YouTube Stories: la piattaforma offre ora la funzione Story

Instagram e Snapchat lo hanno già fatto, ora tocca a YouTube: la piattaforma video ha aperto la strada alle cosiddette “story”. Con questo termine si intendono video o successioni di foto. Le foto e i video impiegati possono essere elaborati con varie funzioni e solitamente vengono eliminati automaticamente dopo 24 ore. Grazie a speciali filtri, adesivi e l’inserimento di testo gli Youtuber possono dare un valore aggiunto ai propri video prima di caricarlo. Inoltre possono essere aggiunti anche link che rimandano a una story.

Una differenza sostanziale dalla funzione della concorrenza è che la storia non deve necessariamente scomparire passate le consuete 24 ore. Tuttavia le YouTube Stories non possono essere commentate come gli altri video su YouTube. Gli utenti possono rispondere alle stories con messaggi diretti all’autore del video.

La possibilità di aggiungere le story al proprio account è stata implementata per la prima volta da Snapchat nel settembre del 2011. Instagram, Facebook e Skype si sono poi adeguati. YouTube è l’ultima piattaforma ad aprire le porte a questa funzione.

Da YouTube Reels a YouTube Stories: l’evoluzione della nuova funzione

Inizialmente la nuova funzione fu annunciata e lanciata con il nome “YouTube Reels”, tuttavia, prima di diventare ufficiale, venne rinominata in “YouTube Stories”. Il motivo del cambio di nome è che gli utenti sono oramai abituati a utilizzare il termine “story”, affermatosi grazie alla corrispondente funzione presso le piattaforme concorrenti.

Trovandosi le YouTube Stories ancora nella fase beta, solo alcuni canali selezionati hanno avuto la possibilità di utilizzare le YouTube Reels e metterle così alla prova. A partire dal secondo giro di prova, sono poi state messe a disposizione di chi gestisce un canale con almeno 10.000 abbonati. Questa nuova funzione extra non è pensata per diventare una funzione centrale di YouTube, così com’è su Instagram. Piuttosto le storie dovrebbero servire ad ampliare e arrotondare lo spettro delle funzioni del portale video.

Le YouTube Stories raggiungono gli utenti – esattamente come la scheda Community – attraverso un tab sul canale dell’autore dei video. Questa Story-Tab è tuttavia disponibile solamente nell’app per dispositivi mobili. Grazie alla nuova funzione gli Youtuber hanno un’ulteriore possibilità per entrare in contatto con la propria community e informare gli utenti sulle novità disponibili nel proprio canale o relative alla propria vita.

N.B.

La scheda Community è stata pensata proprio per mettere in contatto gestori di canali con fan e abbonati, permettendo lo scambio di messaggi, oltre ai semplici commenti al video. Ad esempio, questa funzione rende possibile la creazione di sondaggi, nonché la condivisione di foto e GIF.

Come vengono utilizzate le YouTube Stories?

Con le YouTube Stories possono essere registrati e condivisi video fino a 15 secondi di durata. Così è possibile, ad esempio, sponsorizzare i vostri prossimi video o trasmettere informazioni importanti ai propri abbonati in maniera veloce e concisa. Le YouTube Stories rappresentano dunque una possibilità aggiuntiva per relazionarsi con i propri abbonati.

La community di uno Youtuber si muove solitamente all’interno della pagina del canale dello Youtuber stesso con l’intenzione di comunicare con lui. La scheda Community e le stories servono proprio come strumento di comunicazione. Con questo tool è possibile mettersi in contatto con lo Youtuber andando oltre la sezione dei commenti, e addirittura portare avanti una conversazione vera e propria. In questo modo è possibile fare domande all’autore dei video, anche totalmente sconnesse dal contenuto dei video.

Anche il proprietario del canale ha la possibilità di stimolare la conversazione: ponendo domande alla propria community e offrendo risposte e spiegazioni. In teoria questo era già possibile nel riquadro dedicato ai commenti sotto al video, ma non è il luogo più adatto per farlo. Nel box dei commenti le questioni trattate sono solitamente legate al video stesso. Il fossilizzarsi su questioni che si discostano dal video rischia di infastidire la community.

Come funzionano le story su YouTube?

Le YouTube Stories devono sempre essere accessibili e non solamente per un periodo di tempo limitato dopo la pubblicazione del video. Per questo motivo le YouTube Stories si differenziano dalle story delle altre piattaforme, perché sono cancellate dopo 24 ore. È tuttavia possibile e non insolito stabilire un periodo di permanenza. Lo Youtuber ha la possibilità di cancellare le storie manualmente in ogni momento. Caricando il breve video su YouTube, si ha la possibilità di aggiungere filtri, musica, testo e adesivi. Non c’è alcun limite alle storie che è possibile pubblicare, anche una dopo l’altra, mettendo lo Youtuber nella condizione di avere tutta la flessibilità che desidera per inviare brevi messaggi ai propri follower.

Nella fase beta si sta testando come e a quale scopo vengono utilizzate le story dagli youtuber. Questo periodo di test dovrebbe inoltre mostrare eventuali problematiche e le reazioni di youtuber e degli spettatori a questa nuova funzione.

Per vedere le story di un determinato Youtuber non è necessario essere abbonati al suo canale. Basta visitare il suo canale attraverso l’applicazione da mobile. Così facendo si avrà accesso alle sue storie.

Le YouTube Stories come parte integrante di una strategia comunicativa

La scheda Community su YouTube può essere utilizzata per pubblicare brevi video, GIF, collegamenti a canzoni o consigli di vario genere. Costituisce in pratica un nuovo canale di comunicazione sulla piattaforma video.

Le YouTube Stories e la scheda Community sono parte della strategia della community di YouTube. YouTube Stories è la nuova funzione di comunicazione di YouTube e viene utilizzata indipendentemente dalla scheda Community. Dal loro punto di vista, questa funzione offre lo stimolo a pubblicare di più sulla piattaforma, e quindi a usarla di più, piuttosto che affidarsi ad altri canali di social media, come ad esempio i concorrenti Instagram e Snapchat. All’interno della strategia per il rafforzamento della Community legata alla piattaforma, YouTube offre le seguenti funzioni:

  • Condivisione di foto e GIF
  • Creazione di sondaggi
  • Raccomandazione di video e youtuber
  • Piazzamento pubblicitario di prodotti
  • Creazione, elaborazione e condivisione di storie
  • “Mi piace” e commenti alle storie

YouTube promette più traffico e input dati. L’obiettivo della strategia è tra le altre cose l’allargamento della comunità di utenti di YouTube. I critici vedono nelle YouTube Stories tra le altre cose un ulteriore strumento per collezionare i dati degli utenti.

La scheda Community è disponibile per tutti i canali con più di 10.000 abbonati.

In sintesi

L’utilizzo e lo sviluppo di YouTube viene presumibilmente influenzato dalle storie, nel caso in cui queste dovessero rimanere parte integrante della piattaforma. Se le storie avranno successo su YouTube o meno dipende da come la comunità accoglierà la nuova funzione e quanti utenti la utilizzeranno davvero.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.