Una panoramica sui ccTLD: l’elenco di tutti i domini di primo livello nazionali

Ogni sito web ha un indirizzo Internet. L’estensione di questo indirizzo si chiama dominio di primo livello o, in inglese, top-level domain (TLD). I domini di primo livello nazionali, in inglese country top level domains (ccTLD), si riferiscono ad un paese ben specifico o ad una regione (ad esempio .it è l’estensione per i domini italiani, .eu quella dell’Unione Europea).

L’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) regola la concessione di base di tutti i ccTLD. La gestione e la registrazione dei domini di un paese è invece nelle mani del NIC (Network Information Center, detto anche Registry) competente del rispettivo paese; in Italia è Registro.it (o semplicemente NIC.it). Nel complesso ci sono più di 200 ccTLD, consultabili nella lista sottostante che raggruppa tutti i domini di primo livello nazionali esistenti.

Registra subito un dominio .it in offerta speciale!

Registra ora il tuo dominio .it con un consulente personale incluso!

Semplice
Sicuro
Assistenza 24/7

Caratteristiche dei ccTLD

Le estensioni di dominio nazionali rimandano di regola alla regione o al territorio linguistico, al quale si riferiscono i contenuti di un sito web. I ccTLD sono composti sempre da due lettere dell’alfabeto latino.

Solo i domini di primo livello nazionali internazionalizzati, internationalized country code top-level domain (IDN o NDI), di alcuni paesi rappresentano un’eccezione: infatti dispongono, oltre che del solito ccTLD, di una o più varianti in una lingua che non utilizza caratteri latini. Un esempio sono i diversi ccTLD dello Sri Lanka: oltre all’estensione nazionale .lk ci sono anche i TLD ලංකා e .இலங்கை, che indicano il nome dell’isola in lingua cingalese e tamilica.

Check dominio
  • .eu
  • .it
  • .com
  • .net
  • .info
  • .biz

Usare ccTLD per altri scopi

Al contrario dei ccTLD, i top level domain generici (gTLD) non indicano alcuna appartenenza regionale, ma si riferiscono a un tema specifico, come .com che si usa per siti commerciali/d’affari oppure .org che indica un’organizzazione, e possono avere più di due lettere. Ma alcuni ccTLD vengono usati per scopi diversi da quelli previsti e in maniera simile ai gTLD per designare un certo tipo di sito web o per indicare la tematica di un’offerta online. Spesso si tratta anche di giochi linguistici. Alcuni esempi:

  • Tivu.tv: sono molti i siti web che utilizzano il dominio di Tuvalu .tv. La ragione è che il dominio si presta bene a indicare quei siti che offrono servizi di streaming o che riguardano la programmazione televisiva, come nel caso di tivu.tv, che mette a disposizione una guida tv completa online. Anche i siti dei canali italiani più importanti, dalla Rai a La7, hanno impostato un reindirizzamento agli indirizzi .tv. Questo significa che, ad esempio, se digitate la7.tv venite reindirizzati al sito La7.it.
  • Meet.me: letteralmente significa “Incontrami” ed è uno dei domini del Montenegro più cari che siano stati mai venduti (circa 450.000 dollari). Meet.me è il nome di un social network statunitense, che ha potuto collocare completamente il suo nome del marchio nel dominio grazie al ccTLD del Montenegro.

Un caso particolare tra le estensioni di dominio nazionali è rappresentata dal dominio .tk. Oltre 30 milioni di siti web usano questo ccTLD, sebbene lo stato insulare Tokelau, al quale questa estensione è assegnata, non abbia più di 2 milioni di abitanti. La registrazione in massa di siti web .tk è motivata soprattutto dalla circostanza che in passato si poteva registrare in maniera completamente gratuita un indirizzo Internet con questo ccTLD. Anche ora i primi 12 mesi dopo l’iscrizione sono completamente gratuiti.

Elenco dei domini di primo livello nazionali

Di seguito sono elencate tutte le estensioni di dominio nazionali. La tabella non mostra solo a quali paesi o territori appartengono i rispettivi domini, ma anche se il ccTLD dispone del DNSSEC (Domain Name System Security Extensions). Gli standard Internet del DNSSEC possono essere usati dalle offerte web, per proteggere il Domain Name System da eventuali manipolazioni, quali ad esempio siti web di phishing, che chiedono di inserire i dati dell’account su pagine false.

Nell’ultima colonna scoprite se si possa assegnare un indirizzo web internazionalizzato ad un dominio registrato con il rispettivo ccTLD. I nomi di dominio internazionalizzati possono essere composti, oltre che dai caratteri latini, anche da lettere di altri alfabeti, come dieresi o segni diacritici nel dominio di secondo livello (quindi nel nome del sito web prima del dominio di primo livello nazionale). Un esempio potrebbe essere un ipotetico sito web tedesco müller-büromöbel.de, che contiene diverse dieresi nel nome di dominio.

Nei top level domain che dispongono di un nome di dominio internazionalizzato (IDN o NDI), di conseguenza si possono usare, oltre alle lettere latine, anche altri simboli per i nomi del sito web. Ma questo non significa che il top level domain corrispondente venga offerto anche e contemporaneamente come dominio di primo livello nazionale internazionalizzato, come nel caso sopra citato del ccTLD dello Sri Lanka.

ccTLD Nazione (o regione) DNSSEC IDN
.ac Isola di Ascensione
.ad Andorra No
.ae Emirati Arabi Uniti No No
.af Afghanistan No
.ag Antigua e Barbuda No
.ai Anguilla No No
.al Albania No No
.am Armenia No
.an Antille Olandesi (nel frattempo eliminato a causa della disgregazione politica del territorio d’oltremare nel 2010. Nel 2015 il ccTLD è stato sospeso.) No No
.ao Angola No No
.aq Antartide No No
.ar Argentina
.as Samoa Americane No
.at Austria No
.au Australia No
.aw Aruba No
.ax Isole Åland (fino a marzo 2006 .aland.fi) No No
.az Azerbaigian No No
.ba Bosnia ed Erzegovina No No
.bb Barbados No No
.bd Bangladesh No
.be Belgio
.bf Burkina Faso No No
.bg Bulgaria
.bh Bahrain No No
.bi Burundi No No
.bj Benin No No
.bl Saint-Barthélemy (Antille Francesi) No No
.bm Bermuda No No
.bn Brunei No No
.bo Bolivia No No
.br Brasile
.bq Bonaire,  Saba,  Sint Eustatius No No
.bs Bahamas No No
.bt Bhutan No No
.bv Isola Bouvet (per il momento nessuna registrazione disponibile) No No
.bw Botswana No
.by Bierlorussia No
.bz Belize No
.ca Canada
.cc Isole Cocos No
.cd Repubblica Democratica del Congo No No
.cf Repubblica Centrafricana No No
.cg Repubblica del Congo No
.ch Svizzera
.ci Costa D‘Avorio No No
.ck IIsole Cook No
.cl Cile
.cm Camerun No
.cn Repubblica popolare cinese
.co Colombia No
.cr Costa Rica No
.cs Cecoslovacchia (nel frattempo eliminato) No No
.cu Cuba No No
.cv Capo Verde No No
.cw Curaçao No
.cx Isola di Natale No No
.cy Cipro No
.cz Repubblica Ceca No
.dd Repubblica Democratica Tedesca (mai attivato) No No
.de Germania
.dj Gibuti No
.dk Danimarca
.dm Dominica No No
.do Repubblica Dominicana No No
.dz Algeria No No
.ec Ecuador No
.ee Estonia No
.eg Egitto No No
.eh Sahara Occidentale (per via dei conflitti politici tra il governo del Sahara Occidentale e il Marocco, non è stato attivato) No No
.er Eritrea No
.es Spagna No No
.et Etiopia No
.eu Unione Europea
.fi Finlandia
.fj Figi No No
.fk Isole Falkland No No
.fm Micronesia No
.fo Fær Øer No
.fr Francia
.ga Gabon DNSSEC non disponibile No
.gb Regno Unito (non più in uso; sostituito da .uk) No
.gd Grenada No No
.ge Georgia No No
.gf Guyana francese No No
.gg Guernsey No No
.gh Ghana No
.gi Gibilterra No
.gl Groenlandia No No
.gm Gambia No
.gn Guinea DNSSEC non disponibile No
.gp Guadalupa No No
.gq Guinea Equatoriale No
.gr Grecia
.gs Georgia del Sud e Isole Sandwich Australi No No
.gt Guatemala No
.gu Territorio di Guam No No
.gw Guinea-Bissau No No
.gy Guyana No No
.hk Hong kong No
.hm Isole Heard e McDonald No
.hn Honduras No
.hr Croazia No No
.ht Haiti
.hu Ungheria No
.id Indonesia
.ie Irlanda No No
.il Israele No
.im Isola di Man No
.in India No
.io Territorio britannico dell’Oceano Indiano No
.iq Iraq No No
.ir Iran No
.is Islanda No
.it Italia No
.je Jersey No No
.jm Giamaica No No
.jo Giordania No
.jp Giappone No
.ke Kenya No
.kg Kirghizistan No
.kh Cambogia No
.ki Kiribati No No
.km Unione delle Comore No No
.kn St. Kitts e Nevis No No
.kp Corea del Nord No
.kr Corea del Sud
.kw Kuwait No
.ky Isole Cayman No No
.kz Kazakistan No
.la Laos No
.lb Libano No
.lc Santa Lucia No
.li Liechtenstein
.lk Sri Lanka
.lr Liberia DNSSEC non disponibile No
.ls Lesotho No
.lt Lituania
.lu Lussemburgo
.lv Lettonia
.ly Libia No
.ma Marocco No No
.mc Monaco No No
.md Moldavia No
.me Montenegro No
.mf Saint Martin No No
.mg Madagascar No No
.mh Isole Marshall No No
.mk Macedonia No
.ml Mali No
.mm Birmania No
.mn Mongolia No
.mo Macao No No
.mp Isole Marianne Settentrionali No No
.mq Martinica No No
.mr Mauritania No No
.ms Montserrat No No
.mt Malta No No
.mu Mauritius No No
.mv Maldive No
.mw Malawi No
.mx Messico No No
.my Malesia
.mz Mozambico No
.na Namibia No
.nc Nuova Caledonia No
.ne Niger No No
.nf Isola Norfolk No No
.ng Nigeria No
.ni Nicaragua No
.nl Paesi Bassi No
.no Norvegia No
.np Nepal No
.nr Nauru No
.nu Niue
.nz Nuova Zelanda
.om Oman No
.pa Panama No No
.pe Peru No
.pf Polinesia Francese No No
.pg Papua Nuova Guinea No No
.ph Filippine No
.pk Pakistan No
.pl Polonia
.pm Saint-Pierre e Miquelon
.pn Isola di Pitcairn No No
.pr Puerto Rico No
.ps Stato di Palestina No
.pt Portogallo
.pw Repubblica di Palau No No
.py Paraguay No
.qa Stato del Qàtar No
.re Riunione
.ro Romania
.rs Serbia No No
.ru Russia No No
.rw Ruanda No
.sa Arabia Saudita
.sb Isole Salomone No No
.sc Isole Seychelles No
.sd Sudan No No
.se Svezia
.sg Singapore No
.sh Sant‘Elena
.si Slovenia
.sj Isola Svalbard e Jan Mayen (registrazione non ancora disponibile) No No
.sk Slovacchia No No
.sl Sierra Leone No No
.sm San Marino No No
.sn Senegal No No
.so Somalia No No
.sr Suriname No No
.ss Sudan del Sud No
.st São Tomé e Príncipe No No
.su Unione Sovietica (dopo lo scioglimento, il TLD viene gestito dalla Russia)
.sv El Salvador No No
.sx Saint Martin No
.sy Siria No No
.sz Regno dello Swaziland No No
.tc Turks e Caicos No
.td Ciad No No
.tf Terre Australi e Antartiche Francesi
.tg Togo No No
.th Tailandia No
.tj Tagikistan No No
.tk Tokelau No
.tl Timor Est (in passato .tp) No
.tm Turkmenistan
.tn Tunisia No
.to Tonga No
.tp Timor Ovest (eliminato – dal 2002 sostituito da .tl) No
.tr Turchia,  Repubblica Turca di Cipro del Nord
.tt Trinidad e Tobago No
.tv Tuvalu No
.tw Taiwan
.tz Tanzania DNSSEC non disponibile  No
.ua Ucraina No
.ug Uganda No
.uk Regno Unito No
.um Isole minori esterne degli Stati Uniti d’America (poi eliminato) No No
.us Stati Uniti No No
.uy Uruguay No
.uz Uzbekistan No No
.va Città del Vaticano No No
.vc Saint Vincent e Grenadine DNSSEC non disponibile No
.ve Venezuela No No
.vg Isole Vergini Britanniche No
.vi Isole Vergini Americane No
.vn Vietnam
.vu Vanuatu No No
.wf Wallis e Futuna (anche .fr)
.ws Samoa No
.ye Yemen No
.yt Mayotte (regione della Francia, si usa anche .fr)
.yu Jugoslavia (eliminato dopo la dissoluzione politica. Fino al 2010 usato come dominio per la Serbia e il Montenegro) No No
.za Repubblica Sudafricana No No
.zm Zambia No No
.zr Zaire (nel frattempo eliminato a seguito del cambiamento di nome del paese nel 1997. Oggi si usa .cd) No No
.zw Zimbawe No No
Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso.