Le migliori alternative a Tumblr in sintesi

Dal 2007, anno del lancio, la piattaforma Tumblr consente di pubblicare contenuti in formato blog. Oggi il servizio registra circa 490 milioni di blog e oltre 800 milioni di utenti. Affinché ogni lettore possa trovare il contenuto adatto, la piattaforma di microblogging offre numerose funzioni: se si indicano i propri interessi, ad esempio, verranno visualizzati nuovi contenuti relativi a quel campo. Inoltre, la dashboard dell’utente visualizza automaticamente i contenuti di tutti i blog che un utente segue.

Tuttavia ci sono anche degli svantaggi, perché Tumblr si concentra principalmente sulla condivisione dei contenuti e il design non si adatta a testi lunghi. A seconda dell’interesse personale e del tipo di utilizzo, un’alternativa a Tumblr può essere la soluzione migliore per pubblicare i propri contenuti.

Tumblr e alternative a confronto

Piattaforma Rilascio Tipi di contenuti più rilevanti App per Android e iOS Lingua Focus
Tumblr 2007 Testi, immagini, GIF, video, file audio Italiano Blog
DeviantArt 2000 Immagini, video, GIF Inglese Arte
Instagram 2010 Immagini, video Italiano Fotografia
WordPress 2003 Testi Italiano Blog
Medium.com 2012 Testi Inglese Articoli
Blogger.com 1999 Testi Sì (a pagamento per iOS) Italiano Blog
Pinterest 2010 Immagini, video Italiano Immagini
memosnag 2015 Testi, immagini, GIF, video, file audio Inglese Articoli, immagini, video
Fatto

Tumblr è una delle più grandi piattaforme di blogging e di conseguenza offre molti contenuti e dispone di una base di utenti ingente. Si possono condividere, oltre a testi di lunghezza contenuta, anche testi di medio formato. Le funzioni, del resto molto utilizzate, con cui si condividono i contenuti, sono ideali per tutti coloro che non producono contenuti propri. Qui vi proponiamo un riassunto in cui vi indichiamo per chi, secondo noi, può comunque valere la pena utilizzare le alternative a Tumblr:

  • DeviantArt è la giusta scelta per tutti coloro che svolgono attività artistiche e desiderano vendere le proprie opere. Anche gli appassionati d’arte vi trovano contenuti interessanti.
  • Instagram si concentra principalmente su contenuti visivi ed è particolarmente funzionale come social network; sono infatti molti gli utenti a interagire fra loro.
  • WordPress è un classico sistema di gestione dei contenuti ed è perfetto per creare un blog o un sito web con dominio, anche senza avere conoscenze specifiche di programmazione.
  • Medium è una buona alternativa per un blog costituito da articoli più lunghi e di qualità, idealmente in inglese.
  • Blogger, in quanto servizio di Google, offre un’ottimizzazione per i motori di ricerca particolarmente efficace e possibilità di monetizzazione tramite AdSense.
  • Pinterest è utilizzato come database di contenuti visivi e rappresenta l’alternativa ideale per la condivisione di contenuti creativi o comunque rilevanti dal punto di vista estetico.
  • memosnag facilita la raccolta e la condivisione di contenuti web online e offline di diverso genere, che si tratti di foto, video, testi o siti web veri e propri.

DeviantArt: per artisti e amanti dell’arte

La piattaforma inglese DeviantArt è l’alternativa a Tumblr ideale per gli artisti: l’attenzione si concentra sui contenuti visivi. Le proprie foto, grafici o illustrazioni possono essere facilmente condivisi e visualizzati da altri utenti. I tipi di contenuto più popolare sono i disegni, i dipinti e le fotografie. Ma sulla piattaforma vengono presentati anche anime, foto di repertorio, grafiche vettoriali o film in formato flash. È possibile pubblicare anche contenuti testuali, ma si trovano di rado. Inoltre, gli utenti possono scambiarsi informazioni tra di loro. Ciò avviene tramite commenti, profili o nei gruppi e forum disponibili.

Particolarmente interessante per gli artisti è la possibilità di far visualizzare i propri contenuti sulla homepage. Tuttavia, è sempre più difficile che ciò accada a causa della costante crescita della community. Il negozio integrato offre un particolare valore aggiunto per gli artisti: qui sono offerte le opere degli utenti, che poi possono essere ordinate da altri membri. Gli acquirenti possono scegliere di ricevere l’opera d’arte come stampa artistica, su tela, come foto o come stampa su un prodotto (tazze, tappetini per mouse o magneti). Anche per questo servizio è sufficiente un’iscrizione gratuita.

Vantaggi di DeviantArt Svantaggi di DeviantArt
Focus sull’arte e sui contenuti visivi Disponibile solo in lingua inglese
Scambio tramite forum e gruppi Scarso contenuto testuale
Monetizzazione attraverso lo shop integrato  

Instagram: il content feed visivo incontra i social network

Instagram, insieme a Facebook, è tra i più importanti social media network. Il servizio online è quindi più adatto per chi vuole condividere i propri contenuti o quelli di altre persone con amici reali o virtuali. Il prerequisito per l’utilizzo è la registrazione gratuita. Sebbene Instagram sia disponibile anche in versione web, le funzioni sono ottimizzate per l’utilizzo su dispositivi mobili.

Instagram consente di condividere foto e video. Praticamente, i filtri integrati consentono di modificare le immagini direttamente nell’app e di ottimizzarle prima del caricamento. Le foto scattate si possono condividere con la community in modo semplice e veloce. Oltre ai profili, gli utenti possono anche seguire gli hashtag: il feed viene riempito automaticamente con contenuti interessanti. L’utilizzo di hashtag facilita anche la diffusione dei propri contenuti. Se si crea un account business gratuito, è possibile visualizzare statistiche sulla propria copertura e sul numero assoluto di visitatori.

Instagram, come Facebook, è un social network complesso con un numero elevatissimo di utenti. Per questo è possibile ottenere un grande numero di follower per le proprie campagne. Tuttavia i contenuti condivisi contengono spesso pubblicità, perché gli influencer fanno accordi di questo tipo.

Vantaggi di Instagram Svantaggi di Instagram
Filtri integrati per le immagini Ottimizzato per formati quadrati
Utilizzo di hashtag Per un utilizzo ottimale è necessaria l’app
Social network Contenuto pubblicitario in crescita
Account business con funzioni aggiuntive  

WordPress: l’alternativa CMS

Wordpress è un content management system gratuito. Con questo software open source, potete creare il vostro blog o sito web in pochi passaggi, anche senza conoscenze di programmazione. WordPress fornisce l’hosting, il dominio e lo spazio di archiviazione. Le funzioni disponibili vengono costantemente ampliate perché l’ampia community sviluppa regolarmente nuovi plug-in, widget e temi. I modelli ottimizzati per dispositivi mobili semplificano l’utilizzo del responsive design. Tra le funzioni standard troviamo statistiche, funzioni SEO o pulsanti per la condivisione di contenuti nei social network. I pacchetti a pagamento, opzionali, offrono nomi di dominio personalizzati, nonché design e plug-in aggiuntivi.

Come alternativa a Tumblr, WordPress consente di pubblicare testi lunghi con immagini o video integrati. Se creare il contenuto è facile, condividerlo risulta un po’ più difficile. A differenza di Instagram o DeviantArt, non ci sono hashtag (al cui posto vengono utilizzate parole chiave) né un social network integrato comparabile, perché un progetto WordPress è sempre un progetto web indipendente. Se volete raggiungere un raggio di azione ampio, dovete armarvi di pazienza e pubblicare regolarmente contenuti. Questo processo si può accelerare commentando altri post, collegandosi in rete con altri blogger o utilizzando collegamenti interni.

Vantaggi di WordPress Svantaggi di WordPress
È semplice creare il proprio blog Difficile raggiungere un ampio raggio di azione
Numerose estensioni gratuite I diversi plug-in possono entrare in conflitto tra loro
È possibile un’ampia ottimizzazione SEO Sono necessari update regolari (nelle versioni self-hosted)
Si possono creare testi più lunghi  

Medium: blog di alta qualità con design semplice

Il co-fondatore di Twitter, Evan Williams, ha anche sviluppato la piattaforma in lingua inglese Medium. Questa alternativa a Tumblr offre l’opportunità di pubblicare i post sul blog con un design accattivante e coerente. Per quanto riguarda la lunghezza del testo, c’è molta più libertà. Inoltre, il contenuto può essere arricchito da video, immagini o pin di Pinterest. Altri utenti possono mettere like, commentare e condividere i vostri post. A ogni post del blog viene automaticamente assegnato un tempo medio di lettura. Medium fornisce inoltre informazioni sulle statistiche relative ai vostri contributi.

Con oltre 60 milioni di utenti attivi ogni giorno, è possibile raggiungere molti potenziali lettori. Gli articoli su Medium sono considerati di qualità particolarmente elevata. Se avete già creato i vostri contenuti su un altro sito, come ad esempio WordPress, potete facilmente importarli. Dato che Google considera questa azione come una semplice diffusione dei contenuti su più piattaforme, non penalizza i contenuti duplicati con questa modalità. Naturalmente, è possibile apportare delle modifiche prima della pubblicazione.

Vantaggi di Medium Svantaggi di Medium
Oltre 60 milioni di utenti attivi Più difficile da trovare su Google
Facile da usare Servizio in inglese, così come la maggior parte dei contenuti
Design coerente e accattivante Non sono disponibili indirizzi web propri
Tool di analisi integrati  

Blogger: l’alternativa a Tumblr di Google

Anche Google ha una piattaforma per il blogging nel suo portfolio, piattaforma che porta l’accattivante nome di Blogger e che rappresenta una buona alternativa a Tumblr. Come con WordPress, ogni blog di questo content management system riceve un proprio dominio e gli autori non devono preoccuparsi dell’hosting e dello spazio di archiviazione. Per la progettazione sono disponibili molti modelli, layout e immagini di sfondo.

Questa alternativa proposta da Google ha numerosi vantaggi: con il servizio online AdSense, la pubblicità sul blog può essere visualizzata automaticamente. In questo modo potete monetizzare i vostri contributi. Per integrare questo programma non sono richieste competenze di programmazione. Blogger vi offre anche una panoramica con varie statistiche, come ad esempio il numero di visualizzazioni mensili della pagina o informazioni sulle fonti del traffico. Il collegamento a Google Analytics estende ulteriormente le opzioni di valutazione. Inoltre, potete vedere i risultati di ricerca di Google molto più velocemente rispetto ad altre piattaforme di blogging.

Vantaggi di Blogger Svantaggi di Blogger
Dominio proprio Necessario un account Google per effettuare l’accesso
Diversi modelli di design Minori estensioni rispetto a WordPress
Buona visibilità su Google Manca la funzione Shop
Entrate dovute a pubblicità grazie ad AdSense  

Pinterest: il motore di ricerca per la creatività e l’ispirazione

Il nome Pinterest è composto dalle parole inglesi pin (allegare) e interest (interesse). Per cui, come denota il nome, vengono inseriti contenuti interessanti e poi salvati nella propria collezione. La piattaforma assomiglia visivamente a un database di immagini. Le immagini proprie così come quelle di terzi vengono visualizzate su board con diversi temi. Così ognuno può seguire soltanto i pin che trova interessanti. Per questo, Pinterest raggiunge con facilità diversi target. Con questa alternativa a Tumblr si possono anche condividere video di YouTube e post di Instagram.

Pinterest viene spesso utilizzato come motore di ricerca per idee e ispirazioni. Il vantaggio rispetto ad altre piattaforme è l’elevato tempo di dimezzamento del contenuto: i post rimangono visibili per circa tre mesi. Inoltre i contenuti vengono indicizzati da Google e quindi si possono trovare anche su questa fonte. Su Pinterest è anche possibile commentare e mandare messaggi privati, sebbene queste funzioni non vengano utilizzate frequentemente. Con un profilo business gratuito, si può accedere anche al tool integrato Pinterest Analytics, che consente a chi crea i contenuti di tenere d’occhio le statistiche relative ai propri contributi.

Vantaggi di Pinterest Svantaggi di Pinterest
Elevato periodo di dimezzamento Scarso scambio nella community
Copertura anche condividendo contenuti esterni Focus sui contenuti visivi, bassa presenza di testi
Indicizzazione su Google  
Pinterest Analytics  

memosnag: la soluzione per raggruppare contenuti variegati

L’alternativa a Tumblr in lingua inglese memosnag consente la raccolta e la pubblicazione di contenuti online e offline, sia che si tratti di immagini, video, testi, link o vere e proprie pagine web. I rispettivi contenuti possono essere facilmente presentati in gallerie o collezioni complete (“collections”). Gli utenti hanno la possibilità di scegliere tra collezioni private e pubbliche, che possono essere commentate e condivise, se desiderato, proprio come in un blog. Le estensioni browser per Chrome e Firefox e le app per iOS e Android semplificano in modo significativo l’archiviazione dei contenuti. Nella maggior parte dei casi basta un semplice clic per aggiungere l’input desiderato al progetto memosnag.

Le applicazioni per memosnag sono tanto diverse quanto le possibilità di tipi di contenuto implementabili. Gli studenti che conducono ricerche possono archiviare articoli e fonti rilevanti in modo sistematico e accedervi in qualsiasi momento, mentre gli insegnanti possono utilizzare la piattaforma, ad esempio, per condividere materiale didattico o riferimenti della ricerca. Anche in ambito privato questa alternativa a Tumblr è abbastanza richiesta: si possono ad esempio condividere liste per la spesa o video preferiti dalle principali piattaforme come YouTube, ma anche intraprendere discussioni su temi di attualità o pubblicare contenuti che avete creato.

Vantaggi di memosnag Svantaggi di memosnag
Semplice integrazione di contenuti web esterni, compresa la necessaria indicazione della fonte Non è disponibile un proprio indirizzo web
Disponibili estensioni browser e app per i dispositivi mobili Esclusivamente in inglese
Contenuti pubblici o privati a scelta  

Offerta Black Friday
Non perderti la nostra offerta speciale sui prodotti pensati per il tuo successo online. Approfittane subito, hai tempo solo fino al 30 novembre.
Sconti fino al 98%