Avere successo nel social media marketing con la pubblicità su Facebook

Più di 900 milioni di persone accedono quotidianamente a Facebook. Le imprese con una propria pagina approfittano di questo enorme raggio d’azione per raggiungere gli utenti. Ma per una campagna pubblicitaria di successo su Facebook non basta la sola pagina dell’azienda. Grazie alle possibilità di stabilire un target in maniera precisa le inserzioni di Facebook hanno un alto raggio di azione e dovrebbero essere prese in considerazione in qualsiasi strategia marketing.

Creare una campagna pubblicitaria su Facebook in pochi passaggi

Per iniziare a fare pubblicità su Facebook, si ha bisogno solo di una pagina. Dopo aver effettuato l’accesso come admin, si scelga “Crea campagna” tra le opzioni del menù di navigazione in alto a destra in Gestione inserzioni. Per poter iniziare con la prima inserzione, si devono inserire le modalità e le informazioni di pagamento.

I passaggi fondamentali di una campagna sono quattro:

  1. Scelta dell’obiettivo della campagna
  2. Scelta del pubblico
  3. Impostazione di budget e programmazioni
  4. Creazione delle inserzioni
PDF-Download

Vendere Online

1. Scelta dell’obiettivo della campagna

Definire quale sia l’obiettivo pubblicitario della campagna è fondamentale e proprio per questo in Gestione inserzioni si possono scegliere diversi tipi di inserzioni, da quelle che mettono in evidenza un post a quelle che cercano di raggiungere persone che si trovano vicino all’azienda.

Per una migliore introduzione al tema abbiamo riassunto le differenze maggiori e gli obiettivi più importanti dei diversi tipi di inserzioni:

  • Metti in evidenza i tuoi post
    La Page Post Engagement Ads serve a mettere in evidenzia i post già creati sulla vostra pagina. L’obiettivo è che sempre più persone mettano “Mi piace”, condividano e commentino i post, incrementando così le interazioni e il traffico verso i contenuti linkati e al sito web.
  • Promuovi la tua pagina
    L’obiettivo dell’inserzione Page Like Ads è quello di raggiungere persone che potrebbero essere interessate alla pagina dell’azienda e quindi aumentare il numero di “Mi piace”. Questa forma di inserzione serve soprattutto per aumentare la notorietà della pagina e per raggiungere nuovi clienti.
  • Indirizza le persone al tuo sito web
    Se si desidera aumentare il traffico sul proprio sito web, si può scegliere la cosiddetta opzione Click to Website Ads, con la quale si può rimandare a una qualsiasi pagina del vostro sito web (è indifferente se si tratti della homepage o della landing page). Per poter monitorare il successo di un’inserzione (le vendite o le iscrizioni) si deve creare e installare un pixel di conversione.
  • Incrementa le conversioni sul tuo sito web
    Con “Incrementa le conversioni sul tuo sito web”, più che di una forma di inserzione, si tratta di un’opzione aggiuntiva per gli utenti che permette di aumentare e monitorare il numero delle conversioni. Come già accennato nel punto precedente, per raggiungere lo scopo si deve installare un pixel di conversione, per collegare il proprio sito web a Facebook.
  • Ottieni installazioni della tua applicazione
    Anche programmi, cioè applicazioni, possono essere pubblicizzati tramite le inserzioni di Facebook. Le inserzioni si creano inserendo un link, accompagnato da immagini o da un breve video dell’app, che rimanda all’App Store, e all’azione “Installa Ora!” (Call to Action). Nello stesso contesto esiste anche il tipo di inserzione “Incrementa l’interazione con la tua applicazione”, che ha come scopo quello di aumentare le interazioni con l’app.
  • Raggiungi le persone vicine alla tua azienda
    Questo tipo di inserzione è interessante soprattutto per negozi o fornitori di servizi che hanno un punto vendita. Aiuterete così i potenziali clienti nelle vicinanze a trovarvi e quindi raggiungerete un target regionale. Tramite questo mezzo digitale la pubblicità di Facebook si rivolge alla clientela occasionale e aumenta la notorietà del negozio sul luogo. Impostando un raggio nell’area attorno all’azienda, potete visualizzare quanti potenziali clienti ci sono nelle vicinanze.

  • Incrementa la partecipazione al tuo evento
    Con questo tipo di inserzione si mettono in evidenza eventi come seminari, conferenze o fiere. Qui le aziende si rivolgono a coloro che potenzialmente ne prenderanno parte; altre opzioni disponibili consentono di pubblicare promemoria e aggiornamenti relativi all’evento.
  • Raccogli contatti per la tua azienda
    Quando si crea un nuovo post su Facebook, lo si può contrassegnare come offerta, cioè creare un coupon, uno sconto o un’altra promozione. Con il cosiddetto Offer Claim Ads si mettono in evidenza questi post commerciali e si stabilisce se si vuole raggiungere un gruppo target ampio piuttosto che i soli clienti che hanno messo “Mi piace” alla pagina. 
  • Ottieni visualizzazioni del video
    Porre l’attenzione sull’immagine è fondamentale nell’online marketing, non solo per YouTube. Anche nel social media marketing incorporare un video di ottima qualità porta molti vantaggi perché le aziende possono raccontare una storia e far conoscere il marchio.

Quindi Facebook grazie alle diverse inserzioni offre moltissime possibilità, sia alle aziende sia ai freelancer, di creare una campagna pubblicitaria efficace e orientata ad un target ben specifico. Nel prossimo passo vi spiegheremo come scegliere il pubblico e quindi chi raggiungere davvero scegliendo un’inserzione piuttosto che un’altra.

2.  Scelta del pubblico

La targetizzazione del pubblico è uno dei passaggi più importanti della campagna. Attraverso queste misure ci si preoccupa che la pubblicità arrivi al giusto target di riferimento, quello per il quale le inserzioni sono state ottimizzate. Perché la campagna pubblicitaria sia il più efficace possibile, si dovrebbero inserire impostazioni personalizzate e creare un pubblico personalizzato. In alternativa c’è anche la possibilità di usare le opzioni di targetizzazione di Facebook.

Pubblico personalizzato
Il pubblico personalizzato permette di configurare uno specifico target per la propria inserzione di Facebook. Il prerequisito è che si abbiano a disposizione i dati dei clienti, come numero di telefono o e-mail. Si possono caricare e gestire questi dati tramite Business Manager: Facebook individua quei clienti che sono anche utenti del social network e crea automaticamente un pubblico personalizzato.

Pubblico personalizzato dal sito web
È efficace affidarsi ai dati preziosi ottenuti dal vostro sito web. Il retargeting si rivolge a quei visitatori che in precedenza hanno già visitato il vostro sito, a cui viene indirizzata la pubblicità anche su Facebook. Il più grande vantaggio è il rischio di perdita relativamente basso perché gli utenti a cui ci si rivolge hanno già interesse nei contenuti o nei prodotti che la vostra impresa offre. Per gestire il retargeting di un’inserzione Facebook, dovete integrare sul vostro sito web il pixel di Facebook (frammento di codice).

Pubblico simile
Se si dispone già di un pubblico personalizzato, Facebook può aiutare a individuare altri clienti sulla base della somiglianza (pubblico simile). Lo scopo è ovviamente quello di trovare clienti che siano il più possibile simili a quelli attuali. Facebook classifica gli utenti in base a caratteristiche simili come luogo di residenza, età, sesso e altri interessi, e crea una nuova lista, a cui verrà indirizzata la pubblicità.

Opzioni di targetizzazione standard
Se non si ha a portata di mano alcuna fonte di dati già esistente, Facebook propone un tool per aiutare a stabilire un target. Con questo si può limitare il proprio gruppo destinatario a seconda del prodotto o del tipo di campagna pubblicitaria. Per esempio:

  • Posizione geografica
    Un negozio di vestiti alla moda di Milano vuole raggiungere con un’inserzione di Facebook i clienti che vengono in città, che vivono lì o nei dintorni. Invece un noleggio auto non vuole offrire i suoi servizi solo ad una piccola città piemontese ma potenzialmente vorrebbe essere conosciuto a livello europeo. Su Facebook i destinatari delle inserzioni possono essere i residenti di un luogo o di una regione, a seconda della loro rilevanza per il proprio business. Come criteri potete inserire stati, regioni, città o CAP.

  • Dati demografici
    Una scelta sensata per molti prodotti è quella di riferirsi esclusivamente a utenti di sesso maschile o femminile, piuttosto che ad una certa fascia d’età. Scegliendo dati demografici come l’età, il sesso e la lingua si limitano gli sprechi nelle inserzioni. Inoltre si possono inserire altre caratteristiche ancora più specifiche come il livello di istruzione, il lavoro o il reddito.  

  • Interessi
    Si possono scegliere alcune categorie e sottocategorie predefinite, che incontrano gli interessi degli iscritti a Facebook. Le categorie potenzialmente interessanti per un utente vengono definite da Facebook sulla base di specifiche metriche relative agli utenti, come ad esempio i “Mi piace” messi, le attività o i luoghi visitati. Facebook consiglia, a seconda delle offerte, categorie molto generali. Per una selezione più raffinata si dovrebbero inserire manualmente gli interessi del target scegliendo le categorie adatte (ad esempio “Linux” invece di “software”), che contribuiscono a definire in maniera precisa il proprio target.

  • Connessioni
    L’ultimo accorgimento per rendere ancora più specifico il target è la personalizzazione della categoria “connessioni”. Gli utenti che hanno messo “Mi piace” a specifiche pagine Facebook, che usano certe app o che prendono parte a eventi, sono così esclusi o inclusi nell’obiettivo. Si può creare anche una “combinazione avanzata” tra queste connessioni: ad esempio inserendo negli obiettivi anche gli amici di una persona che ha messo un “Mi piace” a un’inserzione o alla pagina. 

Mentre si inserisce manualmente il target dell’inserzione, sul lato destro compare il barometro di definizione del pubblico. Qui vengono raggruppati i propri dati e individuato un potenziale raggio di azione. In questo modo ci si rende subito conto se il gruppo destinatario impostato sia troppo specifico o troppo vasto. Quando si è scelto, si può salvare il target per campagne successive e procedere stabilendo il budget e le programmazioni. 

3. Impostazione di budget e programmazioni

Per determinare il budget di una campagna pubblicitaria su Facebook, ci sono due opzioni principali:

  • Budget giornaliero: se si sta pianificando una campagna pubblicitaria a lungo termine, si dovrebbe scegliere un budget giornaliero. Ogni gruppo di inserzioni ha a disposizione un proprio budget, quando viene raggiunto il massimo giornaliero, le inserzioni vengono interrotte automaticamente.
  • Budget totale: se si vuole creare un’inserzione di Facebook solo per un periodo di tempo limitato, si può impostare un budget totale. Si deve inserire una data di inizio e di fine della campagna e stabilire un budget per il periodo di tempo desiderato.

Inoltre, si può decidere esattamente quanto spendere per la pubblicità su Facebook. Il controllo dei costi è proprio uno dei vantaggi più importanti delle inserzioni del social network: si spende sempre solo quello che era stato calcolato in precedenza. Scegliendo “Mostra opzioni avanzate” si possono inserire ulteriori dati aggiuntivi specifici e ottimizzare le inserzioni sulla base di diversi aspetti. Se siete dei principianti, vi consigliamo di affidarvi all’ottimizzazione automatica di Facebook e di mantenere le impostazione preconfigurate.

Quanto costa fare pubblicità su Facebook?
Il costo della pubblicità cambia a seconda del numero e del tipo di opzioni selezionate e anche se si usa l’offerta automatica o quella manuale. Facebook gestisce le inserzioni in maniera simile a Google AdWords, cioè secondo il principio dell’asta. Non troverete quindi alcun listino prezzi. Il valore dell’offerta e quindi il costo dell’inserzione di Facebook dipende da diversi fattori, tra i quali anche il target che si vuole raggiungere. Naturalmente le inserzioni per un target forte e competitivo sono più care rispetto a quelle, ad esempio, per un gruppo con interessi molto specifici, dove c’è minore concorrenza. Inoltre Facebook tiene anche in considerazione la qualità dell’inserzione con il punteggio di pertinenza delle inserzioni (Ad Relevance Score).  Più l’inserzione è ben creata e rilevante per gli utenti, più viene valutata pertinente da Facebook e quindi la campagna diventa più conveniente.  

Comunque Facebook garantisce un sicuro controllo dei costi. Quando si realizza una campagna pubblicitaria, si rischia sempre di spendere più del denaro che era stato pianificato nel budget. Grazie all’alto livello di trasparenza è possibile tenere sotto controllo in tempo reale il costo dell’inserzione. Una singola inserzione o una campagna possono essere modificate, ottimizzate o persino chiuse in qualsiasi momento.

4. Creazione delle inserzioni

Dopo aver scelto il tipo di campagna, il target e il budget non resta che decidere l’inserzione stessa. Tramite Power Editor selezionate immagini, video, testi e link.

Contenuti multimediali
La prima cosa da fare è quella di integrare foto, grafici o video nell’inserzione. Il cosiddetto “formato carosello” vi permette di inserire fino a cinque foto e/o video per inserzione. Potete scegliere tra le immagini standard gratuite o caricare i vostri contenuti. Nell’editor le immagini vengono adattate in base alle loro dimensioni.

Testo e link
Nel passo seguente si completa la procedura, inserendo un testo e dei link relativi alla pubblicità. Formulate una descrizione concisa e, se lo desiderate, pensate a ulteriori opzioni per il titolo dell’inserzione nella casella di destra così come a una panoramica degli obiettivi (cronologia, mappa, valutazioni). Sulla destra si può stabilire come l’inserzione apparirà a seconda del dispositivo usato (sezione notizie sui computer, sezione notizie sui dispositivi mobili e colonna destra sui computer).

Tramite la funzione di anteprima potete vedere come l’inserzione verrà mostrata all’utente. Se siete soddisfatti del risultato, potete controllare il lavoro un’ultima volta e poi cliccare su “Ordina”. Infine, Facebook verifica che la vostra inserzione rispetti le direttive del social network e, se viene approvata, viene pubblicata entro meno di un’ora (spesso in pochi minuti).

Social Buy Button di IONOS

Trasforma condivisioni, mi piace e pin in vendite! Vendi i tuoi prodotti sui social media dal tuo smartphone anche senza avere un sito web!

Attivazione agile
Gestibile ovunque
Supporto 24/7

Un semplice inizio con la pubblicità su Facebook

La prima campagna di inserzioni di Facebook è relativamente veloce e semplice da creare. Bisogna ringraziare per questo l’uso molto intuitivo di “Gestione delle inserzioni”. Con una piccola introduzione si comprendono in poco tempo le funzioni base. Le inserzioni di Facebook offrono anche altre impostazioni precise e personalizzabili che richiedono però un po’ più di esercizio. Se siete dei principiati provate un passo alla volta le possibilità pubblicitarie del social network e raccogliete i vostri primi successi.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.