Il record di risorse TXT

Se gestite autonomamente l’hosting del vostro sito web personale, sono molti i dettagli tecnici che dovreste conoscere e dei quali i vostri visitatori non devono preoccuparsi. Uno dei dettagli più importanti è costituito dalla funzione del Domain Name System e delle informazioni in esso contenute. In questo articolo vi spieghiamo a cosa serve il cosiddetto record TXT.

Cosa sono i record DNS e cos’è un record TXT?

Ogni dominio è collegato a name server (DNS) che permettono di richiamarlo nel web tramite il suo nome. Ad esempio il nome test.com viene “tradotto” dal server DNS nell’indirizzo IP69.172.200.235.

I server DNS svolgono tuttavia una funzione più complessa della semplice traduzione di un nome di dominio in un indirizzo IP. Su richiesta dell’utente forniscono infatti una grande varietà di informazioni necessarie per uno scambio di dati sicuro ed efficiente in Internet. Queste informazioni sono memorizzate nei cosiddetti record di risorse DNS. Esistono molti tipi di record di risorse, ad esempio record CNAME, record A, record PTR o record SOA. Ognuno di questi tipi di record serve a un determinato scopo e richiede un formato specifico.

N.B

Il nostro riepilogo sui record DNS vi fornisce un’introduzione ai record DNS e una panoramica dei vari tipi di record.

Il record TXT è il tipo di record più flessibile. Permette infatti di memorizzare un testo liberamente definibile e viene utilizzato per finalità estremamente diverse. Un esempio tipico è costituito dalle chiavi richieste per l’autenticazione dei domini per servizi come Google Analytics.

Creare un record TXT

I record TXT vengono generalmente creati seguendo le istruzioni del rispettivo servizio che necessita del record. In genere, l’utente riceve il contenuto completo del record TXT, in modo tale da poterlo semplicemente copiare.

La cosa più importante è che il nome del record corrisponda; generalmente ai record TXT viene assegnato uno specifico nome di sottodominio. Ad esempio, un record DMARC (vedere l’esempio raffigurato, ultima riga) deve essere sempre rinominato con il sottodominio _dmarc.

N.B.

Le modalità di creazione del record TXT cambiano a seconda del provider dell’hosting. Vi spieghiamo come aggiungere un record TXT in IONOS.it.

Ricercare un record TXT (verifica dei record TXT)

I record TXT possono essere richiamati liberamente. A questo scopo, in Internet sono disponibili diversi tool gratuiti, ad esempio DNS Lookup o Google.

Le preimpostazioni per il server DNS possono essere lasciate invariate. Fate clic in alto a destra su TXT e digitate il nome del dominio (nell’esempio: test.com). La funzione di verifica dei record TXT restituisce i record TXT esistenti (nell’esempio, la chiave di Google Site Verification).

Consiglio

Se dovete immettere un server DNS e non sapete quale indirizzo IP scegliere, scrivete 8.8.8.8. Questo server DNS di Google funziona sempre.

Potete eseguire la ricerca del DNS anche con le funzioni in dotazione di Windows. A questo scopo aprite la riga di comando (nella finestra di ricerca digitate cmd) e lavorate con il comando nslookup. Il nostro articolo di approfondimento vi spiega nel dettaglio come eseguire una verifica DNS con nslookup.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.