Come scrivere contenuti SEO con un buon posizionamento su Google

Se stai cercando di scrivere dei contenuti che possano ottenere un buon posizionamento su Google, avrai bisogno di sapere molto di più del semplice clichè: "Content is King". Siamo tutti a conoscenza dell’importanza della qualità dei contenuti, ma di quale tipo di contenuto stiamo parlando?  E qual è il modo migliore per scriverlo? In questo articolo parleremo dei migliori strumenti e delle migliori tecniche utilizzate per scrivere contenuti SEO con un ottimo ranking su Google.

Contenuti SEO e servizio all'utente

Durante una sessione di myth-busting SEO 101 di Google, Martin Splitt ha elencato i tre fattori più importanti che vanno ad influenzare il posizionamento su Google. La risposta del Webmaster di Google non è stata molto complessa o tecnica. Infatti non avrebbe potuto essere più semplice: "Fornire contenuti che abbiano un'utilità per l'utente". Servire l'utente è il principio di base che bisogna seguire per ottenere dei buoni contenuti SEO. Per quanto semplice possa sembrare questa risposta, ancora oggi troppo pochi content writers pensano ai bisogni e alle necessità degli utenti quando cercano di scrivere dei buoni contenuti SEO. La maggior parte di essi non riesce a capire che l'aspetto tecnico della SEO è semplicemente un altro modo per misurare e migliorare l'esperienza dell'utente all'interno di un sito Web, e non una formula magica per ingannarlo.

Dal loro punto di vista i fattori del ranking possono sembrare delle semplici caselle da spuntare, ma dal punto di vista di Google si tratta di un sistema creato per determinare se l'utente apprezza ciò che Google gli sta mostrando. Per esempio per quanto riguarda le frequenze di rimbalzo/bouce rates: Google registra la quantità di tempo che un utente trascorre su una pagina. Se gli utenti lasciano immediatamente un sito, Google presume che il contenuto di questa pagina non sia molto interessante e lo classificherà più in basso.

L'obiettivo di uno scrittore di contenuti SEO è quello di assicurarsi che ciò non accada. Questo non significa che tutte le pagine dovranno trattenere gli utenti per ore e ore, ma significa che se gli utenti trascorrono più tempo su altre pagine simili, allora è perché le trovano più interessanti o utili. Google raccoglie questi dati e le posizionerà quasi sicuramente più in alto nel ranking. Questa è la ragione per cui quando effettui una ricerca o scrivi contenuti, la tua preoccupazione principale dovrebbe essere quella di creare qualcosa che soddisfi gli interessi dell'utente nel miglior modo possibile.

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.

SEO Mythbusting è una serie di Youtube che aiuta a chiarire alcune delle principali domande di lavora nel campo del SEO.

Stabilire l’obiettivo del contenuto SEO

Il modo migliore per creare un contenuto SEO che serva realmente all'utente varia a seconda del tipo di query di ricerca alle quali stai cercando di rispondere, questo, a sua volta, dipenderà dal ruolo che i tuoi contenuti hanno all'interno della tua strategia di marketing digitale.

Contenuti SEO per le pagine dei prodotti

La prima tipologia di contenuti SEO su cui la stragrande maggioranza dei siti web dovrebbe lavorare, sono le pagine che elencano e descrivono i prodotti e i servizi offerti. Questo tipo di contenuti è spesso quello più semplice da scrivere, e normalmente copre questi argomenti di base:

  • I prodotti e servizi che vengono offerti
  • Come e dove è possibile ottenerli
  • Le features di quei prodotti e servizi

Per questo tipo di contenuto è fondamentale scegliere le giuste parole chiave, ma di questo parleremo successivamente.

Contenuti SEO che descrivono i prodotti e il settore

Oltre alle pagine sui prodotti, le aziende di solito creano contenuti per spiegare i termini chiave del loro settore, o relativi ai prodotti e ai servizi specifici offerti. Queste pagine sono generalmente di natura informativa e aiutano i consumatori a rispondere alle domande che potrebbero avere mentre decidono quale tipo di servizio o prodotto acquistare.

Per esempio, una persona che sta pensando di imparare a suonare la chitarra potrebbe chiedersi se è meglio iniziare con una chitarra acustica o elettrica. Un negozio online di chitarre potrebbe quindi scrivere un articolo su misura per rispondere al quesito attirando e trattenendo i visitatori che riceve tramite Google.

Contenuti SEO per pagine di interessi connessi

Dopo i prodotti, le domande e le parole chiave, il terzo tipo di contenuti è molto più ampio e flessibile. Si tratta dei contenuti SEO che si concentrano sugli argomenti o interessi che i potenziali clienti potrebbero avere e che li rendono probabilmente interessati ai tuoi prodotti o servizi. Ad esempio il sito web di un hotel delle Hawaii potrebbe ospitare una pagina dove parlare ai turisti delle migliori attrazioni da visitare a Honolulu.

Sarebbe intelligente stabilire quale tra queste categorie rispecchia il tuo contenuto SEO, prima ancora di iniziare a cercare le parole chiave o decidere un argomento. In questo modo potrai chiarire lo scopo e gli obiettivi dei tuoi contenuti SEO.

Consiglio

Hai bisogno di aiuto per trovare le parole chiave/keywords da utilizzare come target per la tua strategia di marketing digitale? Dai un'occhiata a rankingCoach di IONOS.

Ricerca di parole chiave per contenuti SEO

La ricerca delle parole chiave o keywords è una parte cruciale di qualsiasi processo di creazione di contenuti SEO. Le implicazioni di questo processo varieranno a seconda dell'obiettivo del tuo contenuto.

Ricerca SEO di parole chiave per i contenuti della pagina del prodotto

Se stai scrivendo contenuti per pagine di prodotti di un sito di ecommerce, la ricerca delle parole chiave consiste per la maggior parte nel trovare keyword transazionali. Si tratta di frasi che i clienti usano per trovare e acquistare i tuoi prodotti e servizi.

Potrai utilizzare gli strumenti e tool per parole chiave al fine di immedesimarti nella mentalità dei tuoi clienti e capire quali termini potrebbero utilizzare per cercare i tuoi prodotti e servizi. Questi termini dovranno quindi essere ristretti ad un gruppo che rappresenti al meglio l'intenzione dell'utente.

Per ottenere ciò dovrai trovare un compromesso ottimale tra il volume di ricerca (quante persone stanno cercando quel termine) e la competitività di un termine (il numero di altri siti Web che ottimizzano il loro contenuto sullo stesso termine). Solo per il fatto che un termine ha un volume di ricerca elevato, non significa necessariamente che dovresti sceglierlo come termine per i tuoi contenuti SEO. I termini con più concorrenza sono più difficili da ottimizzare.

Un annuncio che si posiziona sulla prima pagina con un termine meno popolare potrebbe attirare molto più traffico sul sito rispetto a un annuncio con un ranking inferiore, ma che utilizza un termine con un volume di ricerca maggiore. Gli studi dimostrano che circa il 92% del traffico proveniente dai risultati di ricerca su Google va ai siti web elencati nella prima pagina.

La keyword research per le pagine dei tuoi prodotti consisterà in gran parte nel trovare le parole che i clienti usano per trovare il tipo di prodotti che vendi o il tuo negozio, se hai una location/negozio fisico.

Consiglio

Se vuoi sapere come ottimizzare il tuo SEO locale, dai un'occhiata al nostro articolo sull'argomento.

Per trovare le migliori parole chiave per i tuoi prodotti, devi esaminare i termini che i clienti utilizzano per trovare i tuoi prodotti. Ad esempio, "negozio di fiori", "vendita di fiori", "consegna fiori" avranno un numero diverso di searches e di concorrenti che utilizzano quella parola chiave. Puoi anche aggiungere aggettivi alle tue parole chiave per creare keywords long-tail: per esempio ampliando la parola chiave "borsetta" in "borsetta di design in pelle marrone" o "borsetta economica con tracolla" a seconda delle caratteristiche della tua audience. Questi accorgimento possono aiutarti a superare la concorrenza e a focalizzarti meglio sulla tua target audience.

Consiglio

Per ricevere aiuto nello scegliere le migliori parole chiave per la tua attività e per monitorare il tuo ranking su Google, dai un'occhiata a rankingCoach di IONOS.

Keyword research per pagine non di prodotti

Se stai effettuando una ricerca per parole chiave con termini di tipo informativo, è probabile che la tua ricerca si concentrerà su quei termini che corrispondono maggiormente alle intenzioni e necessità degli utenti, cioè rispondendo alle domande o alle frasi che gli utenti inseriscono su Google.

Ecco un esempio basato su una ricerca delle parole chiave effettuata utilizzando rankingCoach. Uno scrittore di contenuti SEO che lavora a un articolo sulle differenze tra imparare a suonare la chitarra acustica e quella elettrica, avrebbe maggiori probabilità di generare traffico negli Stati Uniti utilizzando i termini "chitarra elettrica o acustica per principianti", piuttosto che "è più facile imparare la chitarra acustica o elettrica". Secondo lo strumento di ricerca delle parole chiave di rankingCoach, il primo termine ha un volume di ricerca maggiore. Per individuare più facilmente quali siano le parole chiave migliori, poniti queste domande:

1. Il termine ha un volume di ricerca ragionevole?
2. Il termine risponde all'intenzione/necessità dell'utente?
3. Posso usare questo termine per creare contenuti originali e interessanti?
4. Può essere collegato ai servizi e ai prodotti che offro?
 

Fai SEO con rankingCoach di IONOS!

Migliora il tuo ranking su Google ottimizzando il tuo sito web senza conoscenze tecniche!

Facile
Ideato per te
Supporto 24/7

Lunghezza del contenuto SEO per ottenere il miglior posizionamento su Google

Quando si tratta di contenuti SEO, una delle domande più popolari è sempre questa: qual è la lunghezza ideale? Dipende da due fattori: il fine del contenuto e la concorrenza. Puoi includere le parole chiave nel titolo e nel testo della descrizione dei tuoi prodotti, elencando tutte le loro caratteristiche e la USP. Inoltre, se queste pagine servono a vendere il prodotto o servizio in modo diretto, assicurati che il contenuto sia sempre accattivante e che non vada a danneggiare l'appeal di vendita della pagina. L'utilizzo di un invito all'azione (CTA) accattivante potrà contribuire ad aumentare le possibilità di ottenere una conversione.

Se la copia SEO ha dei limiti di lunghezza stringenti, niente panico. Concentrati sulla creazione di una pagina che sia coinvolgente e che si adatti agli interessi e alle necessità degli utenti, includendo le keywords principali nel nome del prodotto e nella descrizione, in modo che possano essere trovate facilmente.

Tuttavia il contenuto SEO progettato per rispondere a domande o spiegare determinati concetti tende ad essere quasi sempre prolisso. Questo tipo di contenuto ha di solito una lunghezza di almeno un migliaio di parole, ma spesso si possono trovare pagine di questo tipo con più di 3000 parole. Utilizza i tool di monitoraggio della concorrenza per controllare i risultati sul motore di ricerca per il paese o la regione specifici in cui vendi i tuoi beni/servizi.

Se tutti gli articoli nelle prime pagine sono lunghi almeno 3000 parole, questo non significa che devi scrivere un articolo di 3001 parole per posizionarti al meglio. Per battere la concorrenza dovresti cercare di produrre contenuti più interessanti e approfonditi, in modo tale da conquistare gli utenti.

Strutturazione dei contenuti SEO

Una elemento fondamentale nella scrittura di buoni contenuti SEO consiste nell'utilizzare i titoli (headlines) giusti. Il titolo principale del tuo articolo (chiamato H1) è una posizione cruciale dove posizionare delle parole chiave. Le parole chiave principali dovrebbero essere presenti nell'H1. Il tuo titolo dovrebbe essere usato come se fosse un amo che ti aiuterà a "pescare" gli utenti, invogliandoli a continuare a leggere. Gli H1 svolgono un ruolo importante nell'attirare i clic sull'articolo. Spesso è la prima cosa che l'utente legge quando l'articolo viene linkato su altre pagine o condiviso sui social media.

Consiglio

Per ulteriori informazioni su come ottimizzare i tuoi contenuti SEO, consulta il nostro articolo sull'argomento!

Per le altre sezioni del tuo articolo, dovresti utilizzare dei titoli più corti (H2), che dovrebbero contenere altre parole chiave. In generale, i contenuti dovrebbero essere strutturati come una piramide invertita, con le parole chiave e le informazioni più importanti in alto e dettagli secondari in basso.

Strategia per la densità delle parole chiave nei contenuti

Se hai trovato una argomento accattivante e hai scritto il tuo contenuto con una struttura H1 - H2, scoprirai di aver già utilizzato alcune parole chiave nel tuo testo, ma potresti volerne aggiungere altre.

Quando si aggiungono ulteriori riferimenti alle parole chiave, bisogna assicurarsi che non influiscano negativamente sulla leggibilità del testo. Rileggilo ad alta voce e, se suona male o se addirittura perde di senso, probabilmente avrai inserito troppe keywords. Questo fenomeno è noto come keywords stuffing. Utilizzare una keyword più di una volta nel testo aiuta con il ranking, ma solo fino a un certo punto. Se l'uso di parole chiave danneggia la leggibilità complessiva del testo, allora probabile anche il posizionamento sulle pagine di ricerca ne risentirà.

Il Webmaster di Google Matt Cutts dice che la creazione di contenuti SEO consiste nell'inserimento di parole chiave nei contenuti in modo naturale. Parlando delle keywords, Matt Cutts ha chiarito che Google attribuisce un posizionamento inferiore a quei contenuti che suonano artificiali o sgrammaticati, quindi tutto il tempo che hai investito nello scrivere dei contenuti interessanti per i tuoi potenziali visitatori sarà stato ben speso! Non dimenticare di inserire parole chiave nel tuo meta titolo e meta descrizione, insieme alla descrizione dell'immagine. Se non lo hai mai fatto dovresti cominciare subito!

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.

Conclusioni

Per scrivere contenuti SEO che si posizionino bene nel ranking di Google, bisogna prestare molta attenzione alla concorrenza. Prenditi il tempo necessario per trovare le migliori parole chiave e argomenti correlati ai tuoi prodotti e servizi. Fai in modo che queste parole chiave siano presenti nei tuoi contenuti, ma senza rovinare la qualità del testo e la sua leggibilità. Per trovare queste parole chiave dovresti considerare l'utilizzo di tool e strumenti per aiutarti con la ricerca delle keywords.

Seguendo questi passaggi e confrontandoti con la concorrenza potrai anche scoprire che cosa stanno realmente cercando gli utenti su Google e potrai trovare il modo migliore per dare loro quello che vogliono. Questo è il modo migliore per ottenere contenuti SEO che raggiungano un buon posizionamento, portando così a un numero superiore di conversioni.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.