Cos’è un terabyte?

Nel 1955, IBM ha presentato il primo computer che usava dati archiviati sulla memoria permanente. Al tempo la capacità di memoria era di 4 megabyte (MB). Oggi, questa stessa capacità di memoria non sarebbe sufficiente neanche per uno smartphone. App, documenti, immagini e altri dati richiedono capacità di dati molto più elevate. Con lo sviluppo di nuove tecnologie, le unità di dati si sono evolute per rappresentare quantità di dati più grandi in numeri leggibili. Al giorno d’oggi è molto comune avere a che fare regolarmente con gigabyte e terabyte. Nell’articolo, scoprite di più su queste unità di informazione e su come vengono convertite.

Cos’è un terabyte?

Che si tratti di smartphone, laptop o chiavette USB, esiste una varietà di opzioni per archiviare i propri dati. La digitalizzazione dei contenuti ha aumentato la domanda per una capacità di memoria sempre maggiore. La quantità di dati che un supporto può archiviare è specificata nell’unità rappresentata dai byte, la più piccola quantità di dati possibile. Per evitare numeri incomprensibilmente lunghi, quantità di dati grandi vengono designate da prefissi decimali. Un terabyte corrisponde quindi a 10.000.000.000.000.000 byte. Tuttavia, poiché i computer operano attraverso un sistema binario fondato sulla base 2 (2x) invece di 10 (10 x), il fattore di conversione tra le singole unità non è 1.000, ma 1.024 (210). Un terabyte è quindi composto da 1.099.511.627.776 byte.

Fatto

Spesso quando si acquistano dei supporti dati, gli utenti non sono sicuri dello spazio di archiviazione di cui hanno bisogno. Ciò dipende in parte dalla denominazione criptica delle unità di dati. Quanto può immagazzinare un terabyte? Un confronto può essere d’aiuto: un terabyte corrisponde alla capacità di oltre 200.000 canzoni MP3 di qualità media.

Terabyte e terabit: qual è la differenza?

Nonostante il nome molto simile, vi è una grande differenza tra terabyte e terabit. Per differenziare i due, è utile imparare come vengono definiti i bit e i byte. Un bit è la più piccola unità di memoria digitale e può avere lo stato 0 o 1. Un byte è composto da otto bit e ha 256 stati possibili. Per questo numero di bit, uno stato binario può essere rappresentato come un carattere leggibile dall’uomo.

A differenza delle capacità di memoria, la velocità di trasferimento dei dati è tipicamente specificata in bit. L’unità più comune in questo caso è il megabit al secondo (Mbit/s). Tuttavia, le tecnologie continuano a evolversi. Tramite degli esperimenti, i ricercatori hanno ora permesso una trasmissione di 44,2 terabit al secondo. Questo significa che 1.000 film in qualità HD possono essere scaricati in pochi secondi.

Quali sono i multipli del terabyte?

I terabyte sono attualmente l’unità di informazione più grande per l’utilizzo quotidiano. D’altro canto, i mainframe e i data center richiedono capacità che a volte vanno ben oltre la gamma dei terabyte. Il fattore 1024 è decisivo per convertire un’unità nella successiva unità più grande. La seguente tabella fornisce una panoramica delle unità di informazione e la loro relazione con un terabyte:

Quantità di dati

In terabyte

In byte

1 bit

1/8.796.093.022.208

1/8

1 nibble

1/2.199.023.255.552

1/2

1 byte (B)

1/1.099.511.627.776

1

1 kilobyte (KB)

1/1.073.741.824

1024

1 megabyte (MB)

1/1.048.576

10242

1 gigabyte (GB)

1/1.024

10243

1 terabyte (TB)

1

10244

1 petabyte (PB)

1.024

10245

1 exabyte (EB)

1.048.576

10246

1 zettabyte (ZB)

1.073.741.824

10247

1 yottabyte (YB)

1.099.511.627.776

10248

1 brontobyte (BB)

1.125.899.906.842.624

10249

Come e dove sono utilizzati i terabyte?

Le tecnologie continuano a evolversi e così le loro capacità di memoria. Tuttavia, nonostante l’aumento delle capacità, l’hardware stesso si sta riducendo. Oggi, gli hard disk da 1 o 2 terabyte sono compatti e convenienti. Le schede micro-SD o le chiavette USB offrono già fino a 1 TB di spazio. In molti casi, tuttavia, la specifica in gigabyte è ancora comune per questi supporti di memoria. Probabilmente è solo una questione di tempo prima che il terabyte diventi onnipresente per questi dispositivi di memoria.

Consiglio

Quando si sceglie un supporto dati adatto, la capacità è uno dei criteri più importanti. Tuttavia, i dischi rigidi, le chiavette USB e simili hanno uno svantaggio: l'hardware è un prerequisito per accedere ai dati. Con MyDefender di IONOS i vostri dati sono sempre accessibili da qualsiasi luogo. In più, i vostri dati sono sempre protetti in conformità al GDPR e secondo la certificazione ISO, impedendo così l’accesso indesiderato da parte di terzi.