Vendere domini: come guadagnare con i domini?

Scegliendo il nome giusto per il proprio dominio e volendo poi rivenderlo, con un po’ di astuzia o un po’ di fortuna, è possibile guadagnare a volte anche somme non indifferenti. In questo caso non gioca alcun ruolo la qualità o la complessità del sito che avete pubblicato al vostro indirizzo web. Infatti, chi intende dedicarsi alla compravendita di domini non ha bisogno di alcun sito in sé e per sé: è l'indirizzo stesso ad avere valore. Chi dispone di un dominio desiderato anche da altre persone, potrebbe addirittura essere in possesso di una piccola fortuna. Ma in che modo esattamente? E cosa si deve fare per vendere domini?

Registra subito un dominio .it in offerta speciale!

Registra ora il tuo dominio .it con un consulente personale incluso!

Semplice
Sicuro
Assistenza 24/7

Determinare il valore di un dominio

Se volete avere successo nella compravendita di domini, prima di tutto dovete sapere quale valore hanno determinati domini. I primi segnali del valore di un dominio si trovano già nell'URL: ad esempio i popolari Top Level Domain .com o .it sono molto più richiesti dei nuovi TLDs, come ad esempio quelli .beauty. I domini con nomi brevi ma efficaci sono preferibili rispetto a quelli lunghi composti da più parole. I domini composti da molte parti o contenenti molte parole infatti difficilmente si riescono a vendere, e solitamente risultano comunque poco redditizi.

Consiglio

I domini vengono valutati anche in considerazione degli aspetti SEO. Se il nome del dominio comprende già un termine di ricerca rilevante a livello SEO, l'indirizzo web avrà verosimilmente un valore più alto.

Per farvi un'idea del valore di mercato del vostro dominio, potete servirvi di strumenti online, come Namebio, che indicano i prezzi di vendita di nomi di dominio simili al vostro. In questo modo potete capire quale prezzo potete richiedere per il vostro dominio. È logico che vorreste guadagnare il più possibile, ma fate attenzione, poiché un prezzo troppo alto potrebbe scoraggiare gli acquirenti. Trovate perciò una via di mezzo.

N.B.

Se volete comprare un dominio per poi rivenderlo e quindi avete intenzione di gestire regolarmente una compravendita di domini, dovete sempre rimanere aggiornati. Osservate come si comporta il mercato nel lungo periodo. Così potete valutare quali sono le tendenze e in quali domini vale la pena di investire.

Determinare il canale di vendita

Ci sono diverse possibilità per vendere un dominio. Ad esempio potete mettere sull'homepage del dominio un avviso, quasi una sorta di cartello "in vendita". Così gli interessati possono rivolgersi direttamente a voi per discutere della vendita del dominio. Altri venditori di domini riscuotono successo su eBay. La piattaforma di aste offre una buona e conosciuta infrastruttura. La procedura per comprare un dominio su eBay è identica a quella per qualsiasi altro tipo di prodotto.

Esistono però anche siti web dedicati al comprare e vendere domini. Le piattaforme come Sedo o Flippa mettono a disposizione marketplace su cui potete offrire i vostri domini. Si tratta di piattaforme appositamente dedicate alla compravendita di domini, quindi ideali non solo per vendere domini, ma anche per chi desidera acquistare domini che potrebbero potenzialmente avere valore, con l’intenzione di trarne successivamente profitto.

Dare informazioni

In generale ogni proprietario di dominio deve fornire le sue informazioni di contatto nel database Whois. Si tratta di un registro che di norma è accessibile pubblicamente. Tuttavia, dato che i dati Whois sollevano qualche dubbio dal punto di vista della privacy e sono spesso soggetti ad attacchi spam, queste informazioni vengono spesso tenute segrete. Chi vuole vendere un dominio dovrebbe comunque sempre rendere visibili i propri dati di contatto, in modo da poter essere contattati facilmente dagli acquirenti interessati.

Consiglio

Potete anche segnalare la vendita tra i dati Whois. Se ad esempio aggiungete al vostro nome aziendale la dicitura "Domain for Sale" o simili, gli interessati sanno già che potrebbe valere la pena di contattarvi.

Creare un elenco di domini

Una volta scelta la piattaforma, o le piattaforme, sulle quali mettere in vendita il vostro dominio, potete procedere alla vendita. Proprio come per altri tipi di vendite anche per la vendita di domini è necessario osservare alcune regole. Indicando solo il nome e il prezzo del dominio sarà difficile catturare l’attenzione dei potenziali clienti. Fornendo però informazioni aggiuntive sarà più probabile invogliare i potenziali clienti interessati all'acquisto.

È possibile inoltre inserire una descrizione del prodotto anche per un dominio, come informazioni sul precedente posizionamento del dominio e o il settore più adatto per quel tipo di URL. È persino possibile aggiungere un'immagine: infatti un logo o uno screenshot della pagina web aumentano la probabilità di catturare l’attenzione dei visitatori del marketplace. Eventualmente potete anche menzionare il valore corrente o presunto del dominio e giustificare così il prezzo richiesto.

N.B.

Non tutti i marketplace offrono la possibilità di inserire molte informazioni. Ma ciò non rappresenta uno svantaggio per voi, visto che nessuno può beneficiare di questa funzione. Invece molte piattaforme consentono di promuovere a pagamento l’inserzione. Se presumete che il nome di dominio possa fruttare una cifra elevata, vale la pena di investire in pubblicità aggiuntiva.

Predisporre il pagamento

In molti marketplace potete scegliere ora tra due metodi: potete stabilire un prezzo fisso o fare un'asta. Entrambi hanno dei vantaggi: alcuni venditori preferiscono vendere a un prezzo prefissato, perché così sanno direttamente a cosa vanno incontro. Altri invece preferiscono le aste, che a volte consentono di concludere veri e propri affari. Infatti a volte i venditori hanno l'opportunità di raggiungere prezzi di vendita più alti tramite un’asta, visto che gli interessati a un dominio particolarmente richiesto sono a volte disposti a offrire di più rispetto al suo valore reale.

Fatto

Alcuni marketplace prevedono anche la possibilità di inviare offerte in privato, così da permettere agli interessati di iniziare una trattativa con il venditore.

Quando si decide di vendere un dominio, è necessario anche pensare al metodo con il quale si desidera ricevere il pagamento. Un intermediario tra voi e l'acquirente assicura una protezione da ambe le parti. Molti marketplace hanno integrato perciò nella loro offerta un servizio fiduciario. Se non vendete il vostro dominio tramite un marketplace, dovreste in ogni caso utilizzare un servizio fiduciario esterno per evitare problemi.

Trasferire un dominio

Non appena avete comprato il dominio, dovete trasferirlo all'acquirente. Il procedimento varia però in base al provider in cui è stato comprato il dominio, che gestisce anche i permessi di accesso. Il nuovo proprietario con il quale è stata conclusa la vendita viene inserito nel registry (ente di assegnazione). Se la vendita del dominio è stata effettuata tramite un marketplace specializzato, questo solitamente offre supporto anche durante il processo di trasferimento del dominio.

Consiglio

Mentre attendete che il vostro dominio venga venduto, potete già guadagnare un po'. Infatti con il domain parking potete attivare inserzioni pubblicitarie sull'indirizzo URL in questione e generare così entrate.


Un attimo: abbiamo ancora qualcosa per voi!
Web hosting a partire da 1 €/mese per un anno!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza Clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 € mese IVA escl.