Windows a 32 o a 64 bit?

La scelta tra Windows 10 a 32 o a 64 bit dipende dai requisiti che i programmi pongono alle prestazioni del processore. Le versioni più moderne di Windows con sistemi operativi a 64 bit sono notevolmente più veloci e diffuse rispetto a quelle a 32 bit. Tuttavia, i 32 bit svolgono ancora un ruolo per l’installazione dei programmi.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

Qual è la differenza tra Windows a 32 e a 64 bit?

Già a un primo sguardo si nota che i sistemi a 64 bit sono più performanti di quelli a 32 bit. Questo perché la distinzione tra versioni a 32 e a 64 bit si riferisce all’elaborazione delle informazioni dei rispettivi processori. La separazione in architettura a 32 o 64 bit ha fatto il suo debutto nel 2001 con l’edizione a 64 bit di Windows XP. Nel 2005, Windows XP Professional x64 ha offerto per la prima volta il supporto per entrambe le versioni. Da allora è possibile utilizzare software a 32 bit con un sistema operativo a 64 bit. Il downgrade, cioè l’utilizzo di software a 64 bit con sistemi operativi a 32 bit, non è possibile.

I sistemi operativi a 32 bit sono decisamente meno recenti e offrono una RAM con un massimo di 4 GB. Espresso in bit e byte, il valore di memoria indirizzabile delle versioni a 32 bit è esattamente 232 byte. Si tratta di 4.294.967.296 byte, ossia 4.096 megabyte (4 GB). Un sistema a 64 bit, invece, offre una RAM di 8, 16 o più GB. Le versioni a 64 bit utilizzano quindi le loro capacità in modo più efficiente e veloce. Questo vale anche per diversi programmi attivi che vengono frequentemente alternati. Mentre i sistemi a 64 bit non hanno un limite massimo, le versioni a 32 bit possono indirizzare solo 2 GB per programma attivo.

Quale versione è adatta a svolgere un determinato incarico?

Quale sia la versione più adatta per voi dipende innanzitutto dall’hardware. La maggior parte dei programmi oggi offre versioni a 32 o a 64 bit o con compatibilità corrispondente. Pertanto, come già accennato, è possibile utilizzare i vecchi programmi a 32 bit anche con sistemi a 64 bit. Tuttavia, non è possibile il contrario. La domanda da porsi è quindi quale versione di Windows state utilizzando e quale software volete utilizzare oppure quali prestazioni richiedete al processore.

Se volete che i programmi funzionino in modo fluido e veloce, anche quando vengono utilizzati in modo intensivo e in parallelo, dovreste sempre utilizzare le versioni a 64 bit del software, a condizione che il vostro sistema disponga di un’architettura a 64 bit. In caso contrario, si consiglia l’aggiornamento da 32 a 64 bit. Ad esempio, se utilizzate un sistema operativo a 32 bit su un hardware il cui processore può supportare senza problemi anche i 64 bit, è una buona idea ripristinare il sistema come versione a 64 bit. Tuttavia, è necessario aggiornare anche tutti i driver hardware quando cambiate sistema. Altrimenti, c’è il rischio che alcuni componenti del sistema diventino inutili.

N.B.

Windows 10 offre sia una versione a 32 che a 64 bit. Windows 11, invece, è disponibile solo in versione a 64 bit.

Come scoprire la versione in uso

Volete installare un certo programma e dovete scegliere tra le versioni a 32 e a 64 bit? Siete indecisi tra la versione a 32 e a 64 bit di Windows 10? Allora dovete prima scoprire quale variante di Windows state utilizzando e se l’hardware è compatibile con i 64 bit.

In questo modo potete individuare la versione di Windows e scoprire se state usando Windows a 32 o a 64 bit:

Primo passaggio: utilizzate la scorciatoia da tastiera di Windows [Windows] + [i] per aprire le Impostazioni di Windows. Quindi, andate su “Sistema”.

Secondo passaggio: nel menu “Sistema”, andate alla voce “Informazioni”. Si aprono le informazioni di sistema. Sotto “Specifiche dispositivo”, alla voce “Tipo sistema”, trovate le informazioni sui bit e sul processore, ad esempio “Processore basato su x64”. È importante anche l’indicazione sulla RAM. Per i sistemi a 64 bit, la capacità dovrebbe essere di almeno 8 o 16 GB.

Futuro incerto per i 32 bit

Mentre sia il software che l’hardware si concentrano sui 64 bit, la scomparsa dell’architettura a 32 bit sembra segnata. Anche Microsoft dalla versione di Windows 10 2004 consente solo l’utilizzo di computer con versioni del sistema a 64 bit. Nonostante la questione sia stata brevemente sollevata, sembra che anche per Windows 11 non ci sarà una versione a 32 bit nel prossimo futuro. Pertanto, a partire dalla versione 2004, i produttori non sono più tenuti a fornire entrambe le alternative per il loro hardware. Per le versioni a 32 bit esistenti, Windows continua a offrire supporto sotto forma di aggiornamenti di sicurezza e delle funzioni e di supporti di installazione a 32 bit.

Conclusione: meglio 32 o 64 bit?

La domanda se sia meglio un’architettura a 32 o a 64 bit si risponde da sola: chiunque voglia installare Windows 11 scopre subito che questo sistema operativo non supporta più attivamente nuove versioni a 32 bit e offre solo assistenza e aggiornamenti per le versioni già esistenti. Dovreste quindi optare per i 64 bit per l’hardware e il software. Così facendo, non solo velocizzerete Windows 10 o Windows 11, ma sarete anche meglio equipaggiati a lungo termine per quanto riguarda la compatibilità del software e le prestazioni del vostro computer.