Framework WordPress: come realizzare temi semplicemente

In qualità di sistema di gestione del contenuto, WordPress convince soprattutto per le sue possibilità di espansione pressoché inesauribili. Oltre a migliaia di plug-in che integrano la piattaforma con delle funzioni aggiuntive, esistono anche numerosi stili di design preformati che rendono la realizzazione del proprio sito web un gioco da ragazzi. Tramite i cosiddetti temi WordPress potrete concretizzare le vostre idee riguardo gli elementi grafici e funzionali del vostro sito senza necessariamente avere conoscenze di programmazione. Basta soltanto scaricare il tema che preferite, gratuitamente o a pagamento a seconda dello sviluppatore che lo ha ideato, installarlo e attivarlo con pochi click.

Se disponete invece delle conoscenze necessarie, riuscirete a realizzare un nuovo tema per WordPress piuttosto velocemente. I framework per lo sviluppo di temi WordPress, utilizzati come base per creare modelli di layout da molteplici fornitori, facilitano considerevolmente il processo di costruzione del sito. Anche i temi più semplici sono ben strutturati.

I vantaggi di sviluppare il proprio tema WordPress

La possibilità di utilizzare i temi è a buona ragione una delle caratteristiche più importanti delle funzionalità di WordPress, poiché i tanti modelli disponibili permettono la separazione tra layout e contenuto, rendendoli così indipendenti l’uno dall’altro, in ogni. Inoltre i temi semplificano agli utenti inesperti l’utilizzo del CMS poiché sono facili da installare e intuitivi. Senza alcun tipo di programmazione, potrete modificare il vostro sito Internet con i modelli proposti e riempirlo con il contenuto desiderato. Oltretutto la maggior parte dei temi risultano adattabili, come nel caso in cui, ad esempio, vogliate utilizzare un font, un colore di sfondo o inserire un determinato elemento.

Tuttavia l’uso di temi preformati ha anche i suoi lati negativi: il provider offre i suoi modelli pubblicamente e dunque, è chiaro che il tema scelto potrebbe essere lo stesso usato da tanti altri gestori di siti Internet. Di fatto chi si orienta verso un tema molto amato perderà di certo originalità poiché, nonostante i temi possano essere personalizzati, non prevedono che vengano effettuati cambiamenti sostanziali. Inoltre non è garantito che il tema scelto venga curato nel tempo: dunque, se prima o poi dovessero comparire delle falle nella sicurezza, potrebbero anche sorgere dei rischi per il vostro sito.

Per i motivi appena accennati, spesso potrebbe essere più ragionevole decidere di sviluppare il proprio tema da sé purché, ovviamente, si disponga di conoscenze riguardo CSS, HTML e PHP. In questo modo potrete sfruttare la praticità del modello e, contemporaneamente, avere il pieno controllo sul layout e sulle impostazioni della sicurezza.

Cosa si nasconde dietro i framework per i temi WordPress

Esistono due modi diversi di sviluppare un nuovo tema per WordPress: o rinunciate a tutti gli aiuti possibili e programmate il vostro modello da cima a fondo, oppure potete scegliere di utilizzare i già citati framework per i temi di WordPress. Questi framework sono dei temi indipendenti l’uno dall’altro, contenenti funzioni standard e un concetto di design basilare. Tra queste proprietà compaiono anche le caratteristiche generali per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) o per la realizzazione di siti responsive. Dato che sono impiegati anche per lo sviluppo di nuovi temi, vengono definiti anche parent themes, o temi genitore. I modelli che si basano sui framework per WordPress vengono conseguenzialmente chiamati child themes, dall’inglese child.

Il tema child sfrutta il codice del tema genitore perciò, in quanto sviluppatori del vostro sito, non dovrete iniziare da zero, bensì aggiungere esclusivamente un tocco personale tramite le espansioni grafiche e funzionali disponibili. Alcuni provider di temi per WordPress, come ad esempio TeslaThemes, utilizzano dei framework originali che fungono da base per i temi offerti e, dunque, devono essere scaricati così da poter usare i tema child corrispettivi.

Perché utilizzare i framework per WordPress e i child themes

Un tema basato su un framework WordPress offre, al contrario dei temi usuali, molti vantaggi: il più grande punto a suo favore consiste nella possibilità di aggiornamento dei temi. Mentre con un modello base predefinito (senza tema child) alcune modifiche complementari effettuabili manualmente vanno perdute, queste invece restano tali anche dopo l’aggiornamento del framework. Le modifiche apportate vengono salvate solo nel tema child, il quale non viene sovrascritto durante il processo di aggiornamento del tema genitore. Soprattutto nel caso degli aggiornamenti sulla sicurezza, potrete beneficiare di questa caratteristica. Inoltre, la separazione delle funzionalità principali dalle modifiche manuali permette di fare in modo che sia sempre possibile continuare a sviluppare il progetto web, senza compromettere la funzionalità di base.

Anche se i primi passi coi framework WordPress risultano nettamente più faticosi rispetto a quanto accade con un tema semplice, una volta presa la mano, ne sarà comunque valsa la pena. Sia che vogliate sviluppare il vostro modello di layout, sia che invece preferiate utilizzare dei temi predefiniti basati sui framework, una volta terminata la fase di apprendimento iniziale, risparmierete del tempo prezioso durante sia la programmazione che le modifiche successive. Prima di scegliere un framework, sarebbe meglio controllare se si necessita di funzioni base complementari. Se il framework è troppo articolato è, per esempio, meno adatto come tema di una homepage semplice e, in determinate circostanze, potrebbe persino causare problemi di prestazione.

Quali tipi di framework per temi WordPress esistono?

I framework semplificano sia lo sviluppo che il mantenimento dei temi WordPress e raccolgono sempre numerosi consensi. Molti ideatori di temi mettono in vendita i loro framework, che vi permettono di:

  • Sviluppare il vostro modello di layout personalizzato
  • Utilizzare, in alternativa, i child theme del provider

Il prezzo della licenza sui framework varia da un’offerta all’altra, le quali si differenziano anche a seconda dei servizi di supporto: mentre l'acquisizione della licenza per alcuni produttori include anche la fornitura a vita degli aggiornamenti, altri garantiscono soltanto un anno di supporto che è quindi necessario estendere. Inoltre alcuni venditori di temi offrono anche dei pacchetti che contengono sia i temi genitore che quelli child.

Inoltre esistono anche alcuni framework per WordPress che si possono scaricare gratuitamente. In genere, in questo modo, il codice del tema genitore è disponibile gratuitamente e si dovrà pagare solo per il regolare aggiornamento del quadro o per i tema child offerti dallo sviluppatore. In alcuni casi, viene utilizzato anche il cosiddetto modello freemium. In questo caso è gratuita solo una versione limitata di framework base.

I framework WordPress: breve panoramica

L’enorme scelta di framework rende più faticosa la ricerca del layout adatto per il proprio progetto WordPress. Durante la scelta del framework bisognerebbe prestare attenzione specialmente alle funzioni implementate e alla capacità di adattamento: il criterio di scelta più efficace è, ovviamente, cercare di capire con quale framework si può lavorare al meglio. Non è detto che gli utenti alla ricerca di un tema child già pronto siano facilitati: cercare il modello perfetto in modo aleatorio e soprattutto, scegliere il parametro del layout può far compiere dei passi indietro, in particolare quando il framework non è adatto al proprio progetto, quando esige molte risorse o quando è persino difettoso.

Indipendentemente dal fatto che il framework WordPress funga da base per un nuovo tema o per uno da acquistare, è ad ogni modo necessario verificare l’attualità del framework, il relativo modello di licenza e il tipo di servizio di supporto offerto. Soltanto in questo modo potrete accertarvi della funzionalità e della sicurezza dei temi child e di quelli genitore. Naturalmente anche il prezzo gioca un ruolo importante. Vale la pena acquistare un framework molto costoso soltanto per creare temi molto elaborati o per creare una molteplicità di modelli, ossia ricorrere a più temi child.

Per aiutarvi durante la ricerca dei framework dei temi per WordPress, vi illustriamo di seguito alcuni dei framework più amati e più promettenti.

Genesis: il framework orientato alla performance adatto ai risparmiatori

Genesis è un framework molto amato non soltanto grazie al suo prezzo moderato. Sia i principianti che gli esperti possono beneficiare delle tante possibilità offerte da questo framework premium. Con questo framework WordPress potrete, senza troppe difficoltà, creare temi responsive e facilmente ottimizzabili per i motori di ricerca o utilizzare template predefiniti, sia acquistati che non, per modificarli secondo le vostre esigenze o per crearne di nuovi.

Il punto di forza maggiore di Genesis, tuttavia, è il suo eccellente modello di licenza: l'acquisto del framework WordPress, a differenza di altri concorrenti, è legato ad un supporto illimitato. Riceverete tutti gli aggiornamenti, i tutorial dettagliati e il supporto per problemi tecnici senza dover aggiornare la licenza dopo un determinato periodo. Chi sottoscrive un abbonamento plus, riceverà inoltre tutti i temi child (attuali e futuri) progettati dal produttore. Ulteriori informazioni sui framework StudioPress potrete trovarle nel nostro articolo.

Vantaggi Svantaggi
Fusione eccellente di performance e di funzionalità Impostazioni dei modelli troppo complicate per i principianti
Licenza a vita  
Responsive  

Gantry: user friendly e di libero utilizzo

Con Gantry, lo sviluppatore RocketTheme ha riunito il proprio set standard con le funzionalità base di Joomla e di WordPress in un unico framework semplice e user friendly. Il layout manager, molto semplice da utilizzare, è provvisto di un’opzione di ripristino che permette di spostare gli elementi tramite il drag and drop e aiuta a prendere dimestichezza velocemente. Grazie a Twitter Bootstrap e al sistema grid responsive che permette di adattare il vostro sito web a tutti i dispositivi, Gantry raccoglie molti consensi. Soltanto per design molto complessi con colori personalizzati, font e simili necessiterete di conoscenze dei linguaggi CSS e HTML. Poiché Gantry è pubblicato con la licenza MIT, lo si può scaricare gratuitamente dal sito ufficiale e utilizzarlo.

Vantaggi Svantaggi
Intuitivo anche per i principianti Non molto adatto per design originali
Gratuito l’accesso al forum di supporto è consentito solo ai membri premium
Responsive  

Thesis: focus sull’ottimizzazione dei motori di ricerca

Con Thesis, altro framework WordPress, potrete creare dei temi con l’aiuto dei tre comandi “Boxes”, “Skins” e “Site Tools”. Con “Boxes” potrete aggiungere al vostro sito Internet alcune funzioni come i pulsanti dei social media o il modulo di contatto, in modo simile a quanto avviene con i widget nella costruzione di una homepage. Con “Skins” potrete, invece, adattare il layout del vostro tema – menu di navigazione, header, box dei contenuti e così via. Questi possono essere semplicemente disposti nella pagina, trascinandoli nel template di editor.

Thesis dedica particolare attenzione all’ottimizzazione per i motori di ricerca: “Site Tools”, infatti, contiene strumenti per la SEO con cui potrete ottimizzare il ranking dei motori di ricerca del vostro sito WordPress. Nel nostro articolo sulla descrizione dei framework potrete ricevere più notizie su questo tool e su quali tipi di licenze offre.

Vantaggi Svantaggi
Funzionalità SEO già incluse Interfaccia solo in inglese
Responsive Non molto intuitivo
Buona performance  

Whiteboard: il framework open source

È dal 2008 che Whiteboard mette alla prova i programmatori con lo sviluppo di nuovi temi. Anno dopo anno questo framework open source è stato perfezionato: si basa su di un LeSS-framework che produce temi responsive automatici adatti ai display di ogni dimensione e ai browser più diffusi. La struttura di Whiteboard, inoltre, supporta anche il linguaggio HTML5, alcune feature di WordPress e diversi widget. Gli sviluppatori di Whiteboard rinunciano a una grande varietà di funzioni e di design per concentrarsi sulle funzionalità basilari di un framework WordPress che possa essere adattato ai progetti web più disparati. Tuttavia l’ultimo aggiornamento di Whiteboard risale a qualche tempo fa e, dunque, non è compatibile con le versioni più recenti di WordPress.

Vantaggi Svantaggi
Semplice struttura per i temi Non compatibile con le versioni più recenti di WordPress
Responsive Non adatto a temi molto articolati
Open source  

Headway: precisa configurazione di temi

Il framework per temi WordPress Headway è caratterizzato da un editor davvero efficiente il cui sistema grid responsive rende la disposizione dei singoli elementi un gioco da ragazzi. Potrete infatti sistemare i box dei contenuti, i menu e le intestazioni come preferite e senza difficoltà. Inoltre, grazie allo “snapshot” potrete correggere ogni modifica soltanto con un click. Se avete disposto tutti i componenti secondo i vostri gusti, potrete lavorare sulla configurazione dei diversi sfondi, font ed effetti in un menu separato. Le licenze disponibili, ossia la standard che include la scelta di un tema child e la deluxe che invece include tutti i temi child disponibili, sono valide soltanto per un anno. Necessitano, dunque, di essere rinnovate. Sul sito ufficiale di Headway troverete informazioni su tutte le funzionalità e sui prezzi.

Vantaggi Svantaggi
Editor panoramico e user friendly La licenza ha scadenza annuale
Responsive  
Ottimale per le landingpage  

La soluzione multifunzione: Divi

Divi è il tema base di Elegant Themes. La principale caratteristica di questo modello è il Divi Builder che consente di gestire e utilizzare facilmente più di 40 moduli di contenuti. Tramite la funzione drag- and -drop è possibile ridisporre liberamente e secondo i propri gusti: sfondi, colori, font, cambiare le dimensioni dei riquadri e altro ancora, soltanto con un click; per questo l’editor offre vari cursori e un’opzione di anteprima.

L’interfaccia di Divi è disponibile in più di 30 lingue e dispone esclusivamente di temi responsive. Particolarità di Divi è l’A/B Test integrato con cui è possibile testare il successo delle differenti versioni del vostro sito web. Per poter utilizzare Divi potete scegliere sia una licenza con scadenza annuale che una a durata illimitata, la quale vi consente di accedere a tutti gli altri temi del provider.

Vantaggi Svantaggi
Layout Builder intuitivo Nessuna separazione tra le funzioni di base e le personalizzazioni dell'utente
A/B Test integrato Non è possibile modificare la base
Responsive  

Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per voi!
Web hosting a partire da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza Clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 € mese IVA escl.