Server SMTP: una garanzia per la consegna di e-mail

Il percorso di un’e-mail non segue una linea retta: normalmente non va direttamente dal mittente al destinatario, ma compie diverse fasi intermedie in un processo chiaramente regolamentato. I principali attori sono i server SMTP coinvolti, che seguono rigorosamente il protocollo per garantire che la posta elettronica raggiunga il destinatario. Su Internet c'è un’intera rete di tali stazioni di distribuzione o relay che rendono possibile il traffico e-mail.

Cos’è un server SMTP e a cosa serve?

Il server SMTP è un server di posta che invia le e-mail da un mittente a uno o più destinatari in Internet e le inoltra in rete secondo le regole del protocollo di rete SMTP. Una funzione importante del server SMTP è quella di evitare lo spam attraverso meccanismi di autenticazione grazie ai quali è possibile inviare e-mail solo agli utenti autorizzati. A questo scopo la maggior parte dei moderni server di posta elettronica supporta l'estensione del protocollo ESMTP con autenticazione SMTP.

Come i cosiddetti relay, i server SMTP rappresentano il collegamento essenziale per la trasmissione e-mail, in cui sono coinvolti diversi server: il server di posta in uscita del mittente, uno o più server di inoltro esterni e il server di posta in entrata del destinatario.

Server di posta in uscita del mittente

Dopo che il mittente ha inviato la sua e-mail, l'applicazione webmail del suo provider o del suo programma di posta (il client SMTP, chiamato anche “Mail User Agent” o abbreviato in MUA) la converte in un header e un body e li carica entrambi sul server di posta in uscita, quindi un server SMTP. Questo server dispone di un cosiddetto “Mail Transfer Agent” (MTA), la base software per l’invio e la ricezione di e-mail. L’MTA controlla le dimensioni della posta e lo spam per poi salvare.

Per alleggerire il carico sull’MTA occasionalmente viene preinstallato un “Mail Submission Agent” (MSA), che verifica preliminarmente la validità della posta. L’MTA cerca quindi nel “Domain Name System” (DNS) l'indirizzo IP del server di posta del destinatario.

Server di inoltro esterni

Se il dominio del destinatario è collegato allo stesso server di posta del mittente, l’e-mail viene consegnata direttamente. In caso contrario, l’MTA la suddivide in piccoli pacchetti di dati, che vengono inoltrati al server SMTP di destinazione attraverso il percorso più breve e che presenta allo stesso tempo meno traffico. I pacchetti a volte passano attraverso diversi MTA su server SMTP esterni (chiamati in gergo tecnico “relay”), che garantiscono un inoltro continuo.

Server di posta in arrivo del destinatario

All’arrivo al server SMTP di destinazione, i pacchetti di dati vengono riassemblati per formare un’e-mail completa. L’MSA e/o l’MTA controlla ancora una volta la presenza di spam e poi trasferisce l’e-mail all’archivio messaggi del server di posta in arrivo. Da lì, il cosiddetto “Mail Delivery Agent” (MDA) trasmette il messaggio alla casella di posta elettronica del destinatario. Poi altri protocolli di rete IMAP o POP3 scaricano la posta elettronica nel client SMTP del destinatario.

Tecnicamente sarebbe anche possibile inviare e-mail direttamente dal client SMTP del mittente al client del destinatario. Tuttavia, l’utilizzo di un server SMTP offre un chiaro vantaggio: se il server di posta in entrata del destinatario è occupato o temporaneamente fuori servizio e l’e-mail non può essere recapitata, il server SMTP responsabile tenta automaticamente di recapitare l’e-mail a intervalli regolari. Ciò avviene fino a quando la consegna non va a buon fine o la posta viene restituita al mittente come non recapitabile.

Quali server di posta SMTP si possono utilizzare?

In qualità di mittente avete fondamentalmente la possibilità di scegliere tra server SMTP di diversi provider per immettere le vostre e-mail nella rete e inoltrarle. Un’altra alternativa interessante per molti è quella di configurare un proprio server.

Server SMTP del provider

I server SMTP dei provider affermati sono riconosciuti come affidabili anche da altri provider. Inoltre, i loro filtri antispam sono considerati particolarmente efficaci a causa della grande quantità di dati trattati. Tuttavia, nel caso di offerte gratuite, di solito si devono prevedere rigide limitazioni per quanto riguarda il numero di e-mail al giorno, le dimensioni degli allegati e lo spazio di archiviazione della casella di posta.

Le offerte sono presentate su diverse pagine:

  • Erogatori di servizi Internet: gli “Internet Service Provider” (ISP) come IONOS offrono spesso un indirizzo e-mail per una connessione Internet con cui è possibile accedere ai server di posta SMTP dell’azienda.
  • Provider di posta elettronica: il modo più tipico per i privati di inviare e-mail ad amici e parenti è quello di utilizzare l’applicazione webmail di un provider di posta elettronica gratuito come Gmail, Yahoo o Libero. L’unico requisito è un indirizzo e-mail che corrisponda al dominio, con il quale il server SMTP del provider può essere utilizzato per la corrispondenza personale. Tutto quello che dovete fare è configurare la vostra casella di posta elettronica per l'indirizzo corretto del server SMTP. Sotto trovate un riepilogo dei fornitori più popolari e dei loro indirizzi.
  • Provider di servizi di hosting: molti pacchetti di hosting, come quelli di IONOS, contengono di default un server SMTP, che può essere utilizzato per gestire il traffico di posta interna ed esterna aziendale.
  • Provider specializzati: alcune aziende si sono specializzate nel noleggio di server SMTP, tra i quali rientrano ad esempio Amazon SES e SparkPost, che permettono il noleggio dell’hardware richiesto.

Server SMTP proprio

Con alcune conoscenze tecniche di base è possibile configurare il proprio server SMTP. Ad esempio, come base hardware è possibile impostare un Raspberry Pi con il software appropriato.

I vantaggi sono evidenti: nessuna restrizione d’uso da parte di un provider, pieno controllo su tutte le impostazioni e gestione autonoma dei dati. Inoltre un proprio server si adatta perfettamente a familiarizzare con i meccanismi tecnici del traffico e-mail. Ma ci sono anche dei lati negativi: a causa dell’indirizzo IP dinamico peculiare degli accessi privati a Internet, i server SMTP privati sono spesso classificati come spam dai grandi provider di posta elettronica. Un problema che può essere risolto solo con poche misure di ristrutturazione e/o costi aggiuntivi. Tuttavia, se si desidera inviare le proprie e-mail solo a un altro client privato, un proprio server SMTP è in ogni caso una buona alternativa.

Vantaggi e svantaggi dei server SMTP in sintesi

Di seguito sono riassunti i vantaggi e gli svantaggi dei server offerti dai provider rispetto a server propri:

 

 

Vantaggi

Svantaggi

Server SMTP offerto dal provider

✔ nessun hardware necessario

✔ nessun impegno aggiuntivo per la configurazione e la manutenzione

✔ reputazione impeccabile presso gli altri provider

✔ filtri antispam efficaci

✘ limitazioni rigide riguardo le e-mail, le caselle di posta e le impostazioni

✘ i dati sensibili si trovano su server esterni

✘ buone offerte server a pagamento

Server SMTP proprio

✔ pieno controllo su tutte le impostazioni

✔ nessuna limitazione da parte di un provider

✔ gestione autonoma dei dati

✔ e-mail visualizzabili su ogni dispositivo

✔ pratica istruttiva sulle basi del traffico e-mail

✘ conoscenze tecniche indispensabili

✘ necessario un proprio hardware

✘ impegno e costi extra per la configurazione e la manutenzione

✘ cattiva reputazione presso i provider

✘ modifiche e miglioramenti costosi

✘ filtri antispam tendenzialmente più vulnerabili

Come trovare il proprio server SMTP?

Se c’è un errore nella trasmissione della posta elettronica, spesso è più facile risolvere il problema se si conosce l’indirizzo del server SMTP utilizzato. Poiché la maggior parte degli indirizzi sono strutturati nella forma “smtp.dominio.it” o “mail.dominio.it”, sono relativamente facili da ricordare.

Nelle impostazioni dell’account del programma di posta elettronica è possibile scoprire quale sia l’indirizzo giusto per il proprio account di posta elettronica:

Se avete bisogno del vostro indirizzo del server SMTP per la prima volta, ad esempio quando configurate manualmente il vostro programma di posta elettronica, lo troverete nella sezione aiuto della homepage del vostro provider. Di seguito è riportato un elenco aggiornato ad aprile 2019 dei principali provider di posta elettronica e degli indirizzi dei loro server SMTP accessibili al pubblico:

Provider e-mail Indirizzo del server SMTP
IONOS smtp.ionos.it
Tim smtp.tim.it
Yahoo smtp.mail.yahoo.it
Libero smtp.libero.it
Aruba smtps.aruba.it
Gmail smtp.googlemail.com
Fastweb smtp.fastwebnet.it
Email.it smtp.email.it
Tiscali smtp.tiscali.it
MSN smtp.live.com
Virgilio out.virgilio.it
Outlook/hotmail smtp-mail.outlook.com
AOL smtp.aol.com
Alice ADSL out.alice.it
Vodafone smtp.vodafone.it
Kataweb smtp.katamail.com
iCloud smtp.mail.me.com

Come si può testare un server SMTP?

Un indirizzo server SMTP corretto è necessario anche se l’invio di e-mail non funziona correttamente e misure come il controllo della modalità di connessione del client di posta o lo svuotamento della posta in arrivo non hanno portato ad alcun miglioramento. Lo strumento Telnet, disponibile su tutti i comuni sistemi operativi, fornisce poi chiarezza.

N.B.

Nei sistemi operativi Microsoft a partire da Windows Vista dovete prima di tutto installare manualmente Telnet tramite il pannello di controllo e attivarlo.

È possibile utilizzare Telnet per avviare manualmente una sessione SMTP per eseguire le seguenti diagnosi dei problemi:

  • Verifica dell’implementazione dell’SMTP.
  • Verifica della disponibilità di tutti i comandi SMTP richiesti.
  • Rilevamento di blocchi di connessione da parte di un firewall o di un programma antivirus.
  • Garanzia della ricezione del messaggio da parte di un utente o di uno specifico dominio del provider.

L’esempio seguente mostra come testare la connessione SMTP da un client interno a un server utilizzando l’autenticazione Windows standard:

  1. Aprite il prompt dei comandi (cercate nella barra di ricerca il termine “cmd”).
  2. Inserite il comando “telnet smtp.esempio.com 25” per connettervi al server SMTP tramite la porta 25. Sostituite “smtp.esempio.com” con l'indirizzo del vostro server SMTP.
  3. Se il server è raggiungibile, risponderà con i codici di stato 220 e “smtp.esempio.com ESMTP Postfix” o un messaggio di testo simile. Questo indica già che non c'è alcun errore di connessione da parte del server SMTP.

È quindi possibile autenticarsi e, se necessario, inviare una mail di prova per isolare ulteriormente la causa del problema. Se l’e-mail non giunge a destinazione nonostante il collegamento sia funzionante, si riscontra molto probabilmente un problema con il provider o il destinatario.

Se il server non risponde o restituisce solo un messaggio di errore, il vostro firewall o programma antivirus potrebbe impedire la trasmissione di e-mail. In alternativa, è anche possibile eseguire il test di connessione SMTP con uno strumento online come wormly.


Prepara il tuo business per il successo online
Abbiamo ridotto ulteriormente i prezzi dei nostri strumenti pensati
per incrementare le tue vendite di fine anno.
Risparmia fino al 75%