Cos’è un data center?

Sono molte le aziende che offrono i loro servizi online: che si tratti di un negozio online, di una web app o di un sito, una presenza web adeguata è fondamentale per conquistare nuovi clienti. In particolare, è importante che tutte le pagine del sito e i relativi servizi siano sempre accessibili. Per fare questo, i fornitori di hosting e le grandi aziende si affidano alla potenza dei data center, anche conosciuti come centri di elaborazione dati. Ma cos’è effettivamente un data center e come funziona?

Data center: una definizione

Per dirla semplicemente, un data center è un luogo fisico (di solito un edificio indipendente) dove vengono memorizzati su larga scala dati critici e applicazioni, che vengono trasmessi tramite una rete di risorse di calcolo e archiviazione come router e server. Questo permette alle aziende e ai fornitori di servizi Internet di gestire in modo efficiente e sicuro l’intera infrastruttura IT e l’elaborazione dei dati.

Negli anni si è assistito a un’evoluzione significativa delle infrastrutture dei data center. La potenza di calcolo dei tradizionali server fisici in loco è stata combinata con la flessibilità delle reti virtuali: molti dati sono ora connessi tra data center e cloud privati e pubblici. Per questo motivo, un centro di elaborazione dati moderno deve essere in grado di comunicare attraverso diverse sedi.

Quali sono i vantaggi di un data center per le aziende?

Le applicazioni aziendali e le attività svolte in ambito lavorativo generano grandi quantità di dati che necessitano di essere memorizzati. Tra questi rientrano ad esempio le seguenti operazioni:

  • Scambio di e-mail e documenti
  • Applicazioni per la produttività aziendale
  • Siti web
  • Transazioni online
  • Dati provenienti dagli strumenti CRM
  • Pianificazione delle risorse d’impresa (ERP)
  • Banche dati
  • Big data e intelligenza artificiale
  • Desktop virtuali
  • Servizi per la comunicazione e la collaborazione

Le grandi aziende in particolare accumulano enormi quantità di dati che richiedono un grande numero di server e molto spazio di archiviazione. Una semplice sala server spesso non è sufficiente per gestire l’enorme flusso di dati. Per non parlare della manutenzione, che può rivelarsi decisamente impegnativa, e degli alti costi energetici. In alcuni casi è anche necessario un monitoraggio 24 ore su 24 per prevenire malfunzionamenti dei server e attacchi informatici: una vera e propria sfida per le aziende, sia in termini di costi che di risorse.

È qui che entrano in gioco i data center, dove i dati vengono immagazzinati in un luogo sicuro e monitorato 24 ore su 24. In un centro di elaborazione dati, infatti, la temperatura dei server è controllata costantemente per evitare surriscaldamenti e l’alimentazione di emergenza riduce il rischio di interruzioni del server. A seconda della tipologia di data center, le aziende di solito pagano solo lo spazio utilizzato e l’elettricità consumata, risparmiando così tempo prezioso per l’amministrazione dell’infrastruttura che potrebbero invece dedicare alla loro attività principale.

Quali sono i compiti di un data center?

Le mansioni svolte da un data center differiscono a seconda della sua ubicazione, del suo fornitore e del settore in cui esso opera. Diversi sono anche i servizi offerti dai data center in ambito di managed services e colocation. Un data center può svolgere infatti una varietà di compiti, da progetti semplici come l’archiviazione per il backup dei dati fino all’archiviazione e all’esecuzione dei processi IT più importanti.

Per esempio, alcuni data center fungono da punto di collegamento per diversi ambienti di colocation. Questo è fondamentale ad esempio per lo streaming video, che tipicamente prevede il collegamento tra un provider di servizi Internet (ISP) e una CDN (Content Delivery Network).

I data center hyperscale e wholesale, invece, sono ottimizzati proprio per le esigenze delle singole aziende e sono particolarmente adatti alle grandi imprese.

Quali sono i componenti di base di un data center?

Affinché un centro di elaborazione dati funzioni in modo ottimale, è richiesta un’efficiente collaborazione tra settori diversi.

Attrezzature informatiche per il funzionamento della rete e l’archiviazione dei dati

Un’adeguata attrezzatura informatica rientra tra i requisiti più importanti di un data center. Questa include tutti i componenti necessari per far funzionare la rete e immagazzinare i dati. Le aree da tenere in considerazione sono quattro:

  • Hardware dei server: comprende tutti i componenti tecnici installati nei singoli computer, incluse CPU potenti, RAM veloci e dischi rigidi con capacità e prestazioni elevate.
  • Componenti attivi della rete: router, switch, firewall (hardware) e tutti gli altri dispositivi di controllo necessari per far funzionare una rete attiva che richiedono un’alimentazione elettrica.
  • Componenti di rete passivi: per far funzionare una rete, un data center ha bisogno anche di componenti di rete passivi, come i cavi, le spine e le prese della corrente. A differenza dei componenti di rete attivi, i componenti di rete passivi non richiedono una propria alimentazione.
  • Subrack: l’hardware del server e i componenti di rete sono montati all’interno di alloggiamenti in metallo, i cosiddetti subrack o rack. La loro dimensione standardizzata a livello internazionale con un design da 19 pollici assicura che i rack siano compatibili con qualsiasi tipo di assemblaggio.

Personale necessario a garantire il buon funzionamento del data center

Anche se la maggior parte dei data center al giorno d’oggi è altamente automatizzata, il personale umano continua a svolgere un ruolo essenziale. I server, la rete e l’intera infrastruttura devono essere monitorati 24 ore su 24: questo è l’unico modo per prevenire i guasti o per correre prontamente ai ripari nel caso si verifichino problemi. I compiti del personale di un centro di elaborazione dati sono divisi nelle aree della tecnologia di sistema e dell’amministrazione:

  • Gli ingegneri dei sistemi si occupano di tutti i compiti elettrotecnici in un data center. Questo include l’installazione di dispositivi, la sostituzione e la riparazione di hardware difettoso e il cablaggio dei singoli componenti.
  • Gli amministratori del sistema si occupano della configurazione lato server dei sistemi e ne controllano il funzionamento. Sono inoltre responsabili della sicurezza e della protezione dei dati contenuti nel data center.

Componenti dell’infrastruttura

L’elemento finale che assicura il buon funzionamento di un data center è costituito dai singoli componenti dell’infrastruttura. Questi possono risultare molto diversi a seconda della struttura e dell’attrezzatura dell’edificio.

  • Controllo dell’ambiente: in un data center è fondamentale che venga mantenuta sempre la giusta temperatura. La grande quantità di server genera infatti molto calore, che, se non controllato, potrebbe causare il surriscaldamento dei server. Sistemi sofisticati e misure architettoniche adeguate assicurano un ciclo di raffreddamento efficiente e temperature ottimali all’interno del centro di elaborazione dati.
  • Fornitura di energia: nessun data center può funzionare senza elettricità. È quindi fondamentale disporre di un’alimentazione costante e a prova di guasto. Questo è possibile grazie a connessioni elettriche ridondanti rifornite di energia da due fornitori differenti, da una batteria che interviene in caso di brevi interruzioni di corrente e da un generatore diesel dedicato che subentra in caso di interruzioni più lunghe.
  • Tecnologia di sicurezza: per proteggere i dati sensibili da terzi, l’accesso al data center deve essere consentito solo alle persone autorizzate, che devono identificarsi per mezzo di una keycard o tramite scansione delle impronte digitali. Inoltre, una moderna videosorveglianza è necessaria per fornire al personale una panoramica costante della struttura. Infine, per garantire che il personale e le attrezzature siano sempre protetti in caso di incendio, è importante che vengano utilizzati i più moderni sistemi di protezione antincendio.
Consiglio

Per contrastare l’alto consumo energetico di un data center, molti operatori si affidano a un hardware moderno con tecnologia intelligente, alimentazione sostenibile e certificazioni Green IT.

Data center: tipologie, manutenzione e amministrazione

Esistono molti tipi di data center gestiti in modo diverso a seconda del loro scopo e dei loro gestori. La tipologia dipende da una serie di fattori. Ad esempio, il data center è usato da una sola azienda o da più aziende? Quale tecnologia viene utilizzata per l’elaborazione e l’immagazzinamento dei dati? Qual è il suo grado di efficienza energetica? In generale, possiamo distinguere tra quattro tipi principali di data center:

  • Enterprise: questi data center sono realizzati da un’azienda e ottimizzati per i suoi utenti finali. Sono quindi di proprietà dell’azienda e di solito si trovano all’interno dei suoi locali. In questo modo è l’azienda stessa a essere responsabile della manutenzione e della gestione dell’infrastruttura e dei componenti IT.
  • Managed service: questi data center sono gestiti e manutenuti da un fornitore terzo per conto di un’azienda. L’azienda affitta l’intero equipaggiamento e l’infrastruttura e non dovrà quindi sostenere alcuna spesa aggiuntiva.
  • Colocation: a differenza di un data center managed service, in questo caso l’azienda affitta una stanza all’interno di un data center usufruendo delle infrastrutture esistenti come il sistema di raffreddamento, la banda larga e le misure di sicurezza. Gli altri componenti, come i server, la memoria e i firewall, sono forniti, gestiti e manutenuti dall’azienda stessa.
  • Cloud: in questa variante di data center off-premises, sono fornitori di cloud pubblici come Amazon Web Services (AWS), Microsoft (Azure) o IBM Cloud a ospitare i dati e le applicazioni. La manutenzione e la gestione sono completamente a carico del rispettivo fornitore.

Prova gratuitamente il tuo server cloud di IONOS

Prova subito il tuo server cloud gratuitamente – Testa il tuo server cloud per 30 giorni!

API REST
Traffico illimitato
Virtualizzazione VMware

Data center e sala server: qual è la differenza?

Mentre quando si parla di data center si intende di solito un intero edificio con server, memoria e tutte le strutture necessarie, le sale server di solito consistono in una sola stanza di un edificio più grande. Soprattutto per le piccole e medie imprese, che gestiscono volumi di dati e applicazioni non eccessivi, le sale server sono una buona alternativa a un ben più complesso data center. Molte sale server offrono comunque attrezzature simili a quelle di un data center. Inoltre, la loro manutenzione e le misure di sicurezza sono responsabilità del proprietario o affittuario dell’edificio.

IONOS dispone di data centerin cinque paesi tra Europa e Nord America, in grado di soddisfare i più alti requisiti in termini di sicurezza, prestazioni e disponibilità. I centri di elaborazione dati ad alte prestazioni di IONOS sono ubicati in diverse località del mondo, come Francoforte sul Meno, Londra e Las Vegas. In questo video in inglese potete inoltre farvi un’idea di come è fatto e come funziona un data center IONOS:

Per tutelare la vostra privacy il video si caricherà dopo aver cliccato.


Abbiamo una proposta per te:
Web hosting a partire da 1 €/mese!

Dominio gratis
Certificato SSL Wildcard incluso
Assistenza clienti 24/7
A partire da 1 €/mese IVA escl. per un anno,
poi 8 €/ mese IVA escl.