Ripristinare Windows 7: come funziona

Esistono sempre dei buoni motivi per ripristinare il sistema operativo: forse avete bisogno di cancellare tutti i dati personali sul vostro computer Windows prima di venderlo. Oppure avete preso un virus dannoso durante la navigazione e solo con il ripristino ve ne potete liberare. O ancora, le prestazioni del vostro PC sono notevolmente diminuite dopo anni di utilizzo. Per risolvere i problemi con il sistema operativo Microsoft, migliorare le prestazioni e cancellare definitivamente i dati, si consiglia di ripristinare Windows 7. Vi spieghiamo come si fa.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

Quanti modi ci sono per ripristinare Windows 7?

Se desiderate eseguire un ripristino e riportare Windows 7 alle impostazioni predefinite di fabbrica, avete a disposizione diverse opzioni, da scegliere a seconda del risultato che intendete ottenere. Il sistema Windows consente di eseguire un ripristino senza perdere i dati personali, un reset alle impostazioni predefinite di fabbrica o un ripristino tramite un download manager.

Quando si esegue un ripristino, potete limitare l’operazione ai file di sistema oppure ai punti di ripristino del sistema creati in precedenza. Queste opzioni hanno senso se si vuole riportare il sistema a uno stato precedente. Infine, il sistema può anche essere impostato esattamente nello stesso stato che aveva quando era nuovo (impostazioni di fabbrica). Questo implica però una perdita di tutti i dati e programmi, a meno che non sia stato precedentemente eseguito il backup. Di seguito vi spiegheremo passo dopo passo le possibilità elencate.

N.B.

Microsoft ha interrotto il supporto ufficiale per Windows 7 il 14 gennaio 2020. Il supporto tecnico e gli aggiornamenti di sicurezza non sono più disponibili per il prodotto. Fa eccezione il supporto professionale a pagamento per le aziende, valido fino al 2023. Se non potete avvalervi di questo supporto, vi consigliamo vivamente di passare a una nuova edizione di Windows. Potete saperne di più nel nostro articolo dettagliato sulla fine del supporto per Windows 7.

Come ripristinare Windows 7 e conservare i propri file

Una corretta reinstallazione del sistema operativo Windows 7 si ottiene solo con una nuova installazione. Questa a volte non può proprio essere evitata. Malware, problemi hardware o problemi di prestazioni rendono spesso inevitabile un ripristino completo. Allo stesso tempo, tuttavia, è necessario conservare i dati importanti. In questo caso, è possibile eseguire facilmente il backup del sistema e dei file personali utilizzando lo strumento di backup di Windows.

Idealmente, questi backup dovrebbero essere effettuati a intervalli regolari, in modo che i dati desiderati vengano salvati e si possa aggiornare il sistema operativo in qualsiasi momento. Il ripristino con lo strumento di backup funziona come segue:

  1. Cercate nel pannello di controllo la sezione “Sistema e sicurezza”. Cliccate su “Backup e ripristino ” e poi su “Configura il backup”.
  2. Selezionate l’unità per la quale deve essere impostato il backup e i dati da salvare.

Windows 7 esegue automaticamente il backup dei file selezionati. Se in caso di emergenza è necessario ripristinare il sistema, si può sempre ricorrere a questo backup. Seguite le seguenti istruzioni:

  1. Tra i vari punti di ripristino del sistema, selezionate quello a cui desiderate tornare.
  2. Una volta ripristinato lo stato precedente, tornate al pannello di controllo dove troverete il vostro backup sotto la voce “Backup e ripristino”.
  3. Ora è possibile utilizzare “Ripristinare file dal backup” per ripristinare tutti i file di cui è stato eseguito il backup.

Un altro modo per conservare i dati è il backup manuale su dischi rigidi esterni o chiavette USB.

Riprisrinare Windows 7 con un download manager

Anche se Windows Media Creation Tool permette di ripristinare il sistema operativo, attualmente sono disponibili solo versioni per Windows 10 e Windows 8.1. Quindi, se si vuole resettare Windows 7, è necessario un download manager che funzioni, come Windows ISO Downloader. Anche se il programma non è stato sviluppato da Microsoft, utilizza ancora i download con licenza ufficiale di Microsoft. Questo strumento può essere utilizzato per creare una copia di Windows 7 che può essere trasferita su disco o installata utilizzando un’installazione VirtualBox.

Consiglio

Se desiderate scaricare Windows 10 o 8, potete utilizzare Windows Media Creation Tool. Gli utenti di Windows 7 possono anche passare gratuitamente a Windows 10. Con le versioni più recenti del sistema operativo è molto più facile ripristinare le impostazioni di fabbrica, che si tratti di ripristinare Windows 10 o ripristinare Windows 8.

Istruzioni per il ripristino con ISO Downloader:

  1. Installate Windows ISO Downloader.
  2. Selezionate la versione del sistema operativo di cui desiderate scaricare il file ISO dal sito di Microsoft.
  3. I link per il download saranno ora creati per entrambe le versioni a 32 e 64 bit.
  4. Avviate il download.
  5. Si noti che è necessario disporre di una licenza per utilizzare il download, in quanto è legalmente scaricato da Microsoft.

Tuttavia, questo non funziona con il file ISO di Windows 7. Per ripristinare Windows 7 è necessario il programma Windows 7 USB/DVD Download Tool . Scaricatelo e installatelo. Ora avete tutto il necessario per creare un supporto di installazione/ripristino per Windows 7. Procedete come segue:

  1. Aprite il programma Windows 7 USB/DVD Download Tool.
  2. Selezionate il file ISO che avete scaricato nella prima fase e continuate cliccando su “Avanti”.
  3. Selezionate ora un supporto sul quale desiderate salvare il file ISO. Quindi cliccate su “Dispositivo USB” o “DVD”.
  4. Collegate il rispettivo supporto dati all’apparecchio e confermate cliccando su “Avvia il processo di copia”.
  5. Il supporto dati diventa ora un supporto di recupero avviabile che si collega o si inserisce prima di accendere il computer. Al momento dell’avvio è già possibile accedere alla versione di Windows 7 mostrata sul supporto e ripristinare il sistema. Questo è particolarmente utile se il sistema operativo è talmente danneggiato che non è possibile avviare Windows dal disco rigido in modo normale.
Consiglio

Potete trovare istruzioni dettagliate su come creare un supporto di avvio nel nostro articolo sul processo di boot tramite chiavetta USB.

Ripristino delle impostazioni predefinite di fabbrica di Windows 7, con o senza CD

Se il CD di installazione originale per Windows 7 è ancora disponibile, è sufficiente eseguire il boot dal disco esistente come segue:

  1. Al riavvio del computer, aprite il menu di avvio con i tasti [F12], [F8], [CANC] o [ESC], a seconda del computer o della versione del BIOS.
  2. Nelle opzioni di avvio selezionate l’unità CD/DVD in cui si trova il supporto dati.
  3. Ora eseguite una reinstallazione completa di Windows. Seguite le istruzioni sul CD di installazione.
  4. L’installazione potrebbe richiedere un po' di tempo.

Se sul computer è presente un’installazione di Windows 7 salvata dal produttore, essa può essere ripristinata alle impostazioni di fabbrica con le seguenti istruzioni, anche senza CD.

  1. Selezionate la categoria “Sistema e sicurezza” nel pannello di controllo.
  2. Nella sottovoce “Backup e ripristino” troverete “Ripristina impostazioni di sistema sul computer” e cliccate su “Metodi di ripristino avanzati”.
  3. Cliccate ora su “Ripristina il computer alle impostazioni di fabbrica”.
  4. Ripristinate il computer secondo le istruzioni.
N.B.

Con il ripristino di Windows 7 ai valori predefiniti in fabbrica, tutti i dati personali andranno persi.

Questo metodo non funziona se non appare la voce “Ripristina il sistema alle impostazioni di fabbrica”. In alternativa, in questo caso, è possibile eseguire un ripristino in modalità recovery. A tal fine sono necessari i seguenti passaggi:

  1. Riavvio in modalità recovery: al riavvio, sarete informati su come entrare nella modalità nella parte inferiore dello schermo, di solito premendo un tasto F come [F11] o [F9], a volte, nei notebook, in combinazione con il tasto [Fn].
  2. In modalità recovery selezionate con i tasti freccia l’opzione “Ripristino”.
  3. Ora cliccate su “Avanti”, poi confermate di nuovo con “Avanti” e rimuovete, se presenti, la tastiera e il mouse dal computer.
  4. A questo punto inizia il ripristino delle impostazioni di fabbrica.