Come scoprire se hai subito un attacco hacker alla tua e-mail

“Come so se il mio indirizzo e-mail è stato hackerato? La mia e-mail è stata violata?” Sono i tipi di domande che sorgono spontanee a milioni di utenti in tutto il mondo dopo l’ennesimo grande attacco hacker. Se i criminali informatici sono in possesso dei dati di accesso, i danni per le persone coinvolte possono essere considerevoli. Nel nostro articolo ti indichiamo come puoi verificare se la tua e-mail è stata violata e quali siti e strumenti possono aiutarti.

Consiglio

Se hai poco tempo e vorresti subito una risposta, i tre siti web seguenti ti svelano se il tuo account e-mail è stato violato:

  1. Have I Been Pwned?
  2. Firefox Monitor
  3. Sito web dell’Istituto Hasso Plattner

Come capisco se il mio indirizzo e-mail è stato hackerato? Le migliori opzioni di test sui siti web

Ti stai chiedendo come si fa a capire se il tuo account di posta elettronica è stato violato? Fortunatamente non ti trovi davanti a un enigma: esistono appositi siti web che per mezzo di analisi delle botnet e delle violazioni di dati riescono a stabilire se un indirizzo e-mail sia stato hackerato in passato. Abbiamo riassunto per te le migliori soluzioni per scoprirlo.

Have I Been Pwned?

Probabilmente la soluzione più nota per verificare se la tua e-mail è stata violata è il sito web in lingua inglese Have I Been Pwned? (HIBP). Qui puoi inserire il tuo indirizzo e-mail e verificarlo. Il database del servizio si basa su numerose violazioni di dati note di siti web importanti, quindi sono già presenti oltre 670 siti diversi e 12,5 miliardi di indirizzi violati.

Lo strumento Have I Been Pwned? verifica se un account sia stato compromesso all’interno di una violazione di dati conosciuta. Fonte: https://haveibeenpwned.com/

Oltre a ciò, il sito web offre anche ulteriori funzionalità. Esiste, infatti, la funzione di notifica “Notify Me”, grazie alla quale riceverai automaticamente un messaggio dal sistema di HIBP nel caso in cui il tuo indirizzo e-mail o il tuo nome utente dovesse venire associato a una violazione di dati.

Firefox Monitor

Da settembre 2018 anche lo sviluppatore di browser Mozilla offre uno strumento web con il quale è possibile verificare se la casella di posta elettronica sia stata violata. La soluzione si chiama Firefox Monitor e ottiene i dati dal sopra nominato servizio Have I Been Pwned? (HIBP). La verifica avviene secondo il modello già noto: inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicchi sul pulsante “Cerca nelle violazioni”. Dopo poco tempo riceverai un messaggio che ti informa se il tuo account di posta elettronica sia stato hackerato o sia stato coinvolto in famosi furti di dati (data leaks).

“La mia e-mail è stata violata?” Firefox Monitor risponde a questa domanda nel giro di pochi secondi. Fonte: https://monitor.firefox.com/

Anche Firefox Monitor offre la possibilità di essere informati per e-mail se il proprio indirizzo di posta elettronica non è più sicuro a causa di un furto di dati. In più, riceverai regolarmente aggiornamenti sull’attuale situazione.

Identity Leak Checker

L’ultimo strumento presentato qui è stato sviluppato dall’Istituto Hasso Plattner (HPI) con sede a Potsdam, a pochi chilometri dalla capitale tedesca. È disponibile in tedesco e in inglese e scandaglia i database su internet alla ricerca di dati d’identità rubati. Affinché questo possa avvenire, devi visitare il sito web di HPI, inserire il tuo indirizzo di posta elettronica e cliccare il pulsante “Check email address!” (“controlla l’indirizzo e-mail”). Il risultato della verifica non dà informazioni solamente riguardo al furto avvenuto o meno della password, bensì esamina anche se sono state pubblicate o usate illecitamente su internet informazioni personali, come ad esempio il numero di telefono, l’indirizzo di residenza o la data di nascita.

Grazie allo strumento online di HPI hai la possibilità di verificare se il tuo indirizzo e-mail sia stato hackerato o se i tuoi dati personali siano stati rubati. Fonte: https://sec.hpi.de/leak-checker/search

Riceverai quindi un’e-mail di risposta da parte dell’istituto HPI all’indirizzo di posta elettronica inserito, in cui scoprirai se il tuo account sia stato hackerato e se i tuoi dati personali siano disponibili online a tua insaputa. Oltre a ciò, l’istituto ti informa di quando e come sarebbe avvenuto il furto dei dati.

Consiglio

Hai mai sentito parlare di ethical hacking? Per saperne di più, consulta il nostro articolo al riguardo.

Cosa fare se la mia mail è stata hackerata?

Tutti e tre gli strumenti sono degli ottimi modi per verificare se un indirizzo e-mail è stato hackerato. Naturalmente non si può mai pretendere di avere una garanzia al 100% che il tuo account non sia mai stato effettivamente vittima di un attacco hacker. Se però questi strumenti non hanno trovato niente è molto probabile che attualmente non ci siano persone non autorizzate che abbiano accesso ai tuoi dati. In ogni caso, per sicurezza si raccomanda di cambiare regolarmente le password degli account.

Ma come è opportuno agire nel caso in cui ti venga effettivamente comunicato un furto dei tuoi dati? In un caso del genere leggi il nostro articolo “E-mail hackerata: cosa dovresti fare?” in cui ti illustriamo i passaggi più importanti da compiere.

Consiglio

Affidati a IONOS per creare il tuo indirizzo e-mail professionale e otterrai così una casella di posta elettronica senza pubblicità, ma anche particolarmente protetta da virus e spam.

Perché la sicurezza del mio indirizzo e-mail è così importante?

Con un indirizzo e-mail hackerato i cybercriminali possono assumere la tua identità e in tal caso si parla di furto di identità. Inoltre, è possibile carpire informazioni sensibili come login o dati bancari. In questo modo gli hacker hanno quindi accesso ai tuoi contatti, possono effettuare acquisti online a tuo nome oppure usare illecitamente il tuo indirizzo di posta elettronica per inviare spam o virus; ciò può arrivare a causare un danno finanziario molto consistente.

I danni possono ripercuotersi anche su altri, ad esempio se dal tuo account di posta elettronica vengono inviati trojan che paralizzano le reti aziendali. Perciò risulta ancora più importante rendere sempre sicuro l’indirizzo di posta elettronica utilizzando password forti e ricorrendo all’autenticazione a due fattori. Scopri di più sulla scelta di una password sicura nell’articolo della Digital Guide.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso.
Page top