Pinterest Advertising: fare pubblicità su Pinterest

Pinterest è un social network incentrato sulla pubblicazione e diffusione di immagini. Gli utenti possono affiggere raccolte di immagini accompagnate da descrizioni a bacheche virtuali. Un post su Pinterest si chiama pin. Altri utenti hanno la possibilità di mettere like, condividere e commentare i pin. Il social network è online dal 2010 e da allora sta diventando sempre più popolare. Oggi non solo è possibile pubblicare immagini e raccolte sulle bacheche, ma anche brevi video.

N.B.

La parola Pinterest è una combinazione di “to pin” (affiggere) e “interest” (interesse).

Una caratteristica fondamentale di Pinterest è che nella descrizione dell’immagine è integrato anche il link alla fonte originale. Ogni pin può quindi portare traffico sui siti web: da un lato offre un valore aggiunto agli utenti che sono in cerca di idee e dall’altro genera clic a favore di blogger e brand che intendono usare Pinterest a scopi di marketing.

Su questo social network esistono community per innumerevoli temi differenti e vi si possono trovare gruppi d’interesse per il fai da te, l’arredamento di interni, la cucina, i tutorial, l’artigianato e determinati stili di vita. Per gli inserzionisti è interessante poiché qui è facile individuare e di conseguenza raggiungere il proprio target.

Per attivare la pubblicità su Pinterest è necessario avere un account aziendale. In questo articolo scoprirete quali opzioni esistono per fare pubblicità su Pinterest e come usarle.

Cosa sono i Pinterest Ads?

Con le sue numerose categorie Pinterest è una piattaforma pubblicitaria ideale per svariati settori. Siccome molti utenti usano il social network per trovare stimoli e ispirazione o per scoprire nuovi prodotti, la pubblicità si integra in maniera relativamente naturale senza che sia avvertita come invadente. Pertanto in qualità di inserzionista potete offrire consigli e suggerimenti a braccetto con un prodotto che sia coerente: potrebbe quindi trattarsi di materiale da bricolage per un’idea fai da te, ingredienti per una ricetta o indumenti ispirati a un outfit.

Fatto

Pinterest ha 8 milioni di utenti attivi al mese in Italia.

Social Buy Button di IONOS

Trasforma condivisioni, mi piace e pin in vendite! Vendi i tuoi prodotti sui social media dal tuo smartphone anche senza avere un sito web!

Attivazione agile
Gestibile ovunque
Supporto 24/7

I diversi formati pubblicitari su Pinterest

Pinterest offre agli inserzionisti cinque diversi formati di annunci. Quale sia più adatto ai vostri scopi dipende in gran parte dal tipo di prodotto che volete pubblicizzare.

Promoted Pins: i cosiddetti Promoted Pins rappresentano gli annunci standard su Pinterest. La base è sempre un normale pin che avete già pubblicato. Se lo trasformate in un Promoted Pin, non solo apparirà sulla vostra bacheca e su quella dei vostri abbonati, ma sarà visualizzato anche dagli utenti che non seguono il vostro account Pinterest.

Fondamentalmente esistono diversi modi per limitare i gruppi di utenti a cui fare visualizzare il Promoted Pin. Ad esempio, è possibile restringere la ricerca ai vari gruppi di interesse come per esempio bimbi, beauty, fai da te, attività all’aperto, ecc. Potete anche specificare le parole chiave che il vostro target probabilmente cercherà e ridurre il campo a determinate fasce d'età.

Promoted Video Pins: Un Promoted Video Pin è un video che serve a scopi pubblicitari. Con un pin video di questo tipo siete in grado di migliorare il vostro raggio d’azione e la vostra visibilità. Un video ben fatto attira l'attenzione e nel migliore dei casi viene diffuso dalla stessa community. Teoricamente un video di questo tipo può durare fino a un massimo di 30 minuti, tuttavia si raccomanda un tempo di esecuzione dai 15 ai 45 secondi. Video molto più lunghi hanno senso solo se offrono contenuti di alta qualità che combaciano con gli interessi del target.

La riproduzione del video si avvia automaticamente non appena il video appare nell'area visibile dello schermo durante lo scorrimento. Tuttavia, per il momento, l'audio è disattivato e deve essere attivato dall'utente. È importante considerare questa funzione già al momento di creare il video: idealmente si pubblica un video che possa essere compreso anche senza audio. Non appena un utente tocca il Promoted Video Pin, il display passa alla modalità a schermo intero. È inoltre possibile integrare nell’inserzione video un link a siti web esterni o a una galleria fotografica.

 

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.

One-tap Pins: a prima vista il formato dell'annuncio One-tap Pin non differisce molto da un Promoted Pin. La sua peculiarità diventa evidente solo quando l’utente clicca sul pin: infatti non si aprirà, come funziona invece di solito, la visualizzazione a schermo intero, ma l’utente viene inoltrato direttamente al sito web dell'inserzionista.

Promoted App Pins: questo formato è particolarmente interessante per gli inserzionisti che vogliono pubblicizzare un'app. Che si tratti di applicazioni iOS o Android, gli utenti possono scaricare e installare l'app direttamente tramite un pulsante integrato nel pin. L'utente non deve cliccare sul sito web e cercare l'applicazione, ma ha accesso diretto all'app e può utilizzarla immediatamente.

Cinematic Pins: si tratta di un annuncio video senza funzione di autoplay. Il Cinematic Pin contiene un breve clip che viene riprodotto solo se l'utente scorre il video nel proprio feed. Il principio di questo formato è dunque simile a quello del Promoted Video Pin ed è utilizzato principalmente per il branding di marchi o persone.

Il modo in cui viene riprodotto il Cinematic Pin dipende da come l'utente si muove sul suo feed: se l'utente scorre verso il basso andando indietro sul suo feed, il video viene riprodotto al contrario. Se scorre velocemente, anche il video viene riprodotto più velocemente. Non si tratta quindi di una funzione di autoplay, ma di un processo basato sul movimento (motion-based) che ha il seguente scopo: i contenuti che si comportano in modo diverso dal solito vengono notati più rapidamente dall'utente. Un video che stava per ignorare può catturare la sua attenzione. In questo modo anche il brand o la persona pubblicizzata rimangono più impressi nella memoria, anche se l'utente non visualizza il video per intero.

<imagedrop></imagedrop>

 

 

Quale tipo di campagna attivare su Pinterest

La campagna pubblicitaria utilizzata per la vostra presenza su Pinterest dipende dai vostri obiettivi aziendali. Anche se essenzialmente la maggior parte delle aziende mira ad aumentare le vendite, non tutte perseguono la stessa strategia per raggiungere questo obiettivo. Quindi, prima di scegliere il tipo di campagna, individuate esattamente lo scopo della vostra campagna pubblicitaria: desiderate aumentare la consapevolezza del marchio? O volete attirare traffico sul vostro sito web? A questo punto, in base ai vostri obiettivi, non vi resta che selezionare il giusto tipo di campagna su Pinterest. Con Pinterest potete scegliere tra tre differenti campagne:

  • Campagna Traffic: la campagna sul traffico indirizza gli utenti da Pinterest a un altro sito web per generare traffico promuovendo il sito web collegato.
  • Campagna Engagement: questo tipo di campagna è stato progettato per aumentare l'interazione con l'utente. L'utente dovrebbe essere incoraggiato a cliccare più spesso e a visualizzare più prodotti.
  • Campagna Awareness: se desiderate aumentare la popolarità di un marchio, la campagna Awareness è la scelta giusta.
PDF-Download

Vendere Online

Quanto costano gli annunci su Pinterest?

I costi da considerare e la composizione di tali costi dipendono dalla campagna scelta:

  • Campagna Traffic: Cost per Click (CPC) – i costi sono sostenuti per ogni clic sul link che porta al sito web di destinazione.
  • Campagna Engagement: Cost per Action (CPA) – i costi sono sostenuti per ogni azione eseguita dal singolo utente con il pin sponsorizzato (come ad esempio un clic sul pin stesso o sul simbolo del like o repin del pin).
  • Campagna Awareness: Cost per Mille (CPM) – i costi sono sostenuti ogni millesima apertura della pagina web.

L'importo esatto delle spese di cui sopra è determinato da un sistema di aste. Se la vostra pubblicità venga effettivamente riprodotta dipenderà dalle offerte dei vostri concorrenti. Non ci sono prezzi fissi: il prezzo varia a seconda della campagna pubblicitaria.

Come funzionano le aste su Pinterest

Come per le aste offline, tutte le aziende che ambiscono a ottenere uno spazio pubblicitario fanno un'offerta per la pubblicità. Ciò significa indicare un prezzo massimo che si è disposti a pagare per uno spazio pubblicitario. In questo modo gli inserzionisti competono per il miglior spazio pubblicitario. Sono tre i fattori che determinano quale azienda otterrà l’annuncio:

  • L'importo dell'offerta dell'inserzionista
  • La probabilità che l'annuncio porti al risultato desiderato dall'inserzionista (qui si tiene in considerazione la campagna selezionata)
  • La qualità dell'annuncio e la sua rilevanza per il target

Pertanto non è determinante solo il valore dell'offerta, ma anche la corrispondenza tra l'annuncio e lo spazio pubblicitario desiderato e il target.

Esempio:

Quattro inserzionisti fanno un’offerta diversa per uno spazio pubblicitario sulla pagina social di un allenatore di fitness. L’istruttore di fitness si è specializzato nello spiegare ai suoi utenti quali sono gli esercizi migliori per le attrezzature sportive domestiche e come rendere l’allenamento ancora più efficiente.

  1. inserzionista, marchio cosmetico – 0,13 € per clic
  2. inserzionista, abbigliamento sportivo – 0,08 € per clic
  3. inserzionista, alimentazione per sportivi – 0,11 € per clic
  4. inserzionista, attrezzatura sportiva – 0,07 € per clic

L'offerta più alta viene respinta perché non corrisponde al content dell'istruttore di fitness. L'inserzionista probabilmente ha usato una categoria inadatta per creare l'annuncio.

La seconda offerta rientra tra i potenziali candidati perché è inerente al content dell'istruttore di fitness, il quale nei suoi pin si mostra in completo sportivo con i marchi del suo abbigliamento sportivo ben riconoscibili.

La terza offerta sarà probabilmente respinta se finora non è stata menzionata la nutrizione sportiva sulla bacheca dell'istruttore di fitness.

La quarta offerta combacia perfettamente con il content dell'istruttore, dal momento che utilizza un dispositivo sportivo in ogni nuovo pin. La probabilità che un utente clicchi sul pin è quindi molto alta. Ciò significa che il quarto inserzionista potrebbe ottenere questo spazio pubblicitario, nonostante non si tratti del miglior offerente. È tuttavia plausibile che il secondo o persino il terzo inserzionista ottengano uno spazio pubblicitario, poiché i loro annunci si adattano ragionevolmente al contenuto dell'istruttore e offrono molti più soldi rispetto al quarto inserzionista. Il miglior offerente, invece, perderebbe l'asta perché la sua offerta pubblicitaria non è tematicamente adeguata.

Dos and Don’ts degli annunci su Pinterest

Pinterest vi offre numerose possibilità di modificare le vostre immagini e aggiungere hashtag alle stesse. Anche un breve testo nell'immagine può aiutare ad avvicinare il vostro messaggio pubblicitario agli utenti. Per il social network, tuttavia, sono le immagini il punto cardine, per cui devono essere di alta qualità e coerenti all'impressione generale della vostra bacheca.

Consiglio

Assicuratevi che le vostre immagini abbiano una risoluzione sufficientemente alta. Le fotocamere degli smartphone odierni sono strumenti già abbastanza affidabili e garantiscono risultati professionali. Con una buona illuminazione si possono fare scatti eccellenti.

L'interazione di immagini e video sulla propria bacheca non è l’unico fattore importante quando si crea un pin: per realizzare un buon pin, infatti, è necessario tenere a mente i seguenti principi:

Dos

  • Selezionate il soggetto con cura e prestate attenzione alla composizione dell’immagine. Cosa si vede nella foto? Più un’immagine è interessante, più è probabile che venga notata dagli utenti.
  • Non stancatevi di fare delle prove! Il modo migliore per imparare cosa funziona per un marchio è sperimentare.
  • Raccontate storie che suscitino emozioni. Il consumatore deve essere indotto ad associare sentimenti positivi al vostro marchio. Il modo in cui è possibile suscitare emozioni specifiche nel consumatore può essere ad esempio determinato attraverso indagini sul target, ma ciò è oggetto di studio del neuromarketing.
  • Pubblicare regolarmente contenuti privi di pubblicità: un pinning costante rafforza la presenza del vostro marchio sul social network e di conseguenza anche il legame con i clienti. Se offrite regolarmente contenuti che non sono solo pubblicità, dimostrate agli utenti che fate parte della community di Pinterest, stabilendo un rapporto di fiducia. Assicuratevi quindi che ci sia un equilibrio tra pin e contenuti pubblicitari.

Don’ts

  • Non puntate troppo in basso per il prezzo massimo del clic: per quanto possiate essere tentati di impostare il CPC massimo basso, se l’offerta è troppo bassa gli annunci non saranno attivati e la campagna pubblicitaria si dissolverà in fumo.
  • Non utilizzate Pinterest per l’autopromozione in chiave spam: secondo Pinterest anche le inserzioni pubblicitarie devono essere di alta qualità e rilevanti per gli utenti. Evitate dunque di postare pin in sequenza con l’unico scopo di promuovere le vendite. Un’eccessiva e aperta autopromozione non è accettabile e può portare alla sospensione dell’account.
  • Non pubblicate sempre contenuti congruenti: assicuratevi di non pubblicizzare solo i vostri prodotti, ma fate in modo di postare anche contenuti diversi. Gli utenti di Pinterest apprezzano la varietà e non vogliono vedere solamente testi di prodotto, altrimenti starebbero visitano un negozio online.
  • Non pubblicate senza criterio: il suggerimento di cui sopra non deve portarvi a pensare che sia giusto creare pin senza criterio sui più svariati argomenti. Fate in modo che i vostri pin siano tematicamente in linea con i contenuti precedentemente postati sulla vostra bacheca e che siano coerenti ai vostri valori aziendali.
Consiglio

Attualmente i Pinterest Ads sono disponibili solo nei paesi anglofoni. Non si sa ancora quando sarà possibile anche per gli italiani pubblicare annunci sul social network.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.