Cos’è la latenza?

Quando si gioca online, ma anche quando si eseguono dei compiti semplici sul computer, generalmente ci si aspetta un tempo di risposta breve ai propri comandi. Tuttavia, una bassa latenza non è sempre possibile: lunghe distanze e altri problemi hardware e software possono rallentare il flusso di dati. È possibile, comunque, prendere misure concrete per ridurre la latenza.

Latenza: definizione

La latenza, conosciuta anche come tempo di risposta o latency in inglese, descrive il tempo tra un comando e la risposta prevista. Vi è sempre un certo ritardo causato da un’ampia varietà di fattori. Generalmente, una bassa latenza o ritardo è desiderabile mentre un’alta latenza dovrebbe essere evitata.

Significato di latenza

Sebbene il concetto di latenza possa sembrare astratto, ha un significato concreto, specialmente nell’ambito delle telecomunicazioni: quando si lavora al computer, un programma dovrebbe avviarsi rapidamente dopo un doppio clic; quando si naviga su Internet, un sito web dovrebbe caricarsi immediatamente o nel caso del cloud gaming, il colpo decisivo contro l’avversario dovrebbe avvenire il più possibile in tempo reale.

Nel caso degli occhiali VR, una latenza eccessiva viene particolarmente notata, anche fisicamente, poiché se l’ambiente digitale non si ricarica abbastanza velocemente, l’esperienza realistica e l’immersione nel mondo virtuale vengono distrutte. In futuro, la bassa latenza giocherà un ruolo molto più decisivo anche nella guida autonoma: in questo caso la latenza dovrebbe essere il più vicino possibile a 0, in modo che le auto possano reagire in modo sicuro agli incidenti e ad altre situazioni improvvise nel traffico stradale.

Oltre alla latenza di Internet e alla latenza del computer o del sistema operativo, anche la latenza della fibra ottica, ovvero quanto tempo impiega un segnale a viaggiare attraverso il cavo in fibra ottica, è spesso importante per gli utenti. Tuttavia, la latenza esiste anche in altri contesti, come nel caso della latenza operativa o meccanica.

Cosa causa la latenza?

Anche se l’obiettivo è quello di produrre una bassa latenza che sia il più possibile vicina allo0, nella maggior parte dei casi non è realistico. Ciò perché la latenza viene influenzata da una serie di fattori. Nel caso di Internet o di un computer, ad esempio, i motivi sono i seguenti:

  • Distanza tra mittente e destinatario: se si recuperano pacchetti di dati da un server negli Stati Uniti, ad esempio, la latenza è significativamente più alta rispetto a quella che si avrebbe recuperando dati da server con sede in Europa.
  • Mezzi di trasmissione: la latenza aumenta se vi sono diversi tipi di cavi con diverse velocità di trasmissione, ad esempio, ma anche in dipendenza dal tipo e il numero di hardware interconnessi (server, dischi rigidi, switch, ecc.).
  • Dimensione dei pacchetti: più grandi sono i dati, più lungo è il tempo di trasmissione.
  • Tipo di elaborazione dei dati: componenti diversi gestiscono l’elaborazione dei dati in modo diverso.
  • Larghezza di banda disponibile: la larghezza di banda disponibile può rallentare la trasmissione. Anche l’intensità del segnale può avere un impatto, ad esempio se è particolarmente debole e/o deve essere amplificato da un ripetitore.
  • Code alle singole stazioni: così come quando un numero insolitamente grande di richieste viene inviato a un server contemporaneamente.
Consiglio

Per scoprire quanto è alta la latenza del vostro Internet, esistono i cosiddetti ping test. Tramite questi, il sito web usato come test invia dei pacchetti di dati al vostro computer e misura il tempo necessario per l’invio, la ricezione e il rinvio dei dati stessi. L’interpretazione di un valore ping o di latenza come buono dipende dalla vostra connessione Internet.

Ridurre o migliorare la latenza

Uno dei fattori più importanti per una buona latenza è una distanzabreve tra mittente e destinatario. A un livello più alto questo fattore viene elaborato tramite il cosiddetto edge computing, in cui viene impostata un’architettura IT che elabora i dati il più vicino possibile alla fonte. Oltre a questo, si possono eseguire altre ottimizzazioni dell’hardware e del software per migliorare la latenza:

  1. Durante lo streaming o il gioco online, assicuratevi di selezionare un server italiano o almeno europeo nelle impostazioni della piattaforma di gioco o di streaming.
  2. Usate un cavo invece del Wi-Fi per applicazioni particolarmente impegnative dal punto di vista dei dati.
  3. Riducete la cosiddetta perdita di pacchetti causata dal firewall. Il firewall, infatti, controlla i pacchetti in entrata e ne blocca anche alcuni. Questo procedimento costa del tempo e a volte i dati vengono persi. Per evitare entrambe le cose, è possibile configurare il firewall per specificare quali pagine o applicazioni non richiedono tale controllo.
  4. Riducete il carico sulla vostra connessione per avere più larghezza di banda per l’applicazione corrente: chiudete i programmi in esecuzione in background sul vostro computer, mettete temporaneamente altri dispositivi (smartphone o tablet) in modalità aereo e date la priorità al vostro computer sul router. È anche meglio disinstallare completamente i programmi non necessari.
  5. Aumentate la dimensione della RAM del vostro computer.
  6. Deframmentate il disco rigido.

Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.