I più importanti plug-in SEO per il browser

Piccoli programmi, ma molto efficaci: toolbar SEO, plug-in e componenti aggiuntivi per il browser sono dei preziosi strumenti da utilizzare durante il lavoro. Infatti supportano i marketer in vari ambiti dell’ottimizzazione per i motori di ricerca: sia che vogliate analizzare i siti o valutare il vostro profilo di link, i giusti plug-in SEO per il browser vi faciliteranno il lavoro e vi aiuteranno a pianificare più efficacemente le vostre attività SEO.  Vi presentiamo i migliori strumenti con i quali potrete ampliare le funzioni del vostro browser, concentrandovi sugli accorgimenti tecnici per l’ottimizzazione SEO.

Firebug

Firebug non è un plug-in SEO in senso stretto, ma una console per Firefox specifica per gli sviluppatori, che consente di analizzare i singoli elementi del sito, come il codice sorgente, i reindirizzamenti e i tempi di caricamento. È possibile elaborare degli specifici elementi HTML e CSS direttamente dal browser, dopo averli localizzati. Le modifiche però non vengono salvate direttamente, ma sono solo mostrate sul browser.

  • Tool per sviluppatori
  • Ideale per identificare errori e per ottimizzare tecnicamente le pagine
  • Disponibile per Firefox
  • Download gratuito

Web Developer

L’alternativa a Firebug per Chrome è l’estensione “Web Developer” di Google. Questo componente aggiuntivo per l’ottimizzazione SEO ha un’ampia varietà di funzioni e permette agli sviluppatori di agire su tutte le sezioni del sito. Cliccando su un pulsante si attivano o disattivano molte funzioni della pagina aperta, ad esempio la funzione di caching, JavaScript, meta-reindirizzamenti o indicazioni sul colore. Il componente aggiuntivo agisce inoltre sull’avviso dei cookie e consente di apportarvi modifiche o eliminarli, mentre con le opzioni per il CSS si ha la possibilità di modificare il foglio di stile del sito. Ma ci sono ancora molte altre funzioni che rendono questo plug-in molto di più che un semplice tool per l’ottimizzazione SEO.

  • Tool per sviluppatori
  • Utilizzabile per ottimizzare tecnicamente il sito e migliorare l’esperienza d’uso degli utenti
  • Tool ricco di funzioni, generalmente complesso per i meno esperti
  • Disponibile per Chrome
  • Download gratuito

Linkparser

Linkparser è un piccolo tool per l’analisi della struttura dei link. Il plug-in distingue tra nove tipi di link (ad esempio interni/esterni, follow/nofollow). Il numero dei link si desume dalla schermata sul browser, ma è l’utente stesso a stabilire quali tipi di link debbano essere mostrati dal tool e, inoltre, con un click sul simbolo del browser può decidere quale colore assegnare a ciascun link.

  • Ideale per l’ottimizzazione della struttura di link interna
  • Plug-in gratuito per il browser
  • Download gratuito per Firefox e Chrome

MozBar

La maggior parte degli esperti del settore conoscono lo strumento di analisi di moz.com, che rientra quindi tra i plug-in SEO più utilizzati. La toolbar di Moz indica automaticamente, all’apertura della pagina, diversi parametri per l’analisi off-page. Tra questi si annoverano anche il cosiddetto MozRank (un criterio di Moz per stabilire la link popularity di un sito), il Page Authority, il Domain Authority e il numero di backlink. Oltre alla toolbar, è disponibile l’overlay, che si apre con un click sul simbolo di Moz, dove si trovano altre informazioni sugli elementi e gli attributi della pagina (URL, title, meta-description, titolo principale, ecc.), ponendo così le basi per una successiva analisi e ottimizzazione on-page. Moz indica anche i dati rilevanti per i link non solo nella toolbar e nell’overlay, ma anche tra i risultati di ricerca.

  • Adatto per l’analisi di pagine di potenziali partner o della concorrenza
  • Consente un’analisi off-page veloce e una breve analisi on-page
  • Versione di base gratuita e una pro a pagamento
  • Download gratuito per Firefox e Chrome

SEOquake

La toolbar SEOquake offre funzioni simili alla MozBar ed è un plug-in affermato nella scena SEO. Il tool fornisce tutti i parametri importanti delle singole pagine (ad esempio il PageRank) per tutti i motori di ricerca disponibili. Con un click del mouse l’utente riceve informazioni sul profilo di link, title, meta-descriptions e meta-keywords. Inoltre, ci sono numerose possibilità per impostazioni personalizzate e un’ampia varietà di funzioni in generale, oltre a pratiche opzioni aggiuntive come l’integrazione della ricerca Whois (fornisce indicazioni sul proprietario e il provider della pagina) e l’accesso ad un archivio web (mostra le versioni precedenti della pagina).

  • Un classico tra i plug-in SEO
  • Tool per un’analisi SEO veloce
  • Download gratuito per Firefox, Chrome e Opera

Majestic plug-in SEO per il browser

Il plug-in SEO per il browser Majestic si concentra sui backlink e considera tutte le cifre rilevanti, come il numero di backlink, il loro peso, il loro valore e il grado di affidabilità. Per fare ciò, il tool ricorre ad un grande database di backlink. Risulta particolarmente pratico per gli utenti perché tutti i valori importanti vengono visualizzati con un click del mouse e presentati in maniera chiara.

  • Tool per l’analisi off-page
  • Adatto per una prima analisi di backlink
  • Download gratuito per Chrome e Firefox

PageSpeed Insights

Un fattore di ranking molto importante sul piano tecnico è il tempo di caricamento di una pagina. Per ottimizzare questo aspetto, ci si affida al tool di Google PageSpeed Insights, diventato particolarmente rilevante per i webmaster con la diffusione dei dispositivi mobili e la crescente importanza di tempi di caricamento veloci. Anche se non è disponibile come plug-in per il browser, è possibile anche con questo strumento online (disponibile su Google Webmaster Tools) analizzare una pagina direttamente dal browser.

  • Tool per utenti avanzati e sviluppatori
  • Prezioso aiuto per l’ottimizzazione dei tempi di caricamento
  • Strumento online utilizzabile gratuitamente su Google Webmaster Tools.

Seerobots

Il componente aggiuntivo Seerobots verifica la presenza sul sito dei meta tag “robots“. È da tenere presente che se un sito è ancora in costruzione, si dovrebbe evitare di farlo indicizzare da Google e sottoporlo al suo esame solo una volta terminato e quando soddisfa tutte le sue linee guida il più possibile. Per questo si utilizza il meta tag “robots” con gli attributi “noindex” e “nofollow”, utilizzati per indicare al motore di ricerca che una pagina non dovrebbe venir indicizzata. Se si volesse indicizzare la pagina successivamente, il tool aiuta a tenere tutto sotto controllo, segnalando i tag con colori diversi.

  • Tool per verificare velocemente i meta tag
  • Aiuta a individuare errori comuni e a risolverli velocemente
  • Download gratuito per Chrome e Firefox

Plug-in SEO: strumenti utili per l’ottimizzazione SEO a portata di click

Le estensioni presentate si installano velocemente e agevolano notevolmente il lavoro di tutti i giorni. Ma fate attenzione: se si installano molti plug-in e toolbar SEO, è difficile distinguere le opzioni classiche del browser tra tutti questi componenti aggiuntivi. Quindi, per non perdere di vista gli elementi fondamentali, è paradossalmente utile installare un’altra estensione: con One Click Extension Manager (disponibile per Chrome) si possono disattivare o nascondere tutte le estensioni tramite un pulsante, senza dover cliccare più volte per trovare il tasto giusto tra i vari menu.