Windows: come visualizzare i file e le cartelle nascosti

Oltre alle cartelle in cui Windows salva i programmi e i documenti, il sistema operativo presenta anche alcune aree che, a un primo sguardo, non sono così facilmente accessibili. Nella maggior parte dei casi si tratta di cartelle in cui vengono salvati file rilevanti per il sistema, file di configurazione o driver.

Un esempio è la cartella AppData, in cui si trovano impostazioni di programma, profili utente e file temporanei. Questa cartella, così come i file in essa contenuti, sono nascosti di default in quanto non necessari per la normale attività lavorativa dell’utente, tuttavia lavorano in background per garantire il corretto funzionamento del sistema operativo.

Come devono essere gestiti i file e le cartelle nascosti?

In generale non è necessario, e nemmeno consigliabile, elaborare o modificare file e cartelle nascosti. Se vengono spostati, rinominati o inavvertitamente cancellati possono verificarsi malfunzionamenti dei programmi o danneggiamenti dell’installazione di Windows. Nel peggiore dei casi, una modifica di questi elementi può portare a un crash totale del sistema.

È quindi assolutamente consigliabile non modificare i file di sistema nascosti se non si è assolutamente certi di ciò che si sta facendo! In caso di dubbio vi consigliamo di consultare il vostro amministratore di sistema. Inoltre, prima di procedere è buona norma creare un backup del sistema al quale poter ricorrere in caso di emergenza.

Talvolta accade tuttavia che l’utente abbia comunque la necessità di accedere a questi file nascosti, ad esempio per pulire la cartella Windows.old in cui sono salvati i dati di sistema protetti di un’installazione Windows precedente. In questo caso esiste la possibilità di rendere visibili i file nascosti. A seconda della versione del sistema operativo Windows utilizzata, la procedura risulta leggermente diversa.

Visualizzare i file nascosti in Windows 10 e 8

Per visualizzare le cartelle e i file nascosti in Windows 8 e Windows 10, procedete come segue:

  1. Aprite Esplora file con la scorciatoia da tastiera di Windows [Windows] + [E].
  2. Nella barra in alto, selezionate la scheda “Visualizza”, quindi fate clic sul riquadro “Mostra/Nascondi”.
  3. Spuntate la casella “Elementi nascosti” per rendere visibili i file nascosti.

Dopo avere reso visibili gli elementi nascosti, le cartelle nascoste di Windows vengono visualizzate con un colore semi-trasparente.

In alternativa potete visualizzare i file nascosti utilizzando le Opzioni cartella di Windows. Per farlo servono cinque passaggi:

  1. Aprite Esplora file di Windows come descritto sopra.
  2. Selezionate “Visualizza”, quindi la casella “Opzioni”.
  3. Nelle Opzioni cartella, cliccate su “Visualizzazione”.
  4. Scorrete il menu fino a individuare la voce “Cartelle e file nascosti”.
  5. Attivate l’opzione “Visualizza cartelle, file e unità nascosti”, quindi confermate con “OK”.

Per nascondere nuovamente i file nascosti, dovrete soltanto togliere il segno di spunta dalla voce di menu corrispondente oppure modificare l’impostazione nelle Opzioni cartella.

File nascosti in Windows 7

In Windows 7 la visualizzazione dei file e delle cartelle nascosti funziona in modo analogo. Esistono tuttavia alcune piccole differenze nella navigazione all’interno del menu. Per visualizzare i file nascosti in Windows 7, procedete come segue:

  1. Aprite Esplora file utilizzando la combinazione di tasti [Windows] + [E].
  2. Successivamente fate clic nella barra in alto su “Organizza”, quindi dal menu a tendina selezionate l’opzione “Opzioni cartella e ricerca”.
  3. Nella nuova finestra selezionate la scheda “Visualizza”.
  4. Scorrete verso il basso fino alla voce di menu “File e cartelle nascosti” e attivate l’opzione “Visualizza cartelle, file e unità nascosti”.
  5. Infine fate nuovamente clic su “OK” per confermare l’impostazione e salvarla.

 

 

N.B.

Microsoft ha ufficialmente sospeso l’assistenza per Windows 7 all’inizio del 2020. Attualmente, quindi, per il sistema operativo non viene più pubblicato alcun aggiornamento di sicurezza. Per saperne di più sulle implicazioni di questa sospensione e sulle possibilità a disposizione degli utenti di Windows 7, leggete il nostro articolo sulla fine dell’assistenza per Windows 7.

Visualizzare i file nascosti tramite il prompt dei comandi

Un altro modo per visualizzare i file nascosti in Windows 7 e nelle versioni di Windows successive passa attraverso il prompt dei comandi. A questo scopo, procedete come segue:

  1. Aprite la riga di comando facendo clic su “Start”, quindi digitate il comando “cmd” nella riga di ricerca per aprire il prompt dei comandi.
  2. Verificate su quale unità siano stati salvati i file nascosti, ad esempio sull’unità C:\.
  3. Per visualizzare i file nascosti, digitate quindi il comando seguente (c sta per l’unità C:\): attrib -s -h -r /s /c *.*

Nascondere file e cartelle in Windows

In alcuni casi può accadere che sia l’utente stesso a voler nascondere determinati file o intere cartelle, ad esempio se condivide il proprio computer con altri utenti. Il modo più semplice è creare una cartella, richiamare le proprietà con il tasto destro del mouse, quindi alla voce “Proprietà” attivare l’opzione “Nascosto”. La stessa procedura si applica anche a singoli file, ad esempio ai documenti Office.

Il problema è che, utilizzando i metodi sopra descritti per visualizzare i file nascosti, vengono naturalmente visualizzate anche le cartelle nascoste dall’utente. Esiste tuttavia un metodo che risolve questo inconveniente.

  1. Create una nuova cartella, cliccateci sopra con il tasto destro del mouse, quindi selezionate la voce di menu “Proprietà”.
  2. Fate clic sulla scheda “Personalizza” e modificate l’icona della cartella facendo clic su “Cambia icona".
  3. Tra la selezione di icone proposta selezionate un’icona vuota (si veda l’immagine sotto), in modo che la cartella non abbia alcuna icona.
  4. In seguito rinominate la cartella cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse e selezionando “Rinomina".
  5. Premete una (o più volte) la barra spaziatrice. Confermate infine la modifica del nome con il tasto [Invio].

In questo modo create una cartella che non ha né nome né icona e che, quindi, non viene resa visibile nemmeno modificando le Opzioni cartella. Per aprire la cartella, vi basterà cliccare sul punto in cui si trova. Naturalmente dovete tenere bene a mente la posizione della cartella, poiché questa è, come detto, invisibile.

Consiglio

Sei un utente Mac? Segui la nostra guida passo-passo per scoprire come mostrare i file e le cartelle nascoste su un Mac.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.