Che cos'è il Saas (Software as a service)?

Con "Software as a service" (Saas), il software messo a disposizione non è installato localmente, ma è utilizzato tramite una connessione Internet. L'hardware e il software sono distribuiti dal provider. L'utente si serve delle funzioni del software solo dall'esterno. Saas è quindi per definizione un servizio di cloud computing, uno dei più grandi campi di sviluppo per le aziende.

Altri servizi di cloud computing includono Infrastructure as a Service (IaaS) e Platform as a Service (PaaS). Anche i programmi di posta elettronica, che offrono il servizio e-mail tramite un sito web come 1&1 IONOS adottano il principio Saas da anni. Altri noti fornitori Saas includono Slack, Salesforce e Wordpress. Anche importanti sviluppatori di software, come Microsoft con Office 365 e Adobe con Creative, offrono ora versioni Saas dei loro prodotti.

Come funziona il Saas?

Con il Saas, il software è fornito centralmente come servizio tramite Internet. Gli utenti creano account individuali e le eventuali spese sostenute saranno fatturate mensilmente o annualmente. Le applicazioni non sono eseguite sul proprio computer, ma direttamente online. Fornitura, manutenzione e aggiornamento dei programmi sono di diretta responsabilità del provider. Gli utenti devono solo accedere al software tramite un browser web. Ciò è solitamente possibile con qualsiasi dispositivo abilitato a Internet, per cui l'utente non deve fare altro che accedere allo strumento online con i propri dati di accesso.

I più popolari programmi Saas includono applicazioni di project management, sistemi di gestione dei contenuti (CMS), programmi per la contabilità, file management, e-commerce, Customer Relationship Management (CRM), gestione degli archivi e pianificazione delle risorse umane. In passato le aziende erano spesso costrette a installare più programmi e ad acquistare e gestire le relative licenze. Il modello Saas invece è molto più facile da usare e sta diventando sempre più popolare.

Vantaggi del Saas

Il Saas è una soluzione cloud molto attraente che sta guadagnando terreno in molte aree, considerando che offre molti vantaggi sia per gli utenti sia per le aziende rispetto ai software installati localmente, quali:

  • Una rapida messa in funzione e l’immediata fornitura dei servizi ai clienti: invece di inviare pacchetti software e rilasciare licenze, il servizio deve solo "accedere alla rete" per diventare operativo.
  • La manutenzione affidata al provider riduce il carico di lavoro dei propri collaboratori: in particolare i team informatici non devono più preoccuparsi delle installazioni di software, licenze, aggiornamenti e della manutenzione, ma possono concentrare le proprie risorse su attività altrettanto importanti per l'azienda.
  • L’integrazione facile di nuovi collaboratori: non è più necessario rilasciare licenze ai nuovi collaboratori o installare il software. Di solito è sufficiente effettuare una nuova registrazione nello strumento online, facilitando così l'integrazione di nuovi collaboratori, che possono iniziare il proprio lavoro in meno tempo.
  • L’utilizzo dei servizi sia all’interno che all’esterno dell'ufficio da diversi dispositivi: il software non è più necessariamente legato a una singola postazione di lavoro. Con i dati di accesso gli utenti possono utilizzare le applicazioni fornite anche quando non sono in ufficio o da altri sistemi. Questo semplifica notevolmente anche il concetto di home office.
  • L'architettura cloud offre a tutti gli utenti gli stessi standard di sicurezza: memorizzando tutti i dati in remoto su un server cloud, la perdita di dati per problemi hardware e software locali viene minimizzata. Le imprese più piccole godono degli stessi standard di sicurezza delle imprese più grandi.
  • Nuove funzioni e aggiornamenti sono implementati e integrati molto più velocemente: poiché il software è eseguito lato provider, quest'ultimo si assume anche la responsabilità della sua gestione. In questo modo l'utente può essere certo di utilizzare sempre l'ultima versione dei servizi.
  • Orientato all'utente: le aziende non pagano somme forfettarie, ma per utente. Soprattutto per le aziende di dimensioni ridotte le licenze dei software erano in passato spesso troppo costose in rapporto alle loro dimensioni. Grazie alle opzioni di pagamento per utente le spese per le aziende possono essere controllate in modo efficiente.

Svantaggi e rischi del Saas

Gli svantaggi e i possibili rischi del Saas sono in gran parte di impatto limitato. Il modello Saas si sta diffondendo rapidamente e la pressione concorrenziale contribuisce al miglioramento continuo delle questioni legate alla sicurezza dei dati e alle prestazioni. Tuttavia, è importante essere a conoscenza dei seguenti rischi legati all’utilizzo del Saas:

  • La cessione dei dati al provider: anche se il gestore promette la massima segretezza e sicurezza e i dati vengono contrattualmente protetti, i dati aziendali confidenziali non sono in vostro possesso, ma sono conservati dal servizio. Fughe di dati, attacchi di hacker e altri incidenti che mettono in pericolo la riservatezza dei vostri dati generalmente sono al di fuori del vostro controllo. La sicurezza dei servizi cloud rimane controversa. In Europa il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati potrebbe prevedere una regolamentazione più severa e dettagliata a riguardo, se applicabile al rispettivo provider.
  • Pericoli per cessazione dei servizi: se il provider del Saas fallisce o è costretto a interrompere il servizio per qualsiasi altro motivo, non sarà solo l'uso dei servizi a diventare impossibile, ma teoricamente potrebbero andare persi anche tutti i dati e i documenti. Tuttavia, è raro che i Saas siano interrotti improvvisamente. In genere i provider interessati concedono agli utenti il tempo necessario per salvare i propri dati e documenti su altri supporti informatici o server. In alcuni casi un servizio è trasferito a un altro, eventualmente insieme ai relativi dati.
  • Richiede una connessione Internet veloce e costante: il Saas è un servizio online, quindi una buona connessione Internet è fondamentale. Molti fornitori offrono anche la modalità offline, che consente di lavorare senza Internet e di sincronizzare i dati non appena si torna online. Tuttavia, per sfruttare il Saas al massimo, è necessaria una connessione costante a Internet. Problemi di rete possono causare fastidiosi tempi di caricamento negli strumenti web che, a loro volta, possono provocare danni economici.
  • Nessun utilizzo del software in caso di inattività: allo stesso modo, molti Saas non possono essere utilizzati se il provider deve temporaneamente interrompere l'erogazione dei servizi online, ad esempio a causa di lavori di manutenzione o guasti al server.
  • Compatibilità necessaria con i sistemi operativi e i browser: gli strumenti web possono avere prestazioni diverse a seconda del browser utilizzato. È possibile che si verifichino dei problemi di compatibilità anche in relazione al sistema operativo, specialmente se si utilizza macOS. Gli strumenti della maggior parte dei fornitori Saas sono ancora ottimizzati per Windows. Tuttavia, i problemi legati alla scelta del browser sono estremamente rari.
  • Messa in funzione di software incompleti: poiché il Saas non è sviluppato né venduto in modo tradizionale, i fornitori Saas possono essere tentati di rendere il proprio software disponibile in una fase di sviluppo troppo precoce. Ciò può accadere prima che siano stati eseguiti beta test approfonditi o che siano state implementate funzioni importanti. In generale i prodotti Saas sono sottoposti a controlli di qualità molto meno rigorosi.

Fornitori Saas conosciuti

I provider Saas più conosciuti sono senza dubbio quelli dei programmi di posta elettronica ed è molto probabile che stiate già utilizzando gli strumenti web di tali fornitori. Tuttavia il campo di applicazione del Saas va ben oltre la posta elettronica, soprattutto nel settore aziendale. Di seguito vi presentiamo tre strumenti web Saas che hanno già rivoluzionato il mondo del lavoro.

Slack

Slack fornisce un'interfaccia di comunicazione per gruppi di lavoro. Lo strumento divide tutte le conversazioni in appositi canali che sono, a loro volta, divisi in singoli thread per separare conversazioni specifiche. L'utente può inoltre scegliere tra una vasta gamma di applicazioni da "installare". Come, ad esempio, una lista delle cose da fare, un collegamento a Google Drive o una calcolatrice finanziaria, a seconda delle esigenze del vostro gruppo di lavoro.

Slack può essere configurato molto rapidamente ed è possibile invitare altri membri tramite e-mail. La popolarità di Slack continua a crescere anche grazie al modello Freemium. La sicurezza dei dati rappresenta invece una fonte di preoccupazione. Tutte le informazioni sono memorizzate su server statunitensi, considerati meno sicuri di quelli europei a causa delle norme meno severe sulla protezione dei dati di oltreoceano.

Slack è nato come strumento Saas, ma oggi esiste anche sotto forma di software convenzionale per Windows, Android e iOS. Un vantaggio rispetto allo strumento web è che consente di aprire più spazi di lavoro contemporaneamente e garantisce un maggiore controllo sulle notifiche. Se si utilizza un solo spazio di lavoro, non c'è una grande differenza tra lo strumento web e il software. La funzionalità generale di Slack rimane invariata. Tutti possono partecipare, sia nella versione software sia sul browser. Slack è quindi un ottimo esempio di modello Saas.

Salesforce

In quanto fornitore di diversi strumenti aziendali, Salesforce è un concorrente diretto del gigante dei software SAP. La sua gamma di prodotti di cloud computing è molto ampia: con strumenti finanziari, programmi di messaggistica istantanea, strumenti di sviluppo e di gestione delle relazioni con i clienti (CRM), Salesforce si presenta come una soluzione completa per le aziende.

Salesforce è diventata uno dei provider di cloud computing di maggior successo. Specialmente nell'area del Customer Relationship Management (CRM), Salesforce convince con un'ampia gamma di offerte Saas, tra cui Work.com, ex Rypple e Data.com (ex Jigsaw). Salesforce si presenta più come una rete di strumenti, acquisiti nel corso degli anni. L'azienda si è così trasformata in un forte concorrente di SAP, dimostrando che in futuro aziende di dimensioni simili potranno inghiottire ancora più fornitori Saas.

Trello

Gli strumenti web basati su Saas possono fornire soluzioni innovative per la gestione dei processi di lavoro e il project management. Trello raggruppa attività, eventi, richieste, ecc. in schede interattive che possono essere modificate o spostate dai membri autorizzati della rete, creando così un'interfaccia accattivante che offre una perfetta panoramica.

La divisione in liste permette di personalizzare Trello in base alle proprie esigenze. Le liste possono, ad esempio, visualizzare diverse fasi di lavoro come "Da scrivere", "Scritto", "Letto" e "Caricato". Le liste possono anche essere impostate come categorie (per esempio "Sport", "Salute", "Politica"). Nelle singole schede è possibile commentare, aggiungere allegati, creare delle checklist, impostare scadenze e molto altro ancora.

Trello è facile e veloce da usare ed è quindi un perfetto strumento web Saas. Come Slack, anch'esso utilizza il modello Freemium, una mossa che si è dimostrata vincente: nel marzo 2017, Atlassian ha infatti acquistato il Saas per 425 milioni di dollari. Trello è disponibile anche sotto forma di applicazione mobile per Android e iOS. È stata rilasciata anche un'applicazione desktop per Windows e macOS. Dopo Slack, quindi, anche Trello segue la tendenza di offrire programmi inizialmente rilasciati come Saas come applicazioni installabili localmente.

Previsione dei servizi Saas

Appare evidente che il Saas è il modello del futuro. Entro il 2019 si prevede che il fatturato sarà triplicato rispetto al 2014. Tuttavia i provider Saas devono ancora affrontare alcune sfide. Un esempio è la diffidenza ancora molto diffusa nei confronti del cloud computing in termini di sicurezza dei dati. I primi tentativi di soluzione, come la fornitura di un Cloud Access Security Manager (CASM), che conferisce un maggiore controllo sulla sicurezza dei dati e le linee guida corrispondenti agli utenti, sono comunque molto promettenti, come le promesse da parte di diversi fornitori di migliorare la trasparenza e il controllo dei dati dei server.

Se i fornitori Saas vogliono continuare a incrementare il numero di utenti, dovranno garantire prestazioni costanti. I fornitori di Saas devono costantemente dimostrare che i loro modelli sono tecnicamente maturi e a prova di futuro, per evitare che gli utenti siano scoraggiati da lunghi tempi di caricamento o guasti e che tornino ai software convenzionali. Il Saas potrebbe diventare il modello di software più popolare nel lungo termine, se i vantaggi sopra descritti supereranno gli svantaggi.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.