Usabilità: quanto è user friendly il vostro sito?

Per web usability si intende l’usabilità di un sito. Si tratta di un importante indicatore di qualità, che dà la misura di quanto un programma o un sito siano facili da utilizzare. Design ed estetica di un sito sono rilevanti tanto quanto la sua implementazione tecnica e facilità d’uso. L’ottimizzazione di un sito dal punto di vista dell’usabilità è un nodo fondamentale dell’Online Marketing: questa, infatti, è un criterio molto importante per i motori di ricerca. Chi volesse rendere soddisfatti i propri utenti e vederli ritornare sul proprio sito, magari effettuando anche qualche acquisto, deve essere sempre aggiornato sulle nuove tendenze e gli sviluppi in materia di ottimizzazione.

Ma che cosa sta a significare la web usability? Con questo termine si intende la facilità con la quale un utente si muove all’interno di un sito web. Tra le caratteristiche qualitative utilizzate per la misurazione vi sono tra le altre quanto adatta sia la navigazione a un’esperienza utente priva di intoppi, ma anche se tutte le funzioni del sito web sono eseguibili senza problemi. La facilità d’uso non va però confusa con la cosiddetta user experience, ovvero l’esperienza utente. Mentre la prima riguarda gli aspetti tecnici, l’esperienza utente fa riferimento all’atmosfera generale del sito web.

Definizione

La web usability descrive la facilità d’uso di un sito web. Il criterio qualitativo si riferisce all’efficienza durante la navigazione e a quanto tempo impiega l’utente a comprendere il funzionamento del sito. Nella valutazione della facilità d’uso di un sito web si prendono in considerazione anche le funzioni pratiche come l’autocompletamento e il design responsivo. La facilità d’uso rappresenta una sfida per i webmaster poiché utenti diversi hanno esigenze diverse.

Il primo check di un sito: test di usabilità

Il test di usabilità mostra come gli utenti si muovono su un sito, in quali punti incontrano problemi, utilizzano altri percorsi o abbandonano la pagina: queste informazioni sono necessarie per determinare il grado di usabilità. Una semplice possibilità è il System Usability Scale. Gli utenti ricevono un questionario con dieci domande, che contiene possibili risposte in una scala da 1 a 5. Questo metodo di analisi quantitativa è la cosiddetta soluzione “quick and dirty”: infatti, il testo rileva soltanto una tendenza di soddisfazione generale, ma nessuna informazione esatta sulle debolezze e sui punti da ottimizzare.

Fatto

Per System Usability Scale si intende un sistema di valutazione della facilità d’uso (anche separatamente dai siti web), sviluppata da John Brooke già nel 1986.

Per ricevere sempre risultati significativi è necessario effettuare numerosi test. Per questo ci sono diversi metodi: monitoraggio degli utenti, live testing, eye tracking, valutazione euristica e tanti altri. Grazie a questi test si ricevono informazioni molto utili sul comportamento degli utenti ed è inoltre possibile individuare eventuali misure da adottare per il miglioramento della propria pagina.

I principali fattori di usabilità

Gli standard di una buona usabilità sono di norma indipendenti dal gusto e dalle preferenze individuali, e sono uguali per tutti. Sia che si gestisca un sito aziendale o un negozio online, nel commercio online la distanza tra voi e la concorrenza può essere anche solo di pochi clic. Se gli utenti non ricevono un risultato soddisfacente, abbandonano la pagina dopo pochissimi secondi.

Per questo ogni gestore di un sito web deve gestire la sua offerta nel modo più originale possibile adattandola al target desiderato. Il che significa soprattutto riuscire a fornire all’utente nel modo più veloce possibile le informazioni da lui cercate. L’accessibilità nel web è importante tanto quanto una visualizzazione tecnicamente perfetta in tutte le possibili condizioni di utilizzo. Tecnologia, visualizzazione e navigazione vanno di pari passo. Qui di seguito vi offriamo una panoramica sulle caratteristiche principali che concorrono all’usabilità di un sito:

Chiarezza

Il primo passo per una buona usabilità: contenuti, temi e offerte di una pagina dovrebbero essere sempre ordinati e classificati in modo chiaro. Quando un utente visita una pagina vuole capire rapidamente di cosa si tratta.

Anche nel caso di pagine complesse il compito del gestore è quello di spiegare all’utente cosa lo aspetta in modo sintetico e comprensibile. Questo vale soprattutto per la homepage, poiché funge da punto di riferimento principale per la maggior parte degli utenti. L’obiettivo di un sito web si può concretizzare facilmente tramite una breve tagline (un breve slogan sotto il logo o sotto il nome dell’azienda) o con una descrizione in primo piano dell’USP (Unique Selling Proposition).

Orientamento e struttura

Offrire agli utenti un’esperienza di navigazione agevole è importante quanto dare al sito un’identità ben definita. La buona strutturazione di una pagina inizia con l’offerta di una navigazione sensata. Ci si dovrebbe chiedere se tutti i pulsanti, i simboli e gli elementi di navigazione utilizzati siano comprensibili anche senza ulteriori spiegazioni. Si dovrebbe sempre informare l’utente di cosa lo aspetta se clicca su un link o su un elemento di navigazione. A questi si aggiungono un certo numero di voci e una barra di navigazione riassuntiva. Infine, tutte le voci del menù dovrebbero essere brevi e concise.

Può essere utile lavorare con simboli di navigazione classici con i quali l’utente si orienta in modo automatico, per esempio un carrello per fare shopping sul sito e una lente d’ingrandimento per la funzione di ricerca. Tra gli elementi di orientamento rientrano anche il logo con il link alla homepage, un campo di ricerca e una barra di navigazione. Particolarmente importante è il logo, che dovrebbe essere un elemento di facile riconoscibilità.

Coerenza

Anche la coerenza è un fattore importante per l’usabilità di un sito: si tratta da una parte del layout, dall’altra dei contenuti. Per quanto riguarda l’aspetto visivo, si dovrebbe dedicare la giusta attenzione a una formattazione unitaria del logo, ai pulsanti e ad altri elementi grafici. Scegliendo sempre le stesse dimensioni, colori e didascalia si crea una certa coerenza. Lo stesso vale per il wording, cioè i termini utilizzati sul sito. Molte aziende redigono delle proprie guide di stile per i contenuti, che spiegano come scrivere in modo coerente ed efficace. È consigliabile infatti non utilizzare parole ambigue o facilmente fraintendibili, cercando di rimanere chiari e di non utilizzare sinonimi fuorvianti.

Attrattività

Anche se la prima cosa a cui si pensa nell’usabilità non è l’aspetto estetico, il design di un sito web è un fattore rilevante. Come gestori ci si dovrebbe attenere a determinate regole di base. Creare una chiara gerarchia visiva favorisce la leggibilità dei vostri contenuti. Le immagini, le grafiche, i titoli: tutto dovrebbe essere gestito in modo tale da rendere chiaro il significato e i nessi tra le varie pagine. Inoltre è consigliabile scrivere in maiuscolo le informazioni più importanti e in minuscolo quelle meno.

I link dovrebbero essere sempre riconoscibili. Una parola sottolineata nel testo viene di solito percepita come un link. Per quanto riguarda colori, immagini e grafiche, è consigliabile inserire elementi che diano una sensazione di ordine e tranquillità. Una combinazione di colori piacevole e armoniosa trattiene i visitatori più tempo sulla pagina, mentre colori ad alto contrasto o lampeggianti ne disturbano l’occhio.

Web usability: più criteri per una buona facilità d’uso

Oltre a questi importanti fattori ci sono anche alcuni criteri che sono per lo più di natura tecnica e perciò non andrebbero mai ignorati. Il primo e più importante è che gli utenti che visitano le vostre pagine siano in grado di utilizzarle così come voi le avete pensate. A questo riguardo è importante ad esempio che i testi siano leggibili. Quello che dovete fare è impostare un contrasto adeguato tra il testo e lo sfondo, soprattutto sarà necessario riflettere sul rapporto tra colore del testo e dello sfondo se le immagini che servono da sfondo al testo sono dinamiche e cambiano regolarmente. Da non trascurare è però anche la dimensione del testo. Pensate ad esempio che i visitatori si trovano in situazioni diverse e che utilizzano dispositivi diversi per accedere alle vostre pagine: alcuni sono seduti alla propria scrivania ed esplorano il vostro sito guardando attraverso un grande monitor, altri invece sono comodamente seduti sul divano di casa muniti di tablet. Il vostro compito in questo caso è di fare in modo che l’utente possa fruire adeguatamente del contenuto. La presenza di molti effetti può distogliere l’attenzione e causare spesso dei problemi di riproduzione o indurre a lunghi tempi di caricamento. Anche la velocità è un fattore importante della web usability. Gli utenti che non riescono ad accedere agli elementi desiderati in breve tempo eviteranno con ogni probabilità il vostro sito web in futuro o comunque non ne avranno un buon ricordo. La web usability si occupa proprio di questo: garantire un’esperienza soddisfacente sul sito web.

Usability: la checklist per il vostro sito web

Sono molti i fattori importanti di cui tenere conto durante la creazione di un sito web. Solitamente ci si impegna nella scelta del design più adatto e nelle fasi di creazione e scelta del contenuto, finendo così spesso per dimenticarsi della web usability. Al fine di non perdere la visione d’insieme abbiamo messo assieme una checklist con i 10 punti fondamentali per un sito web user-friendly:

  • Gli utenti sono in grado di capire in breve tempo cosa aspettarsi dal vostro sito web?
  • La navigazione risulta di facile comprensione anche per utenti meno esperti?
  • Gli elementi sono stati tutti scelti in maniera coerente in merito all’obiettivo del sito?
  • I testi sono tutti di facile lettura?
  • La visualizzazione del vostro sito web funziona su dispositivi diversi?
  • Gli effetti presenti sulle vostre pagine distraggono gli utenti?
  • Si riescono a ottenere tutte le informazioni più importanti a prima vista?
  • I tempi di caricamento sono accettabili?
  • Il sito è privo di barriere?
  • I contenuti sono strutturati in maniera chiara?

Conclusione: usabilità per un maggiore successo online

Molte aziende trascurano spesso il tema dell’usabilità. Quanto è user friendly la vostra pagina aziendale? Rispondere a questa domanda non è difficile. Una cosa è certa: un’usabilità ridotta non passa inosservata agli occhi degli utenti, i quali reagiscono con un tempo di permanenza molto breve, che porta quindi ad un tasso di conversione negativo. Tutti questi indicatori sono un utile strumento per capire se il vostro sito abbia effettivamente bisogno di un processo di ottimizzazione. Con il test di usabilità di cui vi abbiamo parlato in questo articolo potrete individuare facilmente i problemi e capire perché gli utenti non sono soddisfatti. Se si hanno tutti questi elementi sott’occhio, è possibile ottimizzare un sito in maniera mirata, rendendo la navigazione più piacevole.

Concludendo, una buona usabilità dovrebbe:

  • rendere la navigazione su una pagina o l’utilizzo di un’offerta più facili per l’utente;
  • aumentare il successo di una pagina;
  • generare più conversioni.

Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.