CMS per piccoli siti web: come trovare il software giusto

Oggigiorno bisogna chiedersi se realizzare un sito web per la propria azienda sia sempre la scelta migliore. In base al settore in cui si opera e al concept che si intende perseguire con il proprio sito, il sito web aziendale può essere utile a raggiungere scopi completamente diversi. Nella sua funzione classica potrebbe essere visto come un biglietto da visita online che fornisce informazioni generiche come orari di apertura, indicazioni stradali o possibilità di contatto. Sono ormai quasi un classico anche semplici elementi dinamici come moduli di contatto, con i quali i visitatori del sito possono richiedere appuntamenti, prenotare degli spazi o inviare proposte d’acquisto. Sempre più spesso c’è inoltre il desiderio di offrire all’utente un valore aggiunto e di arricchire il sito aziendale con un proprio blog, servizi online utili o un forum per gli utenti.

Non solo bisogna chiedersi quali elementi dovrebbe contenere la propria pagina aziendale, ma soprattutto ci si dovrebbe porre il problema di quale sia il software più adatto. Sulla base dei suoi bassi costi e delle sue grandi possibilità di ampliamento, la maggior parte delle aziende tende velocemente a ricorrere a sistemi di gestione dei contenuti. Tuttavia aziende piccole non hanno bisogno necessariamente di tutte le funzionalità offerte da CMS più sofisticati e questo porta quindi a chiedersi quali siano effettivamente i software più adatti in questo caso. Per quanto non ci sia una risposta universalmente valida, ci sono alcuni aspetti che dovreste considerare nella fase di ricerca del CMS più adatto per la vostra impresa.  

Punto 1: qual è il budget a disposizione?

Le risorse materiali e umane a disposizione sono un elemento di primaria importanza per la scelta del sistema giusto. Un’azienda piccola non ha di solito le possibilità finanziarie di un grande gruppo industriale ed è pertanto costretta a basarsi su calcoli precisi. Considerando il concept del sito e l’assistenza fornita,diversi CMS potrebbero rappresentare la soluzione migliore. Se mettete in conto per esempio di dover curare tutta la parte di realizzazione del sito, senza dover pagare sviluppatori e designer esterni, dovete comunque assumere e fare affidamento su personale competente. Questo potrebbe ridurre significativamente il ventaglio di scelte, soprattutto se le competenze dei vostri sviluppatori sono limitate a determinati programmi e linguaggi di scripting.  

Inoltre dovreste valutare anche l’impegno richiesto per l’installazione, l’amministrazione e la manutenzione del software. Dovreste infine decidere se gestire autonomamente l’hosting del CMS e del sito e comprare i necessari hardware e software, oppure se preferite rivolgervi ad un provider che vi proporrà diverse soluzioni hosting. I CMS non presuppongono però delle prestazioni elevate per la struttura del server e perciò questo fattore non influenza di solito la scelta del sistema adatto.

Punto 2: quale offerta è prevista?

Il tipo di contenuti che vorreste pubblicare sul sito della vostra azienda, dovrebbe rappresentare un criterio decisivo per la scelta del vostro CMS. In generale con quasi ogni sistema potete creare sia semplici siti web statici sia siti complessi con elementi dinamici; questa flessibilità è comunque strettamente legata alla struttura modulare e in questo modo molti CMS ricevono già sin dall’installazione standard una grande varietà di estensioni e template. Per questa ragione sono offerte spesso funzioni e opzioni molto vaste, che sono la causa di un’inutile complessità. D’altra parte è possibile che un CMS troppo semplice possa non essere adatto alla realizzazione del vostro concept o che determinate estensioni siano a pagamento o non vengano più sviluppate.

Punto 3: il CMS offre l’usabilità desiderata?

È importante che un CMS per la vostra piccola o media azienda offra a tutti gli utenti la praticità necessaria. Se i collaboratori coinvolti non riescono a utilizzare il sistema nel modo giusto, questo avrà probabilmente delle ripercussioni sulla qualità del vostro sito. Le funzionalità per lo sviluppo del sito dovrebbero essere il più possibile user-friendly, poiché se il vostro team di sviluppatori riesce a realizzare una pagina solo con strumenti estremamente complicati, il CMS si rivelerà una soluzione poco adatta per siti web più piccoli. Altrettanto importanti sono le opzioni di amministrazione, che dovrebbero da una parte essere separate dal contenuto redazionale in modo appropriato, e dall’altra permettere la classificazione dei ruoli e dei permessi utente per stabilire esattamente le funzioni che ciascun dipendente può utilizzare.  

Un’elevata usabilità è naturalmente il prerequisito fondamentale di un CMS per piccole aziende nell’ambito dell’implementazione del contenuto. Gli autori, i redattori e i collaboratori responsabili dovrebbero poter inserire e gestire testi, video, immagini ecc. in modo intuitivo. Strumenti di supporto come tipi di contenuti predefiniti ed editorWYSIWYG, che convertono automaticamente testi esistenti in documenti HTML, sono un must per siti web che aggiornano i contenuti regolarmente.

Punto 4: come si può garantire l’accessibilità dei contenuti?

Se realizzate e pubblicate un nuovo sito Internet, volete anche che sia accessibile e disponibile per un alto numero di utenti e che possibilmente pochi utenti vengano esclusi a causa di barriere linguistiche o del dispositivo utilizzato. Poiché sempre più utenti navigano su Internet utilizzando dispositivi mobili mentre sono in giro, un CMS per piccoli siti web dovrebbe pertanto permettere di creare con strumenti semplici una versione Mobile del vostro sito aziendale. Un sito web responsive è più complesso da programmare, ma molto più facile da gestire. Se preferite questo tipo di siti web, che si adatta cioè automaticamente alle dimensioni del display, il CMS dovrebbe offrire anche in questo caso le opzioni giuste.

Se volete offrire una versione del vostro sito in più lingue, è consigliabile scegliere un sistema con la funzione multilingua. Ciò comporta il vantaggio di non dover sviluppare pagine separate, ma offre la possibilità di gestire i contenuti parallelamente in diverse lingue mantenendo un unico sito. Un altro aspetto importante è la realizzazione di siti accessibili. Già obbligatorio per le istituzioni ufficiali come gli enti pubblici, il principio di accessibilità nel web acquista un ruolo sempre più importante. Questo approccio, che consiste appunto nel rendere i contenuti accessibili a tutti, è strettamente collegato all’usabilità del vostro sito.

Punto 5: il CMS offre un’adeguata sicurezza per i vostri dati?

Chiaramente non esiste una protezione sicura al cento per cento contro gli attacchi hacker. Tuttavia esiste una serie di funzioni utili con cui un CMS può rendere più difficile l’accesso da parte di terzi. Rispetto ai programmi più diffusi per progetti e aziende più grandi, i CMS per piccole aziende offrono i seguenti vantaggi: 

  • per via della loro diffusione limitata finiscono difficilmente nel mirino dei criminali informatici,
  • per via di un numero limitato di plug-in e di moduli, ci sono potenzialmente meno vulnerabilità.

Dovreste inoltre assicurarvi che lo sviluppatore dei rispettivi CMS verifichi la serietà e la funzionalità dei moduli offerti da terzi, come per esempio i plug-in per gli strumenti di tracking. Inoltre si consiglia di scegliere un CMS che rimandi automaticamente agli aggiornamenti disponibili del software e alle implementazioni delle estensioni.  In aggiunta alla protezione standard della password, alcuni sistemi permettono anche l’accesso grazie a una connessione protetta.

Il pericolo per i dati del vostro sito web non proviene tuttavia solo dall’esterno. Infatti è altrettanto importante che il CMS utilizzato per la vostra impresa abbia pronte delle risposte adatte sulla base di errori di utenti e crash del sistema o del database che non sono provocati da fattori esterni. Sono soprattutto importanti:

  • i ruoli degli utenti definibili individualmente, affinché collaboratori poco esperti o non autorizzati non possano commettere degli errori di configurazione critici per il sistema,
  • la possibilità di conservare diverse versioni dei documenti per annullare gli errori in modo semplice e veloce,
  • i backup automatici del CMS e del database.

Punto 6: il CMS vi assiste nell’ottimizzazione per i motori di ricerca?

Anche se un CMS per piccoli siti web è caratterizzato da funzionalità limitate e realizzate appositamente, i moduli SEO non possono mancare in alcun modo: dovrebbero almeno essere aggiornabili manualmente per mezzo di estensioni. Prestate particolare attenzione al fatto che il CMS contenga opzioni per:

  • definire le meta informazioni (titolo, descrizione),
  • formulare testi alternativi per link e immagini,
  • generare una sitemap XML,
  • inserire link per i motori di ricerca,
  • ripulire il codice HTML
  • e creare rich snippet.

Conclusione: il CMS perfetto per piccole aziende è pensato appositamente per le esigenze degli utenti

I criteri elencati nella scelta del CMS non sono però rilevanti per tutti i piccoli siti aziendali e anche l’importanza dei singoli ambiti varia a seconda dell’azienda. D’altra parte è anche vero che optando per un sistema meno complesso, prendete sicuramente la decisione giusta. Sebbene l’obiettivo generale dei CMS sia quello di offrire sempre più funzioni già nella variante standard, scegliere di utilizzarne uno si rivela vantaggioso soltanto per quei pochi siti che hanno ben poco in comune con una pagina aziendale. Creando un sito di questo tipo, la varietà porta con sé di regola degli effetti negativi: i diversi utenti del CMS sono velocemente sovraccaricati e allo stesso tempo cresce anche il rischio di possibili falle di sicurezza.

Di seguito vi proponiamo una sintesi dei criteri da valutare per la ricerca del CMS adatto per la vostra impresa:

  1. Decidete se prendervi cura autonomamente del CMS o incaricare un fornitore di servizi esterno.
  2. Definite i tipi di contenuti pianificati e l’obiettivo del sito aziendale.
  3. Fate attenzione al fatto che il CMS scelto sia ben utilizzabile da tutti gli utenti autorizzati ad accedervi.
  4. Verificate che ci siano i requisiti tecnici per rendere il sito web accessibile al maggior numero possibile di utenti (cioè per esempio anche agli utenti dei dispositivi mobili).
  5. Fate in modo che il CMS garantisca un certo livello di sicurezza dei dati.
  6. Scegliete un sistema che vi supporti nell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Un momento! Prima di lasciarci scopri
la nostra offerta per il rientro dalle ferie:
dominio .it a 1 € per il primo anno!

Primo anno a 1 € IVA escl.,
poi 10 €/anno IVA escl.

Inserisci il dominio desiderato nella barra di ricerca per verificarne la disponibilità.