Tutto sugli ebook – parte 3: i formati degli ebook

Chi pubblica un libro digitale, di solito vorrebbe raggiungere quanti più lettori possibili. Ma se gli utenti possano di fatto leggere l’ebook senza problemi sul loro dispositivo, dipende fondamentalmente dal formato del file che avete scelto. Ciò è dovuto dal fatto che il mercato degli e-reader offre numerosi dispositivi per la lettura ideati da diversi produttori e quindi non esiste un formato standard per i libri digitali, supportato da tutti gli e-reader.

Dopo aver approfondito nelle prime due parti della serie “Tutto sugli ebook” come creare un ebook e come scegliere il layout adatto vi presentiamo nella terza parte i formati di ebook più comuni e vi spieghiamo quali sono quelli più adatti a seconda delle vostre intenzioni.

I formati di ebook più comuni a confronto

 Gli e-reader moderni supportano di regola diversi formati per visualizzare documenti elettronici. Oltre a quelli standard, che sono stati sviluppati specificamente per ebook e permettono un’esperienza di lettura ideale su un e-reader portatile, vengono supportati per la maggior parte anche i formati di file più comuni per la classica memorizzazione dei documenti. La scelta del formato giusto dipende soprattutto dalle funzioni di cui avete bisogno e dalla piattaforma sulla quale vorreste distribuire il vostro libro.

ePUB

ePUB è uno standard aperto per le pubblicazioni di libri digitali, che è stato sviluppato dall’International Digital Publishing Forum (IDPF) e viene supportato da quasi tutti gli e-reader tranne che da quelli di Amazon. Questo formato, il preferito, si basa su standard come HTML, XML e CSS e supporta nella sua terza versione anche HTML5, MathML, grafiche vettoriali scalabili (SVG) e l’integrazione di JavaScript. Oltre ad una formattazione del testo più complessa, il formato permette anche l’integrazione di elementi multimediali come immagini, file audio e video, oltre che di elementi interattivi. Inoltre, i libri digitali in formato ePUB (.epub) si adattano dinamicamente alle dimensioni del display del dispositivo in uso. In alternativa, c’è la possibilità di inserire i contenuti in un layout statico. Per proteggere il proprio lavoro con il diritto d’autore, il formato ePUB permette l’uso dei DRM (Digital Rights Management), cioè la gestione dei diritti digitali. Gli ebook commerciali in ePUB possono essere protetti anche con ADEPT DRM, sviluppato da Adobe.

I formati di Amazon Kindle (MOBI, AZW, KF8)

Mentre molti produttori di e-reader usano standard aperti, i clienti Amazon hanno a disposizione solo il formato proprietario della casa Adobe. L’azienda offre nel settore degli ebook una serie di software e formati di sua proprietà, inclusivi di uno shop, e-reader della serie Kindle e app apposite scaricabili su computer, tablet e smartphone. Quindi Amazon usa, a seconda dell’e-reader, uno dei formati di sua proprietà (Mobipocket, AWZ e KF8), così come DRM Amazon, che permettono la lettura di ebook comprati su Amazon solo su dispositivi o app Kindle.

  • Mobipocket: Mobipocket è uno dei formati per ebook più vecchi dell’omonima azienda, acquistata da Amazon. I documenti in formato Mobipocket (.mobi) vengono supportati dai dispositivi Kindle e possono essere ancora aperti attraverso e-reader con versioni di Windows ormai datate (2000, XP, Vista) e con sistemi operativi Palm OS, Symbian OS e Windows Mobile. Inoltre, il formato ebook viene supportato da visualizzatori universali di documenti come Okular e FBReader. Mobipocket si basa sullo standard Open eBook (OeB), che vale anche come modello per ePUB e usa come questo il linguaggio XHTML. Ma, a differenza di altri formati ebook, Mobipocket offre solo delle opzioni di personalizzazione limitate. Mobipocket è stato sostituito dal successivo AZW.
  • AZW: il formato AZW (.azw) si basa tecnicamente su Mobipocket ma viene supportato, a differenza di quest’ultimo, solo da prodotti Amazon. Gli ebook che vengono venduti sullo shop Kindle in formato AZW, possono quindi essere aperti solo su dispositivi e app Amazon. Come Mobipocket, anche AZW offre solo possibilità di personalizzazione limitate. Per gli e-reader della serie Kindle Fire, Amazon ha sviluppato con KF8 un nuovo formato con maggiori funzioni, che è compatibile anche con i vecchi dispositivi Kindle.
  • Kindle Format 8 (KF8): il formato per ebook KF8 (.azw3) offre, grazie al supporto degli standard web attuali come HTML5 e CSS3, chiaramente molte più funzioni rispetto al vecchio formato AZW o Mobipocket. I documenti in formato Kindle si adattano in maniera dinamica allo schermo del dispositivo in uso e permettono la visualizzazione di elementi grafici complessi, indipendentemente dal design e dal layout della pubblicazione come nei libri per bambini e nei fumetti. Come ePUB, KF8 supporta l’integrazione di audio e video così come di grafiche vettoriali scalabili (SVG), layout fissi ed elementi interattivi. Non si possono usare MathML e Javascript, ma attraverso un’interfaccia si possono integrare i file ePUB3 nel formato KF8. A lungo andare, KF8 sostituirà Mobipocket e AZW.

iBooks

Anche la Apple ha creato con iBooks un suo formato per ebook. Il software di gestione omonimo per Mac, iPad e iPhone supporta però anche standard aperti come ePUB o PDF. I documenti digitali in formato iBooks si creano con il software iBooks Author, che è scaricabile gratuitamente dall’App Store del Mac e consente di salvare i file anche in PDF o ePUB. Il formato iBooks si basa tecnicamente sullo standard ePUB, ma si distingue da questo in alcune proprietà CSS.

Broadband eBook (BBeB)

Con Broadband eBook (BBeB) si indica un gruppo di formati di proprietà di Sony e Canon, sviluppati specificamente per le pubblicazioni di libri digitali. Le varianti BBeB, come LRF e LRX, erano usate in passato sui dispositivi Sony, molto diffusi soprattutto negli USA. Ma dal 2009, Sony ha adeguato completamente il suo e-book store al formato ePUB. Oggi i formati della famiglia BBeB non hanno più alcuna importanza.

FictionBook (FB2)

Il formato FictionBook (.fb2) è amato soprattutto in Russia. Lo standard aperto si basa su XML e viene supportato da visualizzatori universali di documenti come FBReader, Okular, Cool Reader e STDU Viewer. Poiché i metadati come l’autore, il titolo e l’ISBN vengono salvati direttamente nell’ebook, FB2 permette una gestione comoda dei documenti elettronici. I DRM non vengono supportati con file FictionBook.

PDB è uno dei formati per ebook che fu sviluppato originariamente per la Palm Organizers e si trovò ad essere usato nella gestione degli ebook della libreria americana Barnes & Noble. Oltre al software proprietario eReader, ci sono anche diverse piattaforme per la visualizzazione di documenti. Oggi la Barnes & Noble vende i suoi ebook prevalentemente in formato ePUB, PDB non viene più usato.

Altri formati

Oltre a formati specifici per la visualizzazione di libri digitali, la maggior parte degli e-reader supporta anche i formati più comuni come DOC, TXT, HTML o RTF, che vengono impiegati nell’elaborazione dei testi su PC. Nella vendita di ebook, questi formati giocano però un ruolo secondario, mentre una posizione di valore la assumono i file in Portable Document Format (PDF), permettendo che permettono una riproduzione di documenti senza perdite di qualità su diversi dispositivi. Invece, per visualizzare i libri illustrati digitali e i fumetti, si è affermato il formato Comic Book Archive.

  • PDF: il formato Portable Document Format (.pdf), sviluppato da Adobe Systems, è uno dei formati multipiattaforma che permette di riprodurre documenti elettronici conformi all’originale, indipendentemente dal software o dall’hardware in uso. Un file PDF viene visualizzato su ogni dispositivo così come creato dall’autore. Per questo, è necessario solamente un software PDF, che di regola è disponibile anche sugli e-reader. Ma come formato per libri digitali, il PDF è poco utilizzato. Sebbene il formato garantisca una maggiore diffusione e supporti i DRM, la formattazione rigida, adatta principalmente ad una versione cartacea, non si lascia visualizzare in maniera ottimale sui dispositivi portatili malgrado la funzione zoom.
  • Comic Book Archive: questo formato riproduce le sequenze di immagini, così come vengono usate nei fumetti. Di regola, i file Comic Book Archieve consistono in una serie di immagini in formato PNG o JPEG, che vengono salvati in un unico file ZIP (.cbz). Inoltre, è possibile un’archiviazione per mezzo di RAR (.cbr), 7z (.cb7), TAR (.cbt), ACE (.cba), TrueCrypt (.cbtc) e Mac OS X Bundle (.cvbdl). Se l’e-reader non supporta Comic Book Archive, decomprimete i dati archiviati e visualizzateli con un comune software per la visualizzazione di immagini.

Quale formato usare per il vostro scopo?

Nonostante le numerose possibilità tecniche per pubblicare un libro digitale, il mercato è dominato da tre formati. Mentre Amazon con il suo KF8 va per la sua strada, tutti gli altri protagonisti nel mercato degli ebook usano lo standard aperto ePUB. Ma questo pone gli autori e gli editori di fronte ad un problema: chi pubblica libri in formato Amazon raggiunge solamente gli utenti che usano un e-reader Kindle o le rispettive app, mentre gli ebook in formato ePUB hanno una portata maggiore, ma non si possono aprire sui dispositivi Amazon.

Il PDF offre un’alternativa, visto che viene supportato da ogni e-reader moderno e si può visualizzare, almeno in linea teorica, su PC, laptop, tablet e smartphone. Però questa sua adattabilità ha un difetto: i file PDF possiedono un layout fisso e non si adattano automaticamente alle dimensioni dello schermo. Questo comporta dei problemi sui dispositivi mobili con display più piccoli. Chi vorrebbe concentrarsi su ebook per e-reader, dovrebbe quindi prendere in considerazione una pubblicazione in uno dei formati specifici KF8 o ePUB. Invece se i contenuti dovessero essere disponibili solo per pc e per essere magari stampati, allora il PDF può essere un’opzione.

Quindi è anche rilevante la questione del canale di distribuzione: chi vorrebbe usare la rete Amazon, si deve accontentare dei formati disponibili e lo stesso vale per gli iBook di Apple e per altri shop, che usano formati di loro proprietà.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.