Tutto sugli ebook – parte 1: creare un ebook

Quando nel 1988 il romanzo “Mona Lisa Overdrive” di William Gibson fu pubblicato su floppy disk, quindi come primo libro digitale, iniziò una vera e propria rivoluzione del settore editoriale. I potenziali guadagni nella produzione e distribuzione di libri digitali attirarono numerosi investitori; gli sviluppatori di giochi per computer inserirono i manuali in formato PDF nel CD di installazione e iniziarono a diffondersi le prime dispense universitarie in formato digitale. Ma le case editrici non videro gli ebook come diretti concorrenti della carta stampata e strinsero rapporti commerciali con distributori online emergenti, come Amazon che all’inizio era specializzato nella vendita di libri.

Da alcuni anni, gli ebook (scritto anche come e-book o eBook) non sono più un prodotto di nicchia grazie anche ad un sistema di ordinazione e ad una logistica moderna mai concessa prima alla carta stampata. Inizialmente, avevano una rilevanza maggiore le pubblicazioni specialistiche, grazie alla presenza di funzioni speciali, come il campo di ricerca nel testo, che i libri classici non offrono. Lo sviluppo ulteriore è stato favorito dalla nascita degli e-reader (in inglese il verbo “to read” significa leggere), dispositivi dedicati unicamente alla lettura, e grazie al loro diretto legame con piattaforme di vendita di ebook online.

Nella serie dei nostri articoli sugli e-book vi spieghiamo come avere successo con la vostra pubblicazione elettronica e come creare il vostro ebook.

Motivazione e finalità

Prima di occuparvi della realizzazione tecnica, dovreste chiedervi perché volete creare un ebook. Pertanto l’aspetto finanziario può essere di primaria importanza se volete mettere in vendita il vostro libro digitale e, ad esempio, se avete in programma di inserire anche link affiliati. Potete anche collegare il download della vostra pubblicazione all’iscrizione alla vostra newsletter e così generare nuovi iscritti via mail. Generalmente con un ebook di successo avete buone possibilità ad esempio di aumentare la popolarità del vostro sito web, senza dimenticare la diffusione tramite social network e strategie di marketing virali.

Una volta che avete chiarito perché volete creare un ebook da soli, dovete porvi degli obiettivi concreti. Pertanto non dovete solo pensare a cosa volete ottenere con il vostro libro digitale, ma anche chi volete raggiungere. Da un lato, bisogna trovare un tema adatto che intrattenga, informi, descriva e risolva un problema o che combini insieme più di uno di questi elementi; dall’altro, dovreste definire il vostro target per realizzare i contenuti migliori possibili. In particolare, è consigliabile per progetti grandi stabilire una scadenza (deadline).

Come si crea un ebook?

In linea di principio, nella creazione di un ebook avete gli stessi compiti che vi trovereste di fronte nello scrivere un libro tradizionale: si inizia dal processo di scrittura, inclusivo di strutturazione e trasposizione dei contenuti, fino ad arrivare alla distribuzione della versione definitiva ai lettori qualificati. Tuttavia, ci sono delle particolarità nel layout e nel design. Se create il vostro ebook in maniera autonoma, a questo punto trovate davanti a voi moltissime possibilità di scelta. Quali aspetti sono importanti per un layout ben concepito e adatto al vostro progetto?

Scegliere il formato adatto

Non c’è solo una grande scelta di e-reader e dispositivi mobili, ma anche diversi tipi di formati per ebook. Mentre la maggior parte di questi formati sono impiegati solo in settori specifici e quindi non sono molto diffusi, si sono affermati come standardtre i tipi di file:

  • PDF: il formato più diffuso, soprattutto per gli ebook gratuiti, è creato dall’azienda Adobe. Il formato PDF garantisce che l’ebook si visualizzi allo stesso modo su tutti i dispositivi e offre una semplice ma ottima possibilità di crittografare i contenuti. L’unico problema di questo formato classico è il fatto che la dimensione del testo non si adatta automaticamente ai display di piccole dimensioni.
  • ePUB: il formato ePUB, anche questo molto diffuso, viene principalmente usato per i libri di testo (senza, ad esempio, alcuna illustrazione), anche se è possibile, seppure con limitazioni, la trasposizione di contenuti multimediali. L’alto tasso di diffusione è riconducibile all’adattabilità dinamica dei testi a seconda delle dimensioni dello schermo, e anche al fatto che il formato si può aprire su quasi tutti i dispositivi di lettura. Un’eccezione sono gli e-reader Kindle di Amazon.
  • AZW: il formato AZW in uso sugli e-reader Kindle di Amazon usa una propria cifratura, perciò gli ebook in questo formato possono essere letti solo su e-reader Kindle e con le relative app Kindle. Negli ebook in formato AZW è possibile adattare la dimensione dei caratteri. A partire dalla seconda metà del 2015, Amazon offre anche il nuovo formato KFX, che permette maggiori possibilità di scelta tra i caratteri.

Se volete diffondere il vostro ebook con Amazon, fate uso del formato AZW e KFX, mentre su tutti gli altri e-reader e le piattaforme di vendita potete utilizzare il formato ePUB. Nonostante le debolezze relative alla scalabilità del testo, anche il PDF è un formato conveniente per la vostra pubblicazione. Date un’occhiata più approfondita ai numerosi diversi tipi di formati nella terza parte del nostro articolo.

Scegliere il giusto software di scrittura e conversione

Strettamente connessa alla scelta del formato nel quale volete creare e pubblicare il vostro ebook, è la ricerca del programma di scrittura adatto. Se avete in programma un ebook in PDF, potete ricorrere a comuni programmi per l’elaborazione dei testi, come Microsoft Word o il gratuito OpenOffice, perché questi programmi offrono la possibilità di esportare il vostro documento di testo in PDF.

Per formati specifici avete bisogno di altre soluzioni, come il programma open source Calibre. Con l’aiuto di questo tool gratuito per Windows, OS X e Linux, convertite i diversi formati come ODT, HTML, TXT o DOCX in formati per ebook come ePUB e AZW3 e potete anche modificare i vostri libri digitali. Di solito questo è importante perché il vostro ebook dopo la conversione non viene visualizzato necessariamente sempre bene in tutti i formati. Alternativamente potete modificare documenti ePUB anche con l’editor open source Sigil.

Migliorare la leggibilità e mettere in evidenza gli elementi fondamentali

I tool di elaborazione giocano un ruolo basilare nella realizzazione di un ebook perché un testo scritto bene ma non formattato è solo metà del lavoro. Per questo è importante che sviluppiate un design che faciliti l’accesso al testo ai vostri lettori. Tra gli elementi più importanti si annoverano:

  • Carattere: la scelta del carattere è uno dei fattori più importanti del vostro ebook e, insieme alle dimensioni, è responsabile maggiormente per la leggibilità del vostro testo. Di regola, si sconsiglia l’inserimento di caratteri troppo particolari e si suggerisce invece di usare da due a tre tipi diversi in maniera coerente (ad esempio uno per i titoli, uno per i paragrafi e uno per gli elenchi).
  • Colore: per una lettura ottimale non dovreste mai allontanarvi dal colore nero per il testo di base. Solo per elementi mirati come titoli, link o citazioni, potete usare un colore diverso.
  • Formattazione: il senso della struttura dell’ebook si perde se non formattate allo stesso modo tutti gli elementi (dal titolo al testo dei paragrafi). Inoltre, la formattazione vi aiuta anche nella modifica del carattere o del colore. Non dimenticate anche di inserire un indice.
  • Contenuti multimediali: a seconda del tema l’inserimento di immagini, foto o elementi grafici può riuscire a catturare il lettore. Anche i link a video o a informazioni approfondite sono opzioni da tenere in considerazione in precisi tipi di testo ma, in generale, non dovreste fare di una connessione a internet un prerequisito, quindi i contenuti linkati non dovrebbero essere necessari per la comprensione del testo.

Il peso di questi elementi è da mettere in relazione al tema e al target. Come per i siti web, anche per gli ebook alcuni fornitori online offrono template già pronti, cioè design completi da usare per il vostro libro digitale. Potete saperne di più leggendo la seconda parte del nostro articolo sugli ebook qui.

Questioni legali e fiscali di un ebook

Naturalmente quando pubblicate il vostro ebook non dovete tralasciare gli aspetti legali. Una delle prime questioni a cui dovete fare attenzione è rispettare sempre il diritto d’autore (il copyright). Se si vogliono usare dei contenuti prodotti da terze parti, non importa se articoli, immagini, video o foto, è sempre necessario il consenso. Anche nel caso in cui vogliate inserire un contenuto trovato su Internet e sull’uso del quale non sono date precise indicazioni, dovete sempre presuppore che sia protetto perché la legge italiana prevede che l’autore di un’opera ne sia sempre il proprietario, anche in assenza di indicazioni. Per quanto riguarda le citazioni esiste nel nostro paese il Diritto di Corta Citazione, che permette di inserire piccoli estratti a patto che venga sempre inserita la fonte da cui è tratta la citazione (attribuzione) in modo tale che i lettori non abbiano dubbi sul fatto che il contenuto provenga da terze parti. A tutela dell’ebook intervengono anche i DRM (Digital Rights Management), la gestione dei diritti digitali, che permettono al titolare dei diritti d’autore di esercitare e amministrare i suoi diritti nell’ambiente digitale (ad esempio vietando o consentendo la copia o la riproduzione).

Dovete anche fare attenzione agli aspetti fiscali, visto che errori in questo senso non comportano solo sanzioni salate ma anche violazioni della legge. Nel caso in cui vi affidiate ad una delle numerose piattaforme di pubblicazione, non dovrete preoccuparvi perché vi guideranno nell’adempiere tutte le direttive in maniera corretta. Invece, nel caso in cui decidiate di pubblicare autonomamente sul vostro sito o negozio online, dovete fare attenzione. Se vendere ebook è il vostro lavoro, quindi è un’attività continuativa e abituale, dovete per forza di cose aprire una partita IVA. Al contrario, se pubblicare ebook è un’attività occasionale e che non comporta guadagni annuali superiori a 5000€, non è necessario aprire una partita IVA. Il tema è molto complesso e varia spesso da situazione a situazione perché le direttive italiane tengono conto di molti fattori esterni, per questo si consiglia sempre la consulenza di un esperto.

Come pubblicare il vostro ebook

Avete diverse possibilità per pubblicare il vostro ebook. Se il vostro libro digitale è gratuito, mettetelo semplicemente a disposizione come download gratuito (free download) sul vostro sito web o nel vostro blog oppure nel vostro negozio online. Se invece volete venderlo, vi si richiede un grande dispendio di energie, che può essere ridotto grazie a piattaforme come Amazon Kindle Store o Lulu. La tabella seguente mostra i pro e i contro di entrambe le opzioni:

  Vendere ebook per conto proprio Vendere ebook su una piattaforma esterna
Costi di pubblicazione - Variano a seconda della piattaforma
Percentuale sulle vendite - Prevista una percentuale sul guadagno, a volte anche molto alta
Controllo del processo di vendita + -
Standard tecnici di sicurezza Responsabilità propria +
Rispetto degli aspetti legali Responsabilità propria +
Formalità amministrative (bilancio, supporto clienti ecc.) Molte Quasi nulle
Diffusione dell‘ebook Varia a seconda del traffico del proprio sito Alto

Riassumendo, se vendete il vostro ebook sul vostro sito o nel vostro negozio online potete ottenere quasi tutte le entrate generate dalla vendita e operare in maniera molto più flessibile. Ma questo è accompagnato anche da un grande lavoro amministrativo, che richiede tempo e altre conoscenze tecniche e legali. Con la vendita tramite piattaforme esterne avete bisogno di preoccuparvi meno di queste faccende e approfittate inoltre della visibilità che possiedono questi negozi di ebook. Però dovete comunque occuparvi voi, in entrambi i casi, della commercializzazione e spesso questi fornitori hanno dei costi molti alti. Creare e caricare un ebook è solo la metà del vostro lavoro.


Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.