Gli Easter Eggs di Google: giochi e gag del motore di ricerca

Google è il più grande motore di ricerca al mondo, con più di tre miliardi di ricerche effettuate ogni giorno, ed è così radicato nella nostra vita quotidiana che è stato coniato addirittura il verbo “googlare” per indicare il suo utilizzo. Quello che alcuni non sanno, tuttavia, è che l’azienda ha nascosto sulle sue pagine diversi Easter Eggs, uova di Pasqua,ovveropiccole funzioni e giochi destinati a intrattenere gli utenti che li scoprono. Abbiamo redatto per voi una selezione di divertenti Easter Eggs di Google da provare.

Gli Easter Eggs di Google nella ricerca

Molti Easter Eggs di Google si attivano ricercando certi termini nella barra di ricerca. Vi mostriamo quali termini di ricerca utilizzare per trovare un Easter Egg.

Fatto

I risultati di ricerca di Google continuano a cambiare dalla prima versione del 1998 e sono passati da una semplice lista di link fino ad arrivare a essere una raccolta di diversi elementi, così come li conosciamo oggi.

Askew

Se cercate “askew” (in italiano: “storto”) nella barra di ricerca di Google, vedrete tutte le pagine di ricerca spostate, quindi storte.

Do a barrel roll

Se vi gira la testa facilmente, dovreste evitare di cercare l’espressione “do a barrel roll”: infatti la pagina ruoterà su se stessa di 360°.

“Blink html”

Come nel codice Morse: se cercate su Google “blink html” o anche “<blink>”, il termine di ricerca sarà evidenziato e lampeggerà a tempo.

Recursion

La ricorsione è il processo attraverso il quale le regole che hanno portato a un particolare risultato vengono applicate di nuovo. Questo può generare cicli e feedback potenzialmente infiniti. Come da definizione, se cercate la parola inglese “recursion” vi ritroverete di fronte a uno speciale Easter Egg di Google: la pagina di ricerca suggerisce in alternativa “Forse cercavi: recursion”. Cliccando sul suggerimento si ritorna alla stessa pagina, rimanendo così bloccati in un ciclo infinito.

Anagramm

Un anagramma è il nome dato a una parola che si crea riordinando le lettere di un’altra parola. Se cercate “anagramm” nella barra di ricerca, Google vi suggerirà direttamente un anagramma della parola: “mama rang”.

Bletchley Park

Bletchley Park era l’ufficio militare centrale che si occupava di decifrare i codici delle comunicazioni tedesche durante la Seconda guerra mondiale, in cui Alan Turing e il suo team hanno decifrato la macchina Enigma della Wehrmacht. Se si inserisce il termine “Bletchley Park” sul motore di ricerca, vi apparirà l’uovo di Pasqua di Google che mostra prima il nome di Bletchley Park in codice e poi lo decifra.

“What sound does a dog make”

Qual è il verso del cane? E dell’elefante? Se ponete la domanda in inglese “What sound does a dog make” a Google, ottenete una serie di file audio tra cui scegliere che riproducono i suoni degli animali.

Fun Facts

Cercate alcuni fatti divertenti per impressionare i vostri amici o ravvivare una conversazione giunta a un punto morto? Cercateli su Google. Inserendo “fun facts” nel motore di ricerca vi verrà mostrato un fatto casuale e avrete anche la possibilità di visualizzare altre curiosità. I risultati di questa divertente funzione sono però solo in inglese.

Metronome

Se non avete un metronomo a portata di mano, potete semplicemente cercare il termine inglese “metronome”. In questo caso l’Easter Egg di Google vi dà la possibilità di regolare la velocità corrispondente.

Festivus

Solo per i fan sfegatati della serie Seinfeld: se si cerca “Festivus”, la pagina dei risultati è decorata con una barra di metallo, che corrisponde alla tipica decorazione usata per questa festa immaginaria.

Interfacce e linguaggi diversi

Volete sentirvi dei veri pirati? Su Google Pirate visualizzate la GUI in slang appropriato. Lo stesso trattamento Google lo riserva anche agli hacker e poi presenta l’interfaccia in Leetspeak. Tutto diventa ancora più particolare se si cambia l’impostazione della lingua in Klingon. Ora tutti i pulsanti e ciò che si inserisce sono nella lingua di Star Trek. Il linguaggio “Bork! Bork! Bork!” corrisponde a sua volta al modo di parlare del cuoco svedese del Muppet Show.

Registra subito un dominio .it in offerta speciale!

Registra ora il tuo dominio .it con un consulente personale incluso!

Semplice
Sicuro
Assistenza 24/7
Check dominio
  • .it
  • .org
  • .co
  • .com
  • .online
  • .club

Le uova di Pasqua di Google per giocare

Annoiati tra una riunione e l’altra o non sapete come passare il tempo in metropolitana? Per fortuna, Google ha creato alcuni Easter Eggs sotto forma di piccoli minigiochi, ottimi per giocare tra una pausa e l’altra.

Fidget spinner

Negli ultimi anni, i fidget spinner sono diventati un vero e proprio trend, anche se per poco: tutti dovevano avere una di queste trottole portatili da far girare sulle dita. Se cercate il termine su Google, avete la possibilità di far girare questo oggetto in modo digitale.

Pacman

Se cercate “Pacman” su Google, tornerete indietro nel tempo fino agli anni ’80: una console virtuale vi permette di inseguire i fantasmi e mangiare frutta per nutrirvi.

Solitario

Anche digitando “solitario“ si nasconde un Easter Egg di Google che mette direttamente a disposizione il celebre gioco di carte in versione digitale.

Dadi

Google dà la possibilità di giocare a Yahtzee o altri giochi di dadi popolari: basta inserire il termine “roll dice” nel motore di ricerca e si aprirà un simulatore. Qui potete lanciare i dadi con diversi numeri su ciascun lato e quindi sfidare la fortuna. Il gioco si attiva anche se lanciate direttamente 3 dadi con 4 facce e scrivete “3d4” nella barra della ricerca.

Dreidel

Tipico per Hanukkah: quando si gioca a dreidel, si fa girare l’omonima trottola e si vince o si perde, a seconda del lato che il dreidel mostra quando si ferma. Se non avete questo giocattolo tradizionale a portata di mano, potete anche farlo girare virtualmente su Google con “play dreidel”.

Lancio della moneta

Avete deciso di sfidare semplicemente la sorte ma non avete nessuna moneta a portata di mano in questo momento? Basta digitare “coin flip” su Google e siete pronti per cominciare.

In sintesi

Google cerca sempre di mettere di buon umore i suoi utenti. Oltre agli Easter Eggs, il motore di ricerca sorprende regolarmente con i suoi doodle disegnati con amore. Con questi espedienti, il logo di Google cambia aspetto e questo design speciale serve ad attirare l’attenzione su un’onorificenza o una festività. Se però vi interessa meno farvi una risata ma ricercate piuttosto una maggiore privacy, dovreste dare un’occhiata alle alternative a Google.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.