Lubuntu: la distribuzione Linux agile e veloce

Lubuntu è una distribuzione derivata di Ubuntu particolarmente agile e veloce. Sebbene il sistema operativo abbia la fama di essere particolarmente adatto per i computer più vecchi, le versioni più recenti sono caratterizzate da un ambiente desktop moderno.

Archiviazione e-mail

Nessuna e-mail andrà perduta! Con IONOS puoi aggiungere in un solo click alla tua casella di posta la funzione di archiviazione automatica delle e-mail.

Archiviazione automatica
Massima sicurezza
Data center europei

Che cos’è Lubuntu?

Lubuntu è una distribuzione derivata, ovvero una versione della distribuzione Linux molto diffusa Ubuntu. Il nome Lubuntu sta per “Lightweight Ubuntu” e suggerisce il motivo per il quale è stato progettato questo sistema (“lightweight” in inglese significa leggero). Anche i computer con prestazioni ridotte e un hardware datato trovano in questa distribuzione derivata un sistema operativo che gli offre molte possibilità nonostante i requisiti ridotti. Per riuscirci, Lubuntu usa LXQt come ambiente desktop al fine di ridurre i requisiti anche in questo ambito.

Le origini di Lubuntu risalgono al 2009. A marzo dello stesso anno Mario Behling ha lanciato il sistema minimalista come progetto di una comunità virtuale. La prima versione poteva essere testata già a partire da settembre 2009 come Live-CD, ma non ancora installata.

Le installazioni sono state rese possibili dall’anno seguente. Inizialmente questa opzione non era ufficiale poiché lo stato della versione LTS non era ancora matura. Questo passo è avvenuto nel 2013 con la versione 11.10, rilasciata come Live-CD a 64 bit, rendendo il sistema il primo membro ufficiale della famiglia Ubuntu. Da allora, ogni semestre vengono fornite nuove versioni e aggiornamenti, contemporaneamente a quelle di Ubuntu.

Quali sono i requisiti di Lubuntu?

I requisiti hardware di Lubuntu confermano la sua fama di sistema leggero. Anche i computer vecchi o con prestazioni ridotte sono spesso compatibili con Lubuntu. I requisiti effettivi dipendono dalla versione. Col passare del tempo sono però diventati un poco più elevati, ma, nonostante ciò, sono ancora significativamente minori rispetto alle altre distribuzioni Linux. A livello hardware è richiesto come minimo un processore single-core da 700 MHz, una RAM da 512 MB e uno spazio d’archiviazione minimo di 5 GB. A partire dalla versione 19.04, rilasciata il 18 aprile 2019, i sistemi a 32 bit non sono più supportati.

Che programmi offre il sistema?

Oltre all’ambiente desktop precedentemente menzionato LXQt, Lubuntu offre alcuni programmi preinstallati che funzionano senza problemi e che servono a rendere anche i computer più vecchi e meno performanti utilizzabili per il lavoro quotidiano. Tra questi rientrano, tra gli altri:

  • Gli strumenti per ufficio Featherpad, LibreOffice Writer e Calc
  • Il programma di scannerizzazione Skanlite
  • Mozilla Firefox come browser standard
  • VLC Player per la riproduzione di diversi file media
  • NetworkManager e altre applicazioni per le operazioni quotidiane

Molti altri programmi possono essere installati direttamente o indirettamente.

Cosa contraddistingue Lubuntu?

Lubuntu si basa su Ubuntu: le due distribuzioni condividono le stesse risorse software. Le principali differenze tra di loro sono l’interfaccia grafica utente e i requisiti hardware ridotti. L’interfaccia grafica LXQt utilizzata da Lubuntu è molto chiara e con uno stile minimalista. In questo modo vengono risparmiate risorse e, contemporaneamente, le applicazioni possono essere usate in maniera veloce e senza perdite di tempo, anche con computer più vecchi. Grazie alla struttura ordinata, anche i nuovi utenti possono muoversi facilmente nel sistema. Per permettere ciò, questo agile sistema rinuncia ad alcuni effetti grafici.

I requisiti ridotti lato hardware fanno sì che Lubuntu possa sfruttare al massimo le risorse dei computer meno performanti e portare così anche i laptop o i PC più vecchi a nuova vita, garantendo l’esecuzione delle operazioni più semplici. Installando soltanto applicazioni adeguate, Lubuntu funziona in maniera molto affidabile.

I vantaggi e gli svantaggi della distribuzione derivata

Per rispondere alla domanda se Lubuntu sia o meno il sistema operativo corretto in base alle proprie esigenze vale la pena dare un’occhiata ai vantaggi e agli svantaggi di questa distribuzione Linux.

Vantaggi di Lubuntu

  • Requisiti ridotti: Lubuntu non richiede hardware particolarmente prestanti e funziona perciò su numerosi computer diversi. Ciononostante, il sistema risulta molto veloce e affidabile.
  • Gratuito: Lubuntu non prevede alcun costo. Il sistema non soltanto è gratuito, ma non contiene alcuna pubblicità.
  • Software: lo stesso è spesso vero anche per i software. Per Lubuntu ci sono numerose applicazioni che oltre a essere gratuite semplificano significativamente l’utilizzo del sistema. Per l’ufficio, per la riproduzione di file media o anche per l’accesso a Internet, Lubuntu è adatto con pressoché qualsiasi computer. Oltre ai programmi preinstallati ci sono numerose altre applicazioni che sono compatibili allo stesso modo.
  • Facile da usare: poiché Lubuntu punta su LXQt, gli utenti impiegano poco tempo ad abituarsi e trovano addirittura un’interfaccia piacevole da usare. L’utilizzo del sistema è molto intuitivo sin dalla prima volta che lo si usa.
  • In italiano: Lubuntu è disponibile con interfaccia utente e tastiera in lingua italiana. Ciò semplifica notevolmente il suo utilizzo.
  • Supporto: così come Ubuntu o Xubuntu, anche Lubuntu viene aggiornato regolarmente. Questo permette di risolvere velocemente eventuali errori e fa sì che il supporto di tutte le applicazioni sia sempre aggiornato.
  • Community virtuale: Lubuntu e Ubuntu possono contare su una community virtuale vasta e partecipe che aiuta con consigli e soluzioni. Anche il monitoraggio è particolarmente buono.
  • Fase di prova: se non siete sicuri se Lubuntu sia la scelta giusta per voi, potete scegliere di provare questa distribuzione derivata anche senza installazione.

Svantaggi di Lubuntu

  • Limitazioni: non tutti i programmi funzionano su Lubuntu. Le applicazioni di grandi dimensioni possono portare il sistema operativo al proprio limite. Una parte dei software Windows può essere utilizzata soltanto tramite appositi strumenti addizionali.
  • Grafica: sebbene Lubuntu sia migliorato graficamente grazie a LXQt, generalmente il sistema è pensato per un uso veloce e che non consumi troppe risorse. Per questo motivo non ci sono effetti e altri dettagli simili.
  • Configurazione: per gli utenti Ubuntu più esperti, la configurazione di una distribuzione derivata non rappresenta un grande problema, in quanto è grossomodo identica. Ma se invece volete passare a Linux da Windows o Mac, noterete che è necessario un po’ di competenza in materia. Per una transizione semplice e veloce, la configurazione rappresenta un piccolo svantaggio.

A chi conviene usare Lubuntu?

Lubuntu ha la fama di essere un sistema operativo per computer vecchi e dalle scarse prestazioni e si rivela decisamente all’altezza della sua fama. Grazie ai requisiti ridotti, il sistema funziona da salvavita per laptop e PC vecchi che altrimenti non sarebbero più utilizzabili. Soltanto con le versioni più recenti, Lubuntu risulta adatto anche come sistema operativo per altri computer. Grazie all’ambiente desktop moderno, questo “discendente” di Ubuntu si caratterizza per efficienza e velocità e vale perciò la pena valutarlo anche come sistema operativo per i computer più nuovi.

Se invece le prestazioni non sono il vostro primo pensiero e volete usare numerose applicazioni diverse, ci sono distribuzioni di Linux più adatte alle vostre esigenze.