Facebook Lead Ads: come ottenere dati preziosi e nuovi clienti

Il Lead Ad è un formato pubblicitario speciale che la piattaforma di social media Facebook offre dal 2015 per facilitare la generazione di annunci ai suoi inserzionisti. Secondo il marketing online con lead si intende un utente che ha mostrato interesse per un prodotto o servizio offerto dall'azienda, ad esempio visitando un negozio online o un sito web, e che ha poi trasmesso i propri dati come il suo indirizzo e-mail attraverso una transazione (iscrivendosi alla newsletter o incassando un voucher). Questa azione agevola l'azienda interessata nel rimanere in contatto con il cliente potenziale o reale.

Se desiderate risvegliare l’interesse dei clienti nei confronti dei vostri prodotti o servizi e aumentare quindi i profitti, potete servirvi di speciali metodi di generazione di lead. In questo modo sarete in grado di attuare meglio anche le seguenti misure di marketing:

  • creazione e ampliamento di una banca dati dei clienti per l’acquisizione di nuovi clienti e la gestione delle relazioni con quelli già fidelizzati (CRM = Customer Relationship Management);
     
  • campagne per la cura della vostra immagine aziendale e per rendere il vostro marchio sempre più riconoscibile;
     
  • adattamento su misura della vostra strategia di dialogue marketing (contattare i clienti via telefono o inviare loro materiale promozionale per posta).

Gli annunci semplificano la generazione di lead attirando l'attenzione e, se sono ben fatti, allora creano un serio interesse per il prodotto o servizio pubblicizzato. Affinché le parti interessate possano divulgare i propri dati, è importante che il processo di inserimento delle informazioni sia il più agevole possibile. Ciascun Lead Ad offre un modulo di contatto che viene visualizzato da ogni utente iscritto alla piattaforma che clicca sull'annuncio. La peculiarità di questi annunci è che il modulo è già compilato sulla base dei dati memorizzati sul profilo utente. Questa caratteristica può essere particolarmente apprezzata dagli utenti impazienti e più riluttanti a trasmettere i propri dati personali in rete.

Inviando il modulo l'utente acconsente alla memorizzazione dei propri dati e può decidere se omettere informazioni o aggiungerne di nuove. Ogni visitatore deve fare due clic per esprimere il proprio interesse e trasmettere i propri dati di contatto. Tali moduli non solo consentono ai commercianti online di raccogliere dati personali, ma anche di completare iscrizioni alle newsletter, inviare offerte o avviare procedure di reso.

Ma le strategie di marketing non possono avere successo basandosi esclusivamente su lead di alta qualità. Pertanto è necessario soddisfare alcuni criteri fondamentali rispettati anche nei Lead Ads di Facebook, quali:

  • Interesse: Solo rivolgendovi a target per voi rilevanti avete l’occasione di risvegliare interesse e ottenere i dati di contatto dei vostri potenziali clienti. Per fare in modo di riuscirci la funzione di attivazione degli annunci di Facebook mette a disposizione numerose opzioni di targetizzazione. Gli utenti vengono informati sull’offerta in maniera chiara e concisa attraverso una pagina di benvenuto predefinita.
     
  • Correttezza: Indipendentemente dal fatto che si tratti di un indirizzo e-mail scritto in modo errato o di un errore di digitazione del numero di telefono: i dati di contatto che contengono errori non sono utilizzabili. A tal proposito può essere di aiuto un modulo precompilato per evitare errori di battitura. Spesso, tuttavia, è necessario fare un aggiornamento o un'aggiunta ai dati, poiché il modulo può inserire automaticamente solo quelli che l'utente ha memorizzato sul proprio account Facebook. In ogni caso l'inserimento automatico dei dati personali riduce la probabilità che l'utente fornisca intenzionalmente informazioni false o salti la compilazione del modulo perché dispendiosa in termini di tempo.
     
  • Libera volontà: Non potendo utilizzare i dati personali ottenuti senza il consenso degli utenti, essi sono praticamente privi di valore per le aziende. Questo a maggior ragione perché sempre più utenti attribuiscono importanza alla protezione dei dati e percepiscono la pubblicità indesiderata come spam. Inoltre la legge italiana sulla protezione dei dati richiede comunque una procedura di opt-in. Ciò significa che gli utenti devono accettare espressamente il trasferimento e l'utilizzo dei propri dati. In caso contrario non è possibile inviare loro e-mail promozionali. Gli annunci di Facebook garantiscono double Opt-in richiedendo agli utenti di premere un apposito pulsante di conferma per iscriversi alla newsletter.

I vantaggi dei Lead Ads: responsive, personalizzabili e versatili

I Lead Ads di Facebook offrono numerosi vantaggi, primo dei quali la presenza sul più grande social network del mondo. Quasi nessuna azienda si astiene più dal comunicare direttamente con i clienti tramite Facebook. Con un annuncio è possibile raggiungere anche utenti che non seguono la vostra pagina aziendale Facebook ad esempio sul feed di notizie o all’interno di Instant Articles e ampliare così il raggio di azione. Grazie a una varietà di opzioni di targetizzazione l'annuncio viene mostrato solo al vostro target, riducendo sprechi e costi. Se l'utente è effettivamente interessato all'offerta, aumenta la probabilità che invii il modulo con i propri dati.

La compilazione automatica dei moduli degli annunci migliora il tasso di successo, in particolar modo per gli utenti mobili che preferiscono evitare la scomodità di inserire i propri dati tramite il display dello smartphone. Del resto, secondo la ricerca Global Digital 2018 condotta da We Are social in collaborazione con Hootsuite, gli utenti italiani che navigano su Internet usando il proprio smartphone sono il 65 % del totale. Internet mobile e la pubblicità digitale basata su geolocalizzazione migliorano le possibilità di raggiungere i consumatori in movimento. Ciò permette di attirare l’attenzione del consumatore sulla vostra offerta o attività proprio quando è alla ricerca di quel prodotto.

Gli annunci Facebook sono ottimizzati per l'uso mobile per cui non richiedono lunghi tempi di caricamento. Si aprono all'interno dell'app Facebook o direttamente nel news feed accessibile tramite browser. Oltre al modulo precompilato, il formato dell'annuncio offre anche una pagina di benvenuto opzionale che Facebook visualizza prima del modulo. In questo modo avete la possibilità di presentare in breve la vostra azienda, fornire maggiori informazioni su un prodotto che richiede spiegazioni o sottolineare i vantaggi della vostra offerta.

In più è possibile utilizzare il modulo per raccogliere un'ampia varietà di dati. Di default il modulo fornisce campi per indirizzo e-mail e di residenza e numero di telefono, a patto che l'utente abbia lasciato queste informazioni nel proprio profilo. Sono inoltre disponibili campi di immissione per dati demografici quali sesso, data di nascita, stato civile e professione. Al modulo possono essere aggiunte anche domande mirate all'utente. Potete quindi richiedere specifici dati rilevanti per i vostri scopi di marketing.

Annunci, sondaggi e marketing telefonico spesso raccolgono una grande quantità di dati. Gestire centralmente i dati dei propri clienti aiuta a mantenere una buona visione d'insieme. In questo senso risultano di grande aiuto i sistemi CRM (Customer Relationship Management), che fanno un buon lavoro di raccolta e organizzazione. A tal scopo Facebook offre la possibilità di connettere gli annunci a diversi sistemi CRM tramite API (Application Programming Interface). È inoltre possibile integrare programmi di posta elettronica selezionati software di newsletter e tool per call center. In questo modo si evita a voi o ai vostri collaboratori di dover inserire manualmente i dati raccolti. Se l'integrazione non è possibile, è possibile scaricare i dati corrispondenti da Facebook.

Ad ogni traguardo il proprio formato

Un blogger in cerca di nuovi lettori, un commerciante che desidera attirare più clienti nel proprio negozio al dettaglio, un’azienda che necessita del recapito telefonico dei suoi clienti: tutti questi obiettivi di marketing possono essere raggiunti grazie alla funzione Lead Ads di Facebook. Il formato dell'annuncio è adatto ai settori più disparati. Ad esempio, un redattore può collegare l'anteprima di una nuova pubblicazione di e-book alla registrazione a una newsletter. Mentre offrendo una guida di prova, una concessionaria può anche ottenere informazioni preziose sui modelli di veicoli che i potenziali clienti preferiscono attraverso gli annunci pubblicitari.

L’importante è considerare anche il vostro target quando progettate la vostra pubblicità. Ad esempio aggiungendo una pagina di benvenuto per prodotti o servizi che richiedono spiegazioni. Questa pagina appare prima del modulo e serve a fornire ulteriori informazioni, spiegando inoltre lo scopo del modulo senza dover lasciare l'interfaccia utente di Facebook. In questo modo convincete gli utenti che l'invio di moduli è utile anche a loro. Infine ad ogni Lead Ad è possibile aggiungere una foto significativa, diverse immagini collegate in formato carosello o persino un video.

Attraverso una pagina di benvenuto aggiuntiva, gli utenti possono ottenere rapidamente una panoramica dell'offerta o dello scopo del modulo. Per motivare ulteriormente le persone a compilare e inviare il modulo potete servirvi di incentivi quali coupon, e-book gratuiti o persino una Call to Action, aumentando così le probabilità che gli utenti trasmettano i propri dati. Facebook fornisce i seguenti pulsanti CTA tra cui scegliere:

  • Iscriviti
  • Leggi ora
  • Acquista ora
  • Prenota ora
  • Scarica

Quando si crea il modulo di domanda sono importanti le seguenti due cose:

  1. Richiedere informazioni pertinenti: Considerate di quali informazioni avete effettivamente e più urgentemente bisogno. Per inviare opuscoli pubblicitari, ad esempio, è necessario l'indirizzo degli interessati. Offrite servizi assicurativi o il vostro prodotto si rivolge alle famiglie? Allora vi interessano dati demografici su stato civile e di coppia e sul genere.
     
  2. Creare ulteriori domande relative al business: È possibile aggiungere le domande personalizzate a quelle standard. In questo modo richiedete informazioni specifiche per l'azienda e potete quindi personalizzare meglio la vostra pubblicità. Servitevi di questa opzione per scoprire, ad esempio, a quali prodotti gli utenti sono particolarmente interessati.

Scelta multipla o richiesta di appuntamento? Per le domande supplementari è possibile selezionare un modello di formato adatto al tipo di domanda corrispondente. Si configurano nell'area "Domande definite dall'utente" tramite un menu drop down, dove troverete anche i seguenti modelli:

  • Risposta breve: Per risposte di una riga a domande aperte e chiuse.
     
  • Risposta multipla: Per inserire più risposte o per selezionare categorie. Il vantaggio è la possibilità di interrogare le informazioni desiderate in modo più specifico e l'utente deve solo cliccare un segno di spunta (esempio: “Su quale prodotto vuoi saperne di più? Prodotto A, B o C?”).
     
  • Vincolata: Per espandere le domande a scelta multipla. Dopo aver risposto a una domanda, quella successiva dipenderà dalla risposta data precedentemente dall’utente.
     
  • Ricerca della filiale: Per essere trovati dai clienti vicino alla vostra azienda. Tuttavia è necessario aver inserito la sede dell'azienda nel proprio profilo.
     
  • Appuntamento: Per fare inserire all’utente la propria preferenza di appuntamento o scegliere tra appuntamenti suggeriti.

Alla voce di menu "Aggiungi domande" è possibile creare fino a 15 ulteriori domande. Tuttavia si raccomanda di limitarne il numero. Non tutti gli utenti impiegano il tempo necessario per compilare un modulo completo. La seguente tabella di domande esemplificative vi aiuterà a creare un annuncio perfetto.

Quale obbietivo volete raggiungere?

Quali informazioni generali devono essere richieste dal modulo?

Quali domande aggiuntive sono necessarie?

Adatto a quale settore?

 

 

Ottimizzazione dell’e-mail marketing:

- Più iscrizioni alla newsletter

- Migliore orientamento del contenuto agli interessi degli abbonati

- Mail relative a promozioni attuali (ad esempio sconti)

- Indirizzo e-mail

- Eventualmente dati demografici come genere, data di nascita

- Quanto spesso vuoi essere informata/o?

- Quali offerte ti interessano?

Tutti

Risposte alle richieste dei clienti e acquisizione di candidati:

- Informazioni su interessi e hobby per promuovere prodotti e posti di lavoro in maniera più mirata

- Contatto con potenziali clienti/candidati

- Nome e cognome

- Codice postale

- Numero di telefono

- Nome dell’azienda/datore di lavoro

- A quali offerte sei interessata/o?

- A quale qualifica formativa ambisci?

- Quali sono le tue conoscenze e competenze?

Servizi specializzati, settore finanziario, organismi di formazione

Incentive marketing:

- Stimoli tramite sconti, voucher e prodotti da testare

- Presentazione di moduli basati sull'offerta di incentivi (ricezione solo dopo aver risposto alle domande)

- Indirizzo e-mail

- Codice postale

- Eventualmente dati demografici

- Per quali prodotti desideri ricevere sconti?

 

E-commerce, commercio al dettaglio

Gioco a premi:

- La registrazione vincola a partecipare

- Importante: precisare le condizioni di partecipazione e rispettare il quadro giuridico

- Indirizzo e-mail

- Nome e cognome

- Numero di telefono

- Valuta: quale prodotto ti piace di più?

Tutti

Commercializzazione di contenuto gratuito:

- Download di whitepaper

- Accesso di prova per webinar o serie di articoli dopo la registrazione

- Indirizzo e-mail

- Nome e cognome

- Numero di telefono commerciale

- Nome dell’azienda

- A quali contenuti/webinar sei interessata/o?

- Vorresti valutare i contenuti?

- Quanto è grande la tua azienda?

Scuole di formazione, blogger, media, clienti B2B

Pre-ordini e registrazioni:

- Migliore corrispondenza tra offerta e domanda

- Acquisizione di nuovi clienti

- Nome e cognome

- Indirizzo e-mail

- Numero di telefono

- A quali offerte sei interessata/o?

- Hai richieste particolari?

Servizi specializzati, e-commerce, commercio al dettaglio, settore finanziario

Acquisire partecipanti e partner per eventi

- Migliorare l’offerta di eventi

- Promuovere l’apertura di un nuovo negozio

- Stabilire contatti B2B

- Nome e cognome

- Indirizzo e-mail

- Numero di telefono di lavoro

- Nome dell’azienda

- Professione

- A quali argomenti della conferenza/workshop sei interessata/o?

- Quali settori professionali ci sono nella tua azienda?

Enti di formazione, settore B2B, commercio al dettaglio, intrattenimento

Offerte di guide di prova o consulenze

- Generare interesse per prodotti costosi che richiedono maggiori informazioni

- Indirizzo e-mail

- Numero di telefono

- Codice postale

- A quale modello di automobile/servizio sei interessato?

- Intendi acquistare l’automobile o effettuare un leasing?

Servizi specializzati, settore finanziario, concessionaria d’auto

Presentare un’offerta di assicurazione

- Raccogliere dati personali per creare offerte su misura

- Indirizzo e-mail

- Numero di telefono

- Stato civile

- Sei assicurata/o?

- Intendi assicurare anche i componenti della tua famiglia?

Settore finanziario

Sondaggio ai consumatori

- Miglioramento dell’offerta di prodotti

- Definizione del target/creazione di profili di persone interessate

- Indirizzo e-mail

- Codice postale

- Eventualmente dati demografici

- Quante persone abitano con te?

- Quali prodotti ti interessano?

E-commerce, commercio al dettaglio

Istruzioni per creare l’annuncio perfetto

Per poter usufruire della funzione Lead Ads di Facebook dovete necessariamente disporre di una pagina aziendale, perché l'annuncio è collegato al profilo aziendale. Se non l’avete, è dunque prima necessario crearne uno. Ma non è finita qui, perché gli annunci di Facebook richiedono un ulteriore lavoro preparatorio. Pertanto si raccomanda di non attivarli fino a quando non disporrete dei seguenti elementi:

  • Link alla politica sulla privacy della vostra azienda: Il link è obbligatorio. La protezione dei dati non deve essere ignorata nemmeno negli annunci di Facebook. Dopotutto gli annunci sono un mezzo per cercare di raccogliere i dati personali dei clienti.
  • Domande e testo dell’annuncio: Considerate in anticipo quali dati desiderate raccogliere. Se volete aggiungere una pagina di benvenuto alla pubblicità, è necessario un testo di introduzione conciso che descriva la vostra azienda o il prodotto pubblicizzato. Ma siate sintetici, perché i Lead Ads permettono solo un numero limitato di caratteri.
  • Immagini e video: È necessario inserire almeno un'immagine o video e con il formato carosello è possibile inserirne diversi. Ciò rende l’annuncio visivamente attraente, per cui si rivela particolarmente utile se desiderate commercializzare più prodotti allo stesso tempo. I file immagine non devono essere troppo grandi, ma devono comunque avere una buona risoluzione. Per non sbagliare basta seguire le linee guida di progettazione di Facebook.

È possibile creare un annuncio Facebook tramite l'interfaccia utente della vostra pagina aziendale o tramite l'Ad Manager. La procedura è simile. Avete già pubblicato annunci su Facebook in passato o state pianificando una campagna pubblicitaria completa? Allora l'Ad Manager è l’opzione ideale. In questo modo è possibile configurare le impostazioni e monitorare più facilmente il successo delle campagne.

 

Per creare un Lead Ad tramite la vostra pagina aziendale, seguite i seguenti passaggi:

  1. Accedete al vostro account Facebook e cliccate sul pulsante "Opzioni di pubblicazione" nella barra del menu in alto.
  2. Ora sul lato sinistro compare un menu a tendina con l'opzione "Lead Ads". Selezionate in questo campo la funzione "Libreria moduli" e cliccate sul pulsante blu "Crea". Poi selezionate "Nuovo modulo". Dopo aver confermato questa opzione con "Avanti", viene visualizzato un modulo in cui è possibile immettere le informazioni di base iniziali e definire il layout e il design dell'annuncio.
  3. Ora è necessario specificare se desiderate creare una pagina di benvenuto opzionale. Se sì, seguite le istruzioni della pagina di benvenuto elencate di seguito in questo articolo. Se invece volete saltare questo passaggio, potete creare immediatamente il modulo di domanda alla voce "Domande".
  4. Potete anteporre un’intestazione alle vostre domande. Prima scegliete i dati che desiderate raccogliere. Qui sono già selezionate di default le opzioni "E-mail" e "Nome completo". Avete bisogno di maggiori informazioni? Cliccate su "Mostra opzioni" e spuntate la casella accanto a categorie come "Codice postale" o "Professione" per richiedere anche queste informazioni. Durante la compilazione del modulo si consiglia di salvare regolarmente la pagina cliccando sul pulsante corrispondente in alto a destra.
  5. Non è necessario limitarsi alle categorie indicate. Nella sezione "Domande definite dall'utente" è possibile aggiungere le proprie domande al modulo. Cliccando sul campo di testo si apre un menu a discesa che offre diversi tipi di domande e risposte tra cui scegliere (ad esempio, “Scelta multipla”). È possibile aggiungere fino a 15 domande, ogni volta facendo clic sul relativo pulsante. È importante che le domande siano conformi alle Direttive sulla pubblicità di Facebook. L'azienda di social media attiva gli annunci solo dopo un controllo dei contenuti.
  6. Nella sezione "Politica dei dati" inserite il link alla vostra informativa aziendale sulla protezione dei dati. In più si può aggiungere una clausola di esclusione della responsabilità. Questo è consigliato, ad esempio, per quando organizzate un concorso a premi su Facebook.
  7. Ora potete aggiungere un "annuncio di ringraziamento" all'annuncio principale, che viene riprodotto solo dopo che l'utente ha inviato il modulo compilato. Un simile annuncio aiuta a mantenere i contatti con le parti interessate e a promuovere l'interazione. Ha senso, ad esempio, se si desidera mandare gli utenti al proprio sito web, attivare i download o consentire agli utenti di effettuare una chiamata diretta. Inoltre, grazie alla registrazione alla newsletter, è più facile rispettare la procedura del doppio opt-in, che è obbligatoria anche per gli annunci principali di Facebook. Per fare questo si chiede agli utenti di confermare una seconda volta la registrazione.
  8. Prima di fare clic su "Termina", si consiglia di controllare l'anteprima dell’annuncio principale. Se è tutto corretto, confermate cliccando "Effettua l’ordine". Solo con questo comando è possibile fare la richiesta di pubblicazione dell’annuncio.

L'interfaccia utente dell'Ad Manager è leggermente diversa. Per creare un annuncio è necessario selezionare l'obiettivo "Generazione di lead" da un elenco di obiettivi di marketing suggeriti. È quindi possibile definire il budget e selezionare varie opzioni di targetizzazione per soddisfare il proprio target.

La voce di menu "Opzioni avanzate" offre una funzione speciale: il cosiddetto pixel di Facebook. Aggiungendo questo strumento di monitoraggio e analisi al vostro annuncio e includendo il codice pixel corrispondente nell'intestazione del vostro sito web aziendale, sarete in grado di valutare meglio il successo dei vostri Lead Ads. Un clic sull'annuncio o una visita a un sito web attivano il pixel che tiene traccia delle azioni dell'utente se, ad esempio, effettua un acquisto o si iscrive alla newsletter. Consente inoltre di raggiungere nuovamente lo stesso cliente tramite annuncio.

Una volta generati i primi annunci, è possibile visualizzarli nella libreria dei moduli della propria pagina aziendale o nel gestore degli annunci ed esportarli in fomato CSV.

Consiglio

Dal momento che Facebook memorizza i risultati solo per 90 giorni, finiti i quali non sarà più possibile recuperarli, si raccomanda di scaricare regolarmente i vostri annunci in modo che i costi e lo sforzo non siano vani.

Facebook offre anche un download automatico tramite un sistema CRM. Di seguito descriviamo i vantaggi di questo sistema.

Creare una pagina di benvenuto

La pagina di benvenuto va ad aggiungersi al Lead Ad di Facebook, che viene visualizzato sull'interfaccia utente. Appare dopo che un utente ha cliccato sull'annuncio e viene visualizzato prima del modulo. La pagina di benvenuto non è obbligatoria, ma in molti casi è utile: dà infatti la possibilità di presentare la vostra azienda o un prodotto specifico. Nella pagina di benvenuto potete spiegare ai consumatori i vantaggi della vostra offerta per riuscire a convincerli a confermare il modulo. Del resto la maggior parte degli utenti è riluttante a divulgare i propri dati personali se non sa chi si nasconde dietro l'annuncio.

Le informazioni aggiuntive si rivelano particolarmente utili per quanto riguarda offerte di servizi complesse o prodotti speciali. Se invece avete intenzione di attrarre utenti con un concorso o contenuti gratuiti, potete sfruttare la pagina di benvenuto per spiegare le condizioni di partecipazione o per raccontare qualcosa sui contenuti offerti. Una pagina di benvenuto ha anche il vantaggio che le informazioni importanti sono immediatamente visibili. In particolare gli utenti che navigano su Internet da dispositivo mobile preferiscono non essere rinviati a una pagina esterna. Pertanto ricorrendo a una pagina di benvenuto riducete il rischio che gli utenti lascino il sito senza compilare il modulo del vostro annuncio.

Per creare la pagina è necessario spostare il cursore nella sezione "Pagina di benvenuto" del menu di visualizzazione. Immettete quindi un'intestazione e una breve descrizione nel campo di testo che si apre. La descrizione può essere completata nel capitolo "Layout". Selezionare "Punti elenco" o "Paragrafo". L'elenco è molto chiaro, ma Facebook limita questa opzione a un massimo di 80 caratteri. Per il testo libero, invece, non ci sono restrizioni di carattere.

Oltre a ciò è necessaria anche un'immagine: potete usare quella già presente sull’annuncio oppure utilizzarne una nuova. Completate la creazione della vostra pagina di benvenuto con l'aggiunta di un pulsante che potete riempire con un massimo di 30 caratteri. Con etichette come "Partecipa ora" o "Richiedi un preventivo ora", gli utenti sanno immediatamente qual è lo scopo della compilazione del modulo.

Come gestire i lead: interfacce CRM e di comunicazione

Facebook mette a disposizione diverse soluzioni che permettono di gestire automaticamente i dati ottenuti, curare il rapporto con i clienti e misurare il successo degli annunci. Il collegamento avviene tramite una API.

Vantaggi di una soluzione CRM

Collegando gli annunci a un sistema CRM si risparmia molto lavoro e si evita la perdita di dati. Attraverso la sua interfaccia il programma CRM registra in tempo reale ogni lead generato e sincronizza i dati ottenuti con altri strumenti di comunicazione, se necessario. Così facendo elimina la necessità di scaricare e inserire manualmente i dati a intervalli regolari.

Una soluzione integrata può aumentare significativamente l'efficienza degli annunci Facebook perché l'elaborazione immediata dei dati riduce i tempi di risposta. Se contattate immediatamente l'utente interessato, la sua memoria sarà ancora fresca delle vostre offerte ed è quindi più probabile che diventi un vostro cliente. Dopo aver inviato il modulo è possibile rendere immediatamente disponibili all'utente le informazioni desiderate o attivare una presa di contatto. Ad esempio se integrate lo strumento per le newsletter MailChimp, questo invierà un link di conferma dopo aver compilato il modulo con il quale gli utenti possono completare la registrazione.

Inoltre il collegamento a un sistema di CRM consente di verificare più facilmente se la campagna pubblicitaria abbia avuto successo. Soprattutto se si stanno testando diversi formati di annuncio allo stesso tempo, sarà più facile tenerne traccia. Per stimare meglio i vostri clienti dovreste includere nella valutazione anche altri dati del vostro sistema CRM.

Quali possibilità di integrazione esistono?

Integrate il CRM o il sistema di comunicazione ancora prima di configurare il vostro annuncio. Impostate l'interfaccia corrispondente alla voce di menu "Leads Setup": basta inserire il nome del programma che state utilizzando nel campo di ricerca. Tuttavia non è sempre possibile stabilire una connessione diretta con l'API. Potrebbero essere necessari ulteriori passaggi e potrebbe essere necessario consultare le istruzioni su Facebook. Sono disponibili le seguenti opzioni di connessione:

  • diretta: i Lead Ads di Facebook vengono collegati direttamente a un software CRM;
  • esterna: se non è possibile stabilire un’integrazione diretta, può essere attivato un servizio esterno;
  • integrazione plurima: esiste anche la possibilità di collegare diversi CRM tra loro tramite servizi esterni.

La connessione è possibile solo con i CRM che collaborano con Facebook. Non tutti i programmi sono supportati. In caso di difficoltà, tuttavia, è possibile richiedere un'integrazione tramite l’assistenza. Facebook consente non solo l'integrazione di semplici sistemi di gestione dei clienti (come Microsoft Dynamics CRM), ma anche quella di complesse piattaforme di automazione del marketing (come Marketo), nonché di strumenti di gestione delle newsletter (come MailChimp) e di provider di posta elettronica (come Gmail).

Lead Ads di Facebook e protezione dei dati: cosa tenere in considerazione

Non dimenticate la privacy quando usate gli annunci di Facebook. In caso di violazione delle leggi sulla protezione dei dati, gli utenti o i concorrenti possono ricorrere a un’azione legale.

Oltre alle disposizioni legali generali, dovete rispettare anche le linee guida pubblicitarie di Facebook. Esse vietano, ad esempio, domande su argomenti delicati (affidabilità creditizia, salute, religione). Un annuncio che non rispetta tali direttive potrebbe non venire attivato o potrebbe essere bloccato in seguito. Inoltre Facebook richiede un chiaro riferimento alla politica aziendale sulla privacy. Ciò dovrebbe, tra l'altro, spiegare lo scopo per il quale i dati sono utilizzati e dare all'utente la possibilità di opporsi alla loro conservazione e al loro utilizzo (opt-out). È sufficiente collegare il Lead Ad alla dichiarazione sulla protezione dei dati, mentre l’aggiunta di un disclaimer è opzionale.

In generale i dati possono essere utilizzati solo se gli utenti vi hanno acconsentito espressamente (procedura di opt-in). Questo di solito è garantito quando l’utente invia il modulo. Le finalità per le quali i dati saranno utilizzati devono essere chiaramente indicate. Se volete generare più iscrizioni alla vostra newsletter utilizzando gli annunci di Facebook, consigliamo una procedura di doppio opt-in (DOI). Le e-mail commerciali non possono essere inviate se non espressamente richieste. Doppio opt-in significa che l'utente deve acconsentire due volte.

Dopo aver inviato il modulo, l'utente riceverà quindi una e-mail di conferma con un link. Solo se utilizza questo link, completa la registrazione. Anche se per legge è richiesto un solo opt-in, in questo modo gli inserzionisti giocano sul sicuro. Per i Lead Ads sprovvisti di doppio opt-in in caso di dubbio è difficile dimostrare che il proprietario della posta elettronica si sia registrato da solo.

Il doppio opt-in funziona automaticamente solo tramite un tool di newsletter integrato (ad esempio MailChimp o Clever Reach). In linea di principio i dati possono essere trasmessi a società affiliate solo previo consenso dell'utente. Tuttavia le politiche di Facebook proibiscono qualsiasi trasmissione a terzi. Ciò è consentito solo in casi eccezionali, ad esempio quando un'agenzia è stata incaricata di adottare determinate misure pubblicitarie.

Consigli su come generare lead

Basta qualche accorgimento per aumentare le possibilità di ottenere dati di alta qualità:

  • Limitare la richiesta di dati: Anche se vi tenta molto l’idea di raccogliere tutti i dati possibili relativi all’utente, limitatevi a chiedere solo le informazioni strettamente necessarie. Più il modulo è dettagliato, più gli utenti si spazientiscono e abbandonano la pagina. Del resto ci vuole più tempo per rispondere a molte domande. Lo stesso vale per l'immissione di testo: le domande aperte richiedono risposte più dettagliate, mentre le domande a scelta multipla richiedono solo un segno di spunta.
  • Reagire velocemente: Non fate passare troppo tempo tra l'invio del modulo e la presa di contatto con il cliente. Gli utenti dimenticano molto in fretta di aver dato il proprio consenso. Se desiderate inviare un'e-mail di conferma o un'offerta di consulenza o se desiderate essere ricontattati, dovete agire tempestivamente. Una soluzione CRM integrata può essere d'aiuto. Una buona idea è pubblicare annunci su Facebook in orari convenienti, ad esempio quando il target è raggiungibile telefonicamente.
  • Sottolineare i vantaggi: Fornite argomenti per convincere gli utenti a trasmettere volontariamente i propri dati. Evidenziate come possano trarne vantaggio anche loro. Ad esempio potrebbe essere d'aiuto fornire una breve introduzione dei prodotti o dei servizi offerti. Per questo motivo i Lead Ads possono essere più dettagliati di quelli soliti. È inoltre possibile stimolare reazioni positive negli utenti con alcuni incentivi come coupon o prodotti di prova.
  • Targetizzazione precisa: Approfittate di tutta la gamma di opzioni di targetizzazione. Rivolgersi a un pubblico molto ampio con un interesse solo moderato per ciò che avete da offrire spesso non è l'approccio giusto. In tal caso disponete sì di un ampio raggio d’azione ma se non c'è interesse, solo un numero molto piccolo di utenti finirà per compilare il vostro modulo.
  • Testare diversi formati: Video, sequenza di immagini in formato carosello, domande aperte o a risposta multipla: provate le diverse opzioni disponibili per sapere quale annuncio è stato più efficace. In questo modo riuscite anche a capire quale formato vi viene a costare di più nel lungo periodo.

Best practices: lasciarsi ispirare per creare annunci di successo

Lasciatevi ispirare da campagne pubblicitarie efficaci. Un esempio di pubblicità di successo su Facebook è fornito dalla pasticceria newyorkese Baked NYC. Il suo obiettivo era quello di attirare il maggior numero di clienti possibile, perciò ha definito come target gli utenti residenti nelle vicinanze della pasticceria. Per poterli contattare regolarmente la campagna si è concentrata sulla raccolta di indirizzi e-mail per l’iscrizione alla newsletter.

In occasione della Festa del Ringraziamento statunitense, la pasticceria ha pubblicizzato la possibilità di ordinare in anticipo una delle sue torte. L’attraente offerta è stata rappresentata anche visivamente sull’annuncio tramite un breve video accattivante. Video del genere non importa che siano costosi o complessi: un buon video promozionale può anche essere prodotto molto semplicemente sotto forma di animazione GIF.

Il video di Baked NYC era incentrato esclusivamente sui dolci, animati con lo smartphone grazie alla tecnologia stop-motion. Una pagina di benvenuto precedeva l’animazione e spiegava la gamma di dolci e lo scopo dell’iscrizione. In questo modo Baked NYC è riuscita a generare il 68 % di leads in più, ad attirare nuovi visitatori nella sede aziendale e a vendere il 40 % di torte in più.

NeuroGym, un fornitore di webinar di brain training, si è focalizzato su contenuti gratuiti ed eventi introduttivi. Gli obiettivi erano: rivolgersi a un pubblico più vasto, generare più traffico per il sito web e creare una consapevolezza dei metodi di formazione mentale tra gli utenti. Gli annunci principali di NeuroGym erano rivolti a persone a partire dai 35 anni di età che cercano una crescita personale e professionale. NeuroGym ha arricchito l'annuncio di immagini e le ha integrate con un invito personale da parte del fondatore dell'azienda. L'azienda ha inoltre utilizzato il pixel di Facebook per raggiungere i consumatori che avevano già visitato il sito web di NeuroGym. Il risultato di tali misure: Il 30 % in più di utenti registrati per i webinar.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.

Gli annunci Facebook di BMW mostrano come conquistare potenziali clienti per servizi di consulenza e test drive. L’azienda tedesca produttrice di automobili ha ideato un annuncio che ha aiutato i potenziali clienti a trovare il concessionario più vicino e a organizzare un test drive con le auto BMW. Per garantire che le parti interessate ricevessero un appuntamento il più rapidamente possibile, BMW ha integrato un sistema CRM che reagiva automaticamente alle richieste degli utenti nel più breve tempo possibile. Grazie alla sua campagna pubblicitaria su Facebook, la casa automobilistica ha triplicato i propri lead.

Lead Ads di Facebook: calcolare bene i costi

Non è possibile prevedere il costo complessivo dei Lead Ads di Facebook, perché il social network non fornisce una panoramica vincolante dei prezzi. Tuttavia gli inserzionisti hanno la possibilità di fare offerte. Quale importo di bilancio porti effettivamente al successo dipende da molti fattori diversi, tra cui soprattutto:

  • il target: Alcuni target sono molto richiesti. Di conseguenza gli inserzionisti in concorrenza per questi gruppi di utenti sono numerosi, il che determina un aumento dei prezzi. Un pubblico di nicchia, invece, può essere raggiunto anche con un budget più ridotto.
  • il punteggio di rilevanza della pubblicità (Ad Relevance Score): Gli annunci ben progettati vengono premiati. Se gli annunci sono ideati in modo convincente e raggiungono il target giusto, Facebook li considera particolarmente rilevanti e assegna un fattore di alta qualità che si riflette positivamente sui costi.

In ogni caso si mantiene il pieno controllo sulle spese. Per ogni annuncio, si definisce un budget che non può essere superato. Se il budget è esaurito a causa di numerosi clic, il display non viene più riprodotto. Allo stesso tempo questo significa che un annuncio creato che nessuno notifica non comporta alcun costo. Così non si paga nulla per gli annunci senza successo.

Esistono due modelli di costo per gli annunci su Facebook:

  • Budget giornaliero: In questo caso si fissa un limite giornaliero per un gruppo di annunci o per una campagna pubblicitaria. Tale opzione è consigliata per gli annunci che devono essere riprodotti per un lungo periodo di tempo. Se il budget di un giorno viene esaurito, l'annuncio verrà nuovamente visualizzato solo il giorno successivo.
  • Budget totale: Con questo modello di costo si definisce un limite massimo per un determinato periodo di tempo indipendente dal corso della giornata. Che si tratti di tre giorni, due settimane o un mese: il sistema di Facebook diffonde gli annunci in modo che il budget venga utilizzato nel periodo selezionato nel modo più uniforme possibile.

Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.