On premise vs software basato su cloud

Al giorno d’oggi non è necessario installare ogni programma sul proprio computer o portatile. Molte applicazioni sono disponibili anche online, se non solamente online, tramite cloud. Molte vengono già utilizzate in questa modalità, senza magari neanche farci caso. Chi, ad esempio, lavora con Google Docs o Office 365, impiega già un software basato su cloud. Questo comporta dei chiari vantaggi. Ma le soluzioni cloud sono sempre e comunque la scelta migliore? In questo articolo vi presentiamo i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le possibilità.

I software on premise

Mai cambiare un cavallo vincente? Molti utenti e aziende sono abituati a utilizzare gli stessi software da decenni, risparmiandosi così una serie di problemi. Si compra un prodotto, lo si installa sul proprio computer di casa e di lavoro e si è così a posto per anni. Il vantaggio in questo caso è collegato al possesso del software: una volta acquistato il prodotto, può essere utilizzato senza limitazioni (costo una tantum). Ma è veramente così? Attualmente, nel settore aziendale vengono utilizzate le licenze. I programmi non possono essere utilizzati indistintamente per tutte le postazioni di lavoro che si desidera. In molti casi è necessario acquistare una licenza per ogni impiegato. L’alternativa è quella di comprare altresì pacchetti contenenti più licenze. Dunque la soluzione “on premise”, ossia “in locale”, non è particolarmente vantaggiosa dal punto di vista economico.

Un buon software va aggiornato con frequenza: gli update ampliano le funzioni del programma, ne migliorano la stabilità e risolvono le sue falle di sicurezza. Questi aggiornamenti devono essere installati regolarmente dagli utenti, prevedendo quindi lavoro aggiuntivo. Nelle aziende più grandi, il processo di aggiornamento e di bug fixing (la risoluzione degli errori di un programma) può comportare uno sforzo significativo. Inoltre, le funzioni di supporto offerte non sono illimitate. Arrivati a un certo punto, molti sviluppatori di software fanno coincidere l’ulteriore sviluppo di un prodotto con lo sviluppo di un nuovo software. A quel punto si hanno due opzioni: o si sceglie di continuare ad adoperare la vecchia versione o si investe nel nuovo prodotto.

C’è tuttavia un vantaggio delle soluzioni on premise che non va dimenticato: tutti i dati rimangono in possesso dell’utente. Mentre con le soluzioni cloud si trasmettono informazioni su server distanti, fisicamente collocati all’interno di un centro di elaborazione dati al di fuori della propria proprietà, con i software on premise tutti i dati sono contenuti nei vostri server. Sempre che non vi decidiate di affidarvi a una soluzione d’archiviazione dati basata su cloud. Chi adotta una soluzione on premise ha perciò il pieno controllo sui propri dati. La decisione spetta solamente a voi.

Vantaggi

Svantaggi

Acquisto: i software on premise non prevedono solitamente spese durante il loro utilizzo.

Hardware: il software deve essere adatto ai dispositivi utilizzati.

Controllo: è l’utente a scegliere che utilizzo fare del software.

Più impegno: la manutenzione del software comporta un lavoro maggiore.

Privacy: i dati sensibili non devono abbandonare il sistema interno e non finiscono così nelle mani di terzi.

Scalabilità limitata: le licenze prevedono costi importanti e vanno acquistate per un lungo periodo.

Accesso: utilizzando i software sul proprio computer, possono essere utilizzati senza limitazioni.

Supporto limitato: l’ulteriore sviluppo dei software viene arrestato dopo un certo periodo.

Cloud Hosting potente e flessibile per i tuoi stack personalizzati

Veloce e scalabile, a partire da 15 €/mese IVA escl.

Stack personalizzabile
Traffico illimitato
Assistenza Clienti 24/7

Software basato su cloud

Grazie al cloud computing e al SaaS, gli utenti hanno oggigiorno altre possibilità per utilizzare i software. Invece di acquistare il programma desiderato, installarlo sul proprio computer e finalmente utilizzarlo, si può optare per la sottoscrizione di un abbonamento. Lo sviluppatore hosta il software in un data center e offre agli utenti la possibilità di accedervi. Il proprio computer desktop o portatile crea una connessione, ma nella realtà i processi avvengono all’interno del centro di calcolo. In questo modo tutto quello che serve al proprio hardware è una connessione Internet.

La manutenzione dell’hardware è affidata al personale specializzato così come gli aggiornamenti dei software, che avvengono senza che l’utente debba occuparsene personalmente e sono immediatamente disponibili. Poiché il software è indipendente dal computer, è possibile accedere al programma da qualsiasi luogo. Non si è legati né al dispositivo né al luogo di lavoro. Senza connessione a Internet però il software non funziona. Questo rappresenta il maggiore svantaggio dei software basati su cloud. Questo è un aspetto particolarmente critico per gli utenti professionisti e le aziende: risulta infatti inaccettabile che l’efficienza soffra di una connessione Internet deficitaria.

Il software professionale può essere costoso. Anche se questi costi sono solitamente coperti da un acquisto una tantum per soluzioni on premise, non è sempre possibile per le piccole imprese e gli imprenditori fare un investimento così grande. Inoltre: se l'azienda e le esigenze crescono, il programma acquistato potrebbe rapidamente risultare inadatto, elemento che si era sottovalutato al momento dell'acquisto. Con la maggior parte dei fornitori SaaS, gli utenti possono scegliere tra un pagamento mensile o annuale e passare a un altro prodotto con un preavviso relativamente breve. Le funzioni aggiuntive o l'accesso aggiuntivo per i dipendenti possono essere prenotati in modo semplice ed economico.

Scegliere un software basato su cloud significa fidarsi del provider e dargli il controllo sui dati. La fiducia è così importante perché a volte informazioni molto sensibili e rilevanti per l'azienda vengono memorizzate nei suoi data center. Se il produttore del software basato su cloud non prende sul serio la protezione dei dati, la cosa diventa critica. Se il fornitore decide (per sua scelta o meno) di interrompere l'offerta o addirittura di sospendere i lavori di manutenzione, questo disservizio può avere conseguenze negative per gli utenti.

Vantaggi

Svantaggi

Requisiti hardware: il PC o portatile utilizzato non ha bisogno di essere molto performante, poiché avviene tutto nel centro di calcolo del provider.

Accesso a Internet: se la connessione a Internet è debole o assente, il software non è raggiungibile.

Manutenzione: a prendersi cura degli aggiornamenti è il personale specializzato, il che significa meno lavoro per l’utente.

Privacy: è necessario potersi fidare del provider, poiché questo avrà a disposizione i vostri dati.

Scalabilità: una gamma di funzioni più ampia o ulteriori account possono essere aggiunti o ridotti con un preavviso relativamente breve.

Dipendenza: se il provider termina la prestazione del suo servizio, il software non sarà più utilizzabile.

Costi: trattandosi di modelli SaaS, quindi in abbonamento, i costi iniziali sono più contenuti.

 

Software basato su cloud vs on premise: le soluzioni a confronto

I software basati su cloud non si differenziano necessariamente per una migliore gamma di funzioni dell’offerta. Entrambe le soluzioni hanno dei punti di forza e delle vulnerabilità.

 

On premise

Cloud

Costi

Costo elevato per la licenza, pagamento una tantum.

Il modello basato su abbonamento porta con sé costi regolari ma relativamente contenuti.

Installazione e accesso

L’utente installa il software sul proprio dispositivo.

L’utente ha accesso a Internet, utilizzando una soluzione SaaS.

Manutenzione

L’utente deve installare da sé gli aggiornamenti, ogni qualvolta lo sviluppatore li rilascia.

Gli aggiornamenti vengono installati direttamente dallo sviluppatore stesso.

Scalabilità

In parte è possibile acquistare delle estensioni, ma nella maggior parte dei casi sarà necessario acquistare un prodotto completamente nuovo.

Ulteriori funzioni e accessi possono essere aggiunti o ridotti, per lo più con grande facilità.

Hardware

È l’utente a doversi assicurare che l’hardware sia adatto al corretto funzionamento del software sul dispositivo.

Ogni utente necessita solamente di una connessione a Internet funzionante, poiché il software è gestito su server appositi.

Protezione dei dati

Tutti i dati rimangono sul computer dell’utente, dandogli pieno controllo.

Lo sviluppatore ha l’obbligo di mettere in sicurezza i dati, impedendone l’accesso a terzi, anche durante il trasferimento dei dati su Internet.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.