Cinque database open source a confronto

Un buon database è essenziale per la maggior parte delle aziende, per garantire il buon funzionamento delle operazioni, l’archiviazione attenta e strutturata di tutti i dati e l’assegnazione e il controllo dei permessi di accesso. Questa è la norma già da molto tempo, così come il fatto che il mantenimento di questi database è generalmente associato a dei costi elevati. Nel frattempo, vi sono sempre più database open source che non solo funzionano in modo affidabile, ma offrono anche un grande potenziale di risparmio. Quali database open source sono disponibili, quali vantaggi e svantaggi offrono e quale fornitore è quello giusto per i vostri scopi? Tentiamo di rispondere alle vostre domande attraverso un confronto di alcuni tra i database più popolari.

I singoli fornitori in sintesi

Quando si tratta di decidere il database open source giusto per i vostri scopi, bisogna considerare vari fattori. Ad esempio, il vostro obiettivo principale è la velocità, l’elaborazione di grandi record di dati, o date particolare importanza allo scambio con la community? Nella seguente tabella, facciamo un confronto dei sistemi di database open source, di modo che possiate facilmente decidere l’opzione giusta per voi.

  PostgreSQL Apache Cassandra MongoDB MariaDB MySQL Redis
Compatibile con il cloud
Adatto per grandi quantità di dati
Alta velocità
Relazionale/NoSQL SQL NoSQL NoSQL SQL SQL NoSQL
Facile amministrazione
Basato sulla community
Compatibile con diversi sistemi operativi
Caratteristiche a pagamento

Ragioni per un database opensource

La ragione principale per passare a uno dei numerosi database open source è, naturalmente, il fattore costo. A seconda dell’azienda, della struttura e del fornitore, un sistema di database classico può essere relativamente costoso, mentre le opzioni open source permettono un risparmio notevole. Questa è una buona ragione per molti utenti, ma non l’unica. Anche l’indipendenza può essere un fattore decisivo. Infatti, la maggior parte dei database open source sono compatibili con i sistemi operativi comuni e sono anche aperti a ulteriori sviluppi. Quindi se un’azienda cresce, nella maggior parte dei casi il sistema di database può crescere con essa.

Inoltre, quando si tratta di codice open source, lo scambio con la community è interessante per molti. Errori e falle di sicurezza sono di solito scoperti e corretti rapidamente. Questa ragione è una delle tante che spingono le aziende a passare alla variante open source. Naturalmente, ciò non implica automaticamente che questa sia necessariamente migliore. È quindi una buona idea confrontare i database gratuiti.

Sistemi di database open source a confronto

Vi è un gran numero di diversi database open source rispetto ai pochi grandi fornitori che si sono a lungo divisi il mercato tra di loro. Da un lato, vi sono associazioni di sviluppatori motivati che cercano soluzioni innovative e affidabili, creando così nuove opzioni per le aziende. Dall’altro, vi sono anche quei fornitori che perseguono un approccio commerciale ma si basano sul contributo di una community interessata. Questi database sono spesso divisi in modelli di base gratuiti e versioni deluxe a pagamento. Di seguito, vi presentiamo cinque database open source raccomandabili.

PostgreSQL

PostgreSQL è un veterano nel campo dei database open source. Dopo tutto, le origini del sistema di gestione di database relazionale a oggetti risalgono agli anni ‘80. Tuttavia, questo database non è affatto superato. Piuttosto, il software con licenza BSD è stato in grado di crescere e migliorare costantemente nel corso degli anni ed è ampiamente compatibile con lo standard SQL. Il database open source può essere usato indipendentemente dalla piattaforma, per cui client e server possono essere eseguiti su sistemi diversi. PostgreSQL può essere ampliato e adattato facilmente e senza problemi, motivo per cui numerose grandi aziende si affidano a questo database.

Vantaggi Svantaggi
✔ Alta compatibilità con gli standard SQL ✘ L’amministrazione è relativamente impegnativa
✔ Può essere utilizzato indipendentemente dalla piattaforma ✘ Velocità di lettura inferiore rispetto ad altri database open source
✔ Numerose funzioni ✘ Difficile implementazione in alcune strutture
✔ Molte personalizzazioni ed estensioni possibili  
✔ Supporto JSON  
✔ Può supportare tipi di dati complessi  
✔ Grande community e quindi buon monitoraggio  

Apache Cassandra

I database open source possono raggiungere rapidamente i loro limiti, specialmente con volumi di dati particolarmente grandi. Un’eccezione esplicita a questo proposito è rappresentata da Apache Cassandra. Il sistema di gestione di database è basato su Java e si distingue dalla concorrenza per l’intolleranza ai guasti. Il sistema rilasciato da Facebook nel 2008 oggi ha un proprio linguaggio di query. Apache Cassandra è un database NoSQL orientato a colonne e distribuisce le enormi quantità di dati a diversi cluster. Apache Cassandra ha anche un alto punteggio nell’analisi e nella registrazione rispetto ad altri database open source.

Vantaggi Svantaggi
✔ Ideale per volumi di dati grandi ✘ Precisione di lettura inferiore
✔ Elevata tolleranza agli errori ✘ Nessuna proprietà ACID
✔ Buone analisi e risultati di registrazione  
✔ Buone prestazioni  
✔ Alta scalabilità  

MongoDB

MongoDB è un altro database NoSQL che, tra le altre cose, eccelle nella gestione di applicazioni mobili, cataloghi di prodotti e gestione dei contenuti. Il database orientato ai documenti funziona su vari sistemi operativi, in cui i dati vengono memorizzati con MongoDB nel formato BSON nelle cosiddette collezioni. Poiché queste sono distribuite su diversi server, la disponibilità aumenta e il carico di dati è meglio distribuito. Dal suo rilascio iniziale nel 2009, MongoDB è stato costantemente sviluppato ulteriormente ed è ora uno dei sistemi di database NoSQL più popolari e più utilizzati al mondo. Oltre alla variante open source gratuita, esiste anche una versione commerciale con caratteristiche aggiuntive per le aziende.

Vantaggi Svantaggi
✔ Facile modifica della struttura dei dati ✘ Mancanza di supporto per JOIN
✔ Alta scalabilità ✘ Requisiti di memoria più alti
✔ Alta flessibilità e facile gestione di grandi insiemi di dati non strutturati  
✔ Buona usabilità quando si lavora con delle app mobili  

MySQL e MariaDB

Quando si tratta di database SQL, invece, molte aziende si affidano a MySQL. Il sistema di gestione di database, disponibile dal 1995, conquista per l’amministrazione molto semplice e intuitiva, oltre che per l’installazione rapida su vari sistemi operativi. Anche la manutenzione del sistema è facile da eseguire. Purtroppo, molte caratteristiche aggiuntive, alcune delle quali indispensabili per un uso ideale a un livello più alto, sono disponibili solo nella versione a pagamento. Inoltre, il database gratuito rivela le sue debolezze in termini di sicurezza e monitoraggio dei dati.

Il server di database MariaDB proviene dagli stessi sviluppatori di MySQL e include anche tutte le falle di sicurezza del vecchio database. MariaDB funziona in modo simile in termini di utilizzo e può anche offrire alcune funzioni di MySQL. Le funzioni a pagamento menzionate in precedenza sono ancora disponibili su questo sistema, in versione gratuita. A causa della vasta community di base, MariaDB progredisce costantemente sviluppando nuove caratteristiche. Un motore per transazioni distribuite, una maggiore velocità a confronto con MySQL, colonne dinamiche e molto di più assicurano che il database non sia indietro rispetto ad altri sistemi di database.

Vantaggi Svantaggi
✔ Standard per molte aziende ✘ Molte caratteristiche sono a pagamento (MySQL)
✔ Amministrazione intuitiva ✘ Nessuna migrazione da MariaDB a MySQL
✔ Compatibile con molti sistemi operativi  
✔ Buon volume di memoria  
✔ Possibilità di passare facilmente da MySQL a MariaDB  

Redis

Il database in memory Redis appartiene alla famiglia NoSQL funzionando anche in modo non relazionale. Redis è particolarmente convincente per la sua velocità (con tempi di risposta inferiori a un millisecondo) e l’uso particolarmente semplice. Molte aziende optano per Redis, in particolare nel campo del caching. D’altra parte, vi sono delle lacune nella gestione di strutture di dati più complesse. Poiché i dati sono memorizzati direttamente nella RAM, il Remote Dictionary Serverne richiede una significativamente maggiore rispetto ad altri database.

Vantaggi Svantaggi
✔ Tempi di risposta estremamente elevati ✘ Requisiti di memoria elevati
✔ Uso intuitivo ✘ Espandibile quando si ha a che fare con strutture di dati complesse
✔ Buona scalabilità orizzontale e verticale  
✔ Client per quasi tutti i linguaggi di programmazione  
✔ Distribuzione su diversi server  

I database open source sono adatti anche per l’uso nel cloud?

Invece di mantenere dei database stazionari, sempre più aziende optano per delle soluzioni cloud. I vantaggi sono ovvi: invece di essere archiviati su un server costoso e bisognoso di energia sul posto, i dati dell’azienda vengono esternalizzati.

Oltre al trasferimento completo nel cloud privato o pubblico, vi sono anche dei modelli ibridi che lasciano parte dei dati in-house oltre che sul cloud. Questo può essere un approccio intelligente, soprattutto per record di dati particolarmente grandi. I costi sostenuti, di solito, possono essere stimati in modo abbastanza preciso e non sono soggetti a forti fluttuazioni. Inoltre, non c’è bisogno di acquistare o aggiornare hardware o software costosi. Collegare siti diversi è anche più facile con un modello cloud.

Tutti questi database open sourcesono anche adatti per l’implementazione completa o ibrida del cloud. Se si opta per una soluzione cloud, probabilmente si è anche interessati a dei database altamente scalabili. Allo stesso tempo, si vorranno dei tempi di risposta veloci dal momento che la connessione al cloud può causare comunque latenze lievi. È in questo caso che entrano in gioco Apache Cassandra e Redis, poiché questi due sistemi di database sono entrambi altamente scalabili e noti per delle ottime prestazioni.

Consiglio

Potreste trovare la soluzione ideale per la vostra azienda tra i diversi modelli cloud di IONOS. Troverete dei modelli flessibili e affidabili adatti alle vostre esigenze.