Comprimere le immagini: indispensabile per il web

Ridurre un’immagine può essere a volte molto utile, sia per risparmiare spazio sul disco rigido sia per permettere un download o un upload più rapido. Le immagini compresse fanno anche in modo che una pagina web venga caricata più velocemente, in quanto tempi di caricamento troppo lunghi incidono negativamente sul posizionamento sui motori di ricerca.

Ma come si comprimono le immagini senza grandi perdite di qualità? E quali strumenti potete utilizzare? Rimpicciolire online le immagini per siti creati autonomamente è piuttosto facile, ma esistono anche altre opzioni se volete farlo offline. Qui di seguito vi offriamo dei consigli su come comprimere le immagini.

Perché dovrei comprimere le mie immagini?

Foto e immagini ad alta risoluzione non sono più una rarità. Il numero di pixel delle fotografie digitali aumenta sempre più e così anche la dimensione dei file. Indipendentemente da questo, se utilizzate immagini per il vostro sito o volete inviarle per e-mail, dovreste prestare attenzione alle dimensioni del file. Infatti più piccoli sono i file utilizzati, più veloce sarà la loro trasmissione. Ciò comporta in particolare due vantaggi:

  • tempi di caricamento più veloci aumentano la soddisfazione dei visitatori (specialmente di quelli che si collegano a Internet dai dispositivi mobili);
  • tempi di caricamento più veloci si riflettono positivamente sul ranking sui motori di ricerca.

Il formato giusto dei file per le immagini sul web

Prima di inserire delle immagini su un sito, dovreste verificarne il formato, in quanto non tutti sono adatti per l’utilizzo su Internet. Tuttavia questi tre formati di file si prestano particolarmente bene per essere usati sulle pagine web:

  • JPG/JPEG: il formato JPG è tra i formati digitali più utilizzati. Può visualizzare fino a 16,7 milioni di colori e può essere ridotto considerevolmente (seppur con perdita di qualità). I file JPG sono adatti principalmente per memorizzare foto o grafiche simili a foto, soprattutto quelle con colori diversi e contrasti forti.
  • PNG: il formato PNG può visualizzare da 256 (PNG8) fino a 16,7 milioni (PNG24) di colori e viene utilizzato molto spesso su Internet. Rispetto al JPG può essere compresso quasi senza alcuna perdita di qualità. I file PNG sono adatti alla memorizzazione di grafiche, loghi e testi. È possibile comprimere in formato PNG, con una piccola riduzione delle dimensioni originali, soprattutto le illustrazioni con pochi colori.
  • GIF: anche i file GIF (sebbene siano in grado di riprodurre solo 256 colori) sono utilizzati frequentemente in rete. Ciò dipende soprattutto dal fatto che con il formato GIF è possibile visualizzare piccole animazioni, derivate dalla riproduzione di immagini una dietro l’altra, particolarmente amate sui social media e non solo.
Consiglio

La compressione delle foto e delle immagini rientra tra i passaggi più importanti per migliorare la performance del proprio progetto web. Ci sono però altre vie per ottimizzare le immagini utilizzate: per questo motivo è sempre meglio indicare ledimensioni di un’immagine nel codice sorgente, di modo che il browser non debba calcolarle da solo. Anche la rimozione dei metadati (meta tag, informazioni EXIF, ecc.) si riflette positivamente sul tempo di caricamento. Se la vostra applicazione web contiene molte immagini, si consiglia inoltre di utilizzare una Content Delivery Network (CDN)

Comprimere le immagini: le migliori soluzioni a confronto

Le immagini con dettagli nascosti sui siti sembrano poco professionali e quindi vanno assolutamente evitate. Un’alta qualità delle foto, d’altra parte, necessita di un volume di dati elevato e aumenta i tempi di caricamento di una pagina. Programmi di compressione delle immagini mantengono la perdita di qualità al minimo, in modo che non sia visibile a occhio nudo. Da tempo programmi di elaborazione di immagini professionali, come Photoshop, offrono delle apposite funzioni, ma ci sono anche innumerevoli applicazioni gratuite, offline e online, che convincono sia per le loro funzioni sia per la loro facilità d’uso.

Comprimere le immagini online

Se volete comprimere le foto senza dover installare un software specifico, potete ottimizzare le vostre foto in modo facile direttamente online. Per questo motivo esistono diverse offerte sul web che vi consentono la compressione gratuita. Gli strumenti si differenziano di solito per i formati messi a disposizione, per i possibili gradi di compressione e hanno spesso delle limitazioni per quanto riguarda il numero delle eventuali compressioni. Nei paragrafi seguenti vi presentiamo alcune delle migliori soluzioni.

Optimizilla

Il tool online Optimizilla di Mediafox Marketing consente di caricare fino a 20 immagini contemporaneamente per poi comprimerle. Il prerequisito è che le immagini siano in formato JPEG o PNG. L’applicazione web ricorre per questo motivo a una combinazione di diversi algoritmi di compressione che si contraddistinguono per un buon rapporto di compressione e per la qualità delle immagini. Tramite il cursore potete stabilire il grado di compressione, prima di scaricare i risultati singolarmente o tutti insieme in un file ZIP.

Per trovare le migliori impostazioni possibili, Optimizilla vi supporta tramite visualizzazioni in miniatura dell’immagine originale e compressa. Inoltre il tool indica le rispettive dimensioni del file. Tutte le immagini caricate vengono eliminate automaticamente dopo un’ora dai server del servizio.

Vantaggi Svantaggi
Possibilità di adattare il grado di compressione Limite di 20 compressioni contemporaneamente
Visualizzazione in miniatura dell’originale e del risultato  

TinyPNG

A differenza di quanto lasci presagire il nome, TinyPNG consente sia la compressione di file PNG sia quella di JPEG. Nella versione standard gratuita potete ottimizzare contemporaneamente fino a 20 immagini in questi due formati, anche se le dimensioni massime per file sono limitate a 5 MB.

Per trovare le migliori impostazioni possibili, Optimizilla vi supporta tramite visualizzazioni in miniatura dell’immagine originale e compressa. Inoltre il tool indica le rispettive dimensioni del file. Tutte le immagini caricate vengono eliminate automaticamente dopo un’ora dai server del servizio.

Vantaggi Svantaggi
Si possono caricare i file compressi su Dropbox Limite di 20 compressioni contemporaneamente e di file di 5 MB nella versione standard
Grado di compressione non regolabile  

iLoveIMG

iLoveIMG è una suite online completa composta da utili strumenti per l’elaborazione di immagini. Il team di sviluppatori con sede a Barcellona mette anche a disposizione applicazioni con le quali si possono ritagliare, ridimensionare, convertire e appunto comprimere immagini. Per queste ultime scegliete il pulsante “Comprimere immagine” e inserite infine le immagini desiderate tramite drag&drop o tramite la funzione di ricerca file. Possibili formati sono JPEG, PNG e GIF.

Anche se iLoveIMG ha un unico grado di compressione, fornisce subito diverse possibilità di esportazione: così non è solo possibile il download dei risultati sul disco fisso locale, ma è consentito anche l’upload su Google Drive e Dropbox nonché la condivisione di link per il download dei file compressi. Se non siete soddisfatti del risultato ottenuto dalla compressione, potete anche semplicemente eliminare l’immagine con un clic sul simbolo del cestino.

Vantaggi Svantaggi  
Upload dei risultati su Google Drive e Dropbox Solo una modalità di compressione  
Disponibili altri strumenti per ridimensionare, ritagliare e convertire Nessuna funzione di anteprima  

Comprimere le immagini con Photoshop

Ovviamente potete comprimere le vostre immagini anche con programmi di elaborazione di immagini professionali. Qui il primo da nominare è il leader del settore Photoshop: oltre alle sue funzioni per progetti creativi e all’ottimizzazione delle foto, il tool di Adobe offre anche diverse possibilità per modificare il formato e adattare le dimensioni dell’immagine.

Per i gestori dei siti è particolarmente pratica l’opzione “Salva per web”, che Adobe ha implementato specificatamente per le foto e le immagini ottimizzate per i siti e gli altri progetti sul web. In questa modalità non solo sono a disposizione per la compressione i tre principali formati per il web GIF, PNG e JPEG, ma è disponibile anche il formato di grafica rasterWBMP (Wireless Bitmap) specifico per i dispositivi mobili.

Non appena elaborate un’immagine nella modalità diottimizzazione web di Photoshop, si apre una nuova finestra, in cui non solo potete impostare i formati di output indicati, ma anche ottimizzare la foto desiderata per il vostro sito, regolando il contrasto e le dimensioni. Nella finestra di anteprima il tool di Adobe mostra l’immagine originale e quella compressa (comprensiva di valori assoluti in merito alle dimensioni), rendendo immediatamente visibili gli effetti deisingoli passaggi di compressione sulla qualità.

Al contrario dei programmi o degli strumenti web semplici, l’utilizzo di Photoshop richiede tuttavia alcune risorse di sistema. Prima di decidere di utilizzare la soluzione di Adobe per l’ottimizzazione delle vostre immagini, dovreste assicurarvi che il vostro PC disponga della necessaria potenza computazionale.

Vantaggi Svantaggi
Anteprima live fino a tre diversi gradi di compressione Richiede un PC con elevata potenza di calcolo
Disponibili diverse funzioni per l’elaborazione di immagini Costi elevati

Comprimere immagini con programmi freeware e open source

Photoshop mostra quanto sia comoda la compressione delle foto con le applicazioni desktop. Queste solitamente non solo offrono più funzioni, ma a differenza degli strumenti online possono essere utilizzate anche senza connettersi a Internet. Per comprimere le dimensioni delle immagini sui vostri siti non dovete per forza affidarvi a una soluzione premium (come la famosissima di Adobe) o ad altre alternative a pagamento. Se siete vincolati a un budget limitato o non siete interessati alle funzioni di elaborazione più complesse, raggiungete già con un programma freeware o open source dei risultati di ottimizzazione di prima qualità per quanto riguarda foto, immagini e simili. Ma quali degli innumerevoli tool gratuiti a disposizione sono davvero da consigliare?

IrfanView

A partire dal 1996 il programma di elaborazione di immagini IrfanView rientra tra le soluzioni freeware più amate per i PC Windows, dato che secondo il produttore le cifre dei download mensili si attestano in media a un milione. Ciò dipende soprattutto dall’allettante modello di licenza offerto dal tool: mentre l’uso privato è interamente gratuito, per l’uso commerciale dovete acquistare una licenza con un importo basso a due cifre (da pagare una volta sola).

Di solito il visualizzatore di immagini supporta innumerevoli formati di immagine come PNG, JPEG, GIF, BMP e tanti altri. Se è inserita un’immagine, può essere convertita in ogni momento in questi formati. Se si tratta di comprimere in modo mirato immagini per il web, è però consigliabile la funzione da aggiungere tramite plug-in “Salva per il web”. Grazie a questa estensione ottimizzate per livelli le immagini e le foto, dove impostate tramite un regolatore in che misura mantenere la qualità dell’immagine originale. Un’immagine di anteprima e le dimensioni di un file compresso vi danno un’idea del risultato finale che potete aspettarvi.

Vantaggi Svantaggi
Elaborazione per livelli Il plug-in di compressione dispone solo di un’interfaccia in inglese
Funzione di anteprima e grado di compressione regolabile  

GIMP

Ricercando tra le alternative a Photoshop nell’ambito open source ci si imbatte immancabilmente in GIMP (GNU Image Manipulation Program). Il programma di grafica rilasciato nel 1998 per Linux, macOS e Windows convince da anni per la sua varietà di funzioni, che ricorda molto la versione commerciale di Adobe. Al momento supporta più di 30 formati di file, tra cui anche i formati per il web GIF, JPEG e PNG. Potete convertire i vostri file di immagine con il software GIMP in uno di questi formati web.

Con GIMP non convertite però solo immagini in un formato dati più piccolo, ma avete anche a disposizione opzioni di esportazione avanzate, con cui potete comprimere un’immagine. Grazie al cursore impostate il grado di compressione. Sono inoltre pratiche le opzioni avanzate: se attivate ad esempio la proprietà “Progressiva”, la qualità dell’immagine ottenuta è leggermente maggiore, però le singole aree vengono caricate in una sequenza precisa, di modo che poco dopo possa essere presentata una visualizzazione di massima dell’intera immagine.

Vantaggi Svantaggi
Open- source L’anteprima mostra solo le dimensioni del file compresso
Grado di compressione regolabile  

PNGGauntlet

Il programma freeware PNGGauntlet fornisce un’interfaccia grafica (in inglese) per i tre strumenti open source PNGOUT, OptiPNG e DeflOpt, che sono stati sviluppati per l’ottimizzazione e la compressione di immagini in formato PNG. L’applicazione, disponibile solo per Windows, è per questo motivo la soluzione perfetta per la creazione in particolare di piccoli loghi, grafiche e scritte in formato PNG da inserire nel vostro progetto web. Come formati di output per il processo di compressione o conversione sono possibili anche JPEG, GIF, TIFF e BMP, oltre naturalmente a PNG.

Avete due possibilità per comprimere le vostre foto con PNGGauntlet: ricorrere al setup standard, aggiungendo una o più immagini e cliccare dopo direttamente su “Optimize!”, o scegliere per prima cosa un setup personalizzato, adattando le impostazioni dei tre tool implementati tramite l’omonimo pulsante. Indipendentemente dalla via scelta, il tool freeware vi mostra le nuove dimensioni del file, dopo che la compressione è andata a buon fine, e la riduzione delle dimensioni in percentuale rispetto all’originale.

Vantaggi Svantaggi
Elaborazione a livelli facile Nessuna modalità di anteprima
Personalizzazione del grado di compressione Solo PNG come file di output

ImageOptim

Se volete comprimere immagini e foto del vostro progetto web e avete bisogno di uno strumento open source per macOS, si consiglia ImageOptim, sviluppato da Kornel Lesinski. Il programma con licenza GPL combina una manciata di strumenti per l’ottimizzazione delle immagini, ad esempio MozJPEG, pngquant e SVGO, consentendo in questo modo non solo la rimozione di metadati EXIF superflui, ma anche la compressione generale di immagini e foto di diverso tipo (JPEG, SVG, GIF, PNG).

Tramite drag&drop potete aggiungere i file di immagine desiderati su ImageOptim, motivo per cui il programma comincia subito con la compressione. Potete però apportare modifiche alle impostazioni in ogni momento e adattare i punti di forza della compressione, oltre che aggiungere o selezionare opzioni. Infine basta un clic su “Ripeti” per eseguire di nuovo la conversione.

Vantaggi Svantaggi
Diverse funzioni di compressione Nessuna modalità di anteprima
Open source  

Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.