Cos’è un file TIFF? Un’introduzione al formato d’immagine

Quando si salva un’immagine, si hanno diverse opzioni tra cui scegliere per quanto riguarda il formato. I formati più comuni sul web e per l’invio d’immagini sono JPG, PNG e GIF. Tuttavia, il formato standard per le foto ad alta risoluzione e i dati di stampa è il TIFF, un formato standardizzato a livello internazionale. La versione attuale, TIFF 6, risale al 1992 ed è rimasta tecnicamente invariata per oltre 20 anni. In questo articolo vi proponiamo una spiegazione delle caratteristiche più salienti del formato TIFF.

Cos’è TIFF?

TIFF è un formato di immagine raster versatile e flessibile, sviluppato da aziende come Microsoft, Aldus Corporation e Hewlett Packard nel 1986 per standardizzare lo scambio di immagini. Oggi, TIFF è il formato standard per le fotografie di tipo raster e per la trasmissione di dati di stampa. In un file TIFF tutti gli oggetti, comprese le informazioni vettoriali e di testo, sono memorizzati come dati raster. Un canale principale permette ai singoli pixel di essere trasparenti, oltre ad archiviare le informazioni sul colore.

Un file TIFF supporta la scala di grigi così come RBG, CMYK e lo spazio colore LAB. Il formato permette una profondità di colore fino a 16 bit per canale ed è quindi ideale per lo scambio di dati durante una conversione RAW.

L’abbreviazione TIFF, o più raramente TIF, deriva da “Tagged Image File Format”. Questa denominazione indica la struttura di un file TIFF. In sostanza, il file è composto da campi di dati che sono etichettati per contenere meta daticompleti.

Mentre i cosiddetti tag di base sono sempre presenti, ad esempio per la larghezza dell’immagine o la profondità di colore, i tag di estensione sono opzionali, per esempio per il nome del software. GeoTIFF è un formato speciale che contiene informazioni sulla posizione GPS e le coordinate esatte del luogo in cui l’immagine è stata scattata. Il formato GeoTIFF è usato anche per immagini di mappa o aeree.

Questi tag costituiscono la base della complessità dei file TIFF. Non tutti i programmi possono leggere correttamente tutti i tag, specialmente i tag di estensione. In alcuni casi, questo porta a una visualizzazione errata. Va anche notato che non tutti i programmi possono leggere lo spazio colore LAB. Per rimediare a questo problema, vengono usati i cosiddetti TIFF baseline, che contengono un massimo di dodici tag con valori limitati.

Caratteristiche dei file TIFF

A differenza di quanto avviene per il formato JPG, la compressione e decompressione di un file TIFF è perlopiù senza perdita. Questo significa che si può ridurre la dimensione del file senza influenzare negativamente la qualità originale dell’immagine.

N.B.

I file TIFF contengono vari spazi colore e algoritmi per la compressione dei dati, ma non tutti sono senza perdita. Inoltre, è possibile utilizzare un file TIFF come formato contenitore per immagini JPG con perdita.

Grazie a questa proprietà, i TIFF sono adatti all’archiviazione e alla stampa di immagini e foto ad alta risoluzione. Un altro vantaggio di questo formato è la sua indipendenza dalla piattaforma, che lo rende adatto allo scambio di file indipendentemente dal sistema operativo utilizzato. Entrambi i sistemi operativi Windows e Mac hanno un software integrato per aprire i file TIFF. Tuttavia, per modificare un file TIFF, di solito è necessario convertire prima l’immagine in un altro formato.

La compressione senza perdita comporta anche delle dimensioni di dati più grandi rispetto ad altri formati grafici. Tuttavia, sul web, dei tempi di caricamento brevi sono di grande importanza per ottenere un’esperienza d’uso positiva e infine un posizionamento competitivo su Google. Nel cloud, l’utilizzo dello spazio di archiviazione è anche un fattore importante nella scelta del formato di file appropriato.

Sebbene la dimensione di un file TIFF sia limitata a un massimo di quattro gigabyte, altri formati di file sono ancora preferiti nello spazio web. La perdita di qualità e la risoluzione inferiore conseguenti sono difficilmente visibili online e sono pertanto accettate a favore della dimensione del file. Per fornire immagini ad alta risoluzione in una qualità adatta per la stampa, il formato TIFF è utilizzato anche su Internet.

Quanto sono sicuri i file TIPP?

Essendo uno dei formati d’immagine più sicuri in circolazione, il file TIFF è molto adatto per il materiale d’immagine sensibile poiché le informazioni possono essere lette senza bisogno di aprirlo. Inoltre, un file TIFF impedisce l’uso di collegamenti che possano trasmettere dati personali. Per esempio, non è possibile per un file TIFF rendere accessibile la posizione dell’indirizzo IP.

Vantaggi e svantaggi del formato di file TIFF in sintesi

Nella tabella di seguito si ha una panoramica dei vantaggi e svantaggi apportati da un file nel formato TIFF.

Vantaggi Svantaggi
✔ Indipendente dalla piattaforma ✘ Volume di dati più alto
✔ Supporta livelli ✘ Difficile da usare e modificare
✔ Compressione senza perdita ✘ Più complesso
✔ Trasparenza tramite il canale principale ✘ Limitato a un massimo di 4 gigabytes per file
✔ Alta sicurezza dei dati  
✔ Ideale per la stampa  

TIFF, JPG, PNG e GIF a confronto

I formati grafici più comuni sono JPG, PNG, GIF e TIFF. La tabella riportata di seguito mette a confronto le proprietà più importanti di questi quattro formati.

  TIFF JPG PNG GIF
Utilizzo File da stampare Web Web; immagini con trasparenze e tante altre sfumature di colore Animazioni
Possibilità di compressione senza perdita No
Dimensione del file 4 GB massimo Piccolo Piccolo Molto piccolo
Spettro di colore CMYK, RGB e LAB; spettro di colori completo CMYK e RGB; spettro di colori completo solo RGB; spettro di colori completo solo RGB; limitato a 256 colori
Possibilità di trasparenze No
Adatto alla stampa No No

Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.