. Pertanto, il sistema può essere utilizzato in modo efficiente solo con strumenti e tool adeguati del settore dell’automatizzazione e della strutturazione.

Vantaggi di DevOps

Il sistema DevOps offre a utenti, acquirenti e produttori diversi vantaggi. I principali sono:

  • sviluppo più rapido
  • distribuzione più rapida degli aggiornamenti e delle versioni di sviluppo
  • maggiore sicurezza grazie a test continui
  • più innovazioni grazie a cicli di produzione più rapidi
  • maggiore affidabilità grazie a test eseguiti in parallelo durante lo sviluppo
  • più sicurezza grazie all’integrazione di DevSecOps
  • maggiore produttività grazie a un migliore lavoro di squadra che va oltre i limiti team

DevOps offre quindi molti vantaggi allo sviluppo, che non riguardano solo i clienti, ma che sono anche direttamente percepibili all’interno dell’azienda. Lavorare oltre i limiti del team non garantisce soltanto una migliore coesione e una maggiore comprensione reciproca, ma impedisce anche la formazione di un livello gerarchico all’interno dei diversi reparti. Questo migliora notevolmente la competenza dei team nel risolvere i problemi.

Svantaggi di DevOps

Se la direzione aziendale non riesce a trasmettere ai dipendenti i vantaggi del sistema e i dipendenti si mostrano scettici rispetto ai cambiamenti nei processi di lavoro che questo comporta, c’è il rischio che i dipendenti non sostengano il concetto e che questo porti ad attriti all’interno dei team o tra i singoli reparti. È quindi essenziale che vi sia una buona comunicazione dei vantaggi di DevOps in modo che i dipendenti non si sentano limitati nel loro ambito di lavoro personale.

Conclusione

Poiché l’approccio DevOps richiede una ristrutturazione notevole nei vari reparti e cambiamenti nelle aree di lavoro e nelle attività di molti dipendenti, il passaggio dai processi di sviluppo tradizionali ai processi DevOps in alcune aziende può creare delle difficoltà. In particolare, il management deve essere consapevole della necessità di velocizzare i processi di sviluppo senza compromettere la sicurezza del prodotto finale. Una volta che questa condizione di base è stata interiorizzata, non ci sono quasi soluzioni alternative che siano caratterizzate da cicli di prodotto così brevi e da un livello di controllo così elevato come con DevOps.

Una volta approvato, il cambiamento deve essere pianificato in modo completo e progettato con gli strumenti appropriati, in modo che le singole fasi dello sviluppo del processo iterativo possano funzionare in modo efficiente e, soprattutto, a prova di revisione. Una volta che i dipendenti e i team si sono abituati al cambiamento, i primi risultati si vedono dopo poco tempo. Le rispettive offerte di software possono essere introdotte sul mercato più rapidamente e fornite con aggiornamenti; inoltre anche la qualità delle soluzioni migliora di solito in modo eclatante, poiché ogni versione può essere controllata molto più da vicino grazie a fasi automatizzate di test e monitoring e ottimizzata per un uso produttivo.

Ad esempio, le falle di sicurezza e i problemi funzionali di un software possono essere risolti più velocemente senza che se ne creino di nuovi. Sebbene il percorso d’integrazione del processo DevOps sia spesso lungo e impegnativo, tanto leaziende quanto i clienti traggono vantaggio da questa soluzione.