Oracle Database: definizione e funzione

Oracle Database è un sistema di gestione dei database relazionali (RDBMS) del produttore software e hardware Oracle. Come software di database, Oracle Database ottimizza la gestione e la sicurezzadei record di dati, creando schemi di database strutturati e accessibili soltanto agli amministratori autorizzati.

Registrazione dominio

Più di un semplice nome.

Registra il tuo dominio con IONOS e approfitta di tutte le nostre funzionalità.

E-Mail
SSL Wildcard
Supporto 24/7

Che cos’è Oracle Database?

Oracle Database rientra con SAP HANA, Microsoft SQL Server e IBM Db2 tra i leader del settore dei sistemi di gestione di database relazionali (abbreviato in RDBMS). Secondo il ranking stilato da DB Engines, Oracle occupa il primo posto tra i 380 sistemi di database più popolari, seguito immediatamente da MySQL e Microsoft SQL Server. Sebbene la società fondata nel 1977 da Lawrence J. Ellision offra oggi un’ampia gamma di prodotti e servizi, Oracle Database rappresenta il fiore all’occhiello del produttore statunitense. La prima versione è stata lanciata sul mercato nel 1979. Attualmente (informazioni aggiornate a ottobre 2021) sono disponibili la versione di lunga data 19c e l’innovativa 21c.

Se fatto a regola d’arte, Oracle Database costituisce il fulcro dell’ambiente IT delle imprese. In base al modello strutturale scelto, i database possono variare tra vari modelli gerarchici, orientati agli oggetti o ai documenti e simili a una rete. Per Oracle Database Oracle usa un modello di database relazione che consente di archiviare e riprodurre dati utente e dell’azienda sotto forma di record di dati organizzati.

Le quantità di dati vengono strutturate in colonne, tabelle e righe e i punti di dati vengono messi in relazione con il supporto degli attributi. Il punto forte dei database di Oracle sono l’organizzazione e la rappresentazione intuitive ed efficienti delle quantità di dati. Inoltre, le imprese possono decidere se impiegare Oracle Database in ambienti on premise oppure cloud.

Come funziona Oracle Database?

Come la maggior parte degli RDBMS, Oracle Database usa il linguaggio di programmazione standardizzato SQL (Structured Query Language) per creare strutture database, gestire i record di dati, eseguire azioni e consultare i dati immagazzinati. Il linguaggio di programmazione di casa Oracle PL/SQL è invece strettamente collegato con SQL e offre la possibilità di completare SQL con le estensioni per programmatori di Oracle.

Per la strutturazione dei database, Oracle usa le tabelle di righe e colonne all’interno delle quali i punti di dati sono associati per mezzo di attributi. In questo modo l’accesso a tutte le tabelle avviene in modo efficiente, risparmiando tempo.

L’architettura dei sistemi di database di Oracle consiste di un database per l’archiviazione dei file del database, una o più istanze di database per la gestione dei dati e uno o più processi Listener, che collegano i client del database con le relative istanze. A questo proposito, le strutture di dati logiche e fisiche vengono separate nei database Oracle. I seguenti contenuti riassumono le strutture di archiviazione fisiche e logiche:

  1. Strutture di archiviazione fisiche: file di dati, file di configurazione (con metadati del database) e file red log (per la documentazione delle modifiche)
  2. Strutture di archiviazione logiche: le tabelle e i blocchi di dati, le extent (per il raggruppamento dei blocchi di dati logici), segmenti (set di extent) e tablespace (container di segmenti logici)

La strutturazione chiara dei database Oracle consente un’amministrazione affidabile dei record di dati, il massimo della sicurezza grazie alla crittografia dei dati e della rete, un’autenticazione, l’autorizzazione e le analisi dei permessi più rigorosi. Inoltre, con PL/SQL Oracle supporta Java e le programmazioni fatte in Java.

Gli strumenti importanti per Oracle Database

Per lo sviluppo e l’estensione dei database, Oracle mette a disposizione diversi strumenti sia per gli sviluppatori che per gli amministratori.

  • SQL*Plus: disponibile per tutti i sistemi per computer che usano i software per client e server di Oracle. Come strumento a riga di comando per la gestione del database consente di inviare comandi, consultare i dati, cancellare e apportare modifiche ai file del database. La conoscenza di SQL è indispensabile per l’uso di SQL*Plus.
  • Oracle SQL Developer: un programma Java gratuito con interfaccia utente grafica che crea ed elabora i progetti di database, gestisce gli script e gli statement SQL, esegue analisi del database, genera procedure PL/SQL e consente il debugging.
  • Oracle Data Modeler: uno strumento gratuito che si rivolge principalmente ai designer di database. Con Modeler si possono disegnare modelli logici di database o modelli di entity relationship. I punti di forza del tool sono il suo utilizzo intuitivo (tramite drag&drop), la riproduzione di strutture di database complesse, così come l’esportazione delle strutture di database in Oracle SQL Developer.
  • Oracle Enterprise Manager Database Control: uno strumento di amministrazione per i database Oracle basato sul web che offre un’interfaccia utente grafica.
  • Oracle Enterprise Manager Grid Control: uno strumento di amministrazione flessibile per gli ambienti Oracle basato sul web e che lavora con un’interfaccia utente grafica. Può essere usato per più database, per interi cluster o per sistemi standby.
  • Oracle JDeveloper: uno strumento per sviluppatori che lavorano con Oracle che serve ad aiutare il loro ambiente di sviluppo integrato nello sviluppo di applicazioni di database con Oracle e Java.

Versioni e settori di utilizzo di Oracle Database

Attualmente i prodotti Oracle Database possono essere suddivisi in tre versioni Oracle essenziali, ciascuna adatta per diversi campi di applicazione in base alla dimensione dell’azienda.

Express Edition

Oracle Express Edition è un Oracle Database, adatto a ogni client e che mette a disposizione un database gratuito (per esempio per piccole applicazioni o corsi di formazione). Express Edition supporta PHP, Java, XML e .NET. Trattandosi di una versione gratuita lo spazio di archiviazione è limitato a 4 GB e la RAM a 1 GB con una sola CPU.

Standard Edition

Oracle Standard Edition è scelta principalmente dalle imprese di medie dimensioni. I vantaggi della Standard Edition sono l’installazione e la configurazione intuitive, le funzionalità di gestione automatizzate, l’amministrazione efficiente e chiara di grandi record di dati, così come un’elevata compatibilità con tutti i tipi di dati e applicazioni più comuni.

Enterprise Edition

Enterprise Edition di Oracle è la versione di lusso di Oracle Database e fa parte dell’élite degli RDBMS. Poiché la Enterpreise Edition non ha praticamente limiti per quanto riguarda l’archiviazione, le estensioni e la gestione delle quantità di dati, è prevalentemente adatta alle imprese di grandi dimensioni che lavorano con enormi quantità di dati. Ulteriori vantaggi sono le affidabili funzionalità di protezione e sicurezza contro la perdita di dati, la mancanza di corrente elettrica (blackout) e i malfunzionamenti lato software.

Consiglio

Oracle offre il servizio cloud di data warehouse Oracle Autonomous Data Warehouse per una gestione ottimale dei database, che serve a semplificare l’automatizzazione e l’amministrazione del data warehouse alle imprese.

I vantaggi e gli svantaggi di Oracle Database

I vantaggi e gli svantaggi di Oracle dipendono in prima linea dalle aspettative e dalle esigenze dell’utente così come dalle capacità finanziarie, dalle competenze tecniche e dalle conoscenze dei programmatori coinvolti. Un grande vantaggio di Oracle Database è il modello opzionale Database as a Service che permette l’archiviazione e l’amministrazione di database relazionali nell’infrastruttura cloud di Oracle. Ciò rende possibile lo sfruttamento massimo della CPU, dell’hardware e dello spazio di archiviazione così come anche delle operazioni di gestione del database. I più elevati criteri di sicurezza garantiscono la migliore protezione possibile contro la perdita dei dati, gli attacchi cibernetici e le falle di sicurezza.

Vantaggi

Tra i vantaggi di Oracle Database vi sono:

  • L’elevata compatibilità con tutte le applicazioni e le piattaforme
  • L’essere supportato da tutti i principali produttori hardware e software
  • Diverse versioni, da quella gratuita a quella Enterprise
  • La diffusione nel settore imprenditoriale legato all’IT
  • L’utilizzo opzionale dei database cloud di Oracle per lo sfruttamento ottimizzato e l’automatizzazione della gestione dei database
  • Il sistema più popolare di gestione di database relazionale
  • Una grande comunità di sviluppatori e l’eccezionale supporto offerto da Oracle
  • Funzionalità affidabili di sicurezza e protezione dati (per esempio autenticazione e autorizzazione rigorose degli accessi, crittografia dei dati e delle reti)

Svantaggi

I vantaggi dei database Oracle superano gli svantaggi. Tuttavia, è importante menzionare quelli che sono i punti deboli di Oracle Database:

  • Le conoscenze di SQL e l’esperienza nell’amministrazione di database sono un prerequisito per l’utilizzo della versione on premise di Oracle
  • Le licenze Oracle hanno un prezzo molto elevato (la versione Standard costa circa 17.000 euro lordi e la versione Enterprise circa 40.000 euro lordi)
  • Requisiti hardware elevati per la versione locale on premise

Le alternative ai database Oracle

Se Oracle Database va oltre le vostre possibilità, potete comunque scegliere tra numerosi sistemi di gestione di database alternativi. Tra i fornitori più conosciuti dei sistemi di database, oltre a Oracle, ci sono SAP e IBM.

Qui di seguito trovate le alternative a Oracle Database:

  • SAP HANA
  • IBM Db2
  • Amazon Relational Database Service (RDS)
  • Amazon Aurora
  • Microsoft SQL
  • MySQL
  • SQLite
  • Azure SQL Database

In aggiunta a queste ci sono anche sistemi di gestione di database open source e gratuiti: